lunedì 6 dicembre 2010

BILDERBERG VARIATION ...

-David Rockefeller-


Con "Bilderberg" ci si riferisce a una 
riunione internazionale, per lo più annuale, a cui partecipano più di cento personaggi della politica e finanza mondiali, esclusivamente su invito.
Sono invitati anche alcuni nomi di rilievo del giornalismo internazionale, come direttori o editorialisti di alcune fra le testate più diffuse americane ed europee (anche italiane).

Il gruppo prende il nome dall'hotel della loro prima riunione, avvenuta nel1954: l'Hotel Bilderberg a Oosterbeek, in Olanda, dove una settantina di alte personalità si incontrarono il 24 maggio. 

La riunione si tenne, così come avviene ancor oggi, nel più stretto segreto, dietro una cortina di silenzio mediatico e privacy garantita da un servizio d'ordine d'eccezione.
Tra i 
fondatori del gruppo Bilderberg si annoverano:

Joseph Retinger, economista polacco di famiglia ebrea, cattolico, conosciuto come 'Sua Eminenza Grigia'. Fu tra i fondatori e segretario generale fino al 1952 dell'United European Movement presieduto da Winston Churchill e finanziato dall'ACUE (American Committee for United Europe). La visione di Retinger
 eracostruire un'Europa Unita per arrivare ad un Mondo unito in pace, guidato da Organizzazioni Sovranazionali che avrebbero garantito più stabilità ai singoli governi nazionali.

Bernard di Lippe-Biesterfeld, Principe d'Olanda (foto a destra),
 presidente del Bilderberg fino a quando nel 1976 diede le dimissioni per lo scandalo di una tangente da 1,1 milioni di dollari dalla Lockheed Corporation, per la vendita di aerei caccia all'aviazione olandese.
E' stato presidente del 
WWF (Worldwide Fund for Nature -vedi nota 1) dalla fondazione nel 1961 fino al 1971, ex affiliato al NSDAP (il partito nazista, tessera No. 2583009 del 1 maggio 1933) fino al suo matrimonio con la regina d'Olanda.
Secondo le rivelazioni della rivista Newsweek del 5 Aprile 1976, le 
attività di spionaggio di
 von Lippe a favore delle unità speciali delle SS (o Schutzstaffel) nella industria chimica IG Farben (la stessa che fabbricò lo Zyklon-B) sono documentate dalle testimonianze del Processo di Norimberga.
Nel dopoguerra assunse importanti posizioni nell'industria petrolifera, in particolare con la 
Royal Dutch Petroleum (Shell Oil) e nella Société Générale de Belgique.

- David Rockefeller,  referente per la sponda americana e presidente del gruppo dal 1976; direttore della Chase Manhattan Bank, membro del 
Council on Foreign R
elations (CFR), membro del Business Council e fondatore dellaCommissione Trilaterale.
Tra le sue dichiarazioni ricordiamo:
"
Siamo sull'orlo di una traformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la "giusta" crisi globale e le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale".
"
Il mondo è pronto per raggiungere un governo mondiale. La sovranità sovranazionale di una elite intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente preferibile all’autodeterminazione nazionale praticata nei secoli passati".
Torneremo a parlare di lui e delle sue nefaste azioni su questo blog.


In sostanza dunque stiamo parlando di un organismo decisionale a carattere sovranazionale, così come lo sono alcuni altri enti o gruppi di cui abbiamotrattato, come il CFR, la Commission on Global Governance e la WFA (World Federalist Association).
Nessuno di noi ha dato mandato a costoro di decidere le nostre sorti, anzi fino a poco tempo fa ben pochi conoscevano l'esistenza e il potere di questi gruppi sovranazionali.
Non vedo dunque perché mai queste 
menti illuminate si siano arrogate il diritto di pilotare a loro piacimento gli eventi mondiali e di conseguenza la vita, e la morte, di miliardi di persone.

Ma passiamo oltre, perché ci sono altre informazioni interessanti e preferisco concentrarmi sui dati di fatto piuttosto che sulle mie opinioni personali.

Ogni anno, lo Steering Commettee, il ristretto gruppo che gestisce gli incontrisegreti del Bilderberg (tra cui spiccano molti nomi di re e principi europei), invita un certo numero di personaggi legati al mondo della finanza, dell'economia e della politica a livello mondiale.
Gli incontri si tengono ogni volta in un Paese diverso: quest'anno è toccato allaTurchia.

L'ultima riunione tenutasi in Italia risale al 2004, quando politici, banchieri e altri personaggi, legati per esempio alla 
Rothschild Europe e alla Goldman Sachs, si incontrarono a Stresa, sul Lago Maggiore.
Non si accede alle riunioni del Bilderberg senza invito, e non sono previste conferenze stampa ne' tantomeno vengono stilati precisi rapporti finali degli incontri.
Qualche giornalista può riuscire ad ottenere informazioni, ma non certo perché si presenta nella hall dell'hotel di turno e intervista i partecipanti... La security non fa sconti, anzi.

Diamo un'occhiata alla lista parziale dei partecipanti stilata da 
Daniel Estulin, riferita all'incontro tenutosi dal 31 maggio al 3 giugno 2007 a Istanbul(Turchia): citerò tutti i nomi italiani che compaiono, più qualche altro interessante nominativo. Partecipanti italiani al Bilderberg 2007 secondo la lista di Daniel Estulin:

-
Franco Bernabé, Vice Chariman, Rothschild Europe

-
John Elkann, Vice Chairman, Fiat S.p.A

-Mario Monti, President, Universita Commerciale Luigi Bocconi

-
Tommaso Padoa-Schioppa, Minister of Finance

-
Giulio Tremonti, Vice President of the Chamber of Deputies

Ecco ora una selezione di altri interessanti nomi:

-
Henry A. Kissinger, Chairman, Kissinger Associates (USA) (foto a destra -vedi nota 3)

-David Rockefeller (USA)-Robert B. Zoellick, Deputy Secretary of State (USA) (attualepresidente della Banca Mondiale)
-José M. Durão Barroso, President, European Commission(Portugal/International)
-Timothy F. Geithner, President and CEO, 
Federal Reserve Bank of New York (USA)
-Nicolas Beytout, Editor-in-Chief, Le Figaro (France)-Paul A. Gigot, Editor of the Editorial Page, The Wall Street Journal (USA)
onald E. Graham, Chairman and CEO, 
The Washington Post Company (USA)
-Victor Halberstadt, Professor of Economics, Leiden University; 
Former Honorary Secretary General of Bilderberg Meetings (the Netherlands)
-Jaap G. Hoop de Scheffer, 
Secretary General, NATO (the Netherlands/International)
-Josef Joffe, Publisher-Editor, 
Die Zeit (Germany)
-Anatole Kaletsky, Editor at Large, 
The Times (UK)
-Frank McKenna, Ambassador to the US, member 
Carlyle Group (Canada)
-Craig J. Mundie, Chief Technical Officer Advanced Strategies and Policy,
Microsoft Corporation (USA)
-Peter D. Sutherland, Chairman, BP plc and 
Chairman, Goldman Sachs International (Ireland)
-Jean-Claude Trichet, 
Governor, European Central Bank(France/International)
-John Vinocur, Senior Correspondent, 
International Herald Tribune (USA)
-Martin H. Wolf, Associate Editor and Economics Commentator, 
The Financial Times (UK)
-Adrian D. Wooldridge, Foreign Correspondent, 
The Economist


Diamo invece uno sguardo ai partecipanti italiani dal 1982 al 2000: questi personaggi sono stati invitati almeno una volta alle riunioni segrete del Bilderberg.
Romano Prodi, Prof of Industrial Economics, Univ of Bologna (membro dello Steering Committee del Bilderberg, Presidente UE, attuale Presidente del Consiglio italiano, consulente 
Goldman Sachs)
Mario Monti, Commissioner ; ex-Bocconi Univ; ex-Banca Commerciale Italiana
Umberto Agnelli, Chair IFIL - Finanziaria di Partecipazioni SpA
Stefano Silvestri, Istituto Affari Internazionali; former Undersecretary of Defence
Paolo Zannoni, Vice President, Fiat SpA
Renato Ruggiero, Vice-Chair, Schroder Salomon Smith Barney; ex-WTO, ex-Trade Mnstr
Giovanni Agnelli, Honorary Chairman, Fiat SpA
Alfredo Ambrosetti, Chairman, Ambrosetti Group
Franco Bernabè, Special Rep. of Italy for Reconstruction Initiatives in the Balkans (attualmente presidente e azionista di maggioranza di FB Group, vice presidente di Rothschild Europe, consigliere d’amministrazione di PetroChina. Tra il 1998 e il 1999 è stato amministratore delegato di Telecom Italia, tra il 1992 e il 1998 amministratore delegato dell'Eni)
Emma Bonino, Member of the European Commission
Giampiero Cantoni, Chairman, Banca Nationale del Lavoro
Luigi Cavalchini, Permanent Representative to the European Union
Innocenzo Cipolletta, Director General, Confindustria (attualmente presidente delle Ferrovie dello Stato)
Mario Draghi, Treasury Director (attualmente Governatore della Banca d'Italia)
Paolo Fresco, Chairman, Fiat S.p.A.
Francesco Giavazzi, Professor of Economics, Bocconi University, Milan
Giorgio La Malfa, National Secretary, PRI (nell'ambito del "processo Enimont" ha subito una condanna definitiva a 6 mesi e 20 giorni per finanziamento illecito)
Rainer Masera, Director General, I.M.I. S.p.A.
Gianni de Michelis, Minister of Foreign Affairs (attualmente segretario nazionale del Nuovo PSI)
Tommaso Padoa-Schioppa, Member of the Executive Board, European Central Bank (attualmente Ministro dell'Economia e delle Finanze. E' stato direttore generale per l'economia e la finanza dell'Unione Europea e vice direttore generale della Banca d'Italia. Dal 1998 al 2006 ha fatto parte del consiglio di amministrazione della Banca Centrale Europea)
Alessandro Profumo, CEO, Credito Italiano
Gianni Riotta, Deputy Editor, La Stampa
Virginio Rognoni, Minister of Defence
Sergio Romano, columnist, La Stampa, former Italian Ambassador to USSR
Carlo Rossella, Editor, Editrice La Stampa S.p.A. (poi direttore del TG5)
Domenico Siniscalco, Prof. Econs; Director of Fondazione ENI Enrico Mattei (Ministro dell'Economia e Finanze succeduto a Tremonti)
Barbara Spinelli, Editorialist and European Correspondent, La Stampa, Paris (e compagna di Tommaso Padoa-Schioppa)
Ugo Stille, Editor-in-Chief, Corriere della Sera
Giulio Tremonti, Member of the Finance Commission, Chamber of Deputies (è stato vicepresidente del Consiglio dei Ministri e ministro dell'Economia e delle Finanze)
Marco Tronchetti Provera, Executive VP and CEO Pirelli SpA (Presidente di Telecom dal 2001 al 2006)
Walter Veltroni, Editor, L'Unità (attuale sindaco di Roma)

Ricordiamocene, quando questi signori intoneranno di nuovo l'inno del buon cittadino che deve votare, e la retorica della "stampa libera" italiana.

A proposito di stampa, ecco cosa capitò al giornalista inglese C. Gordon Tether.
Il 6 maggio del 1975 scrisse in una colonna del Financial Times:"Se il gruppo Bilderberg non è una cospirazione di un qualche tipo, è condotta in modo da darne un'imitazione notevolmente buona".

L'anno seguente, il 3 marzo 
1976, scrisse:"Il Bilderberg ha insistito sempre sul coprire i loro incontri nella 
più strettasegretezza. Fino ad alcuni anni prima, questo è stato realizzato a tal punto che il loro conclave annuale è stato totalmente ignorato dalla stampa mondiale. Nel più recente passato, questo velo è stato alzato quel tanto che bastava perché oggi si sappia che quelle riunioni stavano avvenendo. Ma è rimasto in vigore il divieto totale di segnalare che cosa avviene... Ogni "complottista" che tiene d'occhio gli eventi legati al Bilderberg, continuerà a chiedere perché, se c'è così poco da nascondere, ci si sforzi tanto a nasconderlo". (vedi nota 4)

Questo commento 
non apparve mai sulle colonne del 
Financial Times: fu censurato dall'editore Mark Fisher (membro della Commissione Trilaterale), mentre il giornalista fu licenziato dalla sua mansione di columnist nell'agosto dello stesso anno. 
Sempre sulla "stampa libera", segnalo questa dichiarazione del giornalista John Swinton: "Prostitute intellettuali"
Torniamo al Bilderberg, perché a questo punto potreste esservi fatti un paio di domande fondamentali:

1. Perché, nonostante il fatto che queste riunioni siano segretissime, da qualche tempo sembra che il gruppo Bilderberg non si preoccupi più di tenere nascosto il fatto stesso della sua esistenza?
2. E queste persone che vi partecipano, sono i reali manovratori del mondo?

Rispondo a queste domande secondo quanto ho appurato finora:

1. 
Perchè questi gruppi di potere stanno emergendo pubblicamente? Perché siamo giunti al "Finale di Partita": quando non è più necessaria una segretezza estrema perché non vi è più alcun inganno negli intenti dei pezzi chiave in posizioni strategiche.
Provate a farci caso: fino a non molto tempo fa, anche su internet erano sconosciute ai più realtà come il Bilderberg o il 
Bohemian Grove, mentre ora si inzia a parlarne anche in Italia senza troppi problemi.
Potrebbero essere due le motivazioni principali:
(A) perché tanto ormai il loro potere è così consolidato che non temono rovesciamenti di sorta;
(B) perché si sta spingendo a una "
normalizzazione" di questi gruppi di potere sovranazionale, cioè si vuole assuefare la gente all'idea che queste dinamiche siano del tutto normali; e anzi, addirittura che sia cosa buona e giusta che un ristretto manipolo di menti illuminate, nemmeno conosciute dalla gente, guidi gli eventi mondiali ("per il nostro bene", of course, perché le persone sono bestie selvagge incapaci di badare a sè stesse... Assioma indimostrato su cui il potere fonda la propria esistenza).

2. I partecipanti al Bilderberg non sono i "grandi manipolatori": rappresentano invece il "braccio" dei veri manipolatori, quello finanziario e politico. Sono cioè coloro che "ci mettono la faccia", portati al potere quando serve e destituiti quando non servono più.
Non credo neppure che i "
burattinai" siano i vari Rockefeller o Kissinger: anch'essi sono manovrati, da qualcuno di cui non credo conosceremo mai la faccia, anche se comunque stanno vicino al vertice della piramide di potere.
Resta il fatto che il Nuovo Ordine Mondiale ha già preso il suo avvio, in silenzio, un gradino per volta, attraverso una serie di 
gruppi di potere sovranazionaliche eseguono precise direttive dall'alto, ognuno nel proprio ambito di competenza (competenza e ambito che si sono presi senza chiedere nulla a nessuno, auto-nominandosi guide illuminate per il bene dell'umanità...)


Daniel Estulin, che ho citato più sopra, ha redatto un report dell'incontro del Bilderberg in Turchia, che si può leggere in inglese sul suo blog:Bilderberg 2007 Final Report, part 1
Una parte di questo report è stata tradotta in italiano da "Alcenero" e si può leggere su Come Don Chisciotte:
Prime conclusioni del Bilderberg 2007
Consiglio la lettura dell'originale inglese perché molto più ricca di informazioni.


Note:

1. Il successore del Principe d'Olanda alla guida del WWF fu il 
Duca Filippo di Edimburgo, il quale sosteneva con forza il progetto di depopolazione mondiale(leggi: genocidio di massa), ed ebbe a dichiarare idee di questo tenore:"Non puoi tenere un gregge che non riesci a nutrire. In altre parole la conservazione può esigere la cernita e l’eliminazione per mantenere l’equilibrio tra il numero di ciascuna specie in rapporto ad un dato habitat. Mi rendo conto che si tratta di un argomento scottante, ma resta il fatto che l’umanità è parte del mondo vivente".
"
Nel caso in cui mi reincarnassi, mi piacerebbe tornare sottoforma di un virus mortale, in modo da poter contribuire in qualche modo a risolvere il problema della sovrappopolazione".

Non c'è che dire, il WWF è proprio stato fondato e guidato da veri paladini dell'umanità.
E sempre sulla depopolazione, ecco due link dove ritroviamo, guarda caso, sempre gli stessi nomi: "
Un nuovo genocidio" -- "Con la scusa dell'Ambientalismo. Progetti di sterminio".

2. Consulta la cronologia per seguire i più importanti eventi in cui sono implicati David Rockefeller e la Fondazione Rockefeller:
Cronologia del Nuovo Ordine Mondiale (4)
Cronologia del Nuovo Ordine Mondiale (5)
Cronologia del Nuovo Ordine Mondiale (6)
Cronologia del Nuovo Ordine Mondiale (7)

3. "Quello che ogni uomo teme è l’ignoto. Quando questo scenario si presenta si rinuncia volentieri ai propri diritti in cambio della garanzia del proprio benessere assicurata dal Governo Mondiale" (Henry Kissinger, Evian, Francia, 1991)Anche di Kissinger ci occuperemo più estesamente nei prossimi giorni.
Per ora potete dare un occhio a questi link:
Il Trattato di Westfalia, Kissinger e il Nuovo Ordine Mondiale
Cronologia del Nuovo Ordine Mondiale
Tra l'altro, il papa Benedetto XVI ha recentemente chiesto proprio a questo cospiratore e assassino patentato di assumere il ruolo di 
consulente politico del papa...

4. Ecco gli 
originali in inglese:"If the Bilderberg Group is not a conspiracy of some sort, it is conducted in such a way as to give a remarkably good imitation of one." "The Bilderbergers have always insisted upon clothing their comings and goings in the closest secrecy. Until a few years back, this was carried to such lengths that their annual conclave went entirely unmarked in the world's press. In the more recent past, the veil has been raised to the extent of letting it be known that the meetings were taking place. But the total ban on the reporting of what went on has remained in force....Any conspiratologist who has the Bilderbergers in his sights will proceed to ask why it is that, if there is so little to hide, so much effort is devoted to hiding it."



TRATTO DA " NUOVO ORDINE MONDIALE " ...

20 commenti:

  1. Incredibile! Proprio oggi ho acquistato un libro su questo stesso agomento, che segnalo: si intitola "Il Club Bilderberg" del giornalista d'investigazione Daniel Estulin (citato nel post), Arianna Editrice. Il Bilderberg e' un gruppo di delinquenti assassini che, sotto l'egida delle famiglie reali Europee, anche attraverso la Trilateral, il Council on Foreign Relations, la Banca Mondiale, il FMI, l'ONU, altre organizzazioni e "think tank", sogna un nuovo fascismo mondiale del terzo millennio ed al contempo un nuovo medioevo, con pochi ricchi (loro) e tutti gli altri poveri, niente sviluppo industriale e tecnologico ed economia della scarsita' perenne (mai per loro). Si nascondono come blatte nell'oscurita' e mantengono il segreto solo grazie al fatto che loro stessi controllano l'informazione. Che schifo, per le blatte ci vorrebbe il veleno, oppure il fuoco...

    RispondiElimina
  2. Ciao Conte ...
    Veramente peso, loro sono il cuore pulsante del sistema ...

    RispondiElimina
  3. E' interessante a proposito dell'argomento, il discorso delirante di ICKE, che a me pero' mi sta simpatico e gli voglio pure bene ...
    Lui parla di stirpi di famiglie che nei secoli si sono mantenute vive e salde al potere costituito di ogni epoca, trasmigrando ovunque e dovunque, essendo LORO stesse il sistema ...

    RispondiElimina
  4. la questione è francamente inquietante...fin dove si spingeranno questi figuri? quando diranno la parola basta?

    RispondiElimina
  5. il discorso è lungo, ma cercherò di sintetizzarlo in poche righe. estulin non mi piace. ho letto il suo libro e sono andato ad una sua conferenza e non mi piace. non la racconta giusta, per me è pagato per sputtannare il bilderberg. al quesito che poni, io do una risposta diversa. nel finale di partita la segretezza conta ancora di più. il punto non è la conquista del potere, quella è già stata effettuata, il punto è dare la sensazione che esistano forze occulte, sconosciute ed imbattibili che governino il mondo. quando sputtani un sistema come il bilderberg, devi dare la sensazione che non sia il vertice della piramide, ma che ci sia qualcosa di più, magari il diavolo stesso, a dirigere l'orchestra. in questo modo spaventi davvero la gente, dando la sensazione di forze tanto più terrificanti, tanto più sono sconosciute. il plagio emozionale è simile a quello religioso, dio è tanto più terrificante, tanto più non lo si conosce e non si sa cosa aspettarsi. tanto meglio rigare dritto e non osare alzare troppo la cresta, la punizione potrebbe essere terribile. d'altra parte la massoneria non è che un vivaio, dove altri ordini superiori pescano le persone di loro interesse. questo vivaio può essere sacrificato all'occorrenza. tutta questa letteratura complottista su internet, non serve altro che a sacrificare i livelli inferiori, in modo da occultare maggiormente i livelli superiori e dare quel senso di incertezza agli utenti, che serve a poterli plagiare meglio. la società naturale è comunque divisa in 4 caste, non 3. al vertice sta il clero, seguito dalla politica (esercito) e dalla finanza. all'ultimo posto i servi. il bilderberg è il mondo della alta finanza e della politica, quindi non può essere il vertice della piramide. sono molto più inquietanti le riunioni dei vescovi della cei, e a mio parere li si decide di più che non in una riunione del bilderberg. attenti a ratzinger, mi sa che è lui il vero diavolaccio che tira le fila. non a caso "maledetto XVI".

    RispondiElimina
  6. quindi la massoneria sarebbe al servizio del Vaticano?

    RispondiElimina
  7. Che ne pensate di questo articolo di oggi su Yara?
    Potrebbe essere un messaggio?

    Pagina 16 CRONACHE il Giornale Giovedì 9 dicembre 2010 Gabriele Villa nostro inviato a Brembate Sopra (Bg) «Verso circa le dodici e trenta ci siamo incamminati per tornare a scuola per l’una circa, e questa esperienza mi è servita molto a sapere e conoscere l’utilizzo della Macchina Enigma. Mi ricorderò per sempre questa esperienza molto emozionante che resterà sempre nel mio cuore».Non è la prosa di una tredicenne qualsiasi, di una scuola qualsiasi, in un luogo qualsiasi della nostra Italia, bersagliata, ogni giorno, da mille e pesantissimi punti interrogativi. È l’ultimo tema della tredicenne Yara Gambirasio. Immaginatela con noi, china sul suo banco nella terza C, mentre ripesca dal cuore l’eccitazione di una uscita di classe insieme al professor Gritti, insegnante di Scienze e Matematica, e tre mamme»per una lezione di quelle che fan più piacere giust’appunto perché fuori da scuola, nella sale di Bergamo Scienza.Affascinata dall'Enigma, Yara. Enigma: la macchina dei misteri da decifrare e decriptare. Il marchingegno ideato dalle forze armate tedesche durante la seconda guerra mondiale per confondere e depistare.Che strane sovrapposizioni, quali inquietanti intrecci può riservare la vita. Anche la vita di una bambina che deve ancora compiere la sua traiettoria di crescita. Che deve ancora immagazzinare gioie, dolori, errori. Persino incontri sbagliati.«...Alle undici siamo arrivati alla biblioteca, c’erano tre capannoni molto grandi, noi entrammo in quello centrale, dove ci attendevano, con molto entusiasmo, quattro ragazzi di una scuola superiore di Bergamo, che ci avrebbero accompagnati nell’approfondire il tema accennato in classe, con giochi e filmati molto interessanti.In primo luogo abbiamo approfondito l’argomento con due filmati, uno era un documentario sulla Macchina Enigma, l’altro era un pezzo molto breve del filmato dove facevano vedere come decifravano dei messaggi tedeschi. Poi ci siamo divisi in sei gruppi per lavorare meglio... Vi erano due tipi diversi di giochi, uno tramite il computer dove dovevamo decifrare dei testi di fantasia e poemi, l’altro,tramite una macchina costruita dai ragazzi, invece, consisteva nel sistemare tutti i vari pezzi della macchina seguendo le istruzioni, poi scrivere un messaggio da dare ai nostri compagni che dovevano decifrarlo. È stato molto divertente!!!...».Immaginatela con noi, Yara nella sua frizzate uscita dalla scuola Maria Regina delle Orsoline di Somasca a Bergamo.Forse per la prima volta in vita sua, anche se quasi per gioco, davanti a un mistero, anzi a un labirinto di misteri da cui uscire indenne. Senza smarrirsi.Foss’anche per non far brutta figura con l’insegnante.E adesso provate a immaginare con noi, con i brividi che scendono giù nella schiena, la scena di un misterovero. Terribile, agghiacciante. Che la mette al centro. Che la condanna, suo malgrado, al ruolo di protagonista. È la Yara solo di qualche giorno dopo quella gita di classe, raccontata con entusiasmo nel tema. La Yara che davvero, non per gioco questa volta, si perde. Inghiottita in un mistero che le si chiude attorno come una trappola. E diventa tale se stessa in un terribile Enigma.

    RispondiElimina
  8. marco,
    mi sono letto un paio di vole "massoneria e sette segrete" di epifanius. un libro cattolico, ma sicuramente la migliore pubblicazione sulla massoneria che sia mai stata fatta. l'autore difende a spada tratta la posizione cattolica (integralista), ma nonostante la sua buona volontà, risulta evidente al lettore smaliziato che la dichiarata guerra della chiesa contro la massoneria non sia che un passaggio di consegne.
    a parte che a detta dello stesso autore la massoneria si è impadronita della parte più importante dell'alto clero, la società umana da sempre segue lo stesso schema di divisione in caste. la differenza è che oggi la divisione non è evidente ed autocelebrativa come nelle società antiche, ma occulta. ne consegue che oggi non c'è più bisogno di relazionarsi ad un dio trascendente e sconosciuto, perchè il potere stesso è occulto e scoosciuto. l'inquietudine che ne deriva è il fondamento del plagio emozionale. quindi non è la massoneria ad essere al servizio del vaticano, ma il vaticano ad essere al servizio della massoneria, essendo il clero massonico il vertice della piramide occulta. naturalmente ci sono buone probabilità che il clero occulto sia, nella sua veste pubblica, l'alto clero cattolico. un buon esempio viene dall'inghilterra, la regina elisabetta è la regnante, ma anche il pontefice della società inglese. nella sua veste pubblica è solo una figura di rappresentanza, ma nella realtà tutti noi sappiamo come essa sia ai vertici della massoneria, quindi del potere. lo stesso si può dire del papa, in una misura forse ancora superiore.

    RispondiElimina
  9. mi sembra lineare come ragionamento...mi chiedo se esistono informazioni su dove avvengono e soprattutto quante volte ci sono incontri dei vertici della massoneria internazionali, con la partecipazione della stessa regina di inghilterra. Non è mai venuto fuori niente, mai nessun giornalista free lance, mai uno sprovveduto, mai un testimone oculare per caso ha mai scattato foto o dato prova di questi incontri per sputtanarli o sbaglio?

    RispondiElimina
  10. del bilderberg, che non è nemmeno ai massimi livelli se ne parla solo da pochi anni. della regina d'inghilterra e delle case regnanti ne parla approfonditamente Icke, il quale a parte le storie sui lucertoloni, da informazioni che sembrano abbastanza ben documentate. comunque che il re d'inghilterra sia sempre stato ai vertici della frammassoneria lo testimoniano i ritratti dei vari regnanti esposti nel tempio massonico a londra, accanto a ritratti di altri eminenti personaggi, primo fra tutti George Washington. che invece la massoneria nasca dalla chiesa stessa lo dice la storia dei templari e prima ancora quella degli eretici albigesi. scrive il massone bernard fay: "la grande regola della storia moderna è di non giudicare se non su documenti scritti e prove materiali. la regola della massoneria è quella del segreto. l'ideale dello storico e stato di vedere senza tentare di capire, ma siamo in un campo dove è impossile vedere se non si capisce. quando si parla di massoneria si devono tener presenti gli uomini, non le carte e ci si vedrà chiaro". e poi, pensi sia semplice entrare in un enclave? chissà di cosa parlano davvero, mica ce lo vengono a dire a noi. il conclio vaticanoII fu la capitolazione della chiesa cattolica tradizionale. da allora in poi la chiesa si è trasformata in una alta loggia massonica, questo a detta degli stessi cattolici che si interessano di massoneria.
    ciao

    RispondiElimina
  11. Concordo in toto con Democrito nell' analisi dell' articolo ...

    x Marco:
    Benvenuto tra noi ...
    Tra i commentatori e scrittori piu' famosi nostrani, posso consigliarti MARCELLO PAMIO e GIUSEPPE COSCO ...

    RispondiElimina
  12. x ANONIMO ...
    Non so, mi pare una strumentalizzazione della notizia piu' che un messaggio in codice tra iniziati ...
    Chissa' ???
    :-)

    RispondiElimina
  13. @SIMONE,
    FINALMENTE era ora che si iniziasse a parlare anche di BILDERBERG ma NON solo; come un "bravo" medico NON può limitarsi a "curare" o diagnosticare SOLO i sintomi di una malattia, così chi tratta di POLIS e di MACRO-ECONOMIA deve scoprire la vera CAUSA delle crisi !!!

    @DEMOCRITO,
    potresti spiegare meglio il tuo pensiero riguardo allo "sputtanamento" di BILDERBERG(!?);
    veramente tu pensi con tanti esempi che abbiamo tutti sotto gli occhi che NON esista un SISTEMA di POTERE GLOBALE PIRAMIDALE(!?), probabilmente NON hai mai letto i nomi delle 13(numero SACRO della RINASCITA) famiglie al VERTICE della PIRAMIDE e ancora meno di come funzionano le EGGREGORE religiose-politiche-economiche !!!

    @CONTE,
    ciao un BENVENUTO tra NOI "complottisti"; ti prego di NON offendere gli insetti di qualsiasi tipo(es. blatte) che hanno una loro importante funzione, con dei paragoni impossibili con questi ESSERI che di "umano" hanno ben poco con caratteri genetici fortemente "dominanti" !!!

    Chiediti invece, anzi chiediamoci TUTTI perchè si comportano così; ma sopratutto il PERCHE' esistono e SONO presenti nel PIANETA TERRA, ci si deve SEMPRE ricordare della LEGGE cosmica che dice: "ogni forma di VITA e quindi di ENERGIA è sempre SACRA" !!!

    HASTA SIEMPRE

    RispondiElimina
  14. Salve Sdei, qui StellaJane.
    leggendo il suo post mi chiedevo se lei si riferisse ai "rettiliani" quando scrive :

    "questi ESSERI che di "umano" hanno ben poco con caratteri genetici fortemente "dominanti"

    Concordo con il riferimento alle blatte, iniziando sempre di più a pensare che tutto ciò che sta in natura sia "biologicamente sensato" alla Hamer per intenderci.

    E dunque: i figuri di cui sopra sono secondo lei bilogicamente in-sensati?

    la ringrazio se troverà il tempo di rispondere.

    grazie sempre a Mdd e anche a tutti gli altri.
    s.jane

    RispondiElimina
  15. Grazie per le risposte

    RispondiElimina
  16. sdei,
    non saltare a conclusioni affrettate, anche se quello che ho scritto può suonare un po ambiguo. è dal 1750 circa che la massoneria non è che un cuscinetto di altri ordini superiori. da allora il sistema piramidale si è evoluto in una intera scala gerarchica di ordini e contrordini. il mio ragionamento si basa sul fatto che il clero è il vertice della piramide sociale, secondo la divisione delle caste in india e in tutte le civiltà antiche e tradizionali. questo concetto è fortemente sostenuto da guenon, comenio nella panorthosia e secondo gli schemi dell'archeometra di saint-yves. in caso di necessità la parte superiore della piramide non esita a sacrificare ai propri interessi le parti inferiori della sinarchia. il clima di segretezza del bildergerg è stato mantenuto x 50 anni senza particolari problemi, e se oggi vengono fuori personaggi alla estulin è perchè c'è un piano degli alti vertici volto al sacrificio dei piani inferiori. storicamente questo è già avvenuto molte volte, gli stessi templari vennero sacrificati, nonostante fossero una delle forze più potenti del tempo. fondamentalmente essi vennero sacrificati perchè furono i primi banchieri del mondo e bisognava tener buoni i regnanti del tempo, che erano pieni di debiti. il mondo del complotto è molto complicato e le informazioni sono poche. gli ordini superiori sono segreti, ma occorre dare in pasto al popolo un po di questo segreto, in modo da indirizare la sua incazzatura verso parti non strutturali del sistema, o che erano strutturali ma ora non lo sono più. come si diceva della rivoluzione francese, la rivoluzione divora i suoi figli. infatti i padri della rivoluzione sono quasi tutti finiti ghigliottinati, compreso robespierre. non si puo certo dire che la rivoluzione francese non sia stata il più grande evento massonico di tutti i tempi. questo dovrebbe farci riflettere sulla natura di questi personaggi. il diavolo paga, ma poi ti chiede il conto con interessi pesanti. le notizie girano, per ora su internet, ma sempre di più sulla bocca di tutti. in caso di rivolte popolari dettate dalla crisi, con chi pensi che se la prenderebbe il popolo se sapesse del bildergerg? bisogna dirglielo, piano piano, incominciando con estulin.

    RispondiElimina
  17. SECONDO IL MIO PARERE, oggi iniziano a venire fuori informazioni perche' stanno TESTANDO su vasta scala come reagisce la massa dinnanzi al sistema ...
    Inoltre, questo processo serve sempre alla massa a far metabolizzare il NWO, ed anche a CATALOGARE tutti coloro che si interessano a questi argomenti ...
    Sia x controllare il fenomeno, sia x cooptare eventuali persone ...
    Ora pubblicherò il mio nuovo articolo sui ROTHSCHILD e vi invito TUTTI QUANTI e quantici, a commentare e dire la vostra opinione o a criticare, perchè alcune cose io le ho capite, però mi mancano vari tasselli e ho bisogno di confrontarmi ...
    Grazie mille comunque ...

    HASTA ... VI ASPETTO
    :-)

    RispondiElimina
  18. Democrito,
    personalmente, non ho detto che Estulin mi piaccia. Anzi, mi puzza parecchio, con le sue (millantate o meno) entrature nei servizi segreti di mezzo mondo. Spesso, poi, Estulin scopre l'acqua calda, come quando parla del caso Moro. Semplicemente, ho letto il suo libro come l'hai letto tu, riservandomi poi il diritto di critica. Pero' credo che i suoi elenchi di nomi e liste siano credibili, ancorche' non necessariamente completi.
    SDEI,
    Hai perfettamente ragione: ho offeso le blatte, e me ne dispiaccio: ritiro quello che ho scritto e chiedo scusa.

    RispondiElimina
  19. @StellaJane,
    per prima cosa "abbatti" i muri delle CONVENZIONI correnti che tendono SEMPRE a dividere e mai ad unire; ti prego quindi di darmi del tu, per me la tua domanda merita come ogni altra domanda SEMPRE una risposta !!!

    Hai perfettamente ragione quando ti richiami al prof. HAMER l' inventore della NMG(Nuova Medicina Germanica), è SEMPRE "sensato" quanto esiste in NATURA e nel PIANETA TERRA; questo perchè TUTTO è di origine COSMICA DIVINA (definizione "umana"), quindi quelli ESSERI così potenti ma così diversi dagli UMANI sono "sensati" perchè fanno parte anche LORO di quel MOSAICO straordinario che è la VITA in tutte le sue varianti e i suoi molteplici aspetti !!!

    HASTA SIEMPRE

    RispondiElimina
  20. grazie Sdei per la risposta. stellaJ.

    RispondiElimina