mercoledì 25 maggio 2011

INIZIAZIONE, ESOTERISMO E LUCIFERISMO NELLA MASSONERIA DEL G.O.I. !!! PARTE 2°


3.2. I Massoni, la Gnosi, l’unione degli opposti (luce-tenebre, bene-male…) e il demoniaco
Ci sono testimonianze esplicite di Maestri Massoni (specialmente quelli insigniti di Alti Gradi) che sostengono la teoria esoterica della unione degli opposti-contrari la quale conduce a (o suppone) una sorta di “divinizzazione” e necessità del Male e del Demoniaco.
Ulisse Bacci 33°, nel primo volume del suo Il Libro del Massone italiano (1908) – più volte pubblicizzato dallo stesso autore persino negli Anni Venti, dalle righe della Rivista Massonica (la rivista del GOI) – spiega vari simboli e riti massonici: le due colonne del portico del tempio massonico, e il pavimento della loggia, formato da piastrelle bianche e nere, sono simboli dell’alternarsi e dell’unità degli opposti-contrari (luce-tenebre, bene-male, verità-errore, ecc.), l’uno necessario all’altro, dalla cui unione – sottolinea il Bacci – è generata la Vita. Questa complementarietà/armonia/unione degli opposti è ben figurata dal numero tre («numero della luce») e dal Delta massonico con l’occhio al centro, che troneggia in Loggia . Il Bacci sottolinea il culto solare-naturalistico presente in Massoneria, attraverso simboli (es. rosa-croce) e ritualità .
Ad esempio, illustrando vari simboli massonici, Bacci scrive che «il serpente, che si piega su sé stesso e si morde la coda, è l’emblema delle rivoluzioni solari, e, in altri termini, dell’eternità» .
Con l’iniziazione massonica, il candidato deve lavorare per compiere su di sé una trasmutazione simile a quella alchemica . E il Serpente (o Drago) alchemico che si morde la coda (Ouroboros), simboleggia l’Unità assoluta, «l’Uno il Tutto» da cui proviene tutto e a cui tutto ritorna.
Questa «unità assoluta» è «il nulla», è «l’abisso», «la notte», «il caos» è il «tutto-nulla» e «l’ente non ente» dei Cabalisti .

Nel 1971, la Rivista Massonica pubblica un articolo del massone Giorgio Jonas sul simbolismo e la filosofia del Capitolo Rosa-Croce (la loggia che amministra il 18° grado del Rito Scozzese Antico e Accettato), il cui scopo è – recitano i rituali – la «emancipazione dell’umanità» attraverso «la conoscenza» o «gnosi». La rosa indica il segreto e la croce, l’immortalità.
Jonas spiega che la rosa si collega al simbolo del labirinto che è simbolo del mondo della morte e degli Inferi (nonché del grembo materno e terrestre) da cui sorge la nuova vita . Secondo la leggenda, al centro del labirinto si svolgevano scene carnali tra il Minotauro e la regina. Nel Medioevo, il Minotauro al centro del labirinto è simbolo dell’inferno e del demonio. Il labirinto è anche simbolo dei Massoni medievali costruttori di cattedrali. Il centro del labirinto è chiamato dagli alchimisti androgino, rosa, città, centro alchemico .
La rosa corrisponde al labirinto . La croce è antichissimo simbolo di sessualità (maschile+femminile) . Jonas spiega inoltre, che la rosa sulla croce (simbolo massonico) è «l’espressione dello amore intero, come sesso e come sentimento spirituale» . E il centro della rosa-labirinto posta sulla croce? A cosa corrisponde? Risponde il massone Jonas: è “luogo” di «sacralità» in cui si trova «tutto»: «colpe», «incubi», bramosie, il Divino degli Ebrei, «l’ostia consacrata per i cristiani», la «carnalità del Minotauro», ecc... Jonas pone la possibilità di sbagliare come intrinsecamente costitutiva della libertà . Il massone Jonas pone la mèta della filosofia massonica-rosacrociana nella trasmutazione alchemica ed illuministica dell’uomo, totalmente libero da dogmi e «repressioni teocratiche» .
Nel 1973, la Rivista Massonica pubblica l’articolo di G. Pilaz, massone della loggia “Dante Alighieri” di Ravenna, riguardante il simbolismo del serpente. Pilaz presenta positivamente il serpente come «il simbolo della vita», «l’UNO-TUTTO» . Il serpente che si morde la coda formando un cerchio (l’Ouroboros = serpente che si morde la coda), simboleggia l’unione degli opposti (vita-morte, luce-tenebre, maschile-femminile…), «il principio dualistico dell’assoluto», l’eternità ed il perpetuo autogenerarsi della natura . Il serpente, nel mondo ebraico-cristiano, è invece simbolo del male.
Pilaz osserva ancora:
«Riassumendo: il serpente, seppure nelle diverse e contrarie interpretazioni, ha sempre simboleggiato l’elemento energetico che partecipa al processo perenne della vita, lo spirito divino che vi presiede, la materia prima» .

Il massone A. Monaldo Monaldi (GOI e RSI) ha scritto che la Massoneria ha in gran conto la tradizione alchemica, condividendone simboli, metodi e princìpi.
L’Alchimia vuole dare all’iniziato la capacità, dunque il potere di conoscere, agire sulle leggi dell’evoluzione dell’uomo nei piani spirituale-morale-fisico e di dirigere le leggi che regolano l’evoluzione del cosmo.
Tra i concetti base dell’Alchimia è quello della Grande Opera che corrisponde a: il «tutto panteistico», il G.A.D.U., il Superiore e l’Inferiore, la Manifestazione...
La Grande Opera ha due aspetti inscindibili (opposti, ma in realtà UNO), chiamati con vari nomi: Fisso e Volatile (termini alchemici), Yin-Yang (termini taoisti), J e B (le due colonne massoniche del portico della Loggia), il 2 (o Diade), «Dio e Diavolo – senza le valenze morali di questa coppia» .
In un convegno massonico svoltosi a Roma nel novembre dell’anno 2000, il massone Claudio Bonvecchio ha presentato alcune analogie tra la Gnosi e la Massoneria.
La Gnosi rifiuta ogni dogmatismo e tende verso l’irrazionale, coltiva il magico e ricerca una sincretica «complexio oppositorum», ossia congiunzione degli opposti. Tra i gruppi di tendenza gnostica: catari, cabalisti, rosacrociani, alchimisti, ermetisti...
La Gnosi vuole riportare l’uomo a quella perfezione divina anteriore alla sua Caduta.
Il mondo sarebbe stato creato – secondo gli gnostici – da un dio malvagio (che in genere si identifica nel Dio dell’Antico Testamento). L’uomo deve scoprire in sé la Gnosi – scintilla divina di conoscenza che è già in lui – per poter ritornare nella totalità del divino (Pleroma). La Gnosi comprende due vie: 1) quella «ascetica», «mistica», «ascensionale»; 2) quella «ctonia» (cioè infera), passionale, «discensionale», spesso accusata di essere trasgressiva, licenziosa, immorale .

Bonvecchio spiega che il percorso simbolico offerto dalla Massoneria presenta tracce gnostiche.
Il Grande Architetto dell’Universo è un simbolo che evoca il mistero del divino che può essere considerato sia come persona che come non persona. Anche la Massoneria vuole guidare l’uomo alla «Luce», «alla vera Conoscenza». Il Maestro Massone (3° grado) si identifica a Hiram, passa attraverso la «morte rituale» e risorge «a nuova vita»; egli fa così l’esperienza della Luce o pneuma (spirito). Come gli gnostici, i Massoni distinguono regno della Luce (gli iniziati) e regno delle tenebre (i profani). Il Massone che ha raggiunto la condizione pneumatica-spirituale, è superiore al mondo terreno, appartiene ormai al divino (il Pleroma), e perciò può camminare sul pavimento massonico, passando tra gli scacchi bianchi e neri. Il vizio – secondo gli iniziati – è la profanità, il mondo creato e la virtù iniziatica consiste nel capovolgere ciò che è male .
Nei giorni 13 marzo 2002, a Firenze si è svolto un convegno dal titolo Sulla soglia del Sacro: Esoterismo ed Iniziazione nelle grandi religioni e nella tradizione massonica, promosso dal Grande Oriente d’Italia (GOI). Nella Prefazione al volume che raccoglie gli Atti del suddetto convegno, l’avv. Gustavo Raffi, Gran Maestro del GOI, sottolinea che il Convegno ha voluto occuparsi di temi quali esoterismo ed iniziazione, in genere deformati da «ciarpame occultistico e irrazionalistico».
Tuttavia, nonostante tali “buone intenzioni”, Raffi lascia intravedere il carattere magico dei rituali massonici, poiché ammette che essi «aprono quindi la soglia di una dimensione “altra”, esoterica perché volta a investigare una realtà diversa da quella profana, quindi iniziatica» .

In quel convegno fiorentino, lo studioso (e massone) Claudio Bonvecchio analizza i princìpi dell’iniziazione e dell’esoterismo. L’iniziazione offre all’uomo la possibilità di scoprire la sua vera identità di essere «totalità» unito al tutto, «concreatore del mondo», e a entrare in contatto con «esseri soprannaturali» (es.: «il divino») . L’esperienza iniziatica consiste nello scendere «nel buio della tenebra primordiale», per poi «risalire alla visione della luce uranica» . L’esperienza iniziatica ed esoterica è «l’esperienza della morte iniziatica, della morte simbolica» .
L’iniziato («in ogni dimensione iniziatica ed esoterica») deve scendere negli ìnferi, «nel buio dell’inconscio» per scoprire «le immagini archetipiche delle Madri», ossia le «forze pulsionali o istintive» che sono «datrici di vita» («la vita infatti è pulsionalità, desiderio inconscio e incontrollabile di movimento, di generazione e rigenerazione») ma – spiega ancora Bonvecchio – esse possono dare anche «la morte», la «dissoluzione» o «unione indistinta con il tutto». Bonvecchio spiega che tali concetti iniziatici sono illustrati da «Mefistofele» (il demonio) a Faust, nella celebre opera goethiana (Faust) . L’iniziato deve reintegrare tali «Madri» nella propria coscienza superiore .
Dal punto di vista iniziatico-esoterico, la morte «è la verità della vita», mentre la vita, per i non iniziati, è morte .
L’accostamento tra la discesa di Faust nel regno infero (o infernale) delle Tre Madri (generatrici di morte-vita) e la discesa agli inferi offerta dall’iniziazione massonica (processo di morte-rinascita) non è una novità del massone Bonvecchio, ma è stata già messa in evidenza da Giuliano Lazzani in un articolo su Hiram (rivista del GOI) di circa 20 anni prima .
Sembra però che il massone Michele Cianciulli sia stato il pri-mo a descrivere su una rivista massonica (L’Acacia Massonica, rivista del GOI dal 1947 al 1952) l’esoterismo delle Tre Madri nel Faust goethiano . Cianciulli sembra disprezzare Mefistofele, «il diavolo», «Satana metafisico», tutto «immerso» nella «Materia», nello «scetticismo», nelle «negazioni», incapace di elevarsi alle cose dello Spirito come invece Faust… . Tuttavia il massone Cianciulli mostra una oggettiva e magica simpatia per il Diavolo. Infatti è Mefistofele che dà a Faust «una piccola chiave», «un mezzo sicuro ed infallibile per forzare il regno delle Madri», regno che è «inferno». Solo così Faust può scendere sicuro e indenne «nel più profondo del più profondo abisso», al cospetto delle Madri…
Quella piccola chiave – spiega Cianciulli – è «il simbolo del sapere divenuto saggezza e della saggezza divenuta forza e servita da una volontà, fortemente e lucidamente operante!». Ed è il Diavolo che dà quella chiave a Faust!

Chi sono le Tre Madri per Goethe: «il principio creatore», visto come Femminino, che crea, distrugge e rigenera in una «eterna metamorfosi degli esseri». Per Cianciulli si tratta di manifestazioni dell’Assoluto .
Ora, dall’insieme di queste interpretazioni esoterico-massoniche del Faust goethiano (Mefistofele e le Tre Madri) comprendiamo che la Massoneria (come Mefistofele) dà al massone (Faust) la chiave per discendere negli inferi (il regno infernale delle Madri) e sperimentare la morte-rinascita iniziatica …
Nel corso della Gran Loggia del GOI nel 2001, Antonio Panaino (membro del GOI) ha sostenuto che l’homo religiosus è homo necans (l’uomo religioso è uomo che uccide) per cui l’uccisione o sacrificio rituale di una vittima (anche umana) costituisce l’evento-esperienza che fonda il sacro e che accomuna il Cristianesimo agli antichi culti sacrificali pre-cristiani…
Anche il Terzo Grado di Maestro Massone è basato sulla «morte iniziatica», o «immolazione» simbolica dell’iniziato, messa in atto dai Maestri di Loggia . Dalle parole di Panaino si comprende che l’omicidio rituale o sacrificio umano, dunque, fonda il sacro!
Alla medesima Gran Loggia del 2001, Umberto Galimberti (ateo dichiarato) afferma che il sacro è «il tremendo, il devastante, lo scatenante, il furioso, il folle», è «follia» che «talvolta può esplodere» e che il mondo greco presentava nella tragedia del dio Dioniso (divorato dalle donne invasate e orgiastiche). Il Cristianesimo (con l’Incarnazione di Cristo) avrebbe invece operato una desacralizzazione o secolarizzazione ponendo dei recinti al sacro. Addirittura Galimberti sostiene che il Cristianesimo sarebbe «principio di ateismo». Ma l’ateo Galimberti non sta con il Cristianesimo . Insomma, il sacro includerebbe anche il demoniaco, il male…

Di questo parere sembra essere anche Mariano L. Bianca, già Direttore Responsabile – poi Vice Direttore – della rivista Massoneria Oggi (rivista del GOI dal 1994 al 1999), poi Direttore Responsabile di Hiram (rivista della Massoneria del Grande Oriente d’Italia-Palazzo Giustiniani dal 1999-…) fino al 2002 , e (almeno nel 2002) Direttore Responsabile di Arkete, rivista di esoterismo-sacralità-gnosi pubblicata dall’editrice massonica Atanòr (di cui Bianca è anche Direttore editoriale nel periodo 1999-2005 ).
Nel 1999, le Edizioni Atanòr (legate a uomini del GOI: Bianca, Natale Di Luca…) pubblicano un volume dal titolo Il Tempio. I luoghi del sacro a cura di Mariano L. Bianca che ne scrive anche la Prefazione. Bianca definisce il sacro quale «l’universo-dimensione del sovrumano, trascendente o immanente (o divino) rispetto all’uomo e alla natura, e dei valori supremi» . Pertanto «il sacro è riferito a ogni forma di religiosità e di religione» .
Quel volume, curato da Bianca, include anche uno studio di Michele Del Re sul tempio satanista.
Nei vari «satanismi», Satana non è solo «anti-dio» (in opposizione al Dio giudeo-cristiano) ma è anche «altro-dio», per cui nei riti satanici si ha una miscela di «dissacrazione» (es. di luoghi di culto cristiano) e «sacralizzazione» (luogo trasformato magicamente in “tempio” satanico) .
Quel volume curato dal massone Bianca offre un approccio sociologico o fenomenologico allo studio della religione e della religiosità. In ogni caso esso mostra oggettivamente che (agli occhi del massone Bianca) anche il Diavolo fà parte del Sacro…

Sul numero 2/2003 di Arkete è pubblicato un interessante articolo di Mariano Bianca sul sacrificio umano e sul cannibalismo rituale . Bianca illustra due tipi di motivazioni del sacrificio umano (cannibalico o non): a) motivazioni manifeste; b) motivazioni profonde.
Le prime si suddividono in motivazioni: «economiche» (cannibalismo alimentare), «sociali e psico-sociali» (vittima = sfogo e ridirezione dell’aggressività del gruppo; sacrificio umano = omicidio fondatore o ristabilitore, o equilibratore dell’ordine sociale), «magico-religiose» (sacrificio umano = mezzo per collegarsi al sacrodivino e manipolarlo) .
Invece le motivazioni profonde (cioè fondanti quelle manifeste) si distinguono in bio-etologiche (il sacrificio placa l’aggressività insita nell’uomo, mantiene l’armonia nel gruppo) e antropologiche.
Circa queste ultime, Bianca spiega che nell’uomo (Homo Sapiens sapiens) è presente «la possibilità omicidiale»; inoltre, il sacrificio umano, «all’interno di un rituale sacro», trova «legittimazione-giustificazione». Esso è compiuto per controllare la vita e la morte e per superare i limiti dell’esistenza umana. La vittima assume su di sé la morte individuale e collettiva e, in tal modo, (la vittima) dispensa la vita a coloro che la sacrificano.
Inoltre, Bianca spiega che «nella complessa struttura paleoencefalica» dell’uomo risiede la tendenza a uccidere che viene limitata al minor danno possibile dall’attuazione del sacrificio umano .

A mio parere, l’articolo del Bianca, non è soltanto una trattazione scientifico-antropologica del sacrificio umano, ma presenta anche una personale simpatia-giustificazione-legittimazione di tale pratica da parte dello stesso prof. Bianca. Questi presenta la tendenza all’omicidio come insita nella natura dell’uomo e il sacrificio umano è – secondo le riflessioni del Bianca – il mezzo per rendere tale tendenza distruttiva il meno dannosa possibile.
Oltre tal articolo è bene anche considerare un recente libro del Bianca, recensito proprio in quello stesso numero di Arkete, nella rubrica Recensioni (da Paolo Piccari) a pag. 71.
Si tratta di L’oltre e l’invisibile. Meditazioni iniziatiche .
Mariano Bizzarri, nella sua prefazione al libro, afferma la necessità di superare, andare «oltre» «l’infausto dualismo» (ossia «finito-infinito, bene-male, materia-spirito, razionale-irrazionale») .
Altra prefazione al sopracitato libro del Bianca, è scritta da Natale M. Di Luca, il quale afferma che la «deificazione od indiamento» iniziatica implica la «morte simbolica», la «discesa ad inferos» .
Il massone Bianca interpreta in chiave ermetistica il simbolismo del pavimento del Tempio massonico. Il bianco e il nero del pavimento e la volta della Loggia fanno riferimento alla via ermetistica del salire e scendere, di cui si fa riferimento negli scritti ermetistici: salire più alto di ogni altezza, scendere più basso di ogni profondità. Questa via spirituale-esoterica implica che l’Iniziato-massone, se vuole salire più in alto, debba necessariamente scendere sempre di più «nel mondo degli ìnferi» del suo io, entrare in contatto con le forze ed i mostri tellurici, superare ogni limite .

Bianca spiega che l’Iniziato («guerriero dell’oltre»), ad imitazione del dio (es. Odino), sacrifica se stesso («iniziazione sacrificale»), si rigenera con la morte, entra nel regno dei morti per acquisire la sapienza, compie «l’estremo sacrificio» che è «ribaltamento di ciò che si è». La via iniziatica conduce a «superare ogni limite e porsi nell’al di là di ogni cosa» .
L’Iniziato deve sprofondare sempre più in basso, giungere alla fine della «burella» (dove forse troverà il «Graal»), nel «ghiaccio occulto» dove si trova il «sangue caldo». Nel «ghiaccio oscuro» l’Iniziato potrà accedere al «mondo ctonio». La penetrazione o sprofondamento metafisico nell’occulto, nel mondo degli ìnferi («burella», «ghiaccio occulto», «mondo ctonio», «sangue caldo») implica il contatto – spiega Bianca – con agenti tellurici («demoni tellurici») capaci di guidare l’Iniziato …
A conclusione del suo inquietante libro (pregno di misticismo demoniaco o luciferino), il massone Bianca parla de «l’oscuro Venditore di Mele» che accompagna sempre l’Iniziato facendolo sprofondare sempre più giù e poi tirandolo sempre più in alto, per poi precipitarlo…
Quel «Venditore di Mele» è «l’oscurità che immerge e trasforma» l’Iniziato… .
La «burella» e il «ghiaccio occulto» nel cui abisso l’Iniziato deve sprofondare (e incontrare i «demoni tellurici») richiama ovviamente l’Inferno dantesco, nel cui profondo centro c’è «Lucifero» (Inferno, cantico XXXIV). E, anche se Bianca non lo scrive espressamente, il misterioso «Venditore di Mele» ricorda indubbiamente il Diavolo o Serpente della Genesi che iniziò Adamo ed Eva al “frutto proibito”…

In un suo articolo su Hiram N° 3/2002, Bianca afferma che il primo e centrale carattere della speculazione massonica attiene alla sfera iniziatico-esoterica e a proposito dei «caratteri della via iniziatica», Bianca rinvia al suo libro L’oltre e l’invisibile. Meditazioni iniziatiche .
È interessante notare che sul numero 4/2002 di Hiram, nella rubrica Esoterismo e pensiero massonico, Antonio D’Alonzo illustra alcuni contenuti fondamentali della poesia di William Blake (1757-1827), autore inglese affascinato dalla teosofia di Jacob Boehme (1575-1624).
Blake è contro la morale razionale. Il suo «immoralismo energetistico» anticipa, per certi versi, quello di Nietzsche. In Blake è importante la dottrina della unione dei contrari: il “negativo”, «il Male», inteso come «Energia» attiva, è il vero motore del progresso; il Male è necessario al Bene...
Blake espone tali teorie nella sua opera Il Matrimonio del Cielo e dell’Inferno in cui condivide il punto di vista del «Diavolo», al quale fa dire: «Senza Contrari non c’è progresso.
Attrazione e Ripulsa, Ragione e Energia, Amore e Odio sono necessari all’umana esistenza».
Dunque, per Blake, il Bene è passività, mentre il Male è attività. Nell’opera suddetta, il poeta inglese enumera (con evidente approvazione) Proverbi Infernali di “saggezza satanica” pronunciati dal Diavolo... D’Alonzo osserva che in Blake, come nel «Tantrismo», troviamo il gusto della «trasgressione reiterata e sistematica», ritenuta capace di rovesciare e trasformare il negativo in positivo e dunque in «Liberazione». Insomma, Blake elogia la ribellione prometeica-faustiana-satanica-infernale .

È davvero interessante trovare un articolo come quello di Alonzo (sopra citato) su una rivista massonica nella rubrica riservata all’«Esoterismo e pensiero massonico»!
Su Hiram N° 3/2003, ancora nella rubrica Esoterismo, troviamo un interessante studio di Ezio Albrile esperto di gnosticismo antico e moderno . Albrile spiega che lo gnostico non accetta questo mondo materiale; esso sarebbe stato prodotto da una entità malvagia (il «Demiurgo gnostico», «Demiurgo omicida» o “Creatore”). Lo gnostico è alieno dal mondo e dalla trascendenza, vive insomma quell’angoscia espressa dalle categorie esistenzialistiche di Martin Heidegger.
Il mondo è una prigione ed è abitato da entità demoniache. Lo gnostico cerca la salvezza e mediante una illuminazione superiore egli scopre il suo vero io, la sua vera natura divina e luminosa, oscurata e imprigionata nella materia corporea.
Anche se non approvate da tutti gli gnostici, tuttavia nell’ambiente gnostico non è impossibile pervenire a «oscure pratiche di magia sexualis» (es. «tantrismo») che manifestano il disprezzo per il corpo-prigione e per l’ordine fisico-morale “creati” dal malvagio «Demiurgo». Albrile spiega che la presenza di ritualità gnostiche trasgressive «anche nella cultura contemporanea è elevata: prediletti sono i luoghi più inusuali» .
Dottrine gnostiche si trovano anche nel film Inferno, di Dario Argento (1980). In quel film è ripresa l’idea gnostica delle Tre Madri (entità femminili demoniache), le tre sataniche ipostasi della Morte: l’architetto di Londra, Varelli avrebbe costruito una dimora a ciascuna di esse (Friburgo, Roma e New York). Nell’ultima abita la più giovane e la più terribile: Mater Tenebrarum.
Nel film, Varelli le chiama anche «le Sorelle le Grazie le Furie». Le dimore infernali delle Tre Madri ricordano le dimore filosofali dell’alchimista Fulcanelli, sul cui nome è ricalcato quello di Varelli .

Albrile illustra quella che nel mondo culturale e letterario gnostico costituisce una pedagogia alla rovescia ossia
«uno stratagemma luciferico: anatematizzare per affascinare.
Lucifero attende, gioioso, negli abissi...
L’adepto stregonico in questo senso si associa elettivamente al Princeps tenebrarum e, nella familiarità con esso, vive in una condizione di soddisfacimento, traendone i poteri malefici e sovversivi, oggetto della glorificazione mondana» .
In quello studio, Albrile cita anche un’opera gnostico-esoterica (Mémoirs du sang) la quale, in apparenza, condannerebbe la magia sessuale demoniaca, ma in realtà la promuove.
Albrile spiega che «al centro dell’opera dei démoni» – e quindi degli gnostici che si dedicano alla praxis o culto – è «la manipolazione dello sperma, veicolo dell’essenza luminosa» .
Nella ricerca gnostica, «mente e sessualità» (gnosi intellettuale e magia sessuale) sono «aspetti complementari di una ricerca infinita da non confondere con il fine auspicato», ossia la riconquista di «un Paradiso perduto». Albrile riconosce che qualora si ha la «sovrapposizione» tra tali «veicoli» (ossia «mente e sessualità») ed «il fine auspicato», allora «il risultato trascina l’adepto verso il basso, verso quella dimora alchemica che si è trasformata in un sacello infernale» .
Ed io, a questo punto, mi chiedo: come fa uno gnostico massone o non massone (pieno di odio verso la creazione, verso le leggi morali di questa vita fisica-morale, verso il Dio Creatore, verso i Dogmi cristiani) a resistere all’impulso veemente di scendere verso il basso… verso i sacelli infernali?

Anche in questo caso è interessante notare che lo studio di Albrile è stato pubblicato su di una rivista massonica, alla rubrica Esoterismo.
Il Gran Maestro Gustavo Raffi ha sottolineato che i Massoni sono «Iniziati e Testimoni della Luce», «soldati della Luce» contro le Tenebre dell’intolleranza. I Massoni sacralizzano il Tempio Massonico e nel corso dei Lavori rituali si manifesta «la Luce spirituale», la «Gnosi Muratoria», «la Luce Iniziatica». Il Maestro Massone può sperimentare «la possibilità di ricongiungere gli opposti» («complexio oppositorum»), unendo l’uomo e il cosmo. Il Maestro Massone è «libero da dogmi, imposizioni e catene materiali» .
Su Hiram N° 2/2004, il massone Claudio Bonvecchio ripropone la dottrina (neo)gnostica della conciliazione degli opposti. Egli spiega che le Religioni e le Istituzioni Iniziatiche, tra cui la Massoneria, cercano la Luce… La Luce splende nelle Tenebre… Occorre entrare (o scendere) nelle Tenebre per vedere brillare la Luce… Occorre entrare in contatto con l’Ombra (le Tenebre che sono dentro di noi) ed integrarla (assorbirla) coscientemente in noi…
Bonvecchio attinge alla psicologia di Jung, tutta ispirata da motivi gnostici ed alchemici. Però, Bonvecchio non dice che per Jung l’Ombra è rappresentata dal Diavolo…
Bonvecchio sottolinea che non bisogna eliminare l’Ombra ma «integrare l’Ombra» in noi («accettazione delle tenebre») perché è dalla «unione degli opposti» (Luce-Ombra) che si raggiunge il «fine ultimo, la Luce», la «totalità»… E tale è il sogno degli «Alchimisti», «Kabbalisti», «Maghi», «Illuminati» . La Massoneria si presenta come dispensatrice di Luce…

Bonvecchio sa bene che la Massoneria vuol guidare il profano verso la Luce …
Anche se Bonvecchio non lo dice espressamente, però è chiaro che al Maestro Massone compete la qualifica di “lampadoforo”, ossia un portatore di Luce» , frase che Bonvecchio usa in altro contesto, ma che – alla luce di tutto l’articolo del Bonvecchio – si addice bene all’autocoscienza massonica. Forse, più che “lampadoforo”, Bonvecchio avrebbe potuto scrivere più chiaramente “lucifero”…
Nello stesso numero di Hiram, il massone Alberto Samonà spiega i significati esoterici della Menorah, il candelabro a 7 braccia usato nella Loggia dei Maestri Massoni (o Camera di Mezzo).
I Maestri Massoni trasmettono la Luce (o «Tradizione»). La «luce centrale» del candelabro massonico rappresenta la «Luce Originaria dell’increato», in cui si ha la «riunificazione degli opposti nel Principio, nella Fiamma primordiale», di cui le altre 6 fiamme sono emanazioni.
La «luce centrale» del candelabro rappresenta «Saturno», il cui metallo corrispondente è il Piombo.
Ma «Saturno è Seth», ossia «la nuda terra», «la pietra che è l’uomo stesso». Saturno è «l’Unica vera luce» . Samonà non lo dice, ma gli esperti di esoterismo sanno bene che Saturno corrisponde a Satana…

Su Hiram N° 3/2004, Dario Banaudi illustra alcuni concetti iniziatici e massonici legati alla figura del Labirinto: l’Iniziato, guidato da «Arianna, arachné tessitrice» (Banaudi non lo dice, ma arachné, in greco = RAGNO) deve intraprendere il viaggio iniziatico nel Labirinto, ossia «la discesa agli inferi», nel «centro segreto e oscuro, grembo della madre terra, del chaos primigenio» («ventre», «Madre», «spirale», «utero») .
La Donna-Terra è associata al «serpente», che è anche simbolo del «viaggio al centro della terra», de «l’infinito», «il processo continuo dell’Universo che crea se stesso». Inoltre – spiega Banaudi – il serpente è legato anche «alla trasmissione della conoscenza»: il Serpente «si presenta avvolto a spirale attorno all’albero della conoscenza del bene e del male, per offrire ad Eva il frutto dell’albero, e, attraverso di lei, consegnarlo all’uomo» . Come il simbolo del Serpente anche il Labirinto comprende gli opposti (bene-male…) . Il «centro del labirinto» corrisponde a «l’albero della conoscenza del bene e del male, l’albero del serpente» . Il Labirinto è associato anche al Re Salomone e Banaudi scrive che il Santo dei Santi al centro del Tempio salomonico è «il luogo della conoscenza del bene e del male, il luogo della coincidenza degli opposti» .
Dunque, dire che l’Iniziato deve entrare nel simbolico labirinto, vuol dire che l’Iniziato deve entrare simbolicamente negli Inferi (o Madre-Terra) e nel Serpente per congiungere gli opposti…
Dopo aver trattato di principi importanti dell’esoterismo massonico (unione dei contrari, discesa agli Inferi, luce dalle tenebre e dal caos, vita dalla morte…) passiamo ora ad un romanzo noir, su alchimia e satanismo, intitolato Il Quadro dei delitti.
Un’indagine del Principe di San Severo (2006) e pubblicizzato nella rubrica I testi che leggiamo del website della Loggia Har Tzion - Montesion N° 705 di Roma (GOI).
L’autore del libro è Nathan Gelb (1962-...), ebreo askhenazita residente a Boston (USA). Gelb, che apprezza molto il website della suddetta Loggia Montesion, è massone e cultore di alchimia esoterica la quale mira a realizzare il Rebis, l’androgino, che unisce in sé gli opposti…
Il libro tratta di uno spietato serial killer (assassino seriale) cultore di alchimie perverse, templarismo, sodomia, satanismo… Alla fine il detective (il Principe Di Sangro, massone ed alchimista) scopre che l’assassino è Bernabé De Grâce, omosessuale all’età di dieci anni, poi ex novizio benedettino , poi alchimista, assassino, consumatore di droghe inebrianti , quindi capo misterioso di una setta templare, sodomita , cannibale, cultore di Baphomet, l’androgino e demoniaco idolo la cui venerazione fu rimproverata ai Templari...

Dietro questo romanzo è possibile scorgere dei principi iniziatici…
Sebbene, nel romanzo, Bernabé sia condannato alla morte ed al disprezzo, però mi sembra che oggettivamente egli sia una figura importante da un punto di vista esoterico…
Infatti Bernabé coniuga alchemicamente in sé i contrari : luce-tenebre , bene-male, vita-morte, maschile-femminile, “investigatore”-assassino, amore-odio, bellezza-malvagità, alchimista “bianco” (discepolo di Upupa , vecchio mago-alchimista, filantropo, “cattolico”, consumatore di droghe “iniziatiche”…) - alchimista “nero” (sadico neo-templare)...
Nel romanzo, anche il detective alchimista non è tanto lontano intellettualmente da Bernabé: per il Principe di San Severo, Cristo e Satana sono entrambi figli di Dio…
l’Uno la mano destra e l’altro la mano sinistra di Dio… . Nel romanzo, anche Gelb tenta di realizzare una unione alchemica degli opposti: unisce in amicizia il Papa e il massone detective, il dogma cattolico e l’alchimia esoterica… Alcuni principi alchemici: dalla putrefazione nasce la vita, dal letame esce fuori la pietra filosofale che gli alchimisti “pii” identificano con il Cristo… .
Alla fine del suo romanzo, Gelb condanna Bernabé rimproverandolo di non aver capito bene l’Alchimia, di averla interpretata troppo rozzamente…

La vera Alchimia sarebbe quella perseguita da «Rosacroce» e «Liberi Muratori» …
Gelb definisce il sito internet della Loggia Montesion N° 705 (GOI) «un faro di luce» .
Ora, nei Quaderni di Simbologia Muratoria, curati da Ivan Mosca 33° (†2005, Gran Maestro Onorario del GOI, SGC Onorario del RSAA) e consultabili on-line su quel website massonico, vi è una relazione su La Magia, in cui è scritto che il Massone deve padroneggiare la Legge del Binario o della Polarità, ossia deve Conoscere e Amare le Forze Opposte (del Cielo e dell’Inferno), deve esser capace di praticare la «Teurgia» e la «Demonurgia» (o «Magia Nera»), per cui (è scritto nella suddetta relazione, consultabile on-line): «Per conoscere Dio, insomma, non si deve odiare Lucifero» .
A questo punto, le rassicuranti e ingenue distinzioni di Gelb tra alchimia “correct” ed alchimia perversa non mi persuadono tanto… Se il massone (così insegna quel «faro di luce» della Loggia Har Tzion-Montesion N° 705 – GOI !) deve sapere unire Cielo-Inferno, Magia Bianca-Magia Nera, Dio-Lucifero, allora non sarà forse possibile giungere ad unire anche i due tipi di alchimia? 2=1?...
Inoltre, la passione iniziatica per la Morte, gli Inferi e il Delitto (simbolico), è evidente nella ritualità di morte simbolica del Terzo Grado di Maestro Massone: il Maestro di Loggia (o Maestro Venerabile), deve impersonare il Re Salomone (detective divino…) e anche il brutale Assassino di Hiram…
Senza l’assassinio simbolico, il massone non diviene Maestro Hiram, non diviene Architetto, non diviene “divino”… Tale passione iniziatica cresce negli Alti Gradi, dove cresce lo studio e la pratica dell’occultismo .

3.3. I Massoni, la discesa agli Inferi, l’Inferno di Dante e Lucifero
Nel pensiero iniziatico-massonico è una costante la tesi della necessaria (e incessante) discesa agli ìnferi (adombrata nel rituale massonico, in cui si dice che i massoni si riuniscono in Loggia «per scavare oscure e profonde prigioni al vizio»), del necessario contatto con il vizio, il male, per ascendere sempre più alla Luce... Al Primo Grado di Apprendista Massone, l’adepto entra nel Gabinetto di Riflessione (uno stanzino tutto nero con simboli di morte…), simbolo della discesa nel ventre della terra, agli Inferi (o Inferno).
Ulisse Bacci 33° spiega che nell’iniziazione al primo grado massonico – come negli antichi misteri di Eleusi – il candidato è condotto in una luogo oscuro, la camera di riflessione, simbolo della discesa agli inferi («discesa all’Averno»), in se stessi, nell’«abisso delle tenebre», discesa necessaria per raggiungere «la luce»; in essa vi sono simboli alchemici e mortuari e in essa il candidato si prepara alla «morte simbolica» , poiché – spiega l’autore – egli deve «morire alla vita profana, per rinascere in una forma superiore di vita» .
In genere, in ambiente massonico si collega tale discesa iniziatica alla discesa di Dante nell’Inferno... . Nel poema dantesco, il corpo di Lucifero è conficcato al centro della terra, e il centro, nel linguaggio esoterico, è il luogo dove i contrari si conciliano in un’unità superiore .
Il massone Emilio Servadio commenta la frase rituale pronunciata dal 1° Sorvegliante di Loggia all’inizio dei lavori rituali: i massoni si riuniscono in Loggia «per scavare oscure e profonde prigioni al vizio» . Cosa è il vizio a cui si riferisce il rituale massonico? Servadio dice che non si tratta del vizio inteso in ambito profano: es. abitudini discutibili (es. il fumare) o comportamenti deviati (omosessualità, tossicodipendenza...) . Si tratta invece del «vizio metafisico» («forza avversa», «il male», «il peccato»), «alterità» iniziatica collegata inscindibilmente alla «virtù» . Il vizio è rappresentato da «Satana» .

Infine, Servadio spiega che sulla via iniziatica, «“l’incontro” con le oscurità e gli aspetti terrorizzanti del “vizio”» è «una tappa necessaria e condizionante» che ricorda la discesa di Dante nel buio dell’Inferno (ìnferi, tenebre) necessaria per raggiungere il Paradiso e la Luce. La discesa nel buio, negli ìnferi («angosciante presa di contatto con quella che vorrei chiamare la “metafisica del vizio” sin nelle sue più profonde propaggini»), è – per il massone Servadio – «condizione necessaria per la successiva “risalita”» .
Nel giugno 1972, la Rivista Massonica pubblica un commento esoterico alla Divina Commedia, scritto dal massone Giuseppe M. S. Jerace . Costui presenta Dante come un Iniziato e assimila l’iniziazione al viaggio dantesco nell’oltretomba. Come Dante, anche l’Iniziato deve compiere «una discesa agli inferi» che è necessaria per raggiungere «gli stadi superiori dell’essere» .
La discesa all’Inferno è necessaria per realizzare la «metamorfosi» o «trasformazione» e per quanto riguarda questa mèta iniziatica, Jerace fa riferimento a vari personaggi della letteratura iniziatica, tra cui anche Hiram .
Nel poema dantesco, il corpo di Lucifero (e precisamente la parte corporea corrispondente alle anche) è situato al centro della terra (ossia il punto equidistante tra i due poli della circonferenza terrestre), a cui corrisponde, pertanto, il punto più basso dell’Inferno (IX° ed ultimo Cerchio) .
Inoltre il centro, nel linguaggio esoterico, è il luogo dove i contrari si conciliano in un’unità superiore . Jerace osserva anche che nei gruppi occultistici satanici la mèta del superamento degli opposti si realizza attraverso la conquista della Luce, il superamento e la conoscenza delle tenebre, dunque del male .

Infine, Jerace sostiene una certa somiglianza tra il passaggio di morte-resurrezione che Dante compie attorno al «corpo di Lucifero» (posto nel centro dell’Inferno, luogo, in cui, dal punto di vista esoterico, si realizza la coincidenza degli opposti) e la cerimonia iniziatica-massonica in Camera di Mezzo (la Loggia al Terzo Grado di Maestro Massone), ossia la cerimonia di iniziazione al Terzo Grado di Maestro Massone, in cui l’iniziato scavalca la bara dove poi sarà posto per identificarsi al mitico Hiram, morto e risorto.
Il centro della Terra (ossia l’Inferno), quale “luogo” in cui si congiungono e si risolvono gli opposti, la necessità benefica della discesa all’Inferno per la risalita alla Luce, l’analogia tra il passaggio di Dante attraverso Lucifero (al centro dell’Inferno) e la morte-resurrezione del Maestro Massone sono idee già espresse dal massone ed esoterista René Guénon, idee che costituiscono il contenuto appropriato ed autentico dell’esoterismo racchiuso nel Terzo Grado di Maestro Massone .

Nel numero 4/1996 di Massoneria Oggi (rivista del GOI dal 1994 al 1999), nella rubrica Esoterismo e Pensiero Massonico, Giuseppe Cognetti (Università di Siena) illustra il pensiero di René Guénon circa la discesa agli ìnferi o il processo di «dissoluzione» e «perversione» in cui si trova la modernità. Secondo la filosofia induista, la modernità si sta dirigendo verso il Kali Yuga, tappa di distruzione-putrefazione a cui seguirà immediatamente il rovescio benefico ed un’epoca luminosa.
Cognetti spiega che nel pensiero iniziatico, ermetico-alchemico (vedi la “Tavola di Smeraldo”), shivaista-induista, taoista (Yin-Yang, ossia l’unione degli opposti), junghiano e anche guénoniano, la tappa oscura, negativa e malefica (Kali Yuga, ovvero discesa agli Inferi, contatto con l’Ombra, con il Negativo) è in realtà positiva e necessaria («positività profonda») per avere un nuovo ciclo benefico. Cognetti spiega ancora che si tratta della dottrina esoterica dell’unione dei contrari o analogia dei contrari dove l’uno si converte nel suo opposto (il basso diventa alto, ecc.), dottrina che, riconosce Cognetti, supera la logica razionale e tradizionale fondata sul principio di non-contraddizione .
La tesi guénoniana, della discesa necessaria per ogni risalita, esprime bene, afferma Cognetti, «tutti i miti iniziatici», in cui la morte è nello stesso momento una rinascita. Citando (con approvazione) A. Silesio, Cognetti scrive che «se non si gusta l’Inferno, non ci si può elevare al Paradiso» e aggiunge: «Solo ab chao ordo, solo post tenebras lux, attesta l’esoterismo occidentale, e gli fa eco, nella tradizione orientale, il motto taoista fan ts’ing fou ming, “rovesciare la confusione, restaurare la pace”» .

Cognetti illustra ancora la dottrina iniziatica (occidentale e orientale) dell’analogia dei contrari (recepita da Guénon) affermando  come Guénon , che nel XXXIV Cantico dell’Inferno dantesco, dopo aver raggiunto il corpo di «Lucifero», al centro della Terra («il punto di massimo allontanamento dalla luce principiale»), si ha la repentina risalita verso la Luce; similmente, Shiva, il divino distruttore nel pantheon induista, in realtà distrugge per rigenerare e preparare un nuovo ordine .
Si tratta, in effetti, di teorie esoteriche già riscontrabili nella iniziazione al Primo Grado massonico (il candidato entra nel Gabinetto di Riflessione = simbolica discesa agli inferi) e al Terzo Grado di Maestro Massone (Leggenda di Hiram), in cui le Tre Luci di Loggia (MV, 1° Sorv. e 2° Sorv.) fanno la parte degli Assassini di Hiram il quale rappresenta la Luce, il Giusto, l’Innocente...
L’Iniziato può arrivare a comprendere la necessità benefica della presenza del male, della morte, del demoniaco… Alla luce di tali teorie fondamentali nell’esoterismo (o esoterismi) coltivato filosoficamente-simbolicamente-ritualmente nella e dalla Massoneria regolare, comprendiamo che tutto ciò che porta al Kali Yuga diviene necessario… Il male, il disordine sociale, morale, sessuale… tutto diviene acceleratore verso il Kali Yuga, verso la discesa nel profondo degli abissi incontro a Lucifero attraverso il quale (passaggio necessario) si avrà l’ascesa alla Luce…
Si tratta di teorie davvero infernali!

A questo proposito, ho scoperto che in un articolo su Rivista Massonica del 1969, il massone Ugo Poli dava una giustificazione esoterica al movimento di contestazione globale e giovanile scoppiato nel 1967. La rivoluzione giovanile e sessuale ebbe uno dei suoi ideologi nel filosofo di Sinistra, Herbert Marcuse, il quale – spiega Poli – contestava la società contemporanea accusandola di essere troppo autoritaria e repressiva. Il massone Poli sosteneva che le cause esoteriche di quella contestazione globale erano da cercarsi nel passaggio epocale dall’Era dei Pesci a quella dell’Acquario.
Ogni Epoca, o Era, o ciclo, ha un inizio ed una fine.
Ogni ciclo è una Manifestazione dell’Assoluto.
L’Era dei Pesci è stata dominata dall’autorità, dal paternalismo ecclesiastico e civile, dal Cristianesimo, dalla sofferenza e dalla rinunzia ai piaceri della vita.
L’Età Acquariana (iniziata il 5 febbraio 1962) sarà invece dominata dallo spirito collettivo, da un nuovo «ordine mondiale», dal superamento delle religioni dogmatiche in una «nuova religione mondiale», dalla gioia della vita, dall’Amore…
Alla luce di tali teorie esoteriche, tutti i fermenti contestatori (caos, anarchia, sessualità orgiastica…) diventano inevitabilmente manifestazioni necessarie e positive del Divino immanentistico-panteistico… anche il Male, le orge sessuali, le rivoluzioni… tutto sarebbe divino!
Ecco a quali assurdità può condurre questo pensiero esoterico.
Bene in linea con la causalità esoterica della “contestazione”, si trova lo spirito trasgressivo della Chiesa di Satana.
Su Rivista Massonica del 1972, il massone Giuseppe M.S. Jerace dava notizia dell’esistenza della Chiesa di Satana di Anton S. La Vey, il quale praticava i suoi riti infernali alla luce del sole.
Jerace si chiede allora: «un altro segno della sopraggiunta Età dell’Acquario?» .
Nel pensiero di La Vey:
«Satana rappresenta l’oscura, misteriosa forza della natura, responsabile di ciò che la scienza e la religione non hanno sotto controllo, né sono in grado di spiegare.
Nella Chiesa di Satana si combattono le repressioni e le inibizioni, le ipocrisie e le banalità delle religioni comuni.
Il Satana di La Vey è crudamente realista, egoista, brutale» .
Un articolo di Giorgio Rocchi, pubblicato da Rivista Massonica nel 1977, fa capire al lettore perspicace che il Diavolo, dal punto di vista massonico, può essere anche interpretato come la manifestazione dell’Assoluto (per cui nella Dualità, dunque nel Male, si manifesterebbe l’Unità!), ovvero come una tendenza ciclica ed eterna di involuzione-manifestazione necessaria dell’Assoluto, secondo idee di matrice panteistica, induistica e guénoniana .

NOTE:
Sigle di alcuni importanti Ordini massonici e termini massonici (in lingua italica).
GM = Gran Maestro (presiede una Grande Loggia o Grande Oriente).
GOI = Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani.
MM = Maestro Massone o Maestro Muratore, o Maestro Libero Muratore.
MV = Maestro Venerabile (presiede una Loggia).
RSAA = Rito Scozzese Antico Accettato (è in tutto il mondo). Il Supremo Consiglio Madre RSAA è in USA.
SGC = Sovrano Gran Commendatore (presiede il Supremo Consiglio del 33° e ultimo grado RSAA).
1° Sorv. = 1° Sorvegliante di Loggia.
2° Sorv. = 2° Sorvegliante di Loggia.
UGLE = United Grand Lodge of England (Gran Loggia Unita d’Inghilterra).

Ho appreso che di recente, don Rosario Francesco Esposito, in palese contrasto con la Santa Sede, si è fatto iniziare alla Gran Loggia d’Italia – Palazzo Vitelleschi (GLDI). La cerimonia iniziatica è stata presieduta dal Gran Maestro Luigi Danesin 33°, alla presenza di circa 400 massoni.
Con questo atto (gravemente peccaminoso), don Esposito ha voluto “dimostrare” ciò che va predicando da anni, ossia la conciliabilità tra l’essere cattolico (prete) e l’essere massone.
Addirittura, don Esposito ha ricevuto il Terzo Grado di Maestro Massone, con tanto di grembiule e fascia indossati sul suo clergyman… (cf. A. CUSTODERO, Il sacerdote che si è fatto massone, in Il Venerdì di Repubblica, N° 987, 16 febbraio 2007, Supplemento de la Repubblica, Roma, pp. 36-37).
Cf. R. F. ESPOSITO, Le Grandi Concordanze tra Chiesa e Massoneria, Nardini Editore, Firenze 1987, p. 387.
M. INTROVIGNE, La massoneria, Editrice ElleDiCi, Leumann (Torino) 1997, pp. 56-57.
Se ho ben capito, ci sono dei cattolici che difendono la libertà di associazione dei Massoni appellandosi al diritto civile e anche alla Dottrina Sociale della Chiesa.
Mi permetto di dire che i Massoni non hanno certamente bisogno dell’aiuto di noi cattolici per difendersi.
Quei cattolici contrari a misure governative contro l’associazionismo massonico, temono che tali norme (antimassoniche) potrebbero poi essere estese dallo Stato laico (o laicista) anche alle associazioni cattoliche e religiose (cf. R. L. ZANINI, Un posto in Loggia, in Avvenire, domenica 18 maggio 1997). Ma, in tal modo, non si rischia, forse, di divenire acquiescenti al modo di ragionare di laicisti e Massoni, i quali appunto vogliono mettere su totale parità (socio-politica) Massoneria e Chiesa Cattolica? Forse, questi cattolici a favore dell’associazionismo massonico non sono capaci di difendere la peculiarità dell’associazionismo cattolico e di far capire (a politici, giudici, ecc.) che i Cattolici non possono essere trattati allo stesso modo dei Massoni e che i Massoni non possono pretendere di esser trattati come la Chiesa Cattolica? Non dimentichiamo che l’associazionismo massonico (sia per principi che per prassi) non è affatto equiparabile a quello cattolico.
Chi ignora cosa sia davvero la Massoneria, e cosa sia la Chiesa Cattolica, mette facilmente sullo stesso piano le due Istituzioni difendendo anche l’associazionismo massonico. Inoltre, la difesa promassonica patrocinata persino da cattolici (pur ispirati da nobili ideali) aiuta oggettivamente i Massoni ad infiltrarsi e a restare ben inseriti nelle istituzioni civili e religiose.
Credo che quei “difensori” cattolici partano dal presupposto che la Massoneria sia innocua e non complotti affatto contro la Chiesa…
A questo punto tali cattolici (zelanti per la dottrina sociale e per la libertà di associazione) potrebbero logicamente spingersi anche a sostenere la difesa della libertà religiosa e di associazione per i satanisti, purché questi, pur celebrando il Diavolo, non uccidano alcuno…

In effetti, una legislazione laicista anticlericale (“alla francese”) o liberale (“all’inglese” o “all’americana”) è basata oggettivamente su principi comuni alla Massoneria (soggettivismo religioso ed etico, secolarismo, separatismo Chiesa-Stato…) e perciò può mettere tutti sullo stesso piano (sia nel bene che nel male, sia nella difesa che nella persecuzione): Chiesa Cattolica, Massoneria, Chiese di Lucifero… proprio come avviene nei liberali USA. Certamente gli Stati “alla francese” tendono maggiormente a perseguitare i cattolici che non i massoni.
Certamente, in un contesto democratico “all’americana”, c’è libertà di spazio e di azione anche per la Chiesa Cattolica (ma fino a che punto?). Comunque, anche nella democrazia “all’americana” trionfa il punto di vista massonico, anche se i Governanti si dichiarino ufficialmente non massoni o poco simpatizzanti per le Logge massoniche.
Vedi il caso della povera ammalata Terry Schiavo, la cui morte (2005) è stata, in effetti, decretata dalla maggioranza della Corte Suprema USA, dinanzi al cui verdetto (2001), persino il Presidente Bush (pro-life, filo-cattolico) non ha potuto far nulla. Questo prova che (contrariamente a quanto asserito da alcuni ambienti cattolici) gli USA non sono affatto gli Asburgo del XXI secolo ed il modello politico americano non è affatto il nec plus ultra della libertà, poiché esso, ispirato ad un secolarismo tinto di religiosità, è in realtà chiuso ad accogliere in pienezza la Dottrina Sociale della Chiesa. La Massoneria americana (super-patriottica) non permetterà mai che negli USA trionfi il punto di vista dogmatico (in etica e religione) della Chiesa Romana… Stimo e rispetto il popolo americano che è padrone di governarsi come vuole, mentre esprimo il mio dissenso verso quei laici e cattolici italiani che vorrebbero importare in Italia il separatismo tra Chiesa e Stato made in USA col pretesto che esso è più innocuo di quello “alla francese”.

Cf. C. MODIANO, Influenza dell’Illuminismo e del Controilluminismo sulla Massoneria settecentesca e al giorno d’oggi, in Hiram, Rivista del Grande Oriente d’Italia, N° 3/2002, pp. 35-42.
Tra sociologi e studiosi cattolici, c’è chi, “dogmaticamente” e superficialmente, relega le “teorie sul complotto massonico” nel campo della mitologia, del folklore urbano e della paranoia...
In realtà, sin dal 1717 (nascita della Massoneria moderna) esiste davvero un macro-complotto massonico (includente vari “micro-complotti”): ossia creare una nuova Società, un nuovo Uomo, assolutamente indipendenti dal Dogma cattolico. Ciò lo si deduce chiaramente dall’analisi filosofica e teologica di Costituzioni e rituali massonici.
Cf. A. COMBA, Attualità di Lutero, in Hiram, organo bimestrale del Grande Oriente d’Italia - Palazzo Giustiniani, N° 6, Dicembre 1983, p. 148 (148-149); cf. L.I., Il Grande Oriente d’Italia festeggia i suoi duecento anni al servizio del Paese, in Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani, N° 7-8, 15-30 aprile 2005, p. 2.
In una recente intervista, il Gran Maestro del GOI, Gustavo Raffi ha rimproverato la Chiesa Romana di partire «dal presupposto di avere la verità in tasca» [Raffi: “Qui stiamo crescendo”, (“il Resto del Carlino” – Pesaro, 21 gennaio 2007), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno VIII, N° 1-2, 15-31 gennaio 2007, Roma, p. 20].
Cf. [G. GAMBERINI], Laicismo, in Hiram, organo mensile del Grande Oriente d’Italia - Palazzo Giustiniani, N° 2, Aprile 1980, Società Erasmo, Roma, p. 36.
Sui contatti e simpatie tra ambienti massonici e Sinistra partitica (es. PCI, PSI, DS): cf. M. GASPERETTI, Lo storico: tanti massoni tra i Ds, intervista ad Aldo A. Mola (“Corriere delle Sera”, 29 dicembre 2004), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno VI, N° 1-2, 15-31 gennaio 2005, p. 12.
Il 16 settembre 2006, il Direttore di Radio Radicale, Massimo Bordin, ha partecipato alla Tavola Rotonda organizzata dal GOI, sul tema Attualità della questione laica nell’Italia di oggi.
C’è piena sintonia tra il laicismo dei Radicali e quello massonico del GOI (cf. Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, N° 17-18, 15-31 ottobre 2006, pp. 7-8).

Cf. G. RAFFI [Gran Maestro del GOI], Il diritto alla felicità, in Hiram, Rivista del Grande Oriente d’Italia, N° 2/2003, pp. 13-14.
Cf. U. LENZI, Del carattere e della coscienza massonica, in Lux, Bollettino del Supremo Consiglio dei 33.·. (Palazzo Giustiniani), N° 1, gennaio 1924, Roma, p. 12; cf. [Anonimo], La Chiesa di fronte al divorzio, in Rivista Massonica, organo del Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani, N° 1, Gennaio 1967, pp. 3-7; cf. N. PESVELOSSI, La prima proposta di legge nella nuova legislatura italiana. L’introduzione del divorzio in Italia, in Rivista Massonica, N° 8, Agosto 1968, pp. 341-347. Lino Salvini, Gran Maestro del GOI (1970-1978) ha sostenuto l’introduzione del divorzio in Italia; così ha scritto il massone (GOI) Aldo Chiarle: A. CHIARLE, Lino Salvini – Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia (1970-1979), Bastogi Editrice Italiana, Foggia 2002, pp. 25-26, 104-105. Nel 1968 Lino Salvini era vice-presidente dell’Unione Nazionale Italiana dei Centri per l’Educazione Matrimoniale e Prematrimoniale.
Cf. Il Fuoco di Prometeo nella ricerca di Galileo. La libertà di ricerca scientifica, in Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, N° 16, 30 settembre 2001, pp. 2-3; cf. A. MANTOVANI, La dignità non è negli embrioni (“Il Sole 24 Ore”, 22 giugno 2003) in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno V, N° 15-16, 15-30 settembre 2003, p. 14.
D. MINERVA, Perché dico 4 volte sì (“L’Espresso”, 20 aprile 2005), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, Bollettino di informazione del Grande Oriente d’Italia, N° 7-8, 15-30 aprile 2005, p. 35.
Cf. A. TRAMONTANO [GOI-33° RSAA], La Massoneria quale io la vidi, Publisicula Editrice, Palermo 1993, pp. 17-25. Il numero 7-8/2006 di Erasmo notizie (bollettino di informazione del GOI), alle pp. 42-47 ha riportato integralmente il colloquio tra il Cardinale Carlo M. Martini e il biologo Ignazio Marino, pubblicato su L’Espresso 27 aprile 2006. Secondo il Card. Martini, scienza (laicista) ed etica cristiana possono concordare su temi quali: fecondazione artificiale, aborto, cellule staminali, adozione da parte di single, uso del preservativo per malati di Aids, eutanasia. È ovvio che le posizioni del Card. Martini, poiché contrarie alla Dottrina della Chiesa Cattolica, hanno trovato consenso tra i Massoni del Grande Oriente d’Italia che non si sono lasciati sfuggire l’occasione pubblicando quel colloquio.
Cf. C. BALACCO GABRIELI 33°, La missione del RSAA nel contesto dinamico del futuro – 44a Conferenza Europea dei Sovrani Grandi Ispettori Generali, in Logos, Pubblicazione periodica a cura dell’Ispettorato Regionale del Lazio RSAA [Rito Scozzese Antico e Accettato], N° 2 – 2001, Roma (P.zza del Gesù, 47), pp. 33-34.

Cf. Sconfiggere l’intolleranza, in Erasmo Notizie – Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, N° 6, 15 giugno 2000, p. 2; cf. A. CHIARLE, La libertà anzitutto (“Avanti!”, 14 febbraio 2007), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno VIII, N° 3-4, 15-28 febbraio 2007, p. 32.
Cf. Pacs e scuola statale, le scelte dei massoni, (“Corriere della Sera” 2 aprile 2006), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, N° 7-8, 15-30 aprile 2006, p. 32; cf. anche l’articolo di CHIARA SARACENO, Il Respiro d’Oltretevere, (“La Stampa” 10 gennaio 2007), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno VIII, N° 1-2, 15-31 gennaio 2007, p. 37. In genere i Massoni dei GOI (e i loro vertici) sono contrari al Concordato del 1929 tra Stato italiano e Chiesa. I Massoni auspicano anche in Italia un completo separatismo tra Stato e Chiesa con la supremazia del primo sulla seconda. In ogni caso, i Massoni non sopportano che la politica e la società civile siano conformate all’insegnamento etico-sociale della Chiesa Cattolica. Seguire i dettami della Chiesa, sarebbe, per i Massoni, fonte di regresso per l’Italia, per l’Europa, per la democrazia, per l’uomo… (Laicità, costituzione e società civile (Tavola rotonda – Gran Loggia GOI, 2006), in Erasmo notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, N° 7-8, 15-30 aprile 2006, pp. 15-18).

Cf. S. RODOTÀ, Se la Chiesa sfida la Costituzione (“la Repubblica”, 14 febbraio 2007), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie – Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno VIII, N° 3-4, 15-28 febbraio 2007, pp. 32-33; cf. Sì ai Dico dal 67% dei cattolici, (“la Repubblica”, 15 febbraio 2007), in Rassegna Stampa di Erasmo Notizie, N° 3-4, 15-28 febbraio 2007, p. 35.
Su Hiram del 1985, Severino Briccarello pretende di difendere dall’accusa di blasfemia il famigerato film di Godard, Je Vous salue Marie, in cui tra l’altro si vedono, in realtà, vere e proprie blasfemie: la Madonna tutta nuda, la Madonna che affronta la gestazione come qualsiasi altra donna, la Madonna che si ribella al suo stato di maternità voluto da Dio (addirittura ella accusa Dio di essere «un vampiro») …!!! Per Briccarello quel film è «una vera forma d’arte» e l’unico peccato di quel film «è quello di far pensare» (Cf. S. BRICCARELLO, Il vero “peccato” è quello di far pensare, in Hiram, organo del Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani, N° 3, Giugno 1985, Roma, pp. 74-75).
Relativismo etico e religioso, progetto di un governo mondiale (ovvero globalizzazione ispirata ovviamente dagli ideali massonici), naturalismo misterico (che congiunge la Madre Terra, di pagana memoria, e san Francesco d’Assisi!) sono i contenuti culturali ribaditi in un foglietto pieghevole (di provenienza massonica) che illustra i temi dell’XI Convegno della Massoneria Toscana (con la presenza del Gran Maestro Gustavo Raffi), tenutosi a Firenze il 12 febbraio 2005 e promosso dal Collegio dei Maestri Venerabili della Circoscrizione Toscana (Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani), sul tema I Valori Universali e la riforma dell’ONU. Quel pieghevole mi è stato gentilmente fatto recapitare da una persona che ha partecipato a quel Convegno massonico fiorentino.

G. RAFFI, Una provocazione inaccettabile. Il Risorgimento da riscrivere, in Hiram, Rivista del Grande Oriente d’Italia, N° 4/2000, in http://www.grandeoriente. it/riviste/hiram/2000/04editoriale.htm, pp. 5, (24-04-2006).
Cf. D. CANCELLIERI, Genesi storica del Real Segreto e sua importanza nei vari Riti massonici, in Rivista Massonica, anno XLI, N° 1-2, gennaio 1910, Roma, p. 12 (9-17).
D. CANCELLIERI, Genesi storica del Real Segreto e sua importanza nei vari Riti massonici, in Rivista Massonica, anno XLI, N° 1-2, gennaio 1910, Roma, p. 15.

Cf. R. ASCARELLI, Le Colonne, da IDEM, Scritti e discorsi, Gran Loggia di Rito Simbolico Italiano 1971, in RITO SIMBOLICO ITALIANO, sito visitato il 02 gennaio 2006. Ecco il brano di Ascarelli: «Il mondo, per il suo futuro, e cioè nella sua eternità, ha bisogno di procreare. Il «iod» ebraico, che corrisponde grosso modo all’J di Jachin, è il simbolo del sesso maschile; il «Bed », che corrisponde grosso modo al B di Booz, corrisponde al simbolo femminile, perché Bed significa casa, da cui l’idea di ricettacolo, caverna, utero. Se vogliamo ancora una curiosa conferma magica di questa interpretazione e teniamo presenti unicamente le consonanti, ben sapendo che in ebraico non si scrivono le vocali, e scriviamo Jachin con un «caph» (c duro) e un «nun» (n), e leggiamo a viceversa, troviamo che il nun ed il caph sono il segno scritto del coito e della copula, mentre scrivendo il Bed (b) e il Zain (z) e li leggiamo a viceversa, abbiamo il segno scritto dell’organo fecondatore, il fallo (il leggere al contrario è comune dell’interpretazione magica cabalistica). Ecco dunque rivelato nel simbolo delle colonne il segreto della continuità del mondo, il meraviglioso mistero che tutte le menti occupa e che nessuna mente fino ad oggi ha saputo risolvere, il mistero della generazione e della fecondità, su cui poggia il nostro universo e che dobbiamo tener presente anche nella costruzione del Tempio ideale che si protende con la nostra opera, nel futuro eterno».
Cf. EDITRICE ATANOR, Prefazione all’edizione italiana, in J. BOUCHER, La Simbologia Massonica, Atanòr, Roma [1975], [Ristampa anastatica, Atanòr, Roma 1998] pp. XI-XII. Per conoscere l’anno della prima pubblicazione della edizione italiana di quest’opera del Boucher [1975]: cf. N. M. DI LUCA, L’opzione occultistica e magica nell’esoterismo massonico, in M. BIANCA – N. M. DI LUCA (a cura di), Le radici esoteriche della Massoneria. L’arca vivente dei simboli, Prefazione di Gustavo Raffi, Atanòr Editrice, Roma 2001, p. 207, nota n. 54.
Atanòr – Catalogo 1999, p. 39; Atanòr – Catalogo 1999/2000, p. 39; Atanòr – Ca-talogo 2001, p. 54; Atanòr – Catalogo 2003, p. 54; Atanòr – Catalogo 2005, p. 54.
J. BOUCHER, La Simbologia Massonica, pp. XX-XXII, p. XXII, nota, n. 13.

La Costituzione del Grande Oriente d’Italia, art. 2, in www.grandeoriente. it/Archivio/costitutio.htm (04 gennaio 2004); R. CHISSOTTI, Moderno Dizionario Massonico, art. Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani, p. 255.
Così scrive il Gran Maestro del GOI, Gustavo Raffi: «Il G.A.D.U. rimane solo un concetto generale ed universale che la Massoneria non può né deve determinare, perché di per sé inesprimibile e indefinibile nel contesto di un’istituzione che si pone come luogo di incontro di diversità.
Questa entità divina e suprema rappresenta pertanto un concetto centrale, che deve essere interpretato direttamente da ciascun fratello, secondo la propria libera coscienza e la sua fede» [G. RAFFI, Alcune riflessioni a proposito del Grande Architetto dell’Universo - Editoriale, in Hiram, Rivista del Grande Oriente d’Italia, N° 4/2002, Società Erasmo, Roma, p. 5 (3-12)].
Rituale e catechismo del Terzo Grado simbolico di Maestro Libero-Muratore coi rituali per la inaugurazione di un Tempio, per la installazione di un Loggia, per i Lavori funebri, Roma 1880, p. 29. Nei suddetti rituali si fa esplicita menzione del Grande Oriente d’Italia. All’inizio della processione massonica all’interno del Tempio, alla domanda «Cosa venite a fare Voi in questo Tempio», il Maestro Venerabile risponde: «Noi veniamo a compiere l’opera, ed a consacrarlo alla G.∙.D.∙.G.∙.A.∙.D.∙.U.∙. alla virtù ed alla verità. Portiamo il fuoco sacro» (ivi, pp. 27-28). Accendendo, a Oriente (nel Tempio), il primo candelabro a tre luci, il Venerabile dice: «Che queste tre fiamme misteriose possano illuminare con la loro luce i profani che avranno accesso a questo Tempio, e facciano loro apprezzare la grandezza e la santità dei nostri lavori» (ivi, pp. 28-29). Il 23 luglio 1863 è inaugurato a Firenze un nuovo Tempio massonico in via Vigna Nuova n° 19. Il verbale di Loggia offre dettagli interessanti sul simbolismo della Luce nella inaugurazione del Tempio, che confermano quanto sopra riportato dal rituale massonico del 1880: «[…] Scoperta poscia dal Fratello Maestro delle Cerimonie, la Stella Lucente, il Venerabile sceso dal Trono, invoca che la sua luce, simbolo venerato del G.·.A.·. illumini il nostro spirito, i nostri lavori ed i nostri cuori, e infonda nelle anime il fuoco vivificante della Franca massoneria» [cit. da (Anonimo), Storia della Loggia massonica fiorentina “Concordia” (1861-1911), Grafica Bertieri e Vanzetti, Milano 1911, p. 66. Si tratta di opera massonica].

Rituale e catechismo del Terzo Grado simbolico di Maestro Libero-Muratore coi rituali per la inaugurazione di un Tempio, per la installazione di un Loggia, per i Lavori funebri, Roma 1880, p. 41. In senso piuttosto panteista, il rituale prevede che il MV dice anche questa frase: «In presenza di questi tetri colori o del lugubre silenzio di morte che qui domina, ricordiamoci o Fratelli che dalla corruzione nascono i profumi e le bellezze della vita: che la morte non è che l’iniziazione ai misteri di una vita seconda, e che nulla si disperde o si estingue nella natura» (ivi, pp. 41-42). In quel rituale massonico (1880) è precisato che il rito funerario massonico chiude «all’alba», perché «come l’astro che nasce disperde le tenebre della notte così la speranza che il nostro F.∙. riposi nel grembo del G.∙.A.∙.D.∙.U.∙. dissipa ogni nostro dolore e cambia in giubilo il nostro pianto» (ivi, p. 44). I conoscitori di scienze esoteriche sanno bene che all’alba splende il pianeta Venere, detto dagli antichi romani Lucifer…
G. RAFFI, Magistero e Ritualità, in Erasmo notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno V, N° 5, 15 marzo 2003, p. 2.

Rituale per la Festa delle Rose – O Rituale di San Giovanni Battista – S. Gio-vanni d’Estate – da eseguirsi il 24 Giugno –, in Loggia Montesion N° 705 (GOI), Massoneria - Rituale della Festa delle Rose - San Giovanni d'Estate - (website visitato il 17 ottobre 2006); cf. Rituale per la Festa delle Rose, in R. CHISSOTTI, Moderno Di-zionario Massonico, pp. 496-497.
Rituale per la Festa della Luce – O Rituale di San Giovanni Evangelista – S. Giovanni d’Inverno – da eseguirsi il 27 Dicembre –, in Loggia Montesion N° 705 (GOI), Massoneria - Rituale per la Festa della Luce - San Giovanni d'Inverno - (website visitato il 17 ottobre 2006); cf. Rituale per la Festa della Luce, in R. CHISSOTTI, Moderno Dizionario Massonico, p. 495.
Rituale per la Festa della Luce, in www.montesion.it/_tavole/_Rituali/Rituale della_Luce.htm.

Cf. G. RAFFI, Prefazione, in M. BIANCA – N. M. DI LUCA (a cura di), Le radici esoteriche della Massoneria. L’arca vivente dei simboli, Atanòr Editrice, Roma 2001, p. 9; cf. anche G. RAFFI, Via esoterica, partecipazione sociale e comportamento morale (allocuzione del Gran Maestro Gustavo Raffi, 8 aprile 2001, a chiusura della Gran Loggia del 2001), in Erasmo Notizie, Bollettino d’informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno III, N° 7-8, 30 aprile 2001, p. 2 (pp. 2-4).
A seconda dei vari gruppi o teorie magiche, la magia sessuale può includere una varietà di perversioni: auto-erotismo (masturbazione), spermatofagia, sodomia (anche eterosessuale), ritenzione del seme (secondo le “tecniche” del Tantrismo induista o buddista)…
Nel mondo gnostico non è rara la tesi della identità o “consustanzialità” tra il seme virile e la luce… Per cui l’idea (ossessiva!) di trasmissione della Luce all’interno dei gruppi maschili gnostici e magici può tradursi, operativamente, in perversioni sessuali (sodomia, spermatofagia). La magia sessuale comprende due orientamenti ben distinti (almeno in teoria): l’uno che prevede esercizi ascetici assai rigidi per il controllo dei sensi e l’esercizio magico-sessuale; e l’altro indirizzo che invece elogia apertamente una sessualità orgiastica…
Questo, nella teoria, ma forse nella pratica (a causa della concupiscenza umana) il confine tra i due indirizzi è assai più labile di quanto si creda. Nella cultura gnostica si ha l’unione di erotismo ed ascesi; scopo dell’ascesi gnostica è il superamento di questa condizione terrena e delle sue leggi morali. La mitologia gnostica, in genere, offre la contraddizione di ritenere l’erotismo sia l’elemento fondamentale della formazione del mondo e sia il mezzo per annientare il mondo, ritenuto essenzialmente malvagio poiché opera di un “dio” malvagio. Su queste tesi e sulla identità-consustanzialità gnostica tra luce (divina)-fuoco (cosmico-divino)-sperma virile, secondo antichi testi gnostici e manichei (dell’antichità pre- e post-cristiana) e secondo moderne forme di “gnosi”: cf. E. ALBRILE, Desiderare la Luce, in Zenit, sito di cultura massonica e esoterica, diretto da Maurizio Nicosia [GOI], http://www.zen-it.com/symbol/desiderareluce. htm website visitato il 12 novembre 2006. Ezio Albrile è un rinomato studioso di gnosi antica e moderna.

Sulla realtà della magia sessuale all’interno di ambienti magici, gnostici e massonici (le cosiddette massonerie “di frangia”) sopra elencati, sono molto importanti gli studi di Massimo Introvigne: cf. M. INTROVIGNE, Il cappello del mago. I nuovi movimenti magici, dallo spiritismo al satanismo, Sugarco Edizioni, Milano 19952 [19901], pp. 18-19, 164-173, 231, 249-252, 267-287, 303-305.
Il Dr. Massimo Introvigne è cauto ad evitare generalizzazioni ed afferma che non si può dire che tutti gli adepti di tali gruppi esoterici qui elencati, e quindi tutti i gruppi, giungano a praticare forme di magia sessuale (cf. M. INTROVIGNE, Il cappello del mago, p. 19). In ogni caso, ci rendiamo conto che si tratta di ambienti oggettivamente assai propizi per tali Arcana Arcanoruim, per cui gli “spiriti forti” (uomini e donne) possono giungere a eseguire tali alchimie interne…
In data 18 giugno 2003, l’Agenzia Stampa della Gran Loggia d’Italia-Palazzo Vitelleschi (GLDI), ha comunicato che nel Solstizio d’Estate (dell’anno 2003), a San Leo (località in cui Cagliostro è morto impenitente, prigioniero del Sant’Uffizio), il Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia-Palazzo Vitelleschi (GLDI), Luigi Danesin avrebbe conferito post-mortem il 33° ed ultimo grado della Gran Loggia d’Italia (GLDI) al Conte di Cagliostro. Per “assenza forzata” del Cagliostro, il Danesin 33° avrebbe consegnato la bolla del 33° grado al sindaco di San Leo (GLDI Home Page sito internet della GLDI, visitato il 3 novembre 2006). Luigi Pruneti 33°, LtSGC della GLDI, ha elogiato Cagliostro, «Libero Muratore», vittima della «intolleranza» e lo ha annoverato tra i «martiri del libero pensiero». Pruneti ha ricordato il dovere dei massoni: combattere per il trionfo della «luce» contro le «tenebre» [cf. L. PRUNETI, Solstizio d’Estate, Anno 6003 V.L., in Officinæ, Trimestrale internazionale di attualità, storia e cultura esoterica, Anno XV, N° 3 Settembre 2003, Roma, EDIMAI (Edizioni Massoniche d’Italia – Gran Loggia d’Italia-Palazzo Vitelleschi), pp. 12-13 (8-13)].

Copyright ©2000 - 2011, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.1.0

165 commenti:

  1. Esso è compiuto per controllare la vita e la morte e per superare i limiti dell’esistenza umana. La vittima assume su di sé la morte individuale e collettiva e, in tal modo, (la vittima) dispensa la vita a coloro che la sacrificano.
    Inoltre, Bianca spiega che «nella complessa struttura paleoencefalica» dell’uomo risiede la tendenza a uccidere che viene limitata al minor danno possibile dall’attuazione del sacrificio umano .

    E' MOLTO INTERESSANTE QUESTO PUNTO DI VISTA, BISOGNA CAPIRE QUANTO DI VERO CI SIA O QUANTO SIA STRUMENTALIZZATO QUESTO CONCETTO ...
    SECONDO ME, UN PO' COME HA SEMPRE FATTO LA RELIGIONE, QUESTI CONCETTI VENGONO ANTROPOMORFIZZATI E DESCRITTI IN SENSO FIGURATO E NON METAFORICO ...
    E' TUTTO LI L'INGANNO, PERCHE' IN REALTA', IL DELITTO RITUALE DOVREBBE ESSERE SIMBOLICO, DOVREBBE ESSERE UNA MORTE DI TRASMUTAZIONE CHE LO STESSO SACERDOTE DOVREBBE FARE IN PRIMA PERSONA, ED INVECE, COME APPUNTO NELLA RELIGIONE, IL TUTTO VIENE VEICOLATO COME DOGMA VERSUS I FEDELI, SEMPRE PER I SOLITI SCOPI DI COMANDO ...

    L'INIZIATO, IN REALTA', COME APPUNTO FA CRISTO IMMOLANDOSI IN CROCE PER NOI, DOVREBBE LUI SACRIFICARSI IN PRIMA PERSONA PER ATTIRARE I MALI DEL MONDO E NON PRATICARE RITI DI SANGUE ...
    I RITI DI SANGUE, ANCESTRALI CHE SI PERDONO NELLA NOTTE DEI TEMPI, SONO LA CATTIVA TRADUZIONE DELLO SPIRITUALISMO "ALTO" E SONO TRAMANDATI PER I NOTI SCOPI DI PLAGIO ...

    I SATANISTI SACRIFICANO VERGINI E BAMBINI PER RISVEGLIARE LE LORO ZONE DEMONIACHE INTERNE (BASSO ASTRALE) O PER FINI DI EQUILIBRIO COSMICO CHE POI SAREBBERO GIUSTIFICANTI DEL MALE APPORTATO AGLI ALTRI ...
    GLI INIZIATI, COME CRISTO NELLA SUA SIMBOLOGIA RAPPRESENTA, SI SACRIFICANO IN PRIMA PERSONA, FACENDOSI SIMBOLICAMENTE CARICO DI TUTTI I MALI DEL MONDO E QUINDI PER SALVARE NOI TUTTI ...

    QUESTA E' LA DISTINZIONE TRA BENE E MALE !!!

    PS: IL PUNTO DI VISTA CATTOLICO DI SIANO, QUANDO COMMENTA I MASSONI, E' COMUNQUE BISLACCO E RIDICOLO, PERCHE' PROPRIO NON CAPISCO COME FACCIA A CONTRAPPORRE I DUE DISTRETTI ...
    DICE CHE IL SESSO E' PECCATO, SENZA CAPIRE DI DIRE ERESIE E DIMENTICANDOSI DELLE PERVERSIONI DELLA CHIESA ...
    QUANDO PARLA DI RELIGIONI SATANICHE DEDITE AL SESSO ED AL SACRIFICIO, SEMBRA CHE PARLI DELLA STESSA CHIESA CHE QUESTE COSE LE HA SEMPRE FATTE E LE FA ATTUALMENTE ...
    QUINDI DOVE CAZZO STA LA DIFFERENZA TRA CHIESA E MASSONERIA, NELLA LORO ACCEZIONE DI SISTEMI TEMPORALI ???
    NESSUNA ...
    PECCATO, E' CAPACE DI ANALIZZARE I FATTI MA RIMUOVE QUELLA ZONA DEL CERVELLO DOVE CI SONO GLI ARCHIVI VATICANI, IL TUTTO PER DIRE CHE NON GUARDA A CASA PROPRIA E FA INUTILI DISTINGUI ...

    ... :-)

    RispondiElimina
  2. "Inoltre, Bianca spiega che «nella complessa struttura paleoencefalica» dell’uomo risiede la tendenza a uccidere che viene limitata al minor danno possibile dall’attuazione del sacrificio umano".

    Interessante e' notare come la pensano certi o molti massoni circa questi argomenti. Cosi' si spiegano veramente i tanti eventi che scatenano nel mondo energie negative, dall'omicidio chiaramente rituale fino alle guerre, scatenate quasi sempre da massoni. Solo che loro, i massoni che ritengono il sacrificio umano come leggittimo, chissa' perche' non si fanno mai sacrificare, la vittima e' sempre qualcun'altro...

    RispondiElimina
  3. -i satanisti uccidono per un loro perche' e immagino che sentano la cosa giusta.
    -MDD e Conte sentono giusto uccidere per legittima difesa.
    in entrambi i casi abbiamo la morte (oggettiva) ma cambia il giudizio (soggettivo) proprio perche' cambia il soggetto che lo emana.

    quindi il giudizio giusto/sbagliato, essendo emanato dal soggetto, non potra' mai diventare oggettivo come si pensa di voler fare oggi con le leggi. a meno di non riuscire a far diventare tutti gli uomini dei robot, il che non siamo lontani.

    MDD, pensavo che tu e Conte foste di vedute un po piu ampie della massa e invece di piu ampio avete solo l'hobby dietrologico. non basta scrivere tante cose per capire la vita.

    idem

    RispondiElimina
  4. .....beh speriamo che l'azione "soggettiva" torni al mittente.......

    Mr Blue

    RispondiElimina
  5. La leggittima difesa presuppone che si sia stati offesi violentemente senza motivo valido. Uccidere un'altro essere umano senza che questi ci abbia attaccato non e' solo abominevole relativamente all'offeso, lo e' in assoluto in qualsiasi societa' evoluta piccolissima o grande. Nella realta' oggettiva che idem non riconosce funziona cosi'. A parte che il suo non riconoscere la realta' oggettiva potrebbe essere sbagliato soggettivamente...ma questo e' un'altro discorso.
    Mi dispiace dirlo ma il modo di pensare di Idem, sul piano reale da lui non riconosciuto, ha molto in comune con la psicopatia e molto poco con le vedute ampie che lui crede di avere o con l'aver capito la vita.
    PS: parole in liberta' che mi vengono in mente di getto: psicopatia, sindrome narcisistica, delirio di onnipotenza...

    RispondiElimina
  6. .....ah ma è vero che sti tipi conoscono anche la legge di compensazione.

    @MDD e Conte: per questi è legittimo solo il sacrificio altrui...:-)

    Mr Blue

    RispondiElimina
  7. Psicopatia, sindrome narcisistica, delirio di onnipotenza sono anche tipiche di tutti i massoni dichiarati o all'orecchio che abbia conosciuto finora. Perche' sfortunatamente, nella mia precedente esperienza professionale, ne ho conosciuti molti.

    RispondiElimina
  8. Appunto, Mr Blue. Anche se qualche volta vengono sacrificati pure loro, da qualcuno piu' in alto. D'altronde la piramide (gerarchica) e' il loro simbolo.

    RispondiElimina
  9. Ho appena lasciato un commento nell' altro post con un invito a IDEM, da quel che leggo, e mi ASPETTAVO, "INUTILE". Giungo alla conclusione che tu, IDEM, sia uno SQUILIBRATO ( checchè qualcun' altro affermi danneggiandoti ancora di più ), e che non ci sia psicologo o santo che possa farti riappropriare di una "decente" salute mentale. Ribadisco la mia convinzione di un probabile microcip o lavaggio del cervello che "qualcuno" ha effettuato su di te, ma più che dispiacermi della tua cattiva sorte non posso fare. MDD, ho solo dato una sbirciata al tuo post, che, come ho già detto dell' altro, mi sembra molto ben fatto e completo. Ho più simpatia per la massoneria che per la chiesa cattolica per ovvie ragioni ma, tolta questa premessa, nessuna delle due mi va bene, in quanto si basano essenzialmente su concetti PATRIARCALI errati, vecchi e obsoleti. Quì c' è tutto da CAMBIARE, tutta questa cultura è CADAVERICA e ormai PUZZA. Dobbiamo sotterrare il MORTO !!! Lilith

    RispondiElimina
  10. @Conte: che vuoi mai,anche i superuomini giocano con i lego e le piramidine........come dicevo prima.....tutto torna al mittente. :-)

    Mr Blue

    RispondiElimina
  11. @MDD, Conte, Lilith
    in definitiva, chi non la pensa come voi diventa un vostro nemico... ricordate che siamo quasi 7 miliardi al mondo.

    amor vincit omnia

    RispondiElimina
  12. Sono d' accordissimo con MDD e CONTE sul concetto di "sacrificio". La "tendenza" ad uccidere di Bianca non è affatto comprovata, in più l' uomo muta a seconda dell' ambiente che lo circonda. Dietro a tutta questa "roba" ( idem per IDEM )c' è soltanto molta psicopatologia, malafede, perpetuare il plagio e giochi di potere vari. IDEM, dovresti spiegarci per quale "strana" legge la tua soggettività, è, a tuo dire, oggettività, mentre i punti di vista degli altri, e anche quelli SCIENTIFICAMENTE e LOGICAMENTE, oggettivi sono soggettivi. Ma conosco già la tua limitata, ripetitiva e scontata risposta. Lilith

    RispondiElimina
  13. Anonimo qui sopra ebbe a dire:
    in definitiva, chi non la pensa come voi diventa un vostro nemico...

    Ho mai scritto questo?

    ricordate che siamo quasi 7 miliardi al mondo.

    Appunto, il mondo è bello perchè è vario.

    Lilith, hai centrato il problema con chiarezza.
    Conte Senza Palazzo
    (le blogger id continuano a non funzionare)

    RispondiElimina
  14. @ ANONIMO=IDEM delle ore 18:14. IL RICORSO AL VITTIMISMO E' "PENOSO". Amor vincit omnia, in bocca tua, equivale a una bestemmia; ma a chi credi di RACCONTARLA ?!?!? Lilith

    RispondiElimina
  15. MDD

    concordo con Lilith: questa è roba vecchia, che andrebbe sepolta e non alimentata.
    Quello che tu e neppure Paolo avete compreso è che dare risalto, attenzione a queste miserie significa alimentarle.
    Preso atto di alcuni simbolismi presenti nel mondo e nella pubblicità, non si può far altro che lasciar andare, e passare ad altro.
    In questo modo, invece, diventi un loro
    megafono tuo malgrado, e non penso
    che sia un tuo intendimento.

    Tu non dimostri di volerci bene, pubblicando queste palle noiosissime ed inutili ad una vera
    evoluzione, questi mattoni indigeribili.
    Tieni presente che tutto questo è Maya, cioè
    creazione di menti umane, più o meno perverse,
    ognuna con i suoi condizionamenti, e pertanto inutili all'evoluzione, ad una crescita individuale.
    Il "mattone" in esame è scritto da un cattolico, e questa connotazione inficia tutte
    le sue argomentazioni e conclusioni.
    Occorrerebbe un libro per confutare le sue castronerie, e non ho certo tempo
    perdere in tale direzione.
    Saluto Lilith, che si fa una bella vacanza,
    il Conte, che mi fa sempre morire dal ridere, tutti gli amici, ed anche coloro che m'insultano. Non sanno , poveri, che scrivendo ciò che scrivono, non parlano di me, perché
    non possono in alcun modo influire sulla mia realtà, ma di se stessi.

    RispondiElimina
  16. @ CONTE SENZA...Anche tu CONTE, come sempre fai. "BEATI I SANI PERCHE' DI LORO E' IL SAPERE" !!! Lilith

    RispondiElimina
  17. "Quello che tu e neppure Paolo avete compreso è che dare risalto, attenzione a queste miserie significa alimentarle."

    lo penso anch'io ma per capire questo occorre andare a fondo nella conoscenza della vita ed e' un privilegio di pochi.


    "IDEM, dovresti spiegarci per quale "strana" legge la tua soggettività, è, a tuo dire, oggettività, mentre i punti di vista degli altri, e anche quelli SCIENTIFICAMENTE e LOGICAMENTE, oggettivi sono soggettivi."

    io non ho mai scritto che quello che dico deve essere oggettivo, e' una tua personale percezione, come non ho mai scritto che dovete seguire quello che io dico.
    lo scrivo perche' mi va di scriverlo, tutto qui.
    il perche' ultimo delle cose non mi e' dato saperlo perche' sono ancora ben lontano dal conoscere completamente me stesso, per cui, esssendo io che scrivo, non posso conoscere il motivo per cui lo faccio.
    potrei al massimo esprimere cosa provo mentre scrivo (anche se il cosa provo e' variabile nel tempo) ma non saprei mai dirti perche' lo provo.

    andando al sodo, quello che voglio trasmettere e' che la verita' non e' forse cosi' vera come si pensa e che forse al posto di verita' bisognerebbe chiamarlo pregiudizio, quella cosa attraverso la quale Conte afferma:
    "Psicopatia, sindrome narcisistica, delirio di onnipotenza "
    o la cara Lilith:
    Giungo alla conclusione che tu, IDEM, sia uno SQUILIBRATO"

    idem

    RispondiElimina
  18. Eli, il mattone non è scritto da un cattolico, sono sue alcune riflessioni molte delle quali condivisibili altre come avevo già detto no !!!
    Sono notizie estratte da riviste massoniche, quindi in realtà di fonte massonica ...

    Secondo me è il post più interessante che ho letto in rete da anni a questa parte, perchè ci fa capire la mentalità di certi poteri e quindi accresce la nostra consapevolezza ...
    Sapere come si muove e pensa il potere è di un'importanza fondamentale, penso sia l'argomento topico da leggere, poi è un pò lungo, ma perlomeno è interessantissimo ...

    Io non alimento nulla di male, anzi, io descrivo nel mio piccolo il mondo, almeno ci provo, se qualcuno ha paura di farsi influenzare per così poco, cazzi sua, non mi metterò certo a pubblicare stronzate new age sugli alieni o sul 2012, non è questa la sede ...
    :-)

    RispondiElimina
  19. @ ELI. ti ringrazio per concordare con me sul vecchiume di questi concetti e ricambio i saluti. Ma non mi trovi d' accordo sull' utilità di trovare spunti da questi post, per poterli così SPUTTANARE, visto l' IGNORANZA che c'è in giro su questi temi. Né MDD e, sono convinta, neanche PAOLO, li pubblicano per darne risalto o alimentarne gli INSANI contenuti e concetti ma, giustamente al contrario, per renderli accessibili a tutti e farne capire le stoltezze e inconguenze varie, poichè non sono "fermi li" ma creano un dibattito, quindi l' opportunità di vedere CHIARO e di svegliare i "SONNOLENTI" ( eccetto IDEM :- ). L' IGNORANZA è sbagliata, la CONOSCENZA non lo è mai. Lilith

    RispondiElimina
  20. Invece no, pubblicherò anche qualcosa sugli alieni e crop circles ...
    Ma più avanti ... :-)

    RispondiElimina
  21. Prometto che pubblicherò post più corti, lo avevo preventivato che giustamente vi sareste "lamentati", ma portate pazienza, il bello di questo blog che possiamo sempre andare OT a differenza di quasi tutti gli altri blog, per cui si può passare da un argomento all'altro senza problemi, in realtà i temi sono sempre quelli e se non sono graditi certi post si possono non leggere ...
    Secondo me l'importante è sempre dire il proprio punto di vista ed ognuno contribuire ad una maggiore consapevolezza, senza considerare che molti che leggono e magari scrivono meno sono interessati a cose che noi conosciamo meglio ...

    Comunque Eli, sono ben accette le critiche positive, ne terrò conto e sono felice che tu le esponga, come sono contento del punto di vista alternativo di idem e di tutti noi altri ... :-)

    RispondiElimina
  22. @MDD
    "Sapere come si muove e pensa il potere è di un'importanza fondamentale"

    sapere come si muove forse bene o male si puo' fare, cosa pensa invece bisogna salire al loro livello di consapevolezza.

    "o non alimento nulla di male, anzi, io descrivo nel mio piccolo il mondo,.. "

    e' cio' che vedi dal tuo stato di consapevolezza, se un giorno riuscirai ad elevarti al loro stato di consapevolezza allora ti accorgerai che non solo alimenti ma che sei il loro creatore.

    ricorda che non riesci a dimostrare che la realta' esiste anche senza di te, quindi fino a prova contraria (a meno che tu non voglia mentire a te stesso) tu e la tua percezione siete l'unica cosa (forse la stessa cosa) di cui puoi esserne certo l'esistenza e nella tua percezione esiste tutto il male di cui stai parlando.

    idem

    RispondiElimina
  23. 1- cosa sei tu.
    2- cosa e' la tua percezione.

    da qui parte l'illuminazione e la nascita di una consapevolezza superiore dal punto di vista della quale tutto cambia.

    piu' e' alta (o ampia) la consapevolezza e maggiore diventa anche il potere creativo, maggiore cioe' l'interazione con la "Realta" e la capacita' di cambiarla secondo quello che si sente nel cuore (pensiero accompagnato da amore).

    idem

    RispondiElimina
  24. Si e no ...
    Dal punto di vista di ZN E DELLA NON MENTE, HAI RAGIONE TU ...
    MA NON HA SENSO TANTO ENUNCIARLO, PERCHE' NOI SIAMO INCARNATI IN 3D E QUINDI RELATIVAMENTE A QUESTA VIBRAZIONE POSSIAMO DIRE LA NOSTRA, E DAL PUNTO DI VISTA DI MAYA DA QUALE NON POSSIAMO PRESCINDERE ORA, SIAMO SCISSI E QUINDI IO NON SONO IL CREATORE DI ALCUNCHE' ...
    DAL PUNTO DI VISTA ASSOLUTO IO SONO ANCHE DIO, MA SE FACCIAMO UN DISCORSO EMPIRICO NON HA SENSO QUELLO CHE DICI TU ...
    SE UN ANTROPOLOGO STUDIA I RITUALI ANCESTRALI NON SIGNIFICA AFFATTO CHE LI HA CREATI LUI, SIGNIFICA CHE IN QUESTA REALTA' LI HA PERCEPITI TALI...
    POI E' OVVIO CHE IL MALE ESISTE, COME ESISTE IL BENE, MA NON SIAMO ONNIPOTENTI IN MAYA, LO SIAMO IN ALTRA SEDE !!!

    RispondiElimina
  25. E già, povero e perseguitato IDEM, il tuo DELIRIO è verità mentre le nostre sane conclusioni sono pregiudizzi !! Ma non ti rendi conto di quanto sei OSSESSIVO e chiuso nella tua "ignorante" e PRESUNTUOSA visione del mondo ??? Caxxo, leggi un po' per lo meno, SPAZIA, relativizza, ascolta, guarda, utilizza i SENSI che hai prima di rinnegarli in cambio di altri meno conosciuti, che semmai si devono soltanto aggingere, vai con ORDINE nella CONOSCENZA !!! Mi dispiace arrivare a queste conclusioni, ma meno male che non ce ne sono tanti come te in giro, perchè, come quelli che ti hanno indottrinato, siete da ricoverare in quanto molto più PERICOLOSI di quel che sembrate !!! Lilith

    RispondiElimina
  26. 1- cosa sei tu.
    2- cosa e' la tua percezione.

    IO, sono Simone in questa realtà, in assoluto faccio parte del tutto, quindi in questo film posso solo essere soggettivo e relativo ...
    In questo film posso avere empiricamente UN RANGE DI AZIONE e posso condizionare nel bene o nel male il mondo circostante se lo voglio profondamente, ma sempre dentro un raggio di azione FINITO, essendo questa vibrazione, IN ASSOLUTO, un'illusione proiettiva divina ...

    La mia percezione soggettiva e relativa a questo film è mia in maya, di tutti e del tutto nella non-mente ( che brutto termine )o meglio da un punto di vista metafisico ...
    Ma noi quel punto di vista metafisico, lo possiamo solo analizzare facendo congetture più o meno verosimili ...

    Dipende da quale livello guardiamo o ci guardiamo ...

    RispondiElimina
  27. Quanto materiale Maestro!!!

    RispondiElimina
  28. per affermare
    PERCHE' NOI SIAMO INCARNATI IN 3D
    occorre vedere da sopra il 3D, altrimenti come fa uno dentor al 3D a capire che c'e' dell'altro oltre questo? pe rlui e' tutto per cui perde il senso parlare di 3D.
    no MDD, il centro di ogni discorso sono quelle due cose che ti ho scritto sopra, poche di numero ma difficilissime da analizzare per via dei nostri innumerevoli pregiudizi.

    la morte iniziatica di cui hai parlato la intendono pure qui a Bali ed e' la rinascita in vita, si cancellano tutti i vecchi pregiudizi sulla vita (la morte) e si rinasce (in vita) con una consapevolezza/conoscenza tutta nuova e con un potere di creazione rapportato a tale consapevolezza.

    chi sta in cima al potere non ci sta perche' fa quelle cose che scrivi tu ma perche' il suo contatto col divino gli consente di manifestare nella realta' ogni pensiero che gli viene dal cuore. l'illuminato sa cosa puo' fare e cosa non puo' fare e chiede (attraverso la preghiera) a Dio di realizzare la sua richiesta.

    lo so che sembra buffo il fatto che il massimo potere di questo maya lo esercitano attraverso la pregiera ma e' cosi', l'uomo non illuminato non puo' capirlo perche' (anche se provasse) non sa pregare e non sa cosa chiedere nella preghiera.

    l'uomo non illuminato non ha ancora capito la relazione tra emozione/amore che prova e i suoi pensieri/percezione della realta'.
    l'uomo non illuminato si immedesima nella sua creazione del mondo materiale (soprattutto pensando di essere il proprio corpo) dimenticando che lui ogni momento pensa e prova emozioni.
    queste ultime due, sebbene siano le uniche cose di cui puo' essere certo, le lascia fuori dalla vita facendo finta che non esistano.

    la vita quindi per lui diventa tutto tranne che reale poiche la sola realta' di cui puo' provare l'esistenza (se' stesso e i suoi pensieri/emozioni) vengono scartati a priori e sostituiti con il disegno che lui stesso costruisce.
    e' come se un pittore pensasse di essere il quadro...

    idem

    RispondiElimina
  29. @MDD
    "IO, sono Simone in questa realtà"

    sapresti andare un po' piu' a fondo e spiegare piu' in dettaglio cosa e' Simone?

    idem

    RispondiElimina
  30. @MDD
    "SE UN ANTROPOLOGO STUDIA I RITUALI ANCESTRALI NON SIGNIFICA AFFATTO CHE LI HA CREATI LUI, SIGNIFICA CHE IN QUESTA REALTA' LI HA PERCEPITI TALI..."

    un'altra cosa che tutti diamo per scontato ma che poi non riusciamo a dimostrare e' lesistenza del passato/presente/futuro.

    vedi, l'antropologo non puo' dimostrare a se' stesso che i riti sono stati fatti nel passato ma puo' solo dimostrare a se' stesso che in quel preciso momento sta pensando quello che sta pensando, e cioe' ....... ecc.

    il tempo nel passato e nel futuro e' una definizione indimostrabile in quanto, per dimostrare una cosa, c'e' sempre bisogno di una relazione e il tempo passato non si puo' relazionare col presente allo stesso istante, non c'e maniera di farlo.

    quindi il pensare (e si pensa sempre nel qui ed ora) che sia esistito un passato e' una cosa misteriosa che nessuno ha mai compreso.

    idem

    RispondiElimina
  31. se poi vuoi riflettere ancora sulle tante cose che diamo per scontate, potresti provare a capire cosa sia la memoria.

    in genere il ricordo di un fatto non e' uguale al momento reale ma molto piu' sfocato.
    ma come posso ricordare un fatto senza che ci sia la realta' oggettiva, la realta' materiale? come posso percepire la realta' passata senza viverla?

    nel qui ed ora io dico che sto osservando la realta' perche' la mia percezione e' "ad alta definizione", ma allora non potrebbe essere che anche nel ricordo io stia vivendo ed osservando la realta' ma "non ad alta definizione"?

    altrimenti cosa sarebbe mai questo ricordo, di cosa e' fatto il ricordo?

    idem

    RispondiElimina
  32. IO SONO SIMONE SIGNIFICA CHE SONO UN'ANIMA E UNA FIAMMELLA SCISSA IN 3D ...
    NELLE ALTE SFERE SONO FUOCO INFINITO, QUI UNA FIAMMELLINA ...
    SEMPLICE NO ??? :-)

    GUARDA CHE IL MONDO ILLUSORIO è VITA ANCH'ESSA, INFATTI TU SCRIVI E MANGI, CAGHI E DICI STONZATE COME TUTTI, LA PROVA CHE IO HO RAGIONE RISIEDE NEL FATTO CHE TU MI RISPONDI ...

    ANCHE IL TEMPO E LO SPAZIO ESISTONO IN MAYA ...
    PROVA A BUTTARTI DAL 13° PIANO, VEDRAI CHE TI SPATACCHI, POI DIRAI CHE SEI SOLO INVOLUCRO E CHE L'ANIMA NON MUORE, OK, MA NEL FILM MUORI E TU CI TIENI ECCOME A NON BUTTARTI GIU', fidati caro :) ...

    QUINDI TI PENSI, ESISTI COME FIAMMELLA ANIMICA, E PUOI PURE CONTEMPLARE UN IPOTETICO MONDO METAFISICO, CHE A QUESTO PUNTO POTREI SVELARTI NON ESISTERE AFFATTO ...

    QUINDI COME LA METTI SE IO TI DICO CHE NON ESISTE LA NON-MENTE E CHE SIAMO SOLO FRUTTO DEL CASO NEL KAOS QUANTICO ???
    NESSUNA ANIMA, NESSUNA VITA ETERNA, E SE QUELLA FOSSE LA VERA ILLUSIONE CHE IL SISTEMA CI HA RACCONTATO DICENDOCI BALLE PER FARCI SoGNARE UNA TERRA PROMESSA CHE IN REALTà MANCO ESISTEREBBE ???

    COME FAI TU DAL TUO PUNTO DI VISTA SOGGETTIVO A DIRE CHE SIAMO ILLUSIONE???
    LO HAI LETTO???
    TE L'HA DETTO UNA GUIDA ANGELICA???
    HAI FEDE ???

    ECCO SMONTATA QUALSIASI TESI, NON ESISTE UN CAZZO, ESISTIAMO SOLO IN MAYA E FUORI DA MAYA NON C'E' FUORI ...
    Ahahahah !!!
    :-)

    RispondiElimina
  33. Condivido il punto di vista di Lilith e la quoto ...
    Non mi mangiare IDEM però :-),è giusto esprima il suo punto di vista, poi mi "costringe" a rivedere le mie posizioni, non può fare che bene la controversia ...
    :-)

    HASTA ...

    RispondiElimina
  34. @ MDD. Mi hai fatto ridere:-). Però, come mai questi inviti a sensi di colpa quando uno giustamente attacca chi ha torto mentre invece nessuno dice niente quando è il contrario ?!? Io credo che questo sia un residuo ( e ne abbiamo tutti tanti !! ) degli insegnamenti della chiesa cattolica, che incita a difendere il debole ( dando così un cattivo insegnamento ed esempio, e creando pecore ) e ad accusare il forte ( apparentemente ) !!! Da ragazzina avevo una cugina, poverina, piena di casini e molto fragile e impaurita, ma allo stesso tempo spiona e stronza; ebbene, i parenti davano sempre ragione a lei quando la mandavo a cagare...... e anche quando mi ci mandava lei, tranne mio padre....meno male. ATTACK THE ATTACKER, questo è uno dei miei motti preferiti...e non c' è santo che tenga. Uno che dice "certe cose" e da "messaggi" sbagliati ( ci sono tanti ingenui li fuori ) è da controbattere e punto, senza remore, esattamente come fa lui che ne dice di cotte e di crude a chi non è del suo parere !!! Alla domanda di che cosa fosse il suo più grande timore, NIETZSCHE rispose: "LA COMPASSIONE". Ho impiegato un po' di tempo a capire cosa intendesse...ma alla fine, a mie spese, l' ho capito. Se poi qualcuno "vuole" fraintendere ed arrivare alla conclusione che io non sia "buona"....cazzi suoi. Più che il bene credo occorra cercare il GIUSTO ! Lilith

    RispondiElimina
  35. @ MDD: "Non mi mangiare IDEM però:-). Ma po..a put..na, ma io me lo faccio allo spiedo sto gran figlio di "buona madre", in malafede, che giustifica il potere ed è sicuramente pagato per divulgare falsità e confusione. Ti rendi conto, sotto "CUORE" e "AMORE", cosa VORREBBE far passare questa CAROGNA che scrive: "Chi sta in cima al potere non ci sta perchè fa quelle cose che scrivi tu ma perchè il suo contatto col divino gli consente di manifestare nella realtà ogni pensiero che gli viene dal cuore ( GRAN BEL CUORE DI MMMMMERDA, nota mia ). L' illuminato ( hai capito MDD ? l'illuminato! nota mia )....chiede attraverso la preghiera a dio di realizzare la sua richiesta ( in poche parole, dio, che quindi in questo caso dovrebbe essere un gran figlio di puttana, esaudisce la preghiera dell' illuminato di mettercelo nel culo e di compiere impunemente omicidi e ingiustizie. nota mia )". IDEM all' INFERNO, tu e gli illuminati, a raggiungengere quel dio criminale che vi siete inventati, e li con quel bel fuocherello TUTTI allo spiedo, altro che balle !! Lilith

    RispondiElimina
  36. MDD ora però fai passare un po' di tempo prima di postare altro. Qui c'è gente che lavora, e per studiarsi in modo suffic la cosa serve tempo!

    grazie

    RispondiElimina
  37. @ Idem,
    Quelli che tu chiami pregiudizi lo sono secondo la tua percezione. Secondo la percezione di un'altra persona magari sono la verita'. Allora, come la mettiamo?
    Il fatto che chi ha potere lo ha perche' e' illuminato e in contatto con Dio tramite la preghiera fa parte della tua percezione, in quanto tale soggettiva. Magari secondo la percezione di molte altre persone chi ha potere e' spesso l'opposto, cioe' un'involuto proprio perche' assetato di odio e prevaricazione.
    Allora, come la mettiamo? Come fai a dire che la tua percezione e' quella valida, come hai nei fatti appena sentenziato?
    E' una questione di percezione, come diresti tu...

    RispondiElimina
  38. ...oppure e' solo un tuo "pregiudizio"?

    RispondiElimina
  39. @ idem: sono incuriosito.....ma tu ste cose le hai sperimentate,oppure le hai solamente lette in qualche testo ermetico?

    Mr Blue

    RispondiElimina
  40. Si, Lilith, ma io amo chi la pensa diversamente da me perchè mi fa da bilancino e mi costringe a svilupparmi,Idem è diventato una sorta di stimolo a migliorarmi ed io a migliorare lui ...
    Se tutti la pensassimo alla stessa maniera sai che palle, non ci sarebbe nessuna evoluzione ...

    Idem è utile a tutti come noi lo siamo a lui ...
    Poi mi è simpatico !!!
    Io sono troppo buono e soffro di sensi di colpa, hai ragione tu, di solito sono accomodante e mediatore essendo bilancia, è il mio ruolo in questa incarnazione ...
    un DEUS EX MACHINA ... :-)

    RispondiElimina
  41. ANONIMO ...
    STUDIA STUDIA ... :-)
    HAI RAGIONE, MA HO UNA GRAN FOTTA DI POSTARE ALTRA ROBA, CI VOREBBERO 2 BLOG X POSTARE TUTTO !!!

    COMUNQUE ASPETTO UN Pò, VA BENE !!!
    :)

    RispondiElimina
  42. @MDD....il discorso è,secondo me,se idem ha sperimentato oppure ha solo letto queste cose su dei libri.

    Mr Blue

    RispondiElimina
  43. Secondo me sono sue intuizioni più qualcosa che ha letto ...

    RispondiElimina
  44. Beh,leggere è utile è poi l'interpretazione che ne segue che,a volte,può essere pericolosa. Il discorso della giustificazione di questi maestri illuminati che hanno una visione più ampia della vita quindi fanno quel cazzo che gli pare,non mi torna. Io penso che più uno ha potere (anche a livello metafisico) ha di conseguenza più responsabilità nei confronti suoi e degli altri proprio perchè dovrebbe sviluppare una grande empatia con tutto.

    Mr Blue

    RispondiElimina
  45. ....in base a quello che ha scritto idem,ovviamente

    Mr Blue

    RispondiElimina
  46. MDD,
    non hai dato un’occhiata alla conferenza che ti avevo proposto? È molto chiara e gli argomenti trattati sono inerenti alla discussione. Ti riposto l’indirizzo:

    http://santaruina.splinder.com/post/24583839#comment

    x chi ha un’oretta da perdere si tratta di un buon investimento.

    Mi permetto una cattiveria: chissà come mai le conferenze in internet hanno di solito un audio più che accettabile, tranne quelle di Paolo? Tempo fa diedi un consiglio ad oscillator. Un po me ne intendo e comunque sono in contatto con i migliori esperti nel campo delle riprese audio-video. Far sentire la conferenza a qualcuno e chiedere un parere tecnico sarebbe stato possibile e non mi sarebbe costato nulla. Naturalmente nessuna risposta, quindi….va in mona! Tanto più sono incompetenti, tanto più se la tirano….

    SDEI,
    la scemenza è autoreferenziale. Non ha bisogno di essere dimostrata. Chi non ha argomenti ricorre agli insulti. Contento lui…a me non da fastidio più di tanto.
    Gargiulo mi ha appena dato del cretino, a me e a conte, nel blog di la. Vorrebbe rendersi simpatico…mah, vai a capire!

    RispondiElimina
  47. C'è un'imperfezione enorme nell'articolo di G. Pilaz, massone della loggia “Dante Alighieri” di Ravenna, riguardante il simbolismo del serpente: "Il serpente, nel mondo ebraico-cristiano, è invece simbolo del male".
    Il serpente, come ogni grande simbolo, anche nel mondo ebraico-cristiano è dualistico. Basta leggere Numeri 21:8 (il serpente innalzato) e Esodo 7,21 (il serpente di Aronne che inghiotte i serpenti dei sacerdoti) per rendersene conto. Lo stesso Gesù si paragona al serpente innalzato (Gv 3:14).
    E’ il solito minestrone sincretico dei Massoni che fondono nel loro athanor mentale immagini provenienti da culture diverse: l’uroboro raffigura la natura ciclica del tempo, l'eterno ritorno. E’ un’altra cosa.
    Ciao, blogger, ti ho letto con interesse.

    Visitor

    RispondiElimina
  48. L’apporto di idem al blog è proprio quello di aver posto l’accento sull’esperienza, contrapposta alla teoria. Sul merito delle cose che dice mi sono espresso più volte, ma il messaggio di fare ognuno una propria esperienza della realtà rimane valido. La domanda se lui abbia esperienza di quanto afferma è viziosa. L’unica cosa che esiste è la mia personale esperienza, che lui abbia o no esperienza non cambia nulla della mia realtà. Siamo soli, atomi separati che cercano di comunicare. La solitudine può essere sconfitta dal’esperienza dell’uno, ma questa ha un prezzo che è troppo grande per poter essere compreso e pagato di colpo.
    Quanto alla sua presunta psicopatologia, la patologia non è nelle affermazioni, ma negli atti. Tacciare un’affermazione come patologica è tipico dei regimi dittatoriali. Io posso scrivere un trattato sui sacrifici umani e arrivare alla conclusione che siano auspicabili, come Bianca insegna, ma dal momento che non li metto in pratica, il mio rimane uno studio teorico e niente più. L’apologia di fascismo, che è legge in Italia, rimane un residuato proprio dell’epoca fascista da cui vorrebbe difendersi ed è una contradizione con l’ordinamento democratico. I reati di opinione, le leggi sull’antisemitismo, l’apologia di fascismo, sono la prova di quanto ci prendono per il culo.

    RispondiElimina
  49. GRAZIE DEMOCRITO, ORA LA GUARDO, NON L'AVEVO LETTA PRIMA ...
    Concordo con visitor sulla valenza del serpente, infatti la cosa interessante di questo articolo è come sia i massoni che i preti abbiano punti di vista assolutamente di parte e strumentali ...

    RispondiElimina
  50. @ democrito.....

    ....infatti la domanda l'ho fatta a lui.
    Comunque sono d'accordo sul resto.

    Mr Blue

    RispondiElimina
  51. ....e grazie del link.

    Mr Blue

    RispondiElimina
  52. Buongiorno,

    E’ la prima volta che scrivo. Mi scuso se vado fuori tema ma, essendo di Torino, volevo chiedere un parere a Maestro di dietrologia (al quale faccio i complimenti per il blog) a proposito del tragico incendio del cinema Statuto del 13 febbraio 1983 e delle sue curiose coincidenze numeriche:

    L'incendio avvenne nella zona adiacente a piazza Statuto, nel luogo che viene considerato il più carico di energie negative di tutta Torino.
    Il dramma avvenne il giorno 13 che, nelle carte dei tarocchi, simboleggia la morte.
    Era in proiezione il film "La capra", animale notoriamente accostato al demonio.
    I 64 morti erano divisi in maniera perfetta e cioè 31 uomini, 31 donne, 1 bambino e 1 bambina.
    Le porte per le uscite d'emergenza erano misteriosamente bloccate.

    E altre strane cose raccontate da Vittorio Messori nel suo libro su Torino.


    Grazie


    Giovanni

    RispondiElimina
  53. "Come fai a dire che la tua percezione e' quella valida, come hai nei fatti appena sentenziato?
    E' una questione di percezione, come diresti tu... "

    esattamente, poiche' tutto e' soggettivo, come dice anche democrito, ha valenza solo per me ed in questo momento, domani potrebbe non valere piu', la conoscenza avanza con l'esperienza.

    comunque si, quello che dico l'ho sperimentato e lo sperimento ogni giorno e capisco che dal vostro punto di vista e' qualcosa di inconcepibile, lo era anche per me prima.
    lo ripeto, la realta' va oltre la piu' fervida immaginazione.

    quando pero' parlo dei potenti non e' una mia realta' sperimentata perche' io non sono loro ma relazionando quello che posso fare io con quello che fanno loro trovo molte analogie per cui ne deduco quello che ho scritto.

    ogni vola che si parla di un altro si va sempre a deduzione perche' non si sperimenta l'altro ma solo il se'.

    la relazione tra il se' e la realta' e' la cosa che mi interessa analizzare e nella realta' ci siete voi e tutto il resto.

    idem

    RispondiElimina
  54. @Giovanni
    c'e' solo un'entita' in grado di giocare in maniera cosi' perfetta ed e' quella che ha ideato il gioco (Dio).
    cio' che mi sento e' che il momento e' di transizione dal materialismo (immersione nella creazione fino da arrivare ad immedesimarsi con essa) all'eta' spirituale dove rimane sempre la creazione ma si ha la consapevolezza di come sia fatta e di come modificarla in credo che l'ideatore del gioco mandera' messaggi sempre piu' forti, prima tipo questo del cinema che pochi riusciranno a capire, poi via via sempre piu' facili per arrivare alla massa.
    e' un momento magico dove la realta' del se' e della creazione si stanno svelando per quello che sono e questo avviene per mezzo dell'innalzamento della consapevolezza.

    idem

    RispondiElimina
  55. @ idem: < comunque si, quello che dico l'ho sperimentato e lo sperimento ogni giorno e capisco che dal vostro punto di vista e' qualcosa di inconcepibile, lo era anche per me prima.
    lo ripeto, la realta' va oltre la piu' fervida immaginazione.

    quando pero' parlo dei potenti non e' una mia realta' sperimentata perche' io non sono loro ma relazionando quello che posso fare io con quello che fanno loro trovo molte analogie per cui ne deduco quello che ho scritto.

    ogni vola che si parla di un altro si va sempre a deduzione perche' non si sperimenta l'altro ma solo il se'.

    la relazione tra il se' e la realta' e' la cosa che mi interessa analizzare e nella realta' ci siete voi e tutto il resto. >
    Grazie della risposta......l'unica cosa che non mi tornava era il discorso sui "potenti". Ora sei stato chiaro.....almeno per me. :-)

    Mr Blue

    RispondiElimina
  56. http://www.mistic.it/thoth/tavola-tre.htm
    -La Chiave della Saggezza-

    RispondiElimina
  57. A meno che non si possieda un "io diviso", ossia schizofrenico, quel che si pensa, si dice o si scrive e di conseguenza si fa, sempre nei limiti delle proprie possibilità, manifesta quel che si "è". Non si tratta ( come sostiene "un testone" in un commento, e che continua a mandare "indirettamente" l'insulto di fascista ad altri quando lui è l' unico ad esserlo ) di apologia di fascismo, ma di manifestare pensieri e ideologie criminose con l' intento di PLAGIARE altri; poco importa che chi dice o scrive e propaga idee delittuose le compia negli atti, quel che CONTA è la volontà criminale di CONTAGIO, l' intenzione di diffondere "certe credenze". La dimostrazione di ciò si palesa nelle istituzioni religiose e culturali in genere, di questo nostro e di tutti i corrotti sistemi. Il concetto di ETICA sembra ESTRANEO a molti !!! All' esperienza personale di IDEM credo molto poco, "non mi arriva", anche perchè, altrimenti, apporterebbe le prove che metterebbero a tacere immediatamente tutte le contestazioni, e non credo proprio che se gli fosse possibile ne farebbe a meno; credo invece, navigando molto in rete e vedendo tanti altri idem a lui, che sia stato indottrinato da questa nuova religione, del tipo H.H. e Adamus vattelapesca, che ha il fine di sostituire le altre che non "reggono" piu', e che ha sparso un mucchio di adepti nei blog. MDD, la differenza fra me e te risiede "soltanto" nel modo di cottura; io, che sono un' impulsiva, li faccio direttamente alla brace, e a te, più riflessivo, piace rosolarli in padella a fuoco lento; tutto lì. Lilith

    RispondiElimina
  58. @ MDD. Il mio commento...apparso un minuto....evvia ! Lilith

    RispondiElimina
  59. http://www.mistic.it/thoth/tavola-nona.htm
    -La chiave per essere liberi nello spazio-

    RispondiElimina
  60. "all’inizio c’era il Pensiero eterno, e perché il pensiero sia eterno, deve esistere il tempo. Così all’interno dell’omnipervadente pensiero crebbe la Legge del Tempo. Sì, il tempo che esiste attraverso tutto lo spazio, fluttuando in un delicato, ritmico movimento che è eternamente in uno stato di stabilità. Il tempo non cambia, ma tutte le cose cambiano nel tempo. Perché il tempo è la forza che porta alla separazione degli eventi, ognuno nel suo proprio posto. Il tempo non è in movimento, ma tu ti muovi attraverso il tempo perché la tua coscienza si muove da un evento all’altro. Sì, nel tempo tuttavia esiste, tutto nel tutto, un'unica e sola esistenza. Sappi addirittura che sebbene nel tempo tu sei separato, eppure tu sei UNO, esistente in ogni tempo."

    http://www.mistic.it/thoth/tavola-decima.htm

    RispondiElimina
  61. BENVENUTO GIOVANNI :)

    Penso che l'incendio del cinema a Torino sia assolutamente un caso, SPERO !!! :-)
    Non capisco cosa ci sia di occulto o magico ...
    Attenzione a non attribuire un valore magico a tutti gli eventi ...
    RICORDIAMOCI CHE REGNA IL KAOS E LE POSSIBILITA' INTRINSECHE NUMERICHE SONO MOLTEPLICI ...

    Prima di attribuire ad un evento tragico una valenza magica io ci andrei con i piedi di piombo ...
    Vi faccio io una domanda ...
    Se l'evento non fosse successo il 13, come avremmo fatto a fare tornare i conti ???

    esempi vari ...
    Se fosse successo il giorno 12, qualche complottista avebbe sommato il 12 ed il 64 la cui somma totale numerologica da 13
    :-)))
    e c'e' chi avebbe gridato al complotto nella stessa maniera ...
    e se fosse stato 11 e 64 ???
    Sarebbe risultato 12 e tutti i riferimenti cristiani, ma già sarebbe bastato il numero 11 :-)
    se fosse stato 10 e 64 ???
    ANCORA 11 ED ANCORA TUTTI IMMERSI NELL' OCCULTO ...

    QUESTO X DIRE CHE POSSONO CAPITARE PROBABILISTICAMENTE SOMME CON NUMERI SIGNIFICATIVI, ALMENO LA META' LO SONO ...
    Quindi non credo sia stato un rituale magico satanico, quello di incendiare il cinema, poi magari mi sbaglierò, non so, ma istintivamente direi di no ...
    SE QUALCUNO HA NOTIZIE PIU' DETTAGLIATE E' PREGATO DI POSTARMELE, MAGARI CI FACCIAMO UN BEL POST ...

    GRAZIE GIOVANNI, SCUSAMI SE NON SONO STATO TROPPO D'AIUTO MA CONOSCO POCO QUELLA VICENDA ...

    PS:ORA CHE MI VIENE IN MENTE, MI E' STATO REGALATO UN LIBRO SULLA TORINO OCCULTA, ME LO RILEGGERO' MEGLIO, CHISSA' CHE NON CAMBI IDEA ANCH'IO ...
    :)

    RispondiElimina
  62. **che continua a mandare "indirettamente" l'insulto di fascista ad altri quando lui è l' unico ad esserlo**
    coda di paglia? Quindi se ho capito bene, tu puoi insultare altri partecipanti che dicono la loro, insultare chi trova interessante quello che affermano, ma nessuno può minimamente sfiorarti o avere dubbi su ciò che affermi. Cosa ti aspetti dagli altri, un full-pranam (genuflessione)? Scendi dal piedestallo che sei grande abbastanza.
    Vedi, io non mi offendo se qualcuno mi da del testone, forse ha pure ragione dal suo punto di vista, tu invece cuoci di rabbia ad una minima allusione. Fascista non è un insulto, è una condizione di intolleranza. Per me dare del matto a chi non la pensa come te, solo perché non la pensa come te, è fascista. Mi spiace se ti senti tirata in ballo, ma mica te lo ho detto io di essere fascista.
    HEIL HITLER!

    PS
    Visto che ti piace ribaltare le frittate, ti anticipo rispondendo già a quello che molto prevedibilmente dirai:
    ***proprio tu parli che sei su un piedestallo alto un km.***
    le cose che so e che penso sono a disposizione di tutti. Nella vita ho avuto delle fortune che altri non hanno avuto, ma ciò che desidero è che anche altri possano usufruire di quanto mi è stato regalato.
    ***il fascista sei tu, inoltre sei malevolo, astuto e acido***
    sarà, ma se lo fossi starei a perdere tempo con te? In fondo la tua rabbia mi piace, perché è vera incazzatura senza compromessi, che si rivolge al primo che passa.
    ***in fondo sei un maschilista e non puoi sopportare che una donna ti metta sotto***
    essendo etero, verso le donne sono un po vanitoso e pavone, ma se dovessi contare le volte che una donna mi ha messo sotto…oddio, non basterebbe l’enciclopedia treccani a raccontarle tutte.
    Se qualcuno ha qualcosa da insegnare, da me è sempre il benvenuto. Se qualcuno vuole apprendere qualcosa, per quel poco che posso è sempre il benvenuto. Uomo, donna o frocio che sia.

    Domandati perché di solito agli insulti e alle provocazioni non rispondo mai, mentre alle tue rispondo sempre.

    RispondiElimina
  63. DEMOCRITO ...
    Ho visto la conferenza di Santaruina, interessante x alcune cose, per altre meno ...
    In primis credo faccia un pò confusione tra anima e spirito, poi ha un'impostazione troppo religiosa ...
    Io sono d'accordo con la Teosofia quando afferma che il DIO cattolico, in realtà non è altro che simbolicamente satana o lo spirito del male incarnato in Maya, creatore dell' egregora Maya stessa, mentre noi siamo Lucifero come è Lucifero il simbolo cristico ed iniziatico ALTO in contrapposizione al DIO DELLE RELIGIONI EFFIMERO, PROIETTIVO E FALSO ...
    IN QUESTO SONO MOLTO SATANISTA, ANZI LUCIFERIANO E TEOSOFICO ... :)

    Il problema E' che loro utilizzano conoscenze energetiche ed alchemiche, ma le utilizzano per scopi malvagi o ancor peggio, fingono di utilizzarle, per scopi malvagi !!!
    Un pò come le madame africane che terrorizzano le proprie vittime con il ricatto del rito magico, quando ovviamente sono impostori e questo lo so BENE x esperienza diretta e personale ...

    Penso che il fattore psicologico sia prevalente e la paura apra il nostro inconscio agli elementali del basso astrale che sono dentro e non fuori della nostra struttura psichica ...

    POI,nella conferenza di santaruina ci sono molte sciocchezze sulla psicologia, tipiche del complottismo BIANCO, cioè proto-cattolico e di solito destroide, dove sicuramente entra a pieno titolo anche l'autore che ho postato e che ha indignato tanto, in primis anche me per alcune cazzate che dice e che giustamente Eli mi faceva notare ...
    Ma è interessante sempre sapere il punto di vista di chi la pensa diversamente da te, io capisco molto di più leggendo un giornale di destra che uno di sinistra, pur essendo di sinistra, quindi accolgo sempre con piacere tesi altrui, che poi in certi casi arricchiscono sempre ... !!!

    HASTA LUEGO

    RispondiElimina
  64. CHIEDO A DEMOCRITO E LILITH DI FARE LA PACE VIRTUALE, FATELO ALMENO X IL SOTTOSCRITTO CHE SI SBATTE A RISPONDERE IN CONTINUAZIONE A QUALSIASI ORA DEL GIORNO ...
    :-)
    NON SIETE OVVIAMENTE OBBLIGATI A FARLO,MA MI DISPIACE SINCERAMENTE VEDERVI NON ANDARE D'ACCORDO COME UN TEMPO, UN CONTO SE FOSSERO ANONIMI A LITIGARE TRA LORO,MA NEL VOSTRO CASO MI ADDOLORA ASSAI ...
    :-)
    LO SO CHE OGNUNO DI VOI DARA' LA COLPA ALL'ALTRO DI AVER INIZIATO LA POLEMICA VIRTUALE, NON SO QUI X GIUDICARE ALCUNO, MA SE RIUSCITE A FARE ENTRAMBI UN PASSO INDIETRO MI FARESTE UN BEL REGALO ... !!!
    SE NON SIETE D'ACCORDO PAZIENZA, AMICI COME PRIMA, NON CAMBIA NULLA ...!!!
    BACI A TUTTI ...

    RispondiElimina
  65. Sulla psicologia non ho le idee chiare, quindi passo. Sul fattore religioso, penso che guenon fosse un grande pensatore ed esoterista, ma inalzarlo a voce della verità sia davvero eccessivo. Quello che invece mi ha interessato è il simbolismo della croce. Questi concetti sono trattati dal guenon praticamente in tutti i suoi libri. Seguendo il braccio materiale si arriva al punto di intersezione con il braccio spirituale. A questo punto l’individuo ha la scelta se andare in alto o in basso. Nel basso si incontra l’ocultismo, la magia (bianca o nera), il satanismo. Sorprendente constatare come dell’alto non si parli mai, anche perché non c’è molto da dire. Li c’è solo un’esperienza.
    Corretta invece a mio parere la distinzione tra anima e spirito, ma senza esperienza dell’alto rimangono solo chiacchiere. Una cosa tralasciata è che al vertice dell’alto viene posta al scritta I.N.R.I., Iesus Nazarenus Rex Iudaeorum. Tutto il simbolismo della croce ha un alto significato esoterico. L’uomo gesù sacrifica se stesso e si riunisce allo spirto e questo lo fa diventare re degli eletti (giudei). Essere re è quindi una accusa, che verrà realizzata con la tortura e con la morte, ma anche una meta, alla portata dell’uomo gesù come di chiunque altro essere umano. Viene in questo modo sugellato il patto alchemico tra l’uomo gesù ed il cristo gnostico, cioè la trasformazione alchemica dell’uomo in dio, attraverso il sangue e la morte.
    Massoneria e chiese hanno invece scelto di percorrere la via del basso….che dio abbia pietà delle loro anme!

    RispondiElimina
  66. mdd, accolgo la tua richiesta e non risponderò più a lilith qualunque cosa ella scriva. peccato perchè la trovavo divertente, ma la tua richiesta è assolutamente giustificata, quindi passo.
    un ultimo commento, lilith guarda che non ce l' ho con te e l'ultimo commento sul fascismo non era nemmeno indirizzato a te, ma avevo appena finito di leggere qualcosa sull'antisemitismo e mi sono venute delle considerazioni sulle contradizioni della democrazia. nel leggere i vari commenti ti ho tirata in ballo inconsapevolmente. ti prego quindi di accettare le mie scuse

    RispondiElimina
  67. Ringrazio MDD e Idem per la cortesia e le risposte. Mi piacerebbe che Idem spiegasse meglio quella che ha voluto dire.

    Grazie

    RispondiElimina
  68. Grazie MILLE Democrito, puoi risponderle x carità, era solo x non esagerare nella polemica ...
    :-)

    PS:OGGI MI SENTO BUONO,STO DIVENTANDO UN PRETE ??? MI FACCIO QUASI SCHIFO ... !!!
    AHAHAH

    RispondiElimina
  69. RAGAZZI, RINGRAZIO VOI ED IN VOSTRI INTERVENTI ...
    IL BLOG COMPIE UN ANNO :-)
    SONO PASSATI 12 MESI ED I COMMENTI COME I VISITATORI SONO AUMENTATI, GRAZIE VERAMENTE DI CUORE ...
    SIAMO AD UNA MEDIA DI 400 VISUALIZZAZIONI AL GIORNO, CHE SONO UN TERZO DEI BLOG IMPORTANTI COMPLOTTISTI DEL WEB, CHE VIAGGIANO MEDIAMENTE A 1200/1500 VISITE AL DI'...

    HASTA LUEGO ...

    RispondiElimina
  70. @democrito
    Ho letto le tue affermazioni "esoteriche" sul simbolismo della croce, relativamente all'uomo Gesù che "sacrifica se stesso e si riunisce allo spirto e questo lo fa diventare re degli eletti (giudei)". Ma tu lo sai che ogni interpretazione "esoterica" non deve mai prescindere dal senso letterale? In quale scrittura hai colto il tuo riferimento che Gesù "si riunisce allo spirto"? Fino a prova contraria, in Gv 19:30 sta scritto che "chinato il capo rese (παρέδωκεν) lo spirito (πνεῦμα)", non che si ricongiunse.
    La tua è una interpretazione massonica di tendenza gnostica, c'è poco da dubitarne.
    Visitor

    RispondiElimina
  71. @Giovanni
    dice Democrito: "Sorprendente constatare come dell’alto non si parli mai, anche perché non c’è molto da dire. Li c’è solo un’esperienza."

    non mi viene niente da aggiungere in questo momento perche' non vedo nessuno che porti un'esperienza "dell'alto" per cui non saprei come esprimermi a chi non l'ha ancora sperimentata. e' enorme il punto di vista sulla vita tra chi l'ha sperimentata e chi no.

    idem

    RispondiElimina
  72. Accetto le scuse di DEMO per l' "incosapevole" accusa di fascista, che a mio modo di vedere è un insulto ! E chiedo scusa per il consapevole "testone". Lilith

    RispondiElimina
  73. @ IDEM scrive: "non mi viene niente da aggiungere in questo momento perchè non vedo nessuno che porti un' esperienza "dall' alto" per cui non saprei come esprimermi a chi non l' ha ancora sperimentata.è enorme il punto di vista sulla vita tra chi l' ha sperimentata e chi no." Ebbene, divino IDEM, neanche tu porti questa esperienza "dall' alto"...o dovremmo INDOVINARLA o FIDARCI delle tue parole...e basta ?!? E in quanto all' enormità del punto di vista tra chi l' ha sperimentata e chi no...forse hai saltato qualche parola...NO ??? anche se ho capito !!! FATTI, ci vogliono FATTI, PROVE, e non deliri di grandezza, se si vuole credibilità. E fino a prova contraria, da 1 a 10, la tua teoria equivale a -3-, e la pratica a -0-. Lilith

    RispondiElimina
  74. @LUCAST,
    nell' altro POST mi scrivi che ti ricordo il "mitico e insuperabile" ANDRETTA; perchè lo dici in che cosa gli assomiglio NON certo nello stile grafico e neanche nel carattere che per certi versi è all'opposto, tra l' altro ANDRETTA l' ho conosciuto personalmente in FRIULI una trentina di anni fa e ti dirò che allora era un capace e intraprendente "imprenditore" agricolo poi ci siamo persi di vista ma OGGI ci accomuna la grande stima ed EMPATIA per l'ormai "immortale" dr. STEINER !!! COSI E' !!!

    NAMASTE'
    & HASTA SIEMPRE

    RispondiElimina
  75. @MDD,
    man mano che posti gli scritti della MASSONERIA e SEMPRE più chiaro come è strutturata(la PIRAMIDE) e come gestisce il suo POTERE; adesso anche tu come me avrai capito l' enorme potere "materiale" ma NON solo dell' EGREGORE che NON parte dall' anno 1717 ma è più che "millenaria", capirai così anche che per "difenderci" dallo strapotere di chi esercita anche la MAGIA(nera) in tutte le sue innumerevoli varianti DOBBIAMO ESSERE "PROTETTI" e "AIUTATI" DA ENTITA' ENERGETICHE SPIRITUALMENTE PIU' ELEVATE ED ANCHE PIU' POTENTI E CHE CI ANCHE INSEGNINO AD EVOLVERE !!!

    COSI' E', CHE CI PIACCIA O NO O PENSI CHE CE LA POSSIAMO FARE DA SOLI GRAZIE ALLA "CREAZIONE" DELLA MENTE CHE MENTE !!!???

    Allora chiediti e chiedi, ma chi SONO queste in VERITA' queste ENTITA' BENEFICHE(?!) opposte a quelle MALEFICHE; rispondere a questo interrogativo è capire "CHI NOI SIAMO" realmente, e chi "LORO SONO" dal lato ENERGETICO/SPIRITUALE perchè tutto il resto SONO SOLO un mare di PAROLE, PAROLE, PAROLE.....

    NAMASTE'
    & HASTA SIEMPRE

    RispondiElimina
  76. SDEI in alcuni tratti caratteriali invece vi assomigliate, la vostra enfasi nel dialogo per intenderci, sarà un tratto comune di chi appartiene alla stessa fascia d'età?
    Ma Andretta nono costruiva case? Se non erro lo disse nel blog di Franceschetti tempo addietro, pensavo che facesse l'imprenditore agricolo perchè in pensione.

    Lucast

    RispondiElimina
  77. @Lucast,
    senz' altro l' età ha il suo peso nello stile di scrivere; infatti leggendo gli SMS telegrafici delle mie nipoti ventenni faccio fatica ad interpretarli, credo che questo dipenda anche dal fatto che TUTTE le PAROLE hanno una LORO energia come del resto i numeri e i nomi ma questo l'ho già scritto più volte !!!

    Sinceramente NON sò se il nonno di ANDRETTA fosse un costruttore, lui da SEMPRE è un agricoltore anche tecnicamente molto preparato perchè è un BIODINAMICO; riguardo all' enfasi che come dici tu ci caratterizza entrambi, penso sia la conseguenza della "passione" per il dialogo con gli ALTRI che siete TUTTI VOI !!!

    NAMASTE'
    & HASTA SIEMPRE

    RispondiElimina
  78. Paragonare SDEI allo Sgrammaticato Ampolloso è come paragonare una farfalla ad un bacarozzo.
    Bah...

    RispondiElimina
  79. SDEI
    Allora chiediti e chiedi, ma chi SONO queste in VERITA' queste ENTITA' BENEFICHE(?!) opposte a quelle MALEFICHE...

    OK, MA CHI SONO QUESTE ENTITA' BENEFICHE ???
    PERCHE' HAI MESSO IL PUNTO INTERROGATIVO TRA PARENTESI ???
    ANGELI, ALIENI, NOI SU DI ALTRI PIANI ???
    POTRESTI AVERE RAGIONE, MA IO HO BISOGNO DI SPERIMENTARE E VEDERE, NON MI BASTA CHE QUALCUNO ANCHE IN BUONA FEDE MI DICA CHE ESISTANO ... POTREBBE ESSERE VERO, MA MAGARI SAREBBE BELLO QUALCHE ALTRA INFORMAZIONE PIU' EMPIRICA ...
    NON SO ... :)

    HASTA

    RispondiElimina
  80. @ SDEI. Di grazia, SDEI, diccelo tu chi sono. Perchè io mi sono chiesta tante volte se ci sono...e chi potrebbero essere ! Ma piu' che una naturale e determinata "spinta" o VOLONTA' dell' universo verso l' equilibrio, dovuta a delle sue intrinseche leggi, non riesco a vedere. E francamente non credo né a forze benigne né maligne, ma a dei passaggi che la materia, che è in sé condizionata dalla sua natura stratificante, deve eseguire per superare, appunto, questi suoi limiti, e che si compiono attraverso la volontà dell' UOMO. Ciao caro. Lilith

    RispondiElimina
  81. Oggi è la giornata degli enigmi ! Me lo sono domandato, DEMO, ma non conosco la risposta del perchè alle mie si e alle altre no. Se me la vuoi dare tu ?!? Grazie. Lilith

    RispondiElimina
  82. OT, ma forse non tanto.
    Anni fa, presi la decisione di cominciare ad ascoltare il mio intuito, che credo tutti abbiamo almeno allo stato latente, specialmente per quanto riguarda situazioni e persone. Da quando l'ho cominciato a fare (invece di ignorarlo e poi puntualmente pentirmene) la mia vita e' cambiata in meglio. Il mio intuito e' abbastanza forte e posso "sentire" che tipo di energia emanano le persone, anche gli sconosciuti, anche per iscritto, immediatamente. Questo ad esempio e' il caso di individui da me incontrati magari per lavoro, che poi, si sono rivelati massoni di grado medio alto, come avevo scritto.

    Ora, nella fattiscpecie, ci sono tre persone che hanno commentato o commentano questo blog la cui energia percepisco come un buco nero; e non trovo immagine migliore. La loro energia e' molto simile e infatti, se si ritrovano qui o altrove, si fanno sempre i complimenti a vicenda. Penso che queste persone abbiano avuto o hanno a che fare con il male, quello vero, e che soffrano di forti disturbi mentali senza saperlo o volerlo ammettere. Si tratta del tipo di persona che nella vita tengo a debita distanza, perche' come un buco nero e' in grado di assorbire tutta l'energia positiva altrui. Inoltre, sono pericolosi perche' talvolta possono apparire "carismatici" a chi e' debole. Nomi non ne faccio, chi vuole intendere intenda. Chiedo scusa per questo piccolo "detour" apparentemente poco razionale ma volevo esprimere di getto quello che ho percepito, anche come messa in guardia di tutti.

    RispondiElimina
  83. molto bene Conte,
    quello che tu chiami "intuito" io l'ho descritto come "cuore" ma e' sempre la stessa cosa, un'emozione di amore che accompagna un pensiero, piu' e' forte l'emozione piu' e' vero (o realizzabile) il pensiero. e' il primo pensiero che viene in mente, il pensiero che non e' ancora stato modificato dalla logica.

    lasciando da parte il discorso sul negativo perche' e' una tua valutazione, sono felice di sentire che da quando hai cominciato a seguire l'intuito la tua vita e' migliorata perche' e' stato lo stesso con me, segno che e' un qualcosa che accomuna gli uomini.

    adesso potresti, se te la senti, provare di descrivere piu' in dettaglio cosa intendi per migliorata, magari potrebbe interessare a qualcuno di quelli che leggono ma non commentano.

    idem

    RispondiElimina
  84. Conte Senza Palazzo

    L'intuito non ha nulla a che vedere con il
    cuore, che corrisponde al quarto chakra ed è ancora coinvolto nella sfera emozionale, ma
    è una facoltà della mente alta, collegata al
    Terzo Occhio, cioè al Sesto Chakra.

    Capisco ciò che provi, perché accade spesso anche a me.
    Ci sono momenti in cui devo allontanarmi da questo come da altri blogs, perché non reggo
    l'onda d'urto negativa.

    RispondiElimina
  85. @ CONTE. Carissimo, centri sempre i problemi nella loro totalità e con grande semplicità e chiarezza. Mi identifico così tanto con quello che hai scritto che mi pare d' averlo scritto io. Per rafforzare l' intuito ho anche imparato a CENTRALIZZARE lo sguardo con certe tecniche e ad equilibrare i piedi, in particolare, ma anche il resto del corpo; in quanto la consapevolezza, che è la porta dell' intuito, passa in primis per il corpo. Da quando ho acquistato più fiducia nel mio intuito ho più contollo degli avvenimenti, mi succedono meno cose sgradevoli e non cado più in quei buchi neri ( vere trappole ) che risucchiano l' energia positiva di cui tu parli. Il carisma, credo sia dovuto all' arte di recitare che questi soggetti imparano molto bene, dovendo accuratamente nascondere la loro negatività, che altrimenti terrebbe, per l' evidenza, lontane le persone; e ad uno specializzarsi nella conoscenza dei punti deboli degli altri, che permette loro di agire di conseguenza. Mi sono molto interessata a questo tema e ne ho fatto un vero e proprio studio, riuscendo in fine a riconoscerli ( se non subito, dopo poco ) e a catalogarli; poichè, quasi sempre, presentano una simile dinamica nel linguaggio e nel comportamento. Però ho notato che l' "apparente" sicurezza che ostentano va subito in crisi se dimostri loro di averli colti, una delle cose che temono è l' essere sbugiardati, l' altra è che gli altri si uniscano contro di loro. Praticano, senza sosta: l' adulazione, l' inganno, la menzogna, "attentati fisici", sputtanamenti "a fin di bene" ed un CONTINUO ed INESORABILE "dividi e impera"; si autodefiniscono intelligentissimi ed i più sfacciati anche "buonissimi", non hanno NESSUNA capacità d' ascolto, odiano tutti e nel profondo anche sé stessi. I loro disturbi, a mio avviso, risalgono ad una infanzia priva di un benchè minimo amore, che li porta a credere nel male e nella distruzione come forza suprema; e su queste devastanti basi costruiscono la loro drammatica vita, ostacolando, quasi come un dovere, tutto quello che di buono e bello incontrano sul loro cammino. Lilith

    RispondiElimina
  86. @ IDEM. NON FARE LO GNORRI !!! è insopportabile questo tuo credere nella tua scaltrezza e nell' imbecillità altrui. Cuore e amore non c' entrano un cazzo né con l' INTUITO, né con i CRIMINI che tu immoralmente giustifichi ! CHIARO ??? Prima di voler portare acqua a casa col tuo secchio controlla che non ci siano buchi. Lilith

    RispondiElimina
  87. Molto giusto il discorso di ELI sui Chakra. Però, le onde d' urto "virtuali" dei blog sono rose e fiori, in confronto a quelle della realtà "vera" !!! Lilith

    RispondiElimina
  88. Vero Lilith!
    Però, facendo pulizia nella mente e nella vita,
    mi capita d'incontrarne sempre meno nella realtà esterna.
    Hai ragione quando attribuisci certi comportamenti alla mancanza d'amore; in realtà è
    la causa principale di tutti i mali del mondo.
    Hai notato che certi individui praticano
    spesso anche la manipolazione? O per lo meno
    ci provano! :-D

    RispondiElimina
  89. il pregiudizio e' una brutta bestia...
    idem

    RispondiElimina
  90. Io invece, ELI, malgrado l' igene mentale, ne trovo tanti...troppi, nella "realtà"; solo che ho imparato ad affrontarli, senza andare tanto per il sottile, ossia senza rispetto ( non lo meritano, ci mancherebbe !! ), ma svelandoli e facendoli cadere nei loro stessi tranelli o gicandoli con le loro stesse armi...difatti, vanno in confusione e mi odiano più che chiunque altro ( ma non mi fanno paura, loro sono i codardi, non io di certo, con la rabbia che ho in corpo per le ingiustizie che strafanno ) perchè li rendo impotenti...e così facendo si manifestano, agli occhi di tutti, nella loro "vera essenza" di merde crimilali. Amare tutti e rispettare tutti in ugual misura, in teoria è giusto, ma non lo è, ed è da qualunquisti, in quasta "società". Non ho capito l' ultima frase !!! Lilith

    RispondiElimina
  91. Si IDEM, è proprio una brutta bestia, anzi....PERSONA. Soprattutto quello dei criminali nei confronti degli onesti....e tu ne sai qualcosa...VERO ??? Lilith

    RispondiElimina
  92. i vostri giudizi sono sballati.questo idem non è nè matto nè criminale ma un servo mezzo scemo e mezzo stronzo di assassini.

    RispondiElimina
  93. Comunque le onde positive o negative dipendono anche dalla percezione che abbiamo in quel determinato momento degli eventi e dal nostro stato d'animo ...
    Sono sensazioni talmente relative e personali che possono cambiare da un momento all'altro, è normale percepirle così ...
    Io sinceramente fatico a percepire tanta positività o negatività su dei commenti scritti in un blog, posso esserci interessato o meno, ma la vita è ben altro ...

    Il rapporto tra i vari commentatori rimane su di un piano virtuale, uno può dire anche le peggiori cose, ma se io non le sento non mi tange ...
    Noi comunichiamo e ci scambiamo dati, emozioni e quindi è fisiologico sentire od avvertire "negatività" da qualcuno o positività da altri o a seconda dalla stessa persona ...
    Io vedo che invece c'è comunque voglia di dialogare nel bene o nel male, e questo è sempre positivo, poi ognuno agisce come meglio crede, o può ... !!!

    HASTA

    RispondiElimina
  94. anonimo ...
    Ma quale servo dai mò, semmai è un agente infiltrato dei templari che osservano questo blog, anzi uno dei capi, ahah :)
    Tutti tesi a complottare ed eteroguidare il blog, che si firmano con nik diversi e controllano dall'alto cosa viene detto da tutti ...
    :-)

    RispondiElimina
  95. @Idem,
    Per esempio la mia vita, da quando ascolto il mio intuito, e' migliorata perche' ho mparato a riconoscere le persone di cui mi posso fidare e a tenere a distanza le persone che percepisco come manipolatrici, assorbenti l'energia altrui, malevole, mentalmente disturbate e potenzialmente pericolose, anche se provano a ingannarmi. Peraltro i bambini hanno un innato forte intuito: basta guardare come hanno antipatia "a pelle" per certi adulti senza apparente motivo. Poi il "bravo genitore" gli insegna che bisogna essere amici e gentili con tutti, e i bambini perdono questa loro capacita' sensitiva. Diciamo che mi sono ripreso quella capacita' che avevo da bambino.

    RispondiElimina
  96. ***Oggi è la giornata degli enigmi ! Me lo sono domandato, DEMO, ma non conosco la risposta del perchè alle mie si e alle altre no. Se me la vuoi dare tu ?!? Grazie. Lilith***
    scusami, ma la domanda è poco chiara. Se ti riferisci alle entità di cui riferiva sdei, non ne so nulla. Forse sarebbe il caso, se ne ha voglia, che lo stesso sdei ce ne parli. Il mio campo di indagine è abbastanza lontano da ciò che lui ci racconta. A me, al contrario di MDD, il racconto sarebbe sufficiente, perché non ho nessun interesse ad incontrare entità, ne del basso, ne dell’alto astrale. Inconri di questo tipo non sono contemplati nella mia strada di crescita e caso mai dovessero un giorno avvenire, non vorrei mi condizionassero in quello che sto facendo. Comunque, da un punto di vista intellettuale, sono più propenso a credere ad entità astrali che entrano in contatto con il mondo fisico, che non agli extraterrestri o a civiltà aliene ipetecnologiche. Anche sulla teoria di atlantide, penso si sia parlato troppo a vanvera. Può darsi che sia esistito, come può darsi che no. Quello che è certo è che su teorie, a volte veramente tirate x i capelli, si sono costruite fortune editoriali.
    Nella società della merce e dello spettacolo, la questione del denaro non va mai sottovalutata nell’analizzare un fenomeno. Tanto più si mantiene la popolazione ignorante, tanto più presa avrà su di essa la macchina pubblicitaria e tanto più si venderanno prodotti di bassa qualità, creati con poco sforzo, a prezzi elevati.

    RispondiElimina
  97. Penso che di idem non avete capito bene cosa voglia dirci, ma continuate a parlarne perché avete intuito che lui ha posto un problema fondamentale, che non riuscite a sbrogliare. O forse sono io che che non ho capito un cazzo, in questo caso meglio chiarire subito.
    Intanto idem ha un problema di comunicazione. Anche se sembra chiaro ciò che scrive, non lo è affatto.
    Partiamo dal tema dell’omicidio. Idem non sta facendo apologia di reato, stà dicendo che nel nostro modo di pensare incaselliamo tutto in categorie, pertanto esistono atti buoni e atti cattivi. Bene e male, giusto e sbagliato, bello e brutto, ecc. Sono i metri di giudizio, o le categorie, a cui ci riferiamo per ordinare i nostri pensieri, creando quindi un nostro schema morale che condizionerà gli atti della nostra vita. L’omicidio diventa quindi, nel ragionamento, non il soggetto, ma l’esempio negativo di quanto si vorrebbe dimostrare. Accanirsi sull’esempio è fuorviante nello svolgersi del ragionamento, ma questa è una cattiva abitudine sia di chi lo critica, sia di idem che mostra in questo la sua carenza comunicativa. Il vero soggetto del ragionamento, non è l’omicidio in quanto tale, ma il giudizio morale. Nel giudizio noi limitiamo le nostre potenzialità e senza accorgecene dimostriamo ancora una volta di più, come se ce ne fosse bisogno, il nostro essere profondamente religiosi. La religione è penetrata profondamente in noi, al punto di essere tutt’uno con noi e farci confondere l’essenza di noi stessi con la morale di cui siamo impregnati. La morale, il dogma e il rituale, sono i tre pilastri su cui si poggia tutta la costruzione della religione.
    Non so se ho corretamente interpretato il pensiero di idem, ma sicuramente io la penso così su queste tematiche, a mio parere non di poco conto (cont)

    RispondiElimina
  98. Di mio continuo dicendo che l’argomento in questione è di natura massonica ed è indispensabile affrontarlo per coloro che vogliono comprendere sia i fondamenti della massoneria, sia quelli di qualunque forma di occultismo o esoterismo.
    Al tempo dei templari pare, che per accedere agli alti gradi dell’ordine, fosse necessario sputare sul crocefisso, cosa questa che, nella morale dei tempi, per gravità fosse peggio che compiere un omicidio. Oggi nella moderna massoneria delle alte loggie, per accedere agli ordini superiori, pare che invece occorra proprio ammazzare qualcuno. Meglio se un bambino, o un’adolescente, in apposite cerimonie rituali. Ecco perché la massoneria alla fine non è altro che una controchiesa, di nessun valore per la crescita dell’individuo. Il problema che si pone non è di ordine etico, ma di ordine pratico. La sospensione del giudizio morale è indispensabile alla liberazione del cuore dai legacci della religione, ma non si ottiene andando contro il comune sentire religioso o etico, compiendo azioni “sbagliate” solo perché sono ritenute tali dal nostro sentire. In questo modo si è semplicemente creata una contro-religione, ancora più demenziale e schiavizzante di quella da cui ci si vorrebbe liberare.
    Anche il concetto di discesa agli inferi, a mio parere, non ha alcun valore pratico. Anche la teoria fosse corretta, cosa che non credo minimamente, questa dovrebbe avvenire spontaneamente, non essere quindi ricercata dal soggetto. L’auto tortura, come strumento di distacco dalla fisicità, è chiaramente il segno della stupidità religiosa e contro-religiosa, motivata dall’ego di voler essere a tutti i costi più di quello che ci è dato di essere. La crescita che non è armonica e motivata dall’amore per Dio, non è vera crescita, ma soltanto una buffonata. (Cont)

    RispondiElimina
  99. Seguire il cuore per me significa seguire le mie inclinazioni più profonde, i desideri più intimi e sicuramente, non ho bisogno di ammazzare nessuno per poterli realizzare. Ho bisogno di liberarmi dal giogo della morale, per poter seguire il cuore, ma questo si ottiene con delle opportune pratiche che non hanno bisogno di coinvolgere altri per essere effettuate. Un percorso interiore è vero se riguarda l’interiorità del soggetto, non la sua esteriorità. Mi sento in questo contesto, agli antipodi del pensiero di Guenon, il quale riconosceva, da buon massone, la validità del rituale esteriore, a cui io invece non do nessun valore.
    Anche la simbologia per me ha valore solo come strumento di comunicazione. Non è vero che conoscere i simboli alchemici o esoterici porti ad una qualche conoscenza. Si studiano i simboli per poter interpretare i testi che ci intressano, ma alla fine nessun testo può darci nessuna conoscenza. I testi, i monumenti, le opere d’arte, contengono solo indcazioni e sono solo testimonianze che qualcosa di trascendente esiste. Il loro scopo è accendere in noi la curiosità, il bisogno di saperne di più. Se ci si sofferma ai testi, stiamo gurdando il dito e i testi stessi hanno fallito il loro scopo.
    L’occultismo deve essere il piacere della scoperta, ma una volta scoperto l’arcano si ha un’indicazione, non è li il tesoro.

    RispondiElimina
  100. Democrito,
    la comprensione e' soggettiva ed e' data dal punto di vista/conoscenza di chi percepisce il messaggio per cui ad ognuno apparira' diverso. il significato non e' nel messaggio ma nella comprensione, soggettiva.

    io lo scrivo dal mio punto di vista e il motivo, lo ripeto, e' perche' sento di scriverlo, non fa parte del mio interesse quello che comprendono gli altri. un po' come lo spirito dei bambini di cui parlava il Conte, che fanno quello che si sentono di fare senza porsi tanti perche'.

    la differenza tra un bambino ed un adulto sta nell'esperienza la quale ha apportato conoscenza, con questa cambia il punto di vista sulla stessa azione.

    il bambino segue il cuore ma non comprende la creazione, l'adulto della massa non segue quasi piu' il cuore ma gli innumerevoli pregiudizi (la maggior parte dei quali confezionati dai media) e ancora non comprende la creazione.
    l'adulto illuminato segue solo il cuore perche' comprende la creazione, sa come si crea la vita (per averlo sperimentato), ne conosce le regole di base (che grosso modo sono quelle scritte sul Kybalion) e sa di far parte del progetto generale della vita, riconosce che tutto e' Uno per cui si focalizza a fare solo quello che sente dentro di lui, tutto il resto non ha importanza.

    a prima vista parrebbe un egoismo esasperato ma dal punto di vista di chi ha sperimentato l'unita' e' invece il riconoscere che per realizzare al meglio il progetto delll'unita' occorre realizzare al meglio il proprio progetto, dopodiche' il resto attorno ne trarra' beneficio.

    quando si e' in contatto con l'Uno la vita cambia notevolmente, la creazione avviene solo sulla base dell'amore (che non e' nelle cose ma scaturisce da dentro il se'), poiche' tutto e' solo pensiero non ci sono cose facili o difficili da creare ma tutto e' ugualmente possibile per cui quello che voi chiamate paranormale diventa la norma. ma non ha niente di diverso dal normale poiche' entrambi si creano alla stessa maniera (col pensiero), sono diversi solo dal punto di vista di chi non ha sperimentato l'unita'.

    termino dicendo che non e' il se' a decidere cosa amare o meno ma la mente universale che, attraverso l'amore, guida le sue varie componenti (tra cui l'uomo) a realizzare certe cose piuttosto che altre.

    idem

    RispondiElimina
  101. http://www.stampalibera.com/?p=26812#more-26812

    RispondiElimina
  102. http://www.stazioneceleste.it/ll_research/N-2011_02_12.htm

    RispondiElimina
  103. http://tv.repubblica.it/copertina/taiwan-il-bambino-fenomeno-con-il-diablo/69286?video

    RispondiElimina
  104. @ DEMOCRITO. La mia domanda non era riferita a SDEI (quella l' avevo rivolta, logicamente, direttamente a lui, nel commento precedente ) ma alla tua: "domandati perchè agli insulti e alle provocazioni non rispondo mai mentre alle tue rispondo sempre". E dato che me lo sono domandato e non ho trovato la risposta l'ho chiesta a te. E' vero che IDEM ha difficoltà ad esprimersi ma non così tanta da non capire cosa gli frulla per la testa; per esempio, mi sembra chiaro quando scrive: "Chi sta in cima al potere...ci sta perchè il suo contatto col divino gli consente di manifestare nella realtà ogni pensiero che gli viene dal cuore. L' illuminato...chiede attraverso la preghiera a dio di realizzare la sua richiesta. Io so che sembra buffo che il massimo potere di questo maya lo esrcitano attraverso la preghiera ma è così". Secondo me, DEMO, questa è soltanto una nuova religione adeguata a questi tempi e quindi più "spregiudicata", e che ha come scopo: approvare, giustificare e perpetuare, ancora una volta, le varie MALEFATTE del "potere", che sta ricorrendo ad alieni, rettili e roba astrusa del genere per proteggersi dalle conseguenze che potrebbero derivarne se si sapesse che sono in realtà quattro semplici stronzi a detenere e gestire il TUTTO. I concetti di IDEM sono gli stessi di H.H.( che tu ed alcuni amici, a cui io mi ero aggiunta, se ben ricordi, avremmo avuto piacere di andare a prendere a colpi di mazza da baseball ) ma meno elaborati, in quanto è meno preparato. Io so cosa ti attrae nei discosi che fa e perchè gli dai ragione su certe idee, in quanto anche io trovo interessanti certe sue uscite e sono addirittura mie econsiderazioni; ma credimi, non sono loro idee, se ne sono appropriati, e l' uso che ne fanno è ben DIVERSO perchè diverso è il contesto; non lo dico mai perchè credo sia inutile rilevare la mia sintonia con certe idee visto l' utilizzo che se ne vuole fare; è il quadro in cui IDEM le inserisce che non mi trova d' accodo perchè ingannevole, e non lo voglio alimentare. Sono convinta che tutto questo è intenzionalmente costruito per attirare, ed è quindi in malafede, magari non sua, ma di chi lo ha indottrinato SICURAMENTE. Detto questo, mi trovi d' accordo su tante altre cose, anche se non tutte. Lilith

    RispondiElimina
  105. :-D
    Lilith
    hai visto il bambino nel video del link di sopra?
    lui riesce in maniera formidabile in quello che fa perche':
    - fa quello che ama (segue il cuore)
    - e non ha paura di sbagliare

    io che ti dico che la vita e' meravigliosa quando uno fa quello che ama fare senza paura, secondo te sono dalla parte di chi vuole mantenere la massa ignorante?

    in verita' io non sono da nessuna parte, per questo provo di descrivere cosa vedo io sia nella massa che nei controllori.
    chi e' tra la massa e vuole diventare un controllore (della propria vita o di quella degli altri dipende da cosa gli dice il cuore, non fa differenza, dipende dal compito datogli dall'Uno) puo' imparare proprio da quelli che considera i suoi nemici.
    ma non imparare a compiere le loro azioni ma imparare a capire come riescono nei loro intenti, poi uno usera' il metodo (se c'e' e se e' possibile applicarlo a se' stessi) per riuscire nei propri intenti, quelli che ognuno si sente nel cuore.
    l'amore guida alla realizzazione delle azioni che sono maggiormante in sintonia col progetto dell'Uno, tanto piu' amore si prova nel pensare ad una cosa, tanto piu' facilmente essa si realizzera', qualunque essa sia perche' non esistono limiti fisici/scientifici alla creazione se non quello sconosciuto del pensiero.

    il se' e' al centro della scena, dei malvagi fuori non e' possibile provarne l'esistenza.

    nel senso che ognuno di noi non puo' dimostrare a se' stesso che la realta' esiste anche senza di lui, bisognerebbe non esistere e al tempo stesso percepire la realta', il che e' impossibile. questo dovrebbe far capire che il se' e' al centro della scena, molto probabilmente come creatore, molto probabilmente e' tutto Uno, con il se' essendo un livello della consapevolezza totale dell'Uno.

    idem

    RispondiElimina
  106. lilith,
    ti rispondo, quindi ti considero, perchè la tua è incazzatura sincera, non artefatta o finalizzata a scopi loschi. sei come sei e a me va bene così.

    idem,
    io cerco, per quel che posso, di prendere il meglio dalle persone e tralasciare il resto.
    tu per me hai un problema di comunicazione. tu dici che scrivi perchè ti va, ma anche i bambini agiscono, non in base a un ragionamento, ma in base ad una logica, per loro inconsapevole, ma evidente. il bambino piccolo piange perchè ha fame e ride perchè sta digerendo. la differenza è che noi adulti possiamo dare una risposta ai nostri perchè. tu comunichi nel blog perchè vuoi comunicare con altri, ma non ti va di esporti. io quando scrivo per me stesso e non voglio comunicare più di tanto agli altri, scrivo libri che poi ha letto solo qualche amico e che sono finiti nella pancia del computer, nemmeno finiti e li rimarranno. quando invece voglio comunicare, se non voglio espormi scrivo nel blog, se invece voglio espormi, allora ho un buon numero di cari amici con cui parlare.
    c'è sempre una logica dietro quello che facciamo, bisogna solo scoprire i nostri perchè profondi.

    RispondiElimina
  107. idem qual'è la cosa che desideri di più?

    RispondiElimina
  108. "la differenza è che noi adulti possiamo dare una risposta ai nostri perchè"

    risposta relativa al momento attuale del sapere, sempre in evoluzione.
    quei perche' sono quello che io chiamo "consapevolezza".


    "idem qual'è la cosa che desideri di più? "

    quello che faccio ogni istante.
    il qui ed ora non conosce una risposta alla tua domanda per come te l'aspetteresti.

    idem

    RispondiElimina
  109. forti energie in corso
    http://137.229.36.30/cgi-bin/magnetometer/gak-mag.cgi

    RispondiElimina
  110. Non ho mai letto tante idiozie quante ne sono state scritte da democrito.
    "Anche la simbologia per me ha valore solo come strumento di comunicazione. Non è vero che conoscere i simboli alchemici o esoterici porti ad una qualche conoscenza. Si studiano i simboli per poter interpretare i testi che ci intressano, ma alla fine nessun testo può darci nessuna conoscenza".
    Già non hai risposto, democrito, alla mia contestazione delle tue sfarfallate sul simbolo della croce. Ora fammi capire: a quale conoscenza ti riferisci, essoterica o esoterica? E se nessun testo - simbolico o pura lettera che sia - può darci conoscenza, donde la traiamo? Non esiste conoscenza, allora, oppure prima dell'illuminazione di democrito che comunica nei blog non ci fu altro ente, non ci fu materia, se non il nulla?
    Visitor

    RispondiElimina
  111. http://caneliberonline.blogspot.com/2011/03/e-lui-o-non-e lui-paolo-barnard.html

    RispondiElimina
  112. Bill Gates finanzia le nanotecnologie dei vaccini celati.Recentemente si è lasciato sfuggire la sua intenzione di utilizzare le vaccinazioni per ridurre la popolazione mondiale.La fondazione Gates finanzia inoltre uno studio per trasformare zanzare in"siringhe volanti"per somministrare vaccini,il progetto è giapponese(ben gli stà il terremoto)Forse c'è da chiedersi come mai vengono rilasciate certe informazioni che potrebbero lasciare sbigottite alcune persone attente alla difesa dei diritti civili,perchè certe ricerche divengano di dominio pubblico.Un motivo potrebbe essere quello di abituare la massa acefala a questo nuovo tipo di orrori in vista di un prossimo utilizzo con la scusa di qualche "nuova epidemia".Dobbiamo inventarci quacosa per liberarci di sti maledetti basterdi!

    RispondiElimina
  113. ANONIMO...
    http://tv.repubblica.it/copertina/taiwan-il-bambino-fenomeno-con-il-diablo/69286?video
    Non ho capito cosa ci sia di strano in questo video, a parte la bravura del bambino ... :-)

    Il link di stazione celeste invece mi pare simile a quello di HIDDEN HAND, ma in versione buonista ...
    Quello di BARNARD è illegibile, non mi piace come scrive, apprezzo quello che dice, meno lo stile ...
    Mentre i link sulle rilevazioni numeriche dell' HAARP, scie chimiche non ci capisco nulla, magari se provi a spiegarle e tradurle posso farci un post, non l'ho ancora affrontato questo argomento ...
    GRAZIE COMUNQUE X LE INFO ...
    :-)

    RispondiElimina
  114. Ricordo che molti anni fa mi era capitato tra le mani il famoso rapporto del club di roma e lo avevo letto. Ricordo che era un insieme di dati macroeconomici, il cui primo obbiettivo era quello di dimostrare come il mondo stesse andando verso una catastrofe economica, prevista per fine secolo.
    Le cause sarebbero state identificate nella sovrapopolazione, a quei tempi stimata intorno ai 3 miliardi di persone, con una previsione di crescita esponenziale fino a 7 miliardi di persone nell’anno 2000, il che avrebbe portato a migrazioni di massa dovute a carestie, guerre locali e rivoluzioni, dai paesi del terzo mondo verso l’occidente, il quale essendo già sovrappopolato non avrebbe potuto reggere l’onda d’urto di tali migrazioni. Altro elemento di rischio sarebbe stato la diminuzione delle risorse, in particolare del petrolio, che avrebbe causato un aumento generalizzato dei prezzi fino ad un limite di insostenibilità. Ovviamente i dati che riporto potrebbero essere imprecisi, in quanto lessi il libro circa 20 anni fa e vado a ricordo, ma il sunto del discorso è quello.
    La ricetta che proponevano era: l’implementazione del nucleare come forma di energia alternativa al petrolio e il varo di di politiche di sviluppo, da parte dei governi occidentali, nei confronti dei paesi del terzo mondo, nonché la creazione di un piano mondiale per il controllo demografico.
    Il club di roma è un organismo della massoneria internazionale, come tutti noi ora sappiamo, ma agli interrogativi che poneva già nel 1960, non è stata data risposta.
    Il nucleare si è dimostrato un boomerang, ma in compenso non sono state fatte ricerche apropriate sulle energie alternative ed ecocompatibili, che anzi sono state osteggiate in tutti i modi possibili.
    Il problema del terzo mondo è stato affrontato in modo assai diversificato. (Cont)

    RispondiElimina
  115. Alcuni paesi sono diventati la nuova frontiera del capitalismo occidentale e hanno subito uno sviluppo troppo rapido che si è dimostrato devastante sia per le popolazioni residenti, che soprattutto per l’occidente stesso, impossibilitato a sostenerne la concorrenza, mentre altri paesi sono stati affossati con i debiti, aggravando in molti casi una situazione già al limite della sopravvivenza.
    In quanto alle politiche di controllo delle nascite, queste hanno trovato una forte opposizione da parte degli organismi religiosi, per cui in pratica l’incremento demografico è fuori controllo esattamente come lo era nel 1960.
    Il rapporto includeva anche dei punti di non ritorno, situazioni oltre le quali non sarebbe stato più possibile porre alcun rimedio. Quei punti di non ritorno sono stati tutti ampiamente superati e la situazione odierna non ci lascia che una scommessa, cioè se la fine della civiltà avverrà in modo violento, magari attraverso una guerra globale che ucciderà la maggior parte delle persone e che proietterà i sopravvissuti in una dimensione di tipo neolitico, oppure se avverrà con un lento declino, che ci porterà nella stessa situazione nel giro di un paio di secoli di imbarbarimento progressivo. Certo è che tutto era stato ampiamente previsto e che nessuno ha fatto nulla, ne di legittimo e ne di illegittimo, per evitarlo, dal che possiamo dedurre che la crisi sia voluta e pianificata dai vertici. Loro vogliono la fine di quanto hanno costruito, in modo da ricomnciare con una nuova costruzione, una nuova piramide che prenda il posto della vecchia.
    Penso che sia un copione già scritto e già recitato. La storia del mondo è ciclica, si crea una civiltà, la si sviluppa e quando invecchia la si demolisce e se ne costruisce una nuova. Solo pochi conservarno il sapere e le scoperte della vecchia civiltà e saranno quindi loro ed i loro eredi, a guidare l’umanità nella nuova impresa, di cui non frega un cazzo a nessuno, se non a loro.

    RispondiElimina
  116. Ah ah ah ah! Mi sto divertendo a leggervi.Allora aveva ragione il Visitor, che non avevo capito! Se nessun testo e simbolo può trasferire alcuna conoscenza e solo pochi conservarno il sapere, come fanno questi pochi a conservare la conoscenza? Lo ricevono per illuminazione diretta oppure sono gli eletti di una setta? Tu, democrito, sei un massone rosacrociano?

    RispondiElimina
  117. Qui come nel sito di Franceschetti c'è un affollamento di massoni inconsapevoli di esserlo, in sonno e in incognito in cerca di apprendisti.
    Quello di prima

    RispondiElimina
  118. esatto, lo ricevono per illuminazione diretta, quella cosa che la massa non comprende e pertanto rimane massa.

    RispondiElimina
  119. @ "esatto, lo ricevono per illuminazione diretta, quella cosa che la massa non comprende e pertanto rimane massa".
    Non avevo dubbi che questo fosse il pensiero di democrito, democrito. La massa, democrito, rimane massa quando si affida agli illuminati i quali nascondono la lucerna sotto il moggio. Restando nascosta sotto il moggio la lucerna non può dare luce e nemmeno si può dire se sotto il moggio ci sia realmente una lucerna oppure un moccolo di candela fatta di grasso e spenta da secoli.
    Quello di prima

    RispondiElimina
  120. "Non esistono 'altri'. Quando afferrerai questo concetto al livello di nucleo del tuo essere sarai sulla strada principale che conduce verso l'Infinito Creatore, e in ultima analisi, al ricongiungimento con la Unità infinita."

    "Il messaggio è che nella Luce del nostro Infinito Creatore siamo Tutti Uno. Fratelli e Sorelle della Luce."

    Lo stile dei brani citati qui sopra vi ricorda qualcuno che commenta in questo blog? Ma guarda un po'. Poi vi dico dove ho preso queste 'perle di saggezza'...
    PS: Tana!

    RispondiElimina
  121. Questo "Uno" mi sembra proprio "Quelo". Chissa' se Paolo Guzzanti, nel costruire la sua macchietta, era consapevole di certi culti?

    RispondiElimina
  122. Ehm, volevo dire Corrado Guzzanti (non Paolo!).

    RispondiElimina
  123. Chi cerca trova, nelle domande sono insite le risposte. Come fecero i primitivi, privi di qualsiasi conoscenza anteriore, a scprire ciò che poi è stata la base su cui tutto il sapere si è sviluppato ??? OSSERVANDO !!! dentro e fuori. I testi e i simboli alla portata di tutti sono pieni di mistificazioni e contraddizioni, e danno conoscenza solo se si sa interpretarli, ma se non si ha la curiosità e capacità di OSSERVARE e scavare, privi di paura, nelle immagini dei propri archetipi e compararle ai fenomeni esterni, non si sarà in grado di farlo e rimarranno privi di significato. Alcuni testi spiegano chiaramente molti misteri della vita, ma non sono alla portata di tutti, anzi sono ben segregati dal potere, soprettutto religioso ma anche degli altri, che li usano per tramandarsi le informazioni. Ma, una persona qualsiasi, purchè molto CONSAPEVOLE ed interessata a CAPIRE i fenomeni della vita, può raggiungere non solo lo stesso ma addirittura un SAPERE molto superiore a quello dell' elite, poichè le sue scoperte sono PURO frutto di sue ricerche ed esperienze, non legate a fini di potere ma alla conoscenza stessa: mentre per l'elite, le conoscenze sono condizionate e limitate dal secondo fine. Come vedi, nessuna ILLUMINAZIONE, nessuna presunta magia o roba del genere, ma solo un elite che si tramanda meccanicamente la conoscenza e che possiede testi accessibili solo a loro, e il singolo che puo accededere illimitatamente a tutto se fortemente MOTIVATO. Lilith

    RispondiElimina
  124. Mi riferisci, Lilith, qualcosa che di grande hai osservato e spiegato? Tu o qualcuno dell'elite alla quale ti sei riferita? Non per contestare, sono nuovo in queste storie, soltanto per sapere...
    Quello di sopra

    RispondiElimina
  125. Ciò che ha scritto Democrito nel post relativo al reato di apologia di fascismo ecc. è alla base dell'isegnamento penalistico di stampo illuminista liberale giustamente in voga nelle università italiane. Anche se la tematica del "fatto" (dunque, accadimento materiale) e dei sottesi principi è trattata con maggior acume e raffinatezza in sede accademica, consiglio a tutti di rileggere quel post per almeno un paio di volte, avendo scoperchiato efficacemente e in poche righe, la grettezza ipocrita di un sistema contro il quale insigni studiosi si battono restando inesorabilmente inascoltati. L'esperienza nazista ad es. ha avuto origene da quel cortocircuito concettuale che l'utente Democroto ha ben esposto nel suo post. Diritto penale del fatto, contro il diritto penale d'autore.

    RispondiElimina
  126. IL GRANDE BLUF

    Maya, invero, è ciò che la proiezione umana ha da tempi remoti creato e che continua ad alimentarsi attraverso la gnosi, le religione, la metafisica, e le eterne domande dell'essere umano che mai troveranno risposta. Perchè nulla esiste al di fuori di ciò che è esistenza qui ed ora. Il velo squarciato è ciò che è (esiste materialmente), Maya è ciò che l'essere umano alimenta elaborando concetti astratti e necessariamente esoterici, rifiutando l' unica verità (insegnamento) essotericamente sbattuto in faccia dalla Natura all'essere umano: l'ineluttabile esserci, qui, ora e per troppo poco tempo. Stop. Prendere atto di ciò, credere intimamente a questa verità oggettiva, farla propria, significa liberare (realmente) l'uomo e la sua natura. Cosa che, religioni e movimenti vari non possono permettere che avvenga, pena l'impossibilità di esercitare un controllo su essi. Liberatevi!

    RispondiElimina
  127. @Quello di prima
    quella frase l'avevo scritta io, idem.
    la lucerna, essendo dentro ognuno di noi e' IMPOSSIBILE da nascondere, e' libera scelta di ognuno volerla trovare oppure no.
    il concentrare la colpa di una situazione che non piace su di un nemico esterno e' il miglior modo per NON VOLERLA TROVARE. nessuno "all'esterno" (che ripeto e' indimostrabile essere esterno a noi stessi) puo' impedire di trovare la Lanterna.

    @Lilith
    sono d'accordo col tuo ultimo commento, tengo pero' a precisare che l'elite svolge il proprio compito cosi' come lo svolge un calzolaio, fanno quello che si sentono nel cuore. non esiste niente di meccanico, senza potere non si dirige nessuno e il potere e' proporzionale alla consapevolezza. per essere chiari non sono stupidi ma al contrario tra i piu' sapienti sul pianeta, nel ruolo in cui si trovano.
    senza dar sempre contro tutti, pensi davvero che la massa possa dirigersi da sola? basta ascoltare una discussione in un bar per capire che gia' 5 persone non riescono a mettersi d'accordo.
    hanno quindi la necessita' (e la richiedono) di una guida, ecco perche' esiste l'elite, niente e' inutile in questo mondo.
    ma questa necessita' sparisce nel momento in cui si ascolta il cuore perche' nel cuore c'e' il pensiero del creatore, c'e' il dettaglio di come dobbiamo comportarci per creare la nostra parte in modo che si incastri perfettamente nell'insieme.
    tanti piu' uomini riusciranno ad ascoltare se' stessi e tanta meno elite ci sara' perche' il piano generale della vita si adeguera'. non dimenticare che anche loro sono una parte della consapevolezza di Dio, come tutto quello che c'e', tu inclusa.

    idem

    RispondiElimina
  128. @ MDD. Dacci almeno il tempo di metabolizzare questi ultimi due prima di postarne un' altro !! Ecchè caxxo, caro, sii comprensivo !!! Lilith

    RispondiElimina
  129. @ CONTE. La rete è piena di discorsi del genere....ma nello specifico caso....sono proprio curiosa, diccelo no !!! Lilith

    RispondiElimina
  130. @ ANONIMO delle 18:11. Dietro alla tua domanda ci sono tre possibilità, la prima è che tu sia a digiuno di certi argomenti, la seconda è che tu voglia tirarmi fuori delle informazioni che non ti sono dovute, la terza è che tu sia in malafede. Ho dato delle dritte su come avvicinarsi a certe questioni, su queste basi, se sei SANAMENTE interessato, inizia se vuoi la tua ricerca. Lilith

    RispondiElimina
  131. @ DEMOCRITO. TI ringrazio per la risposta che, francamente, immaginavo ma di cui volevo la conferma.----------------------------------------@ IDEM. NO !! tu non sei d' accordo con me, estrapoli solamente ciò che ti conviene dai discorsi, lo fai sempre e con tutti, solo per portare acqua al tuo mulino. In più non hai il minimo rispetto per nessuno, non hai "IL SENSO DELL' ALTRO" e sei clamorosamente in malafede, in quanto non rispondi se non con un presuntuoso disprezzo per chi non è d' accordo con te, PASSANDO OLTRE a qualsiasi contestazione o semplice domanda. Ti rifugi dietro un' apparente "bontà di intenzioni" quando vieni preso in castagna, e non domini nemmeno la tua stolta dottrina. Lilith

    RispondiElimina
  132. io sono d'accordo su di un concetto, non mi interessa chi lo esprime.

    idem

    RispondiElimina
  133. @ Lilith
    Hai escluso una quarta possibilità, Lilith: che la tua ricerca sia iniziata e si concluda nei commenti di due o tre blog di Internet. Per il momento hai dimostrato di non conoscere nemmeno i rudimenti della critica estetica: si ragiona dell'opera, non si polemizza in continuazione rivolgendosi agli autori.
    Quello di sopra

    P.S.
    Nomina sunt consequentia rerum (vale per entrambi i nostri nick); mi congedo dal blog dopo di averti impartito questa lezione: comincia a ricercare nei nomi, non nelle chiacchiere.

    RispondiElimina
  134. Lilith, quelle frasi le ho copiaincollate da Hidden Hand, ma non ti rocordavano idem, per puro caso?

    RispondiElimina
  135. Oggi non e' giornata: "ricordavano" e non "rocordavano".

    RispondiElimina
  136. @Conte
    attenzione a filtrare un messaggio usando il pregiudizio sulla persona che lo esprime... alla fine capiari sempre solo quello che il tuo pregiudizio ti vuole fare capire.

    RispondiElimina
  137. @ CONTE. L' ho già detto non so più quante volte che me lo ricorda, se vai in giro nei vari blog ne trovi un mucchio, assolutamente simili, privi di capacità d' ascolto, di etica e spersonalizzati. I ROBOT DELLA NUOVA RELIGIONE. Occhi aperti ragazzi, ci stanno invadendo dei finti demoni!!! Lilith

    RispondiElimina
  138. @ ANONIMO. Ma cosa vui mai impartire lezioni... ma stai calmo, ti brucia soltanto che non sia cascata nel tuo insulso tranellino, ti sarebbe piaciuto avere informazioni, e di quella portata, così facilmente e sfacciatamente, por la cara ??? Stai fresco, y buscate la vida...si sabe como !!! Tanti saluti al tuo non nick. Lilith

    RispondiElimina
  139. CUORE, AMORE, PREGIUDIZIO, NON MENTE, UNO, PENSIERO D' AMORE. CUORE, AMORE, PREGIUDIZIO, NON MENTE, UNO, PENSIERO D' AMORE. CUORE, AMORE, PREGIUDIZIO, NON MENTE, UNO, PENSIERO D' AMORE.........CHE DUE PALLE !!!!!!!!! Lilith

    RispondiElimina
  140. --CUORE, AMORE, PREGIUDIZIO, NON MENTE, UNO, PENSIERO D' AMORE. CUORE, AMORE, PREGIUDIZIO, NON MENTE, UNO, PENSIERO D' AMORE. CUORE, AMORE, PREGIUDIZIO, NON MENTE, UNO, PENSIERO D' AMORE.........CHE DUE PALLE !!!!!!!!! Lilith--

    Lilith, è evidente, a te piace la guerra. E non ti rendi conto di quanto assomigli nell'esprimerti a quelli che virtualmente vorresti combattere. Anzi, quelli, rispetto a te, sono più gentili. (e mò, apriti cielo! Anche se probabilmente inutile, sappi che te lo dico con sincero affetto).

    RispondiElimina
  141. A chiacchiere, quello che sembra più vicino alla Verità è MDD. Ma, nei fatti, lo è idem. Democrito, invece... è davvero una bella persona, colta, sensibile ed intelligente. Credo che per lui ormai realizzare o meno la Verità/Realtà sia, o sarà, soltanto un effetto collaterale di poco conto, rispetto a ciò che già ha sperimentato di sé, e continua a sperimentare. SDEI, ah sdei, dovresti trasformare la tua ingenuità in innocenza, allora sì che "vedresti". ConteSenzaPalazzo, da l'impressione di aver perso non solo il palazzo ma anche il suo centro... torna a casa, dentro te stesso, è lì il tuo vero Palazzo. Anna, la sua via è l'Amore. Ed è, o sarà, smarrendo se stessa nell'Amore che in fine ritroverà se stessa, quella Autentica. Eli, ormai ne ha viste e sentite talmente tante che la sua via, invece, è, o sarà, percorsa in totale solitudine, fino al Tempio del suo Sé. Ma ritornando a MDD, ecco, lui al contrario di SDEI, non è ingenuo, è quasi innocente e ancora troppo spavaldo. Tenace nel perseguire i propri fini, ma la paura a tratti lo ributta sui soliti passi. Non è codardo, solo non ha ancora capito quando dover essere coraggioso e quando no. Ma è abile a rimuovere i sensi di colpa, i rimorsi, preferisce vivere di rimpianti, e rimboccarsi le maniche dopo ogni fallimento o insuccesso. Ma alla fine anche lui ce la farà a realizzare la sua vera natura, le sue potenzialità e a realizzare quanto per il momento ancora neanche riesce a concepire lontanamente.

    P.S.
    Lilith, il giorno in cui riuscirà a vedere una rosa in quanto rosa, un carciofo in quanto carciofo, e un ranocchio in quanto ranocchi, solo allora non dovrà più temere di rispecchiarsi negli altri. E finalmente vedrà il suo vero volto.

    RispondiElimina
  142. @ ZN Eccoti apparso col tuo nick, sapevo che eri l' anonimo di prima. 1)Non mi hai neanche ringraziato per l' informazione su Groddeck. 2)La tua analisi è scadente perchè non è APPROFONDITA. 3)In NOME dell' amore o affetto si compiono crimini inauditi. 4)Nell' esprimersi saranno anche più gentili perchè lo devolo mettere nel sedere GENTILMENTE per non provocare reazioni, mentre io urlo ai pirla di fare ATTENZIONE. 5)Con affetto, ma sincero, ti dico che è ora di svegliarti, Idem è un ragazzino indottrinato, ma tu ne hai vista passare di acqua sotto i ponti e non sembri scemo. Datti una mossa, grida il tuo odio, poi perdona, e poi rilassati e vai oltre, a capofitto nella conoscenza VERA, e non nelle balle a cui nel profondo non credi neanche tu. Ciao perbenista. Lilith

    RispondiElimina
  143. OLE', SI E' PERSONIFICATA LA SAGGEZZA !!! ZN, l' ho già detto, non è scemo, ma l' egocentrismo, la megalomania, e l' essere di parte per motivi che a lui CONVENGONO, ne limitano le capacità d'intendere che altrimenti sarebbero molto buone. Lilith

    RispondiElimina
  144. EBBENE, ANCHE NOI UMILI SEVI E CREDENTI DI QUESTA CHIESABLOGSPOT, ABBIAMO LA NOSTRA "SANTISSIMA TRINITA'": IL PADRE ( ZN ).....IL FIGLIO ( IDEM ).....E LO SPIRITO SANTO ( H.H.)......AMEN.--------------------------(prendo le distanze)Lilith

    RispondiElimina
  145. @ IDEM, figlio, impara dal tuo astutissimo e "santissimo" PADRE a.....metterlo nel sedere....è veramente esperto; ma non per me, che VEDO perfettamente: una rosa in una rosa, un carciofo in un carciofo e un IMPOSTORE in un IMPOSTORE !!! Lilith

    RispondiElimina
  146. ZN, grazie per averci dato i giudizi sulla pagellina. D'altronde siamo a fine anno scolastico.

    PS: Piu' che giudizi sono pregiudizi. E allora, come la mettiamo? Quelli degli altri per te (e per il tuo sodale idem) sono pregiudizi, invece i vostri sugli altri sono verita' assolute?
    Secondo me ha ragione Lilith: siete indottrinati fino al midollo, lo si vede da come non avete mai il minimo dubbio. La vostra e' una religione, il vostro dio e' Lucifero. Per me va benissimo, ma a me sembrate dogmatici come...ah, si, i cattolici.

    RispondiElimina
  147. dottrina e dogma appaiono agli occhi di chi non li ha sperimentati, cosi' come dovrebbe apparire qualunque cosa letta e non ancora sperimentata.
    la verita', per quanto pur sempre temporanea, la rivela l'esperienza, fino a quel momento una chiacchiera vale l'altra.
    idem

    RispondiElimina
  148. @Conte Senza Palazzo
    Vedi? In quello che ho scritto ci vedi solo giudizi e pregiudizi. Non vi hai colto null’altro. Questo perché, appunto, sei lontano dal tuo Centro, dal tuo VERO Palazzo. Sicché, e ovviamente, vedi demoni ovunque, anche dove non ci sono, se non in te stesso. Quindi la tua REAZIONE alle mie parole non solo non mi stupisce affatto ma, chiaramente, conferma quanto ho scritto nei tuoi riguardi.

    @lilith
    No lilith, non sono quell’anonimo. Se ho da dire qualcosa mi firmo sempre, come ZN. Poi, 1°, di cosa avrei dovuto ringraziarti? Su Groddeck ti ho soltanto chiesto se avessi letto anche “IL MEDICO CURA, LA NATURA GUARISCE”. Bastava rispondessi con un ‘si’ o con un ‘no’. Tutto il resto, che francamente non so che farmene, l’hai voluto aggiungere tu, senza che nessuno te lo avesse chiesto. 2°, la mia non era un’analisi. Le analisi, o se preferisci psicoanalisi, le fanno gli psicologi. Quindi se vuoi essere psicoanalizzata è da loro che devi andare. Io non faccio, né mi interessa fare lo psicologo o psicologia spicciola. Ho soltanto espresso sinteticamente la mia visione riguardo alcuni di voi, in base a quanto avete scritto qui e altrove. E l’ho fatto soltanto perché mi andava di farlo. Ma tu non perdi occasione per polemizzare e abbaiare alla luna. 3°, in nome di quale amore si compiono crimini inauditi? Se con il denaro ci compri armi per fare guerre, questo non vuol dire che il denaro sia cattivo. Dipende semplicemente dall’uso che ne fai. Né l’Amore diventa non-amore soltanto perché qualcuno, fraintendendone volutamente o meno il vero significato, ne ha fatto motivo di crimini inauditi. Perché altrimenti si finisce come te, ad osannare e lanciare l’odio e il disprezzo a destra e a manca. E’, semmai, questione di semantica e non di ribaltamento dei significati. Sei inconsapevolmente satanista, lilith, ma solo per tua ignoranza. Tu ignori il VERO Amore, avendone una percezione e considerazione errata. 4°, no tu non urli. Tu abbai alla luna! E il tuo continuo abbaiare nella notte non è un invito ai pirla ad essere più attenti, ma un fastidio per chi sta dormendo, pirla o meno che sia. Se davvero ci tieni a risvegliare qualcuno, allora cambia strategia. Perché quella che stai usando sortisce l’effetto contrario. Ancora non te ne sei accorta? O lo fai di proposito? 5°, non posso gridare nessun odio, perché non c’è nessun odio dentro di me, solo AMORE INFINITO. Poi, che tu nel gregge voglia essere una pecora nera, questo è affar tuo. Ma ciò non vuol dire che, poiché lo sei tu, lo debbano necessariamente essere anche tutte le altre pecore. Se tu hai diritto di considerarti pecora nera, lo stesso diritto lo hanno quelle bianche (o turchesi) a considerarsi tali. E poi ho anche già detto in altro post la fine che fanno le pecore nere, che, per quanto nere e fuori coro, sono pur sempre e comunque pecore. 6°, non sono né perbenista né “permalista”. O se preferisci, sono sia l’uno che l’altro. Sono integrità e totalità. Non solo l’uno o l’altro. Sono, e sono perché non sono. Dunque, sono.

    RispondiElimina
  149. @ CONTE. Dei tre...dopo il primo, l' esplicito qui sopra, è apparso anche il secondo della tua lista...a soccorrerlo !!! Tutto combacia. Rimando al mio commento del, 27 maggio 19:50, tutti gli interessati che vogliono capire le dinamiche di costoro, dove argomento, e come se argomento, le loro strategie e l'insana patologia di cui sono vittime. Lilith

    RispondiElimina
  150. @ ALL' IMPOSTORE ZN. E tu saresti quello che argomenta ??? Ma su, dai, che anche se un po' piu' esperto del tuo "figliolo" sei poco acuto anche tu. Ma veramente credete che la gente sia così allocca da cadere nei vostri trabocchetti di BASSA psicologia, nelle ADULAZIONI, rivolte a chi "credete", velleitaramente, più "cuccabili" ??? sottovalutate le capacità critiche altrui, e questo a causa della vostra presunzione e INCAPACITA' di ASCOLTO. Accusate gli altri di malvagità, di voler fare guerre, quando è palese, soprattutto se vi trovate in difficoltà, la vostra CAROGNERIA e la vostra GUERRA MANIPOLATRICE di religione. Siete dei robot, senza personalità, vi esprimete tutti con lo stesso identico linguaggio, con gli stessi termini e costruzioni di frasi tendenziose e volutamente confuse: noiosi, limitati, prolissi, ripetitivi e sfacciatamente FALSI nel trasparente e vergognoso ricorso ad una vostra PRESUNTA innocenza che è ben lungi da voi, e nella sfilza di "amore", "cuore", ecc. . IO abbaio, e francamente farei anche dell' altro, non alla luna, perchè non sono un lupo ( ne una pecora, di nessun colore ),ma a tutti i criminali che difendono il potere affinchè rimanga dov' è. Tu e quell' altro pirla siete soltanto dei poveri cristi traumatizzati, che vengono usati come servi ignobili da questo ignobile sistema per perpetuare lo sfruttamento, i crimini, l'infelicità e l' ignoranza che serve a conservare i privilegi di pochi su molti. Una curiosità, come va il raccolto, è proficuo ??? perchè con voi due, in special modo, non credo che abbiano fatto un buon affare. E questo perchè siete troppo scontati ed evidentemente STOLTI. Cambiate lavoro, se potete....ma dubito che possiate; quindi, per quel che mi concerne, vi auguro di andare a farvi fottere nel "vostro" TUTT'UNO. Lilith

    RispondiElimina
  151. ZN, il tuo atteggiamento e' ridicolo rispetto a tutti i frequentatori di questo blog (non solo di me). Ribadisco che i tuoi sono solo pregiudizi nei confronti degli altri, emessi senza conoscere nulla di loro. Nessuno ti riconosce l'autorita' di salire in cattedra e dare a ognuno giudizi e consigli su come migliorare (o peggio: diventare come te). Il tentativo tuo e di idem di autonominarvi Gran Maestri della Verita' e' fallito, non so se ve ne siate resi conto; spero di si. Per quanto mi riguarda io so di essere molto centrato, i piedi piantati per terra come nella posizione base delle arti marziali, positivo, allerta e con tutti i miei sensi al massimo. Lo so proprio perche' ne ho esperienza, le tue impressioni o il tuo pregiudizio non valgono nulla per me, sono una tua percezione (vedi che ti sto ripagando con la stessa moneta, fra l'altro?).
    Sono anche sanamente laico e un po' mangiapreti e il tuo atteggiamento mi sembra proprio quello del prete (anche se di un'altra chiesa...)
    PS: rifaccio una domanda che non ha avuto ancora risposta da ZN e idem: il vostro Dio si chiama Lucifero?

    RispondiElimina
  152. ZN dice:
    "Se con il denaro ci compri armi per fare guerre, questo non vuol dire che il denaro sia cattivo. Dipende semplicemente dall’uso che ne fai."

    Il denaro e' alla base di quasi tutte le infelicita' dovunque esse siano, se non hai capito questo devi tornare umilmente a studiare. Rimandato a Settembre!

    RispondiElimina
  153. Lilith, per come e per quello che scrivi sembri essere null'altro che una bisbetica indemoniata :-) Il tuo è soltamente sfogo, scrittura catartica, insano sadomasochismo. Ma davvero hai letto Osho? Mi sa che anche tu, come tanti, l'hai frainteso alla grande, interpretandone e distorcendone il suo messaggio a tuo uso e consumo. Ma sei PERFETTA così. Anche se d'ora in avanti, semplicemente, ti ignorerò. Perché così mi va. Tu se vuoi continua pure a rincorrermi ed ad insultare... SMACK!!!

    RispondiElimina
  154. @Conte
    non so se si chiama Lucifero, non gliel'ho mai chiesto, ma credi davvero che il nome sia cosi' importante?

    in Dio (che non so nemmeno cosa sia ma grosso modo mi sembra quella cosa che crea la vita, il come lo sa solo lui) non riesci a vederci nient'altro che un nome?
    e dire che ce ne sarebbe da parlare, soprattutto dell'esperienza nostra quotidiana, per ognuno diversa. invece no, ci si ferma al nome. Cristo=buono Lucifero=cattivo

    ce ne rendiamo conto che stiamo parlando di NIENTE?

    nessuno conosce cosa sia Dio e se abbia delle varianti.

    gia' non conosciamo quasi per niente noi stessi, e' da stupidi pretendere di giudicare il nome Lucifero.

    forse la cosa giusta sarebbe chiedermi se io sono a favore dei potenti o della massa ed ho gia' risposto che a me vanno bene entrambi perche' sono la condizione che entrambi desiderano.
    dal mio punto di vista non ci vedo coercizione, chiunque puo' fare in ogni istante quello che desidera fare, anzi e' la condizione ideale, la cosa piu' facile, quella scritta nel progetto generale della vita per ognuno di noi.

    se non lo fa e' perche' ha paura di farlo.

    la paura e' quella cosa che rende la massa cosi' com'e' oggi, il coraggio e' quello che rende i potenti come sono oggi.
    e con potenti non intendo quelli che governano (ce ne sono pero' anche tra loro) ma chi riesce a governare la propria vita in accordo con cio' che si sente dentro di se'.

    idem

    RispondiElimina
  155. Conte Senza Palazzo, se le mie parole ti sembrano ridicole, non è con me che devi prendertela, né con nessun altri, ma solo ed esclusivamente con te stesso. Ma anche no, se così preferisci.

    Comunque non è giusto ignorare soltanto Lilith... quindi insieme a lei, giustamente, ci metto anche te :-)


    P.S.
    Non hai ricevuto risposta alla tua domanda, né mai la riceverai, perché è una domanda davvero idiota. Sono Dio e Creatore di me stesso. E non ho nome (non sia mai tu volessi chiamarmi in preghiera, ammorbandomi con le tue richieste :-)). Contento?

    RispondiElimina
  156. ZN dice:
    "Comunque non è giusto ignorare soltanto Lilith... quindi insieme a lei, giustamente, ci metto anche te"

    OOH, meno male! Ma non potevi pensarci prima?

    RispondiElimina
  157. @ CONTE. Lasciamo nel suo INFERNALE brodo LUCIFERINO questo gran COGLIONE isterico e COMPLESSATO, che pretende manipolare, giudicare e offendere senza essere ricambiato con la stessa moneta. E' così stupido che ti ha risposto senza volerlo, così grande è il suo amore per lucifero e la rabbia di essere stato scoperto. Tanto ormai abbiamo STANATO, sia lui che l' altro pirlot, che le loro SCHIFOSE intenzioni. E questo è quel che conta. Però hai notato, CONTE, come si SBATTONO ?!?!?!? Bene, bene. Lilith.

    RispondiElimina
  158. @ ZN. Gran LECCACULO e SERVO della MERDA. Di SMACK virtuali, puoi scriverne quante ne vuoi, ma sappi che di quelle VERE te ne beccheresti tante da me che rimpiangeresti d' avermi conosciuto. Avendo ancora tanta vita davanti a me non mi rimane che aspettare che vi estinguiate; anche se, in tutti i modi, io farò tutto il possibile e inimmaginabile per anticipare l' evento naturale. Statemi alla larga, MERDONI......CHIARO ??? Lilith

    RispondiElimina
  159. @ CONTE. Mi sono piaciuti tantissimo i tuoi commenti delle 15:23 e 15:32, ma proprio fanto !!! Hai mandato in crisi il BISBETICO DOMATO...che dalla confusione non sapeva neanche lui cosa scriveva....ma carta CANTA. Lilith

    RispondiElimina
  160. @ZN(=ZINCO),
    dove eri di bello in questa tua lunga parentesi informatica ad un Corso di aggiornamento per gli ILLUMINATI dalla NON MENTE(?!); come vedi egregio MAESTRO "ingenuo" come SONO dialogo serenamente anche con te nonostante quello che dicono di te la schietta e "passionale" LILITH e l'"intuitivo" e ironico CONTE, come semplice "apprendista" esoterico ti chiedo cosa intendi per passare dall' INGENUITA' all' INNOCENZA al fine di VEDERE e poi che cosa visto che apparteniamo a 2 SCUOLE di PENSIERO e di VITA DIVERSE !!!???

    Riguardo alla Parola INNOCENZA, mi piace ricordare questa citazione di Ignazio SILONE:
    "PER CAPIR BENE LE PAROLE SACRE BISOGNA TROVARSI IN STATO D' INNOCENZA; ANCHE ALLORA PERO' ESSE POSSONO RIMANERE MISTERIOSE", la conoscevi MAESTRO della NON MENTE !!!???

    P.S: visto che è da SEMPRE che insegno io i voti gli do agli altri e NON viceversa(è l' EGO che tu hai risvegliato a farmi scrivere questo) !!!

    HASTA LA VIDA SIEMPRE

    RispondiElimina
  161. Lilith, grazie. Infatti, avrai notato che la risposta del 'Gran Maestro della Verita' ZN' ai commenti da te citati non era affatto nel loro merito. Si e' limitato a controbattere la mia osservazione sul suo ridicolo, invece del resto di quanto ho scritto. Perche' il resto era:
    1) una spallata al suo ego.
    2) una contestazione del suo atteggiamento fatta usando suo stesso modo di ragionare e frasario, che cosi' gli si ritorcevano contro.
    Eh si, gli argomenti sono pochi (e gia finiti).

    RispondiElimina
  162. Ciao SDEI, e ben tornato, i voti mi stan sul caxxo ma da te li tollero perchè sei in buona fede, dall' INSIDIOSO...NON ci penso neanche !!! Conte, ho notato, sei stato grande....stesi al tappeto, con le nostre e con le loro stesse armi, K.O !! Lilith.

    RispondiElimina
  163. S'DEI, senza darti nessuna spiegazione, ti comunico che metto anche te in 'ignore'. Ovvero, tutti i messaggi da te firmati in questo blog non saranno da me presi in considerazione. Per tanto, se ci terrai a farmi giungere un qualche tuo scritto, dovrai, anzi, SARAI COSTRETTO a firmarti in quanto ANONIMO. Altrimenti pazienza. Pazienza per entrambi. Buona Vita!

    RispondiElimina
  164. @ZEN,
    ti avevo chiesto SOLO un chiarimento su un tuo parere "condito" da una benevola ironia che può piacere o no ESSERE capita o no; niente di più niente di meno pertanto mi lascia piuttosto perplesso questo tuo atteggiamento di "auto-chiusura" al dialogo, questo conferma se ce ne era bisogno che veramente apparteniamo a 2 SCUOLE diverse tu quella della NON MENTE ed io a quella del CUORE come la ELI la ANNA la JANE per intenderci !!!
    Buona VITA, anche a te !!!

    HASTA SIEMPRE LA VIDA

    RispondiElimina
  165. è un vero delirio...
    i commenti su massoneria e satanismo sono semplicemente subdoli tentativi di demonizzare il diverso, con buona pace della parabola del Samaritano che, ricordo era un pagano.
    Satana alberga nei cuori di chi odia il libero pensiero, di chi vuole incatenare la coscienza umana indicando chi amare e chi no. Voglio essere libero di amare l'umanità e il Grande Architetto che la ha creata, voglio che il mio libero arbitrio, con il quale sono stato creato, sia uno strumento di redenzione, e che non sia insudiciato da corvi del malaugurio che dipingonotutto ciò che è diverso da loro come Satanico. Allora sono sataniche anche tutte le chiese riformate e protestanti, abbiano il coraggio di affermarlo!

    Un Massone felice di esserlo.

    RispondiElimina