domenica 28 agosto 2011

CONTROLLO MENTALE MONARCH !!!


Controllo mentale Monarch: le sue origini e le tecniche di manipolazione
By Edoardo Capuano

La programmazione Monarch è un metodo per il controllo mentale utilizzato da numerose organizzazioni per scopi segreti. Si tratta della prosecuzione del progetto MK-ULTRA, un programma di controllo mentale sviluppato dalla CIA, e testato su militari e civili. I metodi sono incredibilmente sadici (lo scopo principale è quello di traumatizzare la vittima), ed i risultati sono raccapriccianti: la creazione di una schiavo mentalmente controllato, che può essere attivato in qualsiasi momento per eseguire qualsiasi azione richiesta dal gestore (handler).
Mentre i mass media ignorano il problema, oltre 2 milioni di americani hanno subito gli orrori di questa programmazione. Questo articolo esamina le origini della programmazione Monarch, alcuni dei suoi metodi e il simbolismo.
La programmazione Monarch è una tecnica di controllo mentale che comprende elementi del Satanic Ritual Abuse (SRA) e del disturbo di personalità multipla (MPD). Si utilizza una combinazione di psicologia, neuroscienze e rituali occulti per creare all’interno degli schiavi un alter ego che può essere attivato e programmato dai gestori.
Gli schiavi della programmazione Monarch vengono utilizzati da varie organizzazioni collegate con l’élite mondiale in settori come: l’esercito, la schiavitù sessuale e l’industria dell’intrattenimento. In questo articolo daremo un occhio alle origini della programmazione Monarch, alle sue tecniche e al suo simbolismo.

ORIGINI
Durante il corso della storia, sono stati registrati molteplici resoconti che descrivevano rituali e pratiche simili al controllo mentale. Uno dei primi scritti che si riferisce all’uso dell’occultismo per manipolare la mente, può essere trovato nel Libro dei Morti egiziano. Si tratta di una raccolta di rituali, molto studiato dalle società segrete di oggi, che descrive i metodi di tortura e di intimidazione (per creare un trauma), l’uso di pozioni (farmaci) e il “lancio” di incantesimi (ipnotismo), che si traduce nel totale asservimento dell’iniziato. Altri eventi attribuiti alla magia nera, alla stregoneria e alla possessione demoniaca (dove la vittima è animata da una forza esterna) sono anche essi antenati della programmazione Monarch.
Tuttavia è durante il 20 ° secolo che il controllo mentale diviene una scienza in senso moderno del termine, dove migliaia di soggetti sono stati sistematicamente osservati, documentati e sperimentati.
Uno dei primi studi sulla metodica del controllo mentale basato sul trauma sono state condotte da Josef Mengele, medico che lavorava in campi di concentramento nazisti. Inizialmente acquisì notorietà per essere stato uno dei medici delle SS che curò la selezione dei prigionieri in arrivo, determinando chi doveva essere ucciso e che sarebbe diventato un operaio per i lavori forzati. Tuttavia, egli è noto soprattutto per aver condotto degli esperimenti macabri sugli esseri umani all’interno dei campi di concentramento. Mengele conduceva esperimenti pure sui bambini, motivo per il quale venne chiamato “L’angelo della Morte”.

Mengele non gode di stima per i suoi sordidi esperimenti sui prigionieri dei campi di concentramento, in particolare sui gemelli. Una parte del suo lavoro, menzionata raramente, è la ricerca sul controllo della mente.
Gran parte di essa è stata confiscata dagli Alleati ed è ancora classificata ai nostri giorni.
“DR. GREEN (Dr. Joseph Mengele): Il miglior programmatore, si potrebbe forse conferire lui il titolo di padre della programmazione Monarch, un ex-medico del campo di concentramento nazista. Migliaia di schiavi Monarch controllati mentalmente negli Stati Uniti avevano il “Dr. Green” come loro programmatore capo”.
“Il Dr. Joseph Mengele, conosciuto ad Auschwitz, fu il principale promotore del Progetto Monarch, basato sul trauma, e dei programmi MkUltra della CIA. Mengele e circa 5.000 altri nazisti di alto rango sono stati segretamente trasferiti negli Stati Uniti e nel Sud America all’indomani della seconda guerra mondiale in una Operazione progettata dalla Paperclip. I nazisti hanno continuato la loro opera nello sviluppo di tecnologie di controllo mentale e missilistica in segreto nelle basi sotterranee militari. L’unica cosa che c’è stata detta era che il lavoro di progettazione missilistica era portato avanti in collaborazione con l’ex celebrità nazista Warner Von Braun.
Gli assassini, i torturatori, i mutilatori che hanno spezzato migliaia di vite sono stati discretamente tenuti da parte, occupando comunque le basi sotterranee militari degli Stati Uniti che a poco a poco sono diventate la dimora di migliaia e migliaia di bambini americani rapiti dalle strade (circa un milione l’anno) e messi in gabbie di ferro impilate dal pavimento al soffitto come parte della “rieducazione”. Questi bambini sarebbero stati utilizzati per affinare e perfezionare ulteriormente le tecnologie sul controllo mentale di Mengele.
Alcuni bambini selezionati (almeno quelli che sopravvivevano alla ‘rieducazione’), sarebbero diventati gli schiavi controllati mentalmente del futuro che sarebbero poi stati utilizzati in migliaia di lavori diversi che vanno dalla schiavitù sessuale agli omicidi. Una parte consistente di questi bambini, che erano considerati materiali di consumo, sono stati abbattuti intenzionalmente di fronte (e da) altri bambini, al fine di traumatizzare il tirocinante selezionato in totale rispetto e sottomissione.
Le ricerche di Mengele servirono come base per l’illegale e segreto programma di ricerca CIA chiamato MK-ULTRA.

MK-ULTRA
Il progetto MK-ULTRA è andato avanti dagli inizi degli anni 50 fino alla fine degli anni 60, utilizzando i cittadini americani e canadesi come soggetti di prova. Le prove pubblicate sul Progetto MK-ULTRA indicano l’utilizzo di metodologie che miravano a manipolare i singoli stati mentali e alterare le funzioni cerebrali, compresa la somministrazione di farmaci surrettizia e di altre sostanze chimiche, la deprivazione sensoriale, l’isolamento e abusi verbali e sessuali.
Foto declassificata di una giovane vittima dell’MK-Ultra (1961). Bambina di 8 – 10 anni sottoposta a 6 mesi di LSD, elettroshock, privazione sensoriale. Circa ogni 60 minuti la memoria le veniva cancellata ed ora il suo cervello è come quello di un neonato.
Anche se gli obiettivi ammessi dei progetti erano quelli di sviluppare metodi di tortura e interrogatorio da usare contro i nemici del paese, alcuni storici hanno affermato che il progetto mirò a creare il “candidato della Manciuria”, programmato per compiere atti diversi, quali omicidi e altre missioni segrete.
L’MK-ULTRA venne portato davanti alla luce dei riflettori da varie commissioni nel 1970, compresa quella della Rockefeller del 1975. Anche se si sostiene che la CIA abbia interrotto tali esperimenti, dopo l’intervento di queste commissioni, alcuni whistle-blowers affermano che il progetto ha assunto un basso profilo e il programma Monarch sia diventato il suo successore “classificato”.
L’affermazione più incriminate finora fatta da un funzionario del governo per quanto riguarda la possibile esistenza di un progetto MONARCH venne estratta da Anton Chaitkin, uno scrittore per il Taurillon. Quando venne chiesto direttamente all’ex direttore della CIA William Colby: “Cosa ne pensa del progetto Monarch?”, rispose con rabbia e con ambiguità, “Ci siamo fermati tra la fine del 1960 e i primi anni del 1970".

PROGRAMMAZIONE MONARCH
Anche se non c’è mai stata alcuna ammissione ufficiale dell’esistenza della programmazione Monarch, eminenti ricercatori hanno documentato l’uso sistematico del trauma in soggetti per scopi di controllo mentale. Alcuni sopravvissuti, con l’aiuto di terapisti dedicati, sono stati in grado di “deprogrammare” se stessi per andare poi a registrare e divulgare i dettagli raccapriccianti delle loro traversie.
Gli schiavi Monarch sono principalmente utilizzati dalle organizzazioni per effettuare operazioni mediante capri espiatori addestrati a svolgere compiti specifici, che non contestino gli ordini, che non ricordino le loro azioni e che, se scoperti, si suicidino automaticamente. Sono il capro espiatorio perfetto per gli omicidi di alto profilo (vedi Sirhan Sirhan), candidate ideali per la prostituzione, per la schiavitù sessuale e della pornografia snuff. Sono anche perfette marionette per l’industria dell’intrattenimento che fa di loro delle star.
“Quello che posso dire è che oggi la programmazione rituale basata sull’abuso è molto diffusa, è sistematica, si organizza attraverso le conoscenze esoteriche che non sono scritte, o pubblicate su qualsiasi libro o dette in un talk show, ma che vediamo costantemente aggirarsi in tutto il paese.
La gente dice: “A quale scopo?” La mia ipotesi migliore è quella che vogliono un esercito di candidati della Manciuria, decine di migliaia di robot mentali che si prostituiranno, agiranno nella pornografia infantile, nel contrabbando della droga, nel contrabbando internazionale di armi, faranno snuff-film, ogni sorta di cosa che porti un forte guadagno economico, ci tenteranno insomma, alla fine i megalomani al vertice della piramide penseranno di aver creato un ordine satanico che comanderà il mondo”.

I programmatori Monarch causano traumi intensi ai soggetti, attraverso l’uso di elettroshock, torture, abusi sessuali e giochi mentali, al fine di costringerli a dissociarsi dalla realtà – una risposta naturale in alcune persone, quando si trovano a sopportare un dolore insopportabile. La capacità del soggetto di dissociarsi è un requisito importante ed è, più facilmente riscontrabile nei bambini che provengono da famiglie che hanno subito abusi anche nelle generazioni precedenti. La dissociazione mentale permette ai gestori di creare diversi alter ego in compartimenti a tenuta stagna nella psiche del soggetto, che possono essere quindi programmati e attivati a piacimento.
“La programmazione basata sul trauma può essere definita come la tortura sistematica che blocca la capacità di elaborazione cosciente della vittima (attraverso il dolore, il terrore, la droga, l’illusione, la privazione sensoriale o l’eccesso di stimolazione sensoriale, la diminuzione dell’ossigeno, il freddo, il caldo, la stimolazione cerebrale e, spesso, con esperienze di pre-morte), e che impiega poi suggerimenti e / o condizionamenti classici e operanti (in coerenza con i principi consolidati della modificazione comportamentale) per impiantare i pensieri, le direttive e le percezioni nella mente inconscia, nelle nuove identità, che forzano la vittima a fare, sentire, pensare o percepire le cose, agli scopi del programmatore. L’obiettivo è che la vittima segua le direttive senza consapevolezza, compresi gli atti che sono in palese violazione con la morale o i principi del soggetto.
L’installazione della programmazione per il controllo mentale si basa sulla capacità della vittima di dissociarsi, che consente la creazione di nuovi personaggi indipendenti l’un l’altro che sono i veicoli con cui la programmazione si attua in maniera segreta. I bambini dissociati sono i primi “candidati” per questo genere di programmazione“.
Il controllo mentale Monarch è segretamente utilizzato da vari gruppi e organizzazioni per vari scopi. Secondo Fritz Springmeier, questi gruppi sono conosciuti come il “Network” e formano la struttura portante del Nuovo Ordine Mondiale.

ORIGINI DEL NOME
Il controllo mentale Monarch è chiamato in questo modo in riferimento alla farfalla Monarca – un insetto che comincia la sua vita come un verme (che rappresenta il potenziale non sviluppato) e, dopo un periodo nel bozzolo (programmazione) rinasce come splendida farfalla (lo schiavo Monarch). Alcune caratteristiche specifiche per la farfalla monarca, sono applicabili anche al controllo mentale.
“Uno dei motivi principali per cui la programmazione Monarch ha assunto questo nome fù la farfalla monarca. La farfalla monarca impara dove è nata (radici) e passa questa conoscenza genetica ai suoi discendenti (di generazione in generazione). Questo è stato uno degli animali che ha fatto tacere gli scienziati, rendendo scientifico il fatto che il sapere possa essere trasmesso geneticamente. Il programma Monarch si basa sugli obiettivi Nazisti/Illuminati di creare una razza superiore, in parte attraverso la genetica. Se la conoscenza può essere trasmessa geneticamente (ed è così), allora è importante che vengano trovati i corretti genitori che possano passare la corretta conoscenza a quelle vittime selezionate per il controllo mentale Monarch“.
“Quando una persona sta subendo traumi indotti da elettroshock, è provato che essa subisce una sensazione di leggera vertigine, come se si sentisse sospeso o fluttuante come una farfalla. Vi è anche una rappresentazione simbolica relativa alla trasformazione o alla metamorfosi di questo bell’insetto: da un bruco in un bozzolo (dormienza, inattività), ad una farfalla (nuova creazione), che ritorna al suo punto di origine. Tale è il modello migratorio che rende questa specie unica".

METODO
La vittima viene chiamata “schiavo” da parte del programmatore / gestore, che a sua volta è percepito come un “maestro” o “Dio”. Circa il 75% è di sesso femminile, in quanto in possesso di una maggiore tolleranza al dolore e perché tendono a dissociarsi più facilmente rispetto ai maschi. Gli Handler della programmazione Monarch cercano di dividere in comparti la psiche del soggetto, creando personalità multiple usando il condizionamento basato sul trauma.
Di seguito è riportato un elenco parziale di queste forme di tortura:
1. Abuso sessuale e tortura
2. Confinamento in box, gabbie, bare, ecc, o sepoltura (spesso con una piccola apertura o un tubo d’aria per l’ossigeno)
3. Contenzione con corde, catene, polsini, ecc
4. Provocando la sensazione di annegamento
5. Caldi o freddi estremi, immersione nell’acqua ghiacciata o in prodotti chimici corrosivi/acidi
6. Scarnificazione (alle vittime destinate a sopravvivere venivano staccati solo le parti superiori dello strato epidermico)
7. Girare su se stessi
8. Luce Accecante
9. Scosse elettriche
10. Ingestione forzata di fluidi corporei, come sangue, urina, feci, carne, ecc
11. Essere appesi in posizioni scomode e dolorose
12. La fame e la sete
13. La privazione del sonno
14 Compressione forzata con pesi e oggetti
15. Privazione sensoriale
16. Allucinogeni, per creare confusione e amnesia, somministrate per iniezione o per via endovenosa
17. Ingestione o iniezione di sostanze chimiche tossiche per creare dolore o malattia, compresi agenti chemioterapici
18. Stiramento degli arti o dislocamento degli stessi
19. Posizionamento di serpenti, ragni, vermi, ratti e altri animali per indurre paura e disgusto sul corpo
20. Esperienze vicine al pre morte, come l’asfissia da soffocamento o annegamento, con immediata rianimazione
22. Si è costretti ad essere esecutori o testimoni di abusi, della tortura e il sacrificio di persone e animali.
23. Partecipazione coatta nella pedopornografia e nella prostituzione
24. Stuprare una donna per metterla incinta, viene quindi fatta abortire e il feto viene utilizzato a scopo rituale, o se la gravidanza non viene interrotta, il bambino viene rapito per essere una vittima sacrificale o diventare uno schiavo.
25. Abusi che vanno a colpire anche la spiritualità delle vittime facendole sentire possedute, molestate, e completamente controllate da spiriti o demoni
26. Dedizione a Satana o ad altre divinità
27. Abusi e illusioni vengono perpetrati in modo da convincere le vittime che è stato Dio a violentarle.
28. La chirurgia usata come forma di tortura, di sperimentazione, o che causa una variata percezione delle cose.
29. Danni o minacce ai familiari, agli amici, alle persone care, agli animali domestici, e alle altre vittime, per forzare il rispetto
30. L’uso della illusione e della realtà virtuale per confondere e rendere l’intera vicenda unw cosa poco credibile.

“La base per il successo della programmazione Monarch è che possono essere create differenti personalità o parti di personalità, che non si conoscono tra loro, ma che possono prendere il controllo del corpo in momenti diversi. Le pareti di amnesia costruite grazie ai traumi, formano uno scudo protettivo di segretezza che protegge i colpevoli dall’essere scoperti, e impedisce alla personalità principale di sapere quando il sistema di cambio personalità è attivo.
Lo scudo del segreto permette ai membri del culto di vivere e di lavorare assieme agli altri e di rimanere totalmente inosservati. La personalità dominante potrebbe essere un buonissimo cristiano, ma la personalità che si nasce sotto di essa potrebbe essere più satanica di quella di Mr. Hyde (Guardatevi BTK Bind Torture Kill).
Si cerca di fare molto sotto il profilo del mantenimento della segretezza della agenzia di intelligence o del gruppo occulto che sta controllando lo schiavo. Il tasso di successo di questo tipo di programmazione è alto, ma quando fallisce, i fallimenti vengono eliminati attraverso la morte. Ogni trauma e tortura serve a uno scopo. Una grande quantità di sperimentazioni e ricerca furono condotti per sapere cosa poteva essere fatto e cosa no.
Vennero elaborati grafici con i dati statistici su quanto si potesse torturare un corpo di un dato peso e di una data età senza che tale individuo morisse".
“A causa del grave trauma indotto dalla terapia elettroconvulsiva, dagli abusi sessuali e da altri metodi, la mente si divide in personaggi differenti dal principale. Precedentemente indicato come Disturbo di Personalità Multipla, è attualmente riconosciuto come Disturbo dissociativo di identità ed è la base per la programmazione Monarch. Il condizionamento della mente della vittima viene ulteriormente rafforzato attraverso l’ipnosi, la coercizione a doppio legame, inversioni tra piacere e dolore, privazioni di cibo, acqua, sonno e sensoriale, insieme a vari farmaci che modificano alcune funzioni cerebrali “.

La dissociazione viene quindi ottenuta traumatizzando il soggetto, utilizzando l’abuso sistematico e rituali occulti terrificanti. Una volta che la scissione della personalità di base si verifica, un “mondo interno” può essere creato e nuovi alterego possono essere programmati utilizzando strumenti quali la musica, i film (soprattutto le produzioni Disney) e le fiabe. Questi ausili visivi e audio rafforzano il processo di programmazione con immagini, simboli, significati e concetti.
Gli alterego appena creati possono essere attivati con le parole di attivazione o con dei simboli con cui è stata programmata la psiche del soggetto dal gestore. Alcune delle immagini più comuni interne viste dagli schiavi del controllo mentale sono gli alberi, l’Albero Cabalistico della Vita, loop infiniti, antichi simboli e lettere, ragnatele, specchi, vetri rotti, maschere, castelli, labirinti, demoni, farfalle, clessidre, orologi e robot.
Questi simboli sono comunemente inseriti nei film della cultura popolare e nei video per due motivi: per desensibilizzare la maggioranza della popolazione, utilizzando i messaggi subliminali e la programmazione neuro-linguistica e di costruire deliberatamente specifici trigger e chiavi per la programmazione di base per i bambini “monarch” altamente impressionabili.
Alcuni dei film utilizzati per la programmazione Monarch includono Il mago di Oz, Alice nel paese delle meraviglie, Pinocchio e la Bella Addormentata.

Il film Il mago di Oz è utilizzato dai gestori del programma Monarch per i loro schiavi.
Simboli e significati nel film diventano attivatori nella mente della vittima che consentono un facile accesso alla mente dello schiavo da parte del gestore. Nella cultura popolare, velati riferimenti alla programmazione Monarch usano spesso analogie con Il mago di Oz e Alice nel paese delle meraviglie.
In ogni caso, allo schiavo viene fornita una particolare interpretazione della trama del film, al fine di migliorare la programmazione. Ad esempio, ad uno schiavo che guarda Il mago di Oz viene insegnato che “Somewhere Over The Rainbow”è il “luogo felice” dove le vittime del controllo Monarch devono andare per sfuggire al dolore insopportabile che gli affligge. Utilizzando il film, i programmatori incoraggiano gli schiavi ad andare “oltre all’arcobaleno” dissociandosi, separando in modo efficace le loro menti dai loro corpi.
“Come accennato prima, l’ipnotizzatore troverà più facile ipnotizzare i bambini se ci sa fare con loro. Un metodo che è efficace è quello di dire ai bambini piccoli, “Immagina di guardare il tuo programma tv preferito”. Questo è il motivo per cui i film della Disney e gli altri show per i piccoli sono così importanti per i programmatori. Essi sono lo strumento ipnotico ideale per ottenere la dissociazione mentale del bambino. I programmatori hanno utilizzato i film fin dall’inizio per far imparare ai piccoli gli script ipnotici. I bambini hanno bisogno di sentirsi parte del processo ipnotico.
Se l’ipnotista permette al bambino di costruirsi il suo immaginario personale, le suggestioni ipnotiche saranno più forti. Piuttosto di dire il colore del cane, il programmatore può chiederlo direttamente al bambino.
E’ proprio in questo aspetto che i libri e i film proiettati assistono il bambino nel focalizzare la giusta direzione da intraprendere con la sua psiche. Se l’ipnotista parla con il bambino, dovrà prendere delle precauzioni extra per non cambiare il tono della voce e avere transizioni morbide. La maggior parte dei film della Disney sono utilizzati ai fini della programmazione. Alcuni di essi sono progettati specificatamente per il controllo della mente“.

LIVELLI DELLA PROGRAMMAZIONE MONARCH
I livelli di programmazione Monarch identificano le “funzioni” dello schiavo e prendono il nome dalla elettroencefalografia (EEG) delle onde cerebrali ad essi associate.
Monitoraggio delle onde cerebrali attraverso il cuoio capelluto.
Considerata come la programmazione “generale” o regolare, quella ALPHA si situa all’interno delle dinamiche di base del controllo della personalità. È caratterizzata da una ritenzione mnemonica estremamente pronunciata, insieme ad un sostanziale incremento della forza fisica e visiva.
La programmazione alpha si realizza attraverso la deliberata suddivisione della personalità delle vittime, in sostanza, provoca una divisione sinistra-destra del cervello, consentendo una riunione programmata dell’emisfero sinistro e destro attraverso la stimolazione neuronale.
La BETA rappresenta la programmazione “sessuale” (schiavi sessuali).
Questa programmazione elimina le convinzioni morali apprese e stimola l’istinto sessuale primitivo, privo di inibizioni. Alterego “Gatte” possono crearsi a questo livello. Conosciuta come la programmazione Sex-Kitten, è la più visibile delle programmazioni sulle celebrità femminili, sulle modelle, sulle attrici e sulle cantanti che sono state sottoposte a questo tipo di programmazione.
Nella cultura popolare, i vestiti con stampe feline spesso denotano la programmazione sex-kitten.
La DELTA è nota come programmazione “killer” ed è stata originariamente sviluppata per l’addestramento degli agenti speciali o dei soldati d’elite (cioè la Delta Force, il First Earth Battalion, il Mossad, ecc) nelle operazioni di infiltrazione.
L’ottima risposta adrenalinica e l’aggressività controllata sono evidenti.
I soggetti sono privi di paura e sono molto sistematici nello svolgimento delle loro assegnazioni. Istruzioni come il suicidio sono stratificate in a questo livello.
La THETA viene considerata una programmazione psichica. I bloodliners (cioè coloro che discendono da famiglie di tradizione satanista) hanno una propensione psichica, sconosciuta a chi non appartiene alle loro casate, utilizzando la telepatia. Tuttavia, dati i limiti intrinseci di questo tipo di controllo mentale vennero introdotti svariati sistemi elettronici, come impianti cerebrali che sfruttano le tecnologie laser ed elettromagnetiche. È noto che essi vengono utilizzati in abbinamento a super computer e a satelliti di geolocazione.
È difficile rimanere obiettivi descrivendo gli orrori subiti dagli schiavi Monarch.
L’estrema violenza, l’abuso sessuale, la tortura mentale e i giochi sadici inflitti alle vittime da “rinomati scienziati” e da funzionari di alto livello dimostrano l’esistenza di un vero e proprio “lato oscuro” del potere. Nonostante le rivelazioni, i documenti e i whistle blowers, la grande maggioranza della popolazione ignora, respinge o evita il problema del tutto.

Oltre due milioni di americani sono stati programmati dal condizionamento basato sul trauma dal 1947 e la CIA ha ammesso pubblicamente i propri progetti sul controllo mentale nel 1970.
Film come The Manchurian Candidate fanno riferimento direttamente al soggetto della discussione che sto portando avanti, raffigurando le tecniche di tortura, come l’elettroshock, l’uso di parole “attivatrici” e l’implementazione del microchip nelle nostre vite. Diversi personaggi pubblici che vediamo nei nostri schermi tv e nei film sono schiavi del controllo mentale.
Personaggi famosi, da Candy Jones, a Celia Imrie a Sirhan Sirhan sono uscite allo scoperto e hanno raccontato le loro esperienze di vittime del controllo mentale …
ma ancora il pubblico rivendica l’idea che “sia tutto una finzione”.
La ricerca e i fondi investiti nel progetto Monarch non vennero spesi solo per le vittime del controllo Monarch. Molte delle tecniche della programmazione messe a punto in questi esperimenti vengono applicati su una scala mondiale attraverso i mass media. I video musicali, le notizie dei media ufficiali, i film, le pubblicità e i programmi televisivi sono concepiti utilizzando i dati più avanzati sul comportamento umano a disposizione.
Molti di questi provengono dalla programmazione Monarch.

24 commenti:

  1. Sul mio profilo FB di MDD,dove sono presenti gli stessi articoli del blog più un sacco di altre cose (POTETE VEDERLO ANCHE SE NON ISCRITTI A FACEBOOK, ESSENDO APERTO A TUTTI), come piccoli articoli in NOTE, link e altro ancora,mi chiedono il mio parere sul GAYPRIDE...
    Ho commentato alla stessa maniera, anche un post sui gay di STAMPALIBERA di Luglio, appoggiando un commento di Bungaforpresident, che solitario, si opponeva ai clerici inconsapevoli...
    Poi ne ho fatto un articolino su FB...
    ECCALA'... :)

    Io non capisco coloro che detestano il GAYPRIDE...
    Per carità è legittimo, ma trovo più provocatorie le manifestazioni clericali e fasciste, mai morte purtroppo...

    Il problema dell'omosessualità da ancora molto fastidio alla gente, e quello che si legge in giro parla chiaro.

    Poi chissenefrega delle carnevalate, cosa c'è di male???

    D'accordo che siamo un popolo di pecoroni plagiati nel DNA dal cattolicesimo, ma ben vengano le carnevalate, fossero questi i problemi.

    Il fatto che l'elite promuova da 20 anni massivamente l'omosessualità nei media, non significa che auspichi un mondo gayo, significa altri consumatori da cooptare...

    Obama significa allargare il consenso alle numerose popolazioni di origine afroamericana, funziona come un prodotto commerciale, significa anche DIVIDE ET IMPERA, nel senso che la maggioranza silenziosa invocherà perbenismo e moralismo contro di essi...

    A livello simbolico, un popolo "infrocito" o politicamente più correttamente, FEMMINILIZZATO, è più facile da comandare ed almeno nel moderno occidente fortunatamente più laico ed ateo, si coopta il pensiero attraverso la metabolizzazione dei sessi e la saturazione di immagini erotizzanti o sedicenti tali, e non attraverso una obsoleta repressione sessuale religiosa classica non più idonea in civiltà evolute dal punto di vista dell'autocoscienza collettiva, anche se ai più parrebbe il contrario...

    Ha una valenza simbolico alchemica e non il fatto di promuovere altra sessualità, ha valenza industriale e commerciale e va di pari passo al capitalismo indotto anche nel 3° mondo...

    Non credo che loro vogliano liberare il 3° mondo, vogliono allargare il range di potenziali consumatori, anche con la forza e con la persuasione occulta !!!

    A me piacciono le carnevalate, bisognerebbe festeggiare tutto l'anno e non solo in certe occasioni, semmai il problema è l'assenza di manifestazioni e la metabolizzazione da parte del sistema in un senso più folcloristico, ridicolizzando il tutto. Se una persona ama vestirsi da donna e prenderlo in culo sessualmente, ben venga, cosa c'è di male, se è la sua natura fa benissimo ad assecondarla...

    La libertà altrui va sempre glorificata e difesa, parliamo piuttosto di coloro che hanno un'omosessualità latente e la reprimono, di questi dobbiamo parlare, aiutandoli ad esprimerla liberamente, perchè questa è la loro natura...

    Non esiste una natura A ed una natura B, esiste il desiderio ed ognuno di noi DEVE poter scegliere l'orientamento personale senza problemi e paure...

    RispondiElimina
  2. MARRAZZO PAGA IL CATTOLICESIMO STRUTTURATO NEL NOSTRO DNA, FORTUNATAMENTE NON NEL MIO, ESSENDO PARTICOLARMENTE FORTUNATO DA QUESTO PUNTO DI VISTA ED AVENDO AVUTO GENITORI INTELLIGENTI ED APERTAMENTE LAICI DI SINISTRA, HO SEMPRE POTUTO SCEGLIERE FIN DA PICCOLO SE FARE LA CRESIMA O NO, E NON L'HO FATTA...

    MARRAZZO, INVECE, CI TIENE A RACCONTARSI E RACCONTARE ALLA GENTE CHE IN FONDO LUI E' ETERO E CHE SI TROVAVA LI PER CASO, MA CHE AMMETTA CHE GLI PIACE ESSERRE SODOMIZZATO, QUAL E' IL PROBLEMA??? LA GENTE SAREBBE PRONTA AD ASSECONDARLO SE FOSSE ONESTO, INVECE FA IL COGLIONE ITALICO PROTO-TERRONE CLERICAL-FASCISTA, E DEVE GIUSTIFICARSI... SE FOSSE ANDATO A TROIE COME AMA VEICOLARE FINTAMENTE IL NOSTRO CARO PREMIER, LO AVREBBERO PERDONATO... QUINDI LO VEDIAMO PENOSAMENTE GIUSTIFICARSI CHE LUI I TRANS, LI VEDEVA COME DONNE SUPERLATIVE E NON COME PORTATORI DI GROSSI CAZZI... CHE FACESSE OUTING E LA SMETTESSE DI ANDARE A PURIFICARSI NEI CONVENTI AMICI... DOVE PERALTRO SONO TUTTI FROCI COME LUI... O CI E' ANDATO PROPRIO X QUESTO ???

    SE UNA MULTINAZIONALE PUBBLICIZZA UNA MERENDINA PER BAMBINI, NON LO FA CERTO PER LA LORO SALUTE, LO FA PER VENDERLA ED ALLARGARE IL BACINO DI POTENZIALI COMPRATORI, SE QUINDI STRUMENTALIZZA EVENTI COME IL GAYPRIDE, NON LO FA PER AMORE NEI LORO CONFRONTI, MA PER ALLARGARE IL BACINO DEI COOPTATI, NON PIU' GHETTIZZATI, MA METABOLIZZATI ANCHE LORO NEL NWO... LE COSIDDETTE MINORANZE, ALMENO IN OCCIDENTE, NON SI REPRIMONO PIU' IN TERMINI RELIGIOSI COME UN TEMPO... LE SI ANNETTONO, LE SI COOPTANO, ANCHE GLI INTELLETTUALI VENGONO COOPTATI SEMPRE PIU' SPESSO NEI MEDIA... SONO LE MASSE CHE SI REPRIMONO, LE MASSE CHE A BREVE TORNERANNO NELLE PIAZZE PERCHE' DISPERATE E SENZA UN LAVORO... QUINDI BEN VENGANO LE FESTE GAYE E NON SI CONFONDA LA LORO VEICOLAZIONE RIDICOLA NEI MEDIA CON LA LORO LEGITTIMA RAPPRESENTANZA... UN CONTO E' LA POSSIBILITA' SACROSANTA DI MANIFESTARSI DEMOCRATICAMENTE, UN CONTO E' LA STRUMENTALIZZAZIONE INDUSTRIALE DELL'EVENTO, ED ANCHE SE SEMBRANO INTIMAMENTE LEGATE, SONO DUE COSE DIFFERENTI E VANNO DISTINTE... I MEDIA VEICOLANO IL FOLCLORE, PUR PRESENTE IN TALI MANIFESTAZIONI E SMINUISCONO LA PORTATA LIBERTARIA SIMBOLICA CHE DOVREBBERO AVERE... QUINDI ATTENZIONE NELLA CRITICA DI TALI MANIFESTAZIONI E NEL BERSAGLIO DA COLPIRE !!!

    RispondiElimina
  3. Sull'articolo MKULTRA, invece, devo dire che concordo quasi su tutto, un pò meno sui toni sensazionalistici ed apocalittici...
    Nel senso che sarà pur vero che fanno questi esperimenti, ma quando si afferma che servono a creare schiavi sessuali, si dice un sacco di cazzate...
    Anche perchè non avrebbero certo bisogno di crearseli questi schiavi, essendo LORO talmente potenti da poterli comprare ed utilizzare già in natura...
    Se vogliono fare orgie ed altro non hanno certo bisogno di aspettare che vengano strutturati negli anni da esperimenti letali come quelli indicati, li pagano o li stuprano e sono già a posto !!!

    Tali esperimenti, servono solo a capire quanto una persona può essere assoggettata da un padrone, esperimenti che poi, in scala mondiale, servono a condizionare il nostro pensiero collettivo...
    Quando veicolano che servono a creare schiavi sessuali mi viene da ridere, anzi, da piangere, perchè è un buon modo per sviare il problema, un pò come per i rettiliani, i toni apocalittici, servono spesso a ridicolizzare l'evento e la sua portata, un pò come ho spiegato nei confronti della strumentalizzazione del GAYPRIDE...

    Bisogna evolversi e capire, osservando analiticamente, che tutte le dinamiche di controllo sono esattamente identiche, anche se applicate a diversi mondi ed argomenti, e che i fatti sono tutti intimamente collegati, spesso il SISTEMA fintamente pare accettarli, come appunto sull'omosessualità, per poi strumentalizzare l'argomento, svuotandolo della sua portata rivoluzionaria...
    Capitò anche per un tal GESU', che pur essendo stato solo una leggenda, venne svuotato della sua valenza rivoluzionaria, per accrescere la sua valenza iconografica e divinatoria, quindi falsa per natura...

    Spesso questi argomenti, che spaziano dal complottismo alla filosofia, fino alla psicologia ed alla sociologia, vengono estremizzati e fuorviati, come ed alla stessa stregua di un SISTEMA, che vuol ridicolizzarli, per contenerli nella loro portata libertaria, ribaltandone spesso il significato simbolico...

    HASTA LUEGO

    RispondiElimina
  4. Interessante, un prodotto del mind control che pubblica un articolo critico sul mind control...

    A quando il cane che si morde la coda, anzi la "coa" per dirla alla veneta (eh eh eh)?

    PS La informo che Io e il Doge non siamo la stessa persona. Lui domina il triveneto, io l'universo astrale ... uh uh uh uh

    RispondiElimina
  5. @ MDD. Potrà apparire semplicistico ma, secondo me, Monarch sta per MONARCHICO, e forse anche MK ( la farfalla è un depistaggio ). Tutti gli esperimenti, come tu ben dici nel commento successivo, servono, hanno come UNICO obbiettivo "FINALE", la ROBOTIZZAZIONE dell' intera popolazione; basta esaminare le torture che hanno elaborato per ritrovarle, sempre più, nella nostra quotidianità. Ma al tempo stesso, nell' eventualità ( poichè 'sti dementi FETENTONI calcolano tutte le evenienze ) che non ci riuscissero, stanno preparando una "popolazione già PRONTA" per sostituirci a poco a poco, ossia man mano che ci fanno fuori. Osho disse che questa è forse l'ULTIMA POSSIBILITA' che abbiamo di REAGIRE......e forse aveva ragione, ma diceva anche che l' unica medicina per TUTTI i mali era la CONSAPEVOLEZZA !! Osservando il mondo, la vita, da un' angolazione SANA......è ASSURDA e incredibilmente FOLLE la realtà che questi MOSTRI hanno creato......DOBBIAMO "ASSOLUTAMENTE" INVENTARCI QUALCOSA DI "NUOVO" e SPEDIRLI a fare in culo nell' isola più lontana ed isolata che esista, dove possano "divertirsi" a FOTTERSI tra loro....chissà che così non rinsaviscano o...... si ESTINGUANO, una volta per TUTTE !!! Lilith

    RispondiElimina
  6. Ciao Tengri l'amante del Doge, alias Gargiulo rott... :)
    Tu non lo sai, ma ti sto manipolando a tua insaputa...
    OCIO ;)

    RispondiElimina
  7. Ciao Lilith, la farfalla di per se è un simbolo buono, LORO le danno una valenza maligna ed occulta...
    La farfalla è simbolo di trasmutazione, cioè di passaggio e di crescita...
    LORO ne danno un'accezione di comando nel senso che trasmutano da un sistema all'altro ma rimangono sempre in sella al cavallo...
    LORO sono una farfalla che cambia aspetto e si trasforma in altro ma è sempre presente...
    I media, come i progetti di controllo mentale alla MONARCH, sono da sempre rappresentati dalla farfalla, vedi la farfalla della RAI...
    :)

    RispondiElimina
  8. Da notare l'incredibile somiglianza tra il Dottor Menghele ed il giovane Ratzinger futuro Papa...
    Sono due gemelli...
    :)

    RispondiElimina
  9. Salve MDD. Sono d' accordo, caro, ma non alludevo a questo. "Il primo moto intarsia tutto quanto..." la farfalla è il simbolo di quel primo moto, dell' uno che attraversa lo zero e che a sua volta diventa l' otto...è il simbolo del maschile che si fonde col femminile...e si ritrova anche nel copricapo dei faraoni ( anche il "triangolo perfetto", ossia la piramide, viene fuori da quell' otto ); anche gli uccelli hanno la stessa "conformazione" ma nella farfalla il simbolismo è più preciso perchè avviene la trasmutazione !! E'la scelta del termine "MONARCH" che mi intriga !!! LORO danno una valenza maligna a tutto perchè sono dei DEMENTI; la CONOSCENZA in mano agli stolti è pericolosa perchè viene deviata a seconda del fine e....ne abbiamo la PROVA. Lilith

    RispondiElimina
  10. SI,ASSOMIGLIA MOLTISSIMO AL VISCIDO PRETINO!

    RispondiElimina
  11. Democrito, mi manchi...anche tu Conte...dove cavolo siete finiti ?!? Lilith

    RispondiElimina
  12. Ciao lilith e a tutti.
    No non sono sparito, mi sono preso qualche giorno di ferie e sono andato a fare il deficiente in moto nel sud della Francia.
    Sto leggendo l’articolo di MDD, poi posterò un commento.
    Se vi capita andate nella valle del Verdon, si tratta del secondo più grande canyon del mondo. È un posto incantevole e la passeggiata nel canyon uno delle più bei tracking che abbia mai fatto. Io sono un amante della montagna, ci vado ogni volta che posso, ma quello che mi lascia sempre sorpreso è il rumore del….silenzio.
    A me, però poi alla sera viene fame. O c’è poco prana, oppure io sono particolarmente involuto spiritualmente. Bah, vai a capire!
    Il mondo è un postaccio e siamo destinati a perdere la maggior parte delle nostre battaglie, quelle che caratterizzano la nostra permanenza su questo pianeta, ma l’importante è vincere la guerra.
    E la guerra si vince ricordandosi che mentre le battaglie si svolgono all’esterno, la vera guerra è dentro. Li si gioca la partita dell’esistenza, del ne valeva la pena oppure no.
    Sono andato a fare il mio viaggio da solo, senza amici al seguito, e non ho nemmeno conosciuto nessuno, anche perché non so’ una parola di francese, eppure sono stato bene con me stesso e non mi sono annoiato per niente. Il modo migliore per affrontare una passeggiata in montagna è andarci da soli, solo così si assapora davvero la vibra.
    Il ritorno invece è come sempre agghiacciante. Tra lavoro, famiglia, problemi ed amicizie varie, ne ho già le palle piene.
    In montagna mangio perché ho fame, e di solito mangio poco. A casa mangio perché sono stressato e penso faccia malissimo alla salute. Secondo la Tradizione nel Kali-yuga la gente vive una vita breve, ma non penso si riferisca al numero di anni, ma all’intensità e al piacere con cui si vive la vita. Chissà?

    RispondiElimina
  13. @Democrito. Salve Demo, finalmente !! mi da serenità leggere certe tue considerazioni, come questa, che: "Il mondo è un pasticcio e siamo destinati a perdere la maggior parte delle nostre battaglie....ma l' importante è vincere la guerra. E la guerra si vince ricordandosi che mentre le battaglie si svolgono all' esterno, la vera guerra è dentro di noi. Li si gioca la partita dell' esistenza....."Io viaggio sempre da sola, ho preso l' abitudine da ragazzina, quando da Milano, ogni mese, andavo da mia madre che viveva proprio nel sud della Francia, fuori Nizza, ogni tanto mi portavo dietro un' amica...ma mi pentivo sempre. La montagna mi piace, ma isolata, lontano dai "montagnini" solo così riesco a godermela; mentre il mare mi piace di più anche perchè mi incanta starci dentro e stendermi al sole, e trovo le persone che ci vivono più "tranquille". Mangiare per nevrosi è terribile e succede anche a me quando vivo delle forti contraddizioni o mi sento impedita nella libertà, poi recupero con, unicamente, litri di acqua e limone e the per una giornata o più, e con con il semi-digiuno per una settimana...e vado a posto. Hai ragione, si riferisce sicuramente all' "intensità". Ben tornato !! Lilith

    RispondiElimina
  14. "Spesso questi argomenti, che spaziano dal complottismo alla filosofia, fino alla psicologia ed alla sociologia, vengono estremizzati e fuorviati, come ed alla stessa stregua di un SISTEMA, che vuol ridicolizzarli, per contenerli nella loro portata libertaria, ribaltandone spesso il significato simbolico..."

    GRAZIE per lo scritto; sono totalmente affine alla puntualizzazione del Maestro.

    «Vorrei solo riuscire a comprendere come mai tanti uomini, tanti villaggi e città, tante nazioni a volte, sopportano un tiranno che non ha alcuna forza se non quella che gli viene data, non ha potere di nuocere se non in quanto viene tollerato. Da dove ha potuto prendere tanti occhi per spiarvi se non glieli avete prestati voi? come può avere tante mani per prendervi se non è da voi che le ha ricevute? Siate dunque decisi a non servire più e sarete liberi!»

    Etienne De La Boëtie – DIscorso sulla servitù volontaria

    da qui:

    http://www.inventati.org/apm/abolizionismo/boetie/boetie.pdf

    abbraccio dal cosmo

    aimé valdor

    RispondiElimina
  15. Sono di ritorno dall'Inghilterra dove ho passato una settimana da parenti nel Cambridgeshire. Che paese strano l'Inghilterra (eppure ci vado due volte l'anno, dovrei essere abituato): ancora sono vive le immagini dei "riots" che hanno messo a ferro e fuoco Londra ma nella ricca campagna del sud-est tutto e' come se niente fosse: Range Rover fiammanti, case di lusso, cavalli da corsa, giacchette di tweed...

    RispondiElimina
  16. @ Valdor. Nessuno, ma proprio NESSUNO al mondo, si offrirebbe volontariamente alla schiavitù, come si dice a Napoli "Quà nessuno è fesso". E' stato, in sintesi, la legge del più forte e il condizionamento psico-religioso a fare il LAVORO. Risalire al come ed al perchè non è difficile...basta indagare. Negli articoli di MDD e nei commenti di "alcuni" blogger troverai molte risposte....ma le risposte dipendono DIRETTAMENTE dalle domande che uno si pone !!! Lilith

    RispondiElimina
  17. Paolo Giovanni Mauro2 settembre 2011 10:58

    @ aimé valdor

    Ottima citazione. Non la conoscevo. Aggiungerei solo questa riflessione a riguardo: diventare schiavi è molto facile quando noi fuggiamo dalle nostre responsabilità e dalla nostra coscienza. La libertà ha sempre un costo e il costo può essere molto, ma molto pesante. Qualcuno ha detto: "Fai il tuo dovere e pagane le conseguenze". Per esperienza personale posso dire che è verissimo. Ma è l'unico modo per avere stima di noi stessi.

    @ Lilith
    Ha ragione. Nessun al mondo vuole essere schiavo, ma di fatto molti non solo lo divengono ma aspirano ad esserlo perchè è molto comodo.


    Buona giornata.

    RispondiElimina
  18. Lilith quello a cui volevo alludere è esattamente il punto focale che ha sottolineato Paolo Giovanni Mauro; il vero schiavo non è tanto colui che ha la catena al piede ma colui che non riesce più nemmeno a immaginare la libertà disse qualcuno, ma soprattutto, ed è quello che a parer mio si sta sempre più spostando, è la responsabilità individuale, il delegare al papa, al rè, al pretuncolo o guru con le orecchie a punta o ideologia di turno, tutto questo ha obnubilato, appunto come dicevi, le coscienze lentamente, ammorbandole e facendo si che preferissero, o preferissimo slittare in uno stato eteronomo di ebete beatitudine mansueti e illusoriamente liberi per decenni e secoli mentre altri guidavano il timone dove e come volevano.
    La libertà, la scelta, la volontà richiedono un certo sacrificio a cui sembra ci siamo disabutuati, una certa ampiezza, un allargamento di visuale che implica un maggiore sentire, ovviamente sia nel “bene” che nel “male”.
    Nei secoli seppellendoci prima sotto una fumosa coltre di incensi e dogmi papalini e poi di lavatrici, televisori e minnie fosforescenti ci siamo alquanto sclerotizzati, ma è un percorso “necessario” per liberarci, stiamo buttando fuori il superfluo, cadono le maniglie, inizia l’Uomo.
    un abbraccio dal cosmo...

    a.V.

    RispondiElimina
  19. @ Aimè Valdor. "Non c' è peggior schiavo di chi non sa di esserlo". Molti nascono in situazioni che NON danno loro le possibilità di rendersene conto, non possiedono consapevolezza della realtà, vivono in un' ILLUSIONE ( e questo vale anche per chi è al potere ); per chi invece ne è consapevole e non vuole accettarlo.....c'è una COLOSSALE struttura sociale "ben organizzata" con: eserciti ARMATI e compagnia bella, le patrie galere, i manicomi e via dicendo, che TENDE a scoraggiarlo. A quel punto dipende dal grado di consapevolezza ed esigenze, "tutte personali", adeguarsi alle regole del sistema, e quindi tradirsi, o RIBELLARSI e decidere, per lo meno, di costruirsi una specie di "proprio mondo" dove si creano, almeno per sé stessi, le libertà che si vorrebbero per tutti; nell' attesa di poter estendere la propria rivoluzione, con l' ESEMPIO della conquista ottenuta, tramite un CONTAGIO positivo.------------------------------------------------------------------------------------------------------------@ Paolo Giovanni Mauro. Il costo della libertà, anche solo come conquista personale, è senz' altro alto, ma percorrendo il cammino, dalle GIOIE, SODDISFAZIONI e BENEFICI che ne derivano, e facile concludere che è senz' altro più basso della scelta contraria. I PIU' infelici al mondo sono coloro che pur sapendo hanno deciso di tradire se stessi, poichè una volta che la consapevolezza è avvenuta, per quanto si cerchi di giustificare le proprie scelte, rode come un tarlo; ed anche se ormai si è riusciti a confinarla sotto le scarpe....fa vivere male, anche se nel lusso, fa ammalare, ammattire ed uccide di mala morte. Lilith

    RispondiElimina
  20. "Il vero rivoluzionario contemporaneo, quello che puo' seriamente far tremare l'establishment politico-economico, e' oggi un consapevole, cocciuto, equilibrato individualista, che parte da se, dal suo mondo, ci lavora sopra, fa di tutto per essere libero e consapevole come essere umano singolare (un individualista della volonta', sia chiaro, restando nel cuore una persona sociale e in relazione).
    Non necessariamente compra cio' che gli si dice. Non necessariamente fa quel che 'dovrebbe'. Usa gli strumenti come strumenti, non come fini. Costruisce una sua realta', adatta a se', efficiente, concreta.
    Cosi' facendo, il singolo diventa eversivo. Egli interrompe in qualche punto vitale la sinapsi del consumismo e dell'assensa di senso. Il suo comportamento e' individuale, cioe' mosso dalla responsabilita' e dalla dignita' del singolo essere, dall'orgoglio di non vedersi soggiacere alla massificazione, eppure ha effetti enormi sul sistema, il suo esempio e' emblematico e vale piu' di mille teorie sociali o programmi politici. Con conseguenze imprevedibili. Dieci, cento, mille persone cosi' e il potere e' spacciato."
    - Simone Perotti - "Adesso Basta" - Chiarelettere


    "Eat shit. One billion flies can't be wrong."
    - Scritta sul muro di un'universita' americana, 1968 (l'avevo gia' scritta ma mi piace troppo e la ripeto, ndr).

    RispondiElimina
  21. .....potrebbe essere che il vero schiavo è colui che non si accorge nemmeno di cosa è schiavo?

    Mr Blue

    RispondiElimina
  22. La schiavitù è un accezzione negativa. Si intende per schiavitù la mancanza di libertà, quindi la nostra indagine deve riguardare innanzitutto cosa si intende per libertà. E qui il discorso si ingsrbuglia di parecchio. Partendo dalle ovvietà, libertà significa fare ciò che si vuole. ma cosa si vuole? Vien da se che per fare ciò che si vuole bisogna essere chiari, avere cioè libertà di pensiero. Agiamo sulla base di ciò che pensiamo, quindi più della libertà fisica è importante la libertà di pensiero. Ecco quindi che il nostro concetto di libertà ha subito un'evoluzione: la libertà è poter pensare, spaziare senza senza limiti. Però tutti noi sappiamo come il pensiero sia fortemente condizionato dalle emozioni, quindi finchè proviamo qualcosa non possiamo essere liberi, quindi dobbiamo capovolgere nuovamente il nostro concetto. Non possiamo pensare di liberarci dalle emozioni, perchè pensiamo proprio per procuraci delle emozioni, quindi dobbiamo evolvere di nuovo il nostro concetto: libertà è provare emozioni positive.
    Purtroppo per noi però la vita è anche fatta di negatività e la morte è inevitabile, senza contare che se la libertà è solo possibile in caso di emozioni positive, allora si tratta di una libertà limitata, che non corrisponde al rango di assoluto di cui vorremmo ammantarla.
    Bisogna allora lasciare il campo del mentale, dell'aspetto emotivo-intellettuale della vita, e spingerci un po più in profondità, nel campo dello spirito, dove la libertà diventa qualcosa di diverso di un concetto, ma semplicemente ciò che è sempre stata: una sensazione. Sono libero perchè ho la sensazione di essere libero, indipendentemente da tutte le restrizioni fisiche o intellettuali a cui sono sottoposto. Ma lo spirito non ci appartiene, esso è in se stesso libero e non possiamo nulla per cambiare questo stato di cose. Possiamo accettare queto stato di cose e godere della sua-nostra intima libertà, oppure rifiutarlo e rendere noi stessi schiavi. In questo consiste la nostra vera libertà e qui casca l'asino. Quasi tutti noi scegliamo la schiavitù e anche quei pochi che di tanto in tanto scelgono la libertà, la maggior parte del loro tempo lo passano in schiavitù.
    Penso che ogni essere umano abbia nel corso della sua vita il suo centimetro quadrato di possibilità.
    Il momento in cui la gabbia si apre e si potrebbe fuggire. Capita a tutti e nella maggior parte dei casi più volte nel corso della vita, ma la scelta è quasi sempre quella di rimanere in gabbia. Tutte le ragioni ci dicono che è meglio rimanere in gabbia. Abbiamo dei doveri, delle responsabilità. Le valutazioni dei pro e dei contro ci dicono che dobbiamo restare in gabbia. Un sacco di ragioni, mentre la libertà ha una sola ragione: il desiderio di essere sperimentata.
    Ma non rinunciamo in modo definitivo, soltanto rimandiamo ad un momento più propizio che non verrà mai. La realtà è nell'attimo, perso il quale si è persa l'opportunità. Attimo dopo attimo, opportunità persa dopo opportunità persa, la vita passa e infine ce ne dobbiamo andare senza aver mai provato quella sensazione che invece avrebbe dovuto accompagnarci lungo tutto il cammino dell'esistenza.
    Schiavi quindi si, ma per scelta più o meno consapevole.

    RispondiElimina
  23. Paolo Giovanni Mauro3 settembre 2011 17:06

    @ mr. Blue
    Anche questo è possibile. Però credo che occorra precisare: cosa vuol dire essere schiavi?
    Il concetto può essere soggettivo, da persona a persona. Contrariamente a ciò che molti pensano, io credo che non si sia schiavi nel senso pieno del termine quando si hanno delle responsabilità perchè le responsabilità danno il senso alla nostra vita e se riusciamo a fare fronte alle insidie della vita aumenta anche la nostra autostima. Per questo abbiamo il dovere di non scappare di fronte alle difficoltà soprattutto quando sono la conseguenza delle nostre scelte e quando sono coinvolti i nostri cari, ma anche come dovere nei confronti del corpo sociale (fino a quando si può naturalmente).

    @ Democrito

    Approvo tutto quello che lei scrive e giudico ottime le riflessioni sulla libertà dello spirito. Anche io come Lilith apprezzo il tono calmo e profondo dei suoi scritti, da vero gentleman. Continuo a leggerla con grande diletto.

    Buona giornata,

    RispondiElimina
  24. Concordo sia con la visione di Conte ed il discorso di Democrito sulla schiavitù umana...
    Un saluto anche a Paulo Giovanni Mauro, Valdor e Mr. blue, oltre alla nostra Lilith...
    Vi invito tutti a proseguire la discussione sul nuovo post del Sionismo Rothschild...

    HASTA LUEGO :)

    RispondiElimina