domenica 2 agosto 2015

MANIPOLAZIONE E DIRITTI COMPENSATIVI DEL CERCHIO MAGICO...



I media che sono strumenti di propaganda, soprattutto SOTTILE, ovvero che utilizzano linguaggi di un certo LIVELLO, quindi esoterici, manipolatori, di neurolinguistica e di plagio emozionale, cavalcano talvolta i LEGITTIMI DIRITTI CIVILI, per ribaltarne i connotati, ergo, succede che le elite del sistema padronale, siano fintamente concordi sul discorso diritti civili e contemporaneamente affliggano le loro popolazioni, con guerre, repressioni, crisi economiche e abbassamenti di altri diritti. Nel senso che, mentre falsamente sembrano volerti dare lo zuccherino delle LEGITTIME istanze di diritti ad una propria dignitosa e libera sessualità, ti eliminano altri diritti ottenuti dopo anni di lotte, ad un finto o presunto vero avanzamento su alcuni diritti, che sono da salutare sempre positivamente, ne corrispondono 10 da eliminare, per esempio: SANITA' PUBBLICA, SCUOLA PUBBLICA, DIRITTO ALLO SCIOPERO, SALARI, DIRITTI SINDACALI, ecc, ecc...
Servono a compensare altre tragedie che ci impongono per contratto, contratto stipulato in maniera liquida ed evanescente anche a nostra insaputa mentre avalliamo lo status quo, come una sorta di patto magico, perché il potere per natura è sempre religioso.
Gli stessi poteri che fingono di rispettare i diritti civili, sono gli stessi che votano le guerre dei paesi del 3° mondo.
Questa abnorme contraddizione della società consumistica, così lampante e delirante, è sbattuta in faccia ad intere generazioni acritiche.


La notizia della foto dell'incontro del rabbino con il manifestante gay ferito, di per se' è ovviamente positiva, (io sono libertario pro-diritti civili espansi a tutti gli orientamenti sessuali, quindi anche matrimoni omosessuali, adozioni omosessuali, ecc..) ma, in realtà, è strumentale e COMPENSATIVA all'eccidio fascista sionista di bambini palestinesi avvenuto di recente, l'equilibrio di basa su questa compensazione SOTTILE, ad un evento CELEBRATIVO, in sincrono, ne corrisponde un altro di natura uguale-opposta, perché il potere ancestrale globale si basa su questo schema atavico e per certi versi, naturale dell'uomo "civilizzato".
Sarebbe stato meglio fosse andato prima a casa dei palestinesi uccisi i giorni scorsi, per scusarsi del governo di estrema destra israeliano, nei confronti dei nativi semiti uccisi dai coloni terroristi, oppure, nei confronti di tutti quegli stranieri che vengono malamente e violentemente cacciati da Israele e rispediti ai loro paesi magico-fondamentalisti.
Lo stesso discorso avviene riguardo l'immigrazione.

Io per natura sono a favore della libera circolazione degli individui, credo che ognuno possa e debba andare dove meglio desidera, senza nessuna costrizione o limiti, sono, in termini assoluti, anarchico ed internazionalista di estrema sinistra, al tempo stesso, iniziando a conoscere il linguaggio manipolatorio delle elite neo aristocratiche, comprendo come LORO sfruttino il discorso immigrazione in due modi. Nel primo, creando ed ampliando il bacino del razzismo della maggioranza silenziosa che si sente minacciata, nell'altro, ampliando un buonismo ipocrita e falsamente ospitale, sempre dal punto di vista del padrone buono, ma spesso e volentieri con il culo degli altri, che ne rappresenta l'altra faccia della medaglia.
Sono due facce contrapposte ma identiche, per quanto riguarda il discorso manipolatorio generale, entrambe utili e complementari al SISTEMA.
Sono un po' come i partiti, servono entrambe ad alimentare il CERCHIO MAGICO e le regole che il MAGUS scrive per tutti noi, ovvero l'accettazione dei ruoli sociali in campo e le fazioni contrapposte.

L'occidente basa le sue ricchezze sulle miserie e sullo sfruttamento altrui e utilizza i partiti di destra e di finta sinistra per continuare ad impoverire e fare guerre al sud del mondo. Cavalca l'immigrazione per creare divide et impera, ci specula sopra con le mafie di Stato, rende schiavi interi popoli stranieri facendoli lavorare gratis nel capolarato, ricattando gli altri ad accettare illegittimi salari ed alimenta il rigurgito razzista di coloro che si sentono erroneamente minacciati.
La prima cosa civile e di sinistra sarebbe non votare nessun partito che accetta schemi occidentali padronali, di qualunque estrazione, tanto dipendono tutti quanti da altri livelli di potere, non avallare magicamente il sigillo del voto, perché si instaura un rapporto EGREGORICO con il sacerdote di turno, ovvero, con chi sta SOPRA e governa, stabilendo i ruoli sociali per farci stare dentro il LORO cerchio magico, il loro contenitore di regole, che poi sono sempre dogmi di natura religiosa vestiti di laico.
TEMPI MODERNI, TEMPI ANTICHI...
cit.


venerdì 24 luglio 2015

ISMAELE: "DIO MI ASCOLTA" ...




DIO TI ASCOLTA???

IS-MAELE
(DIO MI ASCOLTA)
ETA' 17 ANNI
(NUMERO ANGELICO, COMUNICAZIONE DELLA RETTA VIA)
MORTO SGOZZATO CON UN COLPO SECCO, PRECISO E CHIRURGICO.
(ISIS)
MESSO IN CROCE VICINO AD UNA CHIESA DIROCCATA DIETRO AL BOSCHETTO. 
(HATHOR PENTHALFA/ J.BUSH)
DENUNCIATI DUE GIOVANI ALBANESI 
(CAPRO ESPIATORIO)
ARMA DEL DELITTO NON PERVENUTA 
(COME DA PRASSI)
MAGLIETTA CON MANO E SIMBOLI CABALISTICI 
(RENZI INCONTRA NETANYAHU: «DIVERSITÀ DI VEDUTE SUL NUCLEARE IRANIANO ED AMBASCIATORE ALBANESE IN IS-RAEL)
MAGLIETTA PULITA, SENZA TRACCE DI SANGUE 
(DELITTO DI STATO FLOREALE)

Is-maele crocifisso e sgozzato da un contractor floreale per veicolare attraverso linguaggio esoterico informazioni e step dell'agenda rossa.
MESSAGGIO SACRIFICALE CRISTICO, messo in croce in IS-RAEL. cit.
Crocifisso in un altare di ferro accanto ad una chiesa abbandonata nei presso di un dirupo e di un fitto BOSCHETTO.
Comunicazione in codice utilizzata dai reparti dei Servizi Segreti che dialogano attraverso omicidi, stragi, incidenti, eventi mediatici, utilizzando una grammatica in codice mutuata da linguaggi antichi, rosicruciani, cabalistici, religiosi e numerologici.
Nello stesso giorno Renzi andava ad Is-rael, presenti gli ambasciatori greco, francese ed albanese.
Sempre nello stesso giorno venivano arrestati in Italia 2 presunti terroristi anti-israeliani che pare dovessero fare una serie di attentati, ovviamente altri 2 capri espiatori che compensano e fanno da livella con i due albanesi arrestati, anch'essi ed assolutamente innocenti, gli uni confermano gli altri e sigillano l’accordo e certificano l'accordo.
START= PRONTI PARTENZA VIA

La maglia del ragazzo sgozzato appeso sulla croce di ferro in mezzo al BOSCHETTO, raffigurava una mano in posa mistica e vari simboli riconducibili alla cabala, essa potrebbe rappresentare l'accordo che ha fatto Renzi con il premier Is-raeliano riguardo alla finta disputa sulle sanzioni all'IRAN e sui finanziamenti che esso prenderà in futuro, ma anche valutando il Piano B, in caso di occupazione americana dell'Iran e della Siria da parte del potenziale vincitore alle prossime elezioni USA, il Repubblicano Jeff Bush della nota dinastia TESCHI ED OSSA e della casa madre, l'Hathor Penthalfa.
Renzi si è assicurato una vecchiaia dorata, il nostro caro guitto fiorentino dovrebbe entrare nei salotti buoni delle Ur-lodges che contano, ragione per cui sta facendo macelleria sociale economica, eseguendo da bravo kapo' gli ordini dei piani ALTI.
L'arresto dei finti terroristi servirà a determinare date e luoghi dei prossimi attentati dell’ISIS in medio oriente (news complementari allo step di cui sopra).
Come narrava il grande regista Elio Petri nei suoi meravigliosi film, vedi "Todo Modo", esistono una serie di omicidi ed eventi che, se uniti tra loro, creano un linguaggio in codice per ALTI RAPPRESENTANTI DEL CULTO E DELL’ORACOLO e vanno a formare la seguente frase:
"TODO MODO PARA BUSCAR LA VOLUNTAD DIVINA..."
cit.



NOME ISMAELE:
Deriva dall'ebraico יִשְׁמָעֵאל (Yishma'el) Che significa letteralmente " DIO Ascolta ", "Dio ascolterà" di "Dio mi Ascolta", composto da yishma ( imperfetto di Shama, "Ascoltare"), ed EL; Altre fonti lo interpretano "Dio ha esaudito ".
Ismaele è un nome di tradizione biblica, dell' Antico Testamento, è il figlio di ABRAMO avuto dalla schiava AGAR. E' Stato poi usato dallo scrittore Herman Melville  per il suo noto romanzo Moby Dick del 1851.
L'onomastico viene festeggiato il 17 giugno in onore di Sant' Ismaele, Vescovo di Calcedonia e Martire con Altri compagni sotto Flavio Claudio Giuliano.
Calcedonia fu una colonia Greca in Asia minore ed anche una colonia territoriale che andava da Ravenna fino a Pesaro.
Fonte Wikipedia

OMICIDIO IS-MAELE:
Di mezzo ci sarebbe la fidanzata diciannovenne del primo, ingelosito dalla sua frequentazione con Ismaele. Un dramma della gelosia, tutto consumato a colpi di post su Facebook e altri social media, passati al setaccio dai carabinieri che hanno così individuato i due giovani.
Tra gli indizi a loro carico anche il fatto che i loro cellulari sono stati agganciati dalla cella telefonica del luogo in cui è stato trovato il corpo di Ismaele.
Alle 16 di domenica, la madre aveva ricevuto un Sms dall' utenza del figlio che annunciava l'intenzione di andare a Milano e "cambiare vita". In realtà, a quell'ora, il ragazzo, studente dell'alberghiero e benvoluto da tutti in paese, forse era già morto e il messaggio sarebbe stato inviato dai due giovani che successivamente gli hanno rimesso il telefono in tasca e poi hanno gettato il corpo in un dirupo ricco di vegetazione.
Dai primi risultati trapelati dall'autopsia effettuata ad Ancona, la morte sarebbe stata provocata da un solo colpo di lama, che avrebbe reciso la trachea provocando il decesso per asfissia.
Ismaele sarebbe stato portato sul posto con l'inganno o con un raggiro.
I due l'avrebbero legato alla croce di ferro vicino alla chiesetta diroccata e lì sarebbe stato sferrato il colpo fatale. Sul collo segni di altre lesioni, compatibili però con l'impatto con rami e vegetazione, mentre non ci sarebbero altri segni di colluttazione.
La morte risale alle prime ore del pomeriggio di domenica, quindi prima delle 16. Torchiati per ore, i due ragazzi albanesi avrebbero cominciato a fare le prime ammissioni e a collaborare con gli investigatori. Uno avrebbe parlato dell'arma, non ancora trovata.

RENZI VA AD IS-RAEL:
Nel corso della conferenza stampa che ha seguito il colloquio è emerso un solo punto di disaccordo tra i due leader. Ed è sull’intesa appena raggiunta sul nucleare iraniano.
Per Netanyahu si tratta di un «errore storico»: «L’accordo con l’Iran rappresenta una grande minaccia per Israele, l’Europa e tutto il mondo e metterà Teheran in condizione di avere a disposizione decine di armi atomiche entro 10 anni». L’Italia invece sostiene «questo compromesso ma ritiene che la sicurezza di Israele sia un dovere e un diritto», «Penso che abbiamo differenti posizioni sosteniamo questo compromesso e vigileremo sulla sua applicazione - risponde Renzi - Penso che oggi siamo tutti Davide contro nemici barbarici che usano la religione per portare terrore, miseria e morte. 
E penso che la sicurezza di Israele è la sicurezza dell’Europa e anche la mia: abbiamo un destino comune da condividere». 
Sempre a proposito dell’intesa sul nucleare in Iran, il premier ha spiegato: «È il primo passo. Controlleremo con la comunità internazionale perché non è questione del diritto di Israele di esistere ma il dovere di Israele di esistere, è importante affermare il dovere della Stato di Israele di mantenere la sua sovranità e il suo ruolo».
Israele e Italia sono «paesi amici» e sono pronti a «collaborare e competere ma anche condividere i sogni più importanti per realizzare una vita migliore»: il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è arrivato all’università di Tel Aviv dove è intervenuto al convegno «Innovazione Italia-Israele: dalla conoscenza alla crescita». A fine incontro il presidente Renzi si è recato allo Yad Vashem e poi alla residenza del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, a Gerusalemme: «I nostri due Paesi condividono un rapporto speciale», ha detto Netanyahu, parlando dopo l’incontro con Renzi.

http://www.corriere.it/esteri/15_luglio_21/renzi-israele-paese-nostre-radici-nostro-futuro-df5372ee-2faa-11e5-882b-b3496f35c4c0.shtml?refresh_ce-cp






 



martedì 21 luglio 2015

TOTEM DIGITALE, OVVERO IL SISTEMA NAZI-TRANSUMANISTA DELLA MUSICA...


DIRANNO CHE ERA DEPRESSO... 
cit. Ingenuista di turno
Il co-fondatore del noto servizio di streaming musicale Grooveshark, Josh Greenberg, è stato trovato morto nella sua casa di Gainesville, in Florida.
http://tech.fanpage.it/trovato-morto-a-28-anni-il-co-fondatore-di-grooveshark/

Questa notizia, di per se' poco interessante, mi da la possibilità di affrontare una tematica spinosa e complessa, ovvero la nascita e la strumentalizzazione della musica digitale on line, la trasmutazione del SISTEMA in liquido, intangibile, impersonale ed "usa e getta".
Il peccato originale consiste nel aver creato negli ultimi anni i "RIPETITORI", ovvero strutture mediatiche di propaganda, sempre più populiste e fintamente democratiche, Private e basate sul mercato del più forte. Questo collasso culturale nasce dalle case discografiche e dalle loro Multinazionali globaliste di riferimento che, nel giro di qualche decennio, si sono sempre più centralizzate, alla stessa stregua di come funziona l'economia globale, incorporando i loro satelliti e le case indipendenti.
Il primo dei peccati originali fu quello di alzare i prezzi dei dischi e, contemporaneamente, dare la possibilità di REPLICARLI su musicassetta di produzione delle stesse Corporation, poi su CD, infine di scaricarli a gratis o a pagamento, lasciando agli artisti minori solo decimali irrisori.
Da un lato, hanno favorito i grandi autori ed i grandi complessi, nonostante le vendite in ribasso, perché hanno mantenuto nel tempo una nutrita schiera di fan, presenti fin da quando si vendevano ancora i dischi, rieditandoli e replicandoli ovunque, saturando il mercato e la visibilità degli altri.
Tutto questo permette LORO di continuare ad arricchirsi, anzi, di essere gli unici detentori dello scettro padronale come Semi-Dei del Pantheon artistico musicale, e dall'altro, di distruggere, passo dopo passo, i piccoli e medi autori, che perdono competitività, desiderio di investire nei loro mezzi, ciò avviene nella stessa identica maniera e con le stesse dinamiche delle iniezioni liberiste applicate in ogni dove.
E' un meccanismo fascista liberista che è stato introdotto dopo anni di cure e sperimentato su vasta scala.
La cosa tragica, è che questo SISTEMA TRANSUMANISTA ORWELLIANO avanza in punta di piedi e si mostra cinicamente orizzontale, quindi viene salutato dal popolino ignaro come un premio vinto alla lotteria della fattoria degli animali, magari credendo di farla franca e di fottere il sistema, diventando invece un cavallo di troia inconsapevole vestito da pirata cibernetico.
Da un lato è comprensibile che il ragazzo, avendo la possibilità di scaricare gratis, non voglia spendere nulla, egli crede erroneamente di poter scegliere e di risparmiare quei soldi spendendoli in altro modo, magari indotto e sedotto a comprare telefonini che poi sono di proprietà degli stessi gruppi di Corporation che prima gestivano o gestiscono ancora il mercato musicale, o di comprare delle bibite OGM della VIRGIN.
In realtà, il ragazzo in questione, che potrei essere anch'io, ma non lo sono perché amo il feticcio del disco originale, amo toccarlo e sentire l'odore della stampa della copertina, non ha tutte le colpe, semplicemente è stato accompagnato durante la sua vita, durante decenni di trasmutazione generazionale, durante decenni di propaganda culturale, a soddisfare giustamente i suoi bisogni, ad usufruire e fruire delle bellezze tecnologiche, ma è stato soprattutto indotto ad accettare acriticamente dall' ALTO, i nuovi media, pronto per essere "amico su Facebook", "I like it", sempre più figo, moderno, alla moda, trendy, credendo fossero i suoi legittimi strumenti di piacere automasturbatori. 
Siamo stati indottrinati al nuovo TOTEM DIGITALE!!!
TOGLIETEMI TUTTO, MA NON IL MIO I-PHONE (che devo scaricare)
cit. bimbominkia


Ora le multinazionali della musica, dopo aver finto di confliggere i cosiddetti "pirati istituzionali", li fanno fuori e prendono i loro tesori.
La dinamica è sempre la stessa, creare un PROBLEMA, ovvero i mancati pagamenti ai lavoratori del settore musicale, con strutture digitali che negano o restringono il campo d'azione sul controllo e la gestione dei compensi dei diritti d'autore, che, ricordo, equivalgono a compensi irrisori e, se va bene, sono bassi come quelli di un operaio; solo pochi ne godono a certi livelli, proprio come succede nel mondo "materiale" di ogni giorno.
Gli introiti dei diritti SIAE dovrebbero essere considerati sacrosanti come lo sono i "Diritti dei Lavoratori", mentre oggi fanno arricchire solo i boss della musica che si spartiscono i proventi maggiori e chi veicola ed utilizza economicamente il LAVORO altrui per creare palinsesti attraverso i nuovi media e le Multinazionali di riferimento, lasciando solo le briciole alla moltitudine che finanzia la stessa entità criminale con tasse annuali.
Aspettare una REAZIONE, ovvero, favorire la "pirateria" degli shop digitali, degli streaming, degli scarichi, fingendo di combatterla, e poi, una volta che i loro cavalli di troia transumanisti, tanto eco-solidarnosc con il culo degli altri, hanno destrutturato il mercato rendendolo fintamente democratico e distruggendo i piccoli autori, trovare una SOLUZIONE definitiva, ovvero, impadronirsi di quelle strutture "alternative", cooptarle ed annettersele, ma sempre molto democraticamente, fingendo di veicolare l'Arte alla portata di tutti, invece, trasformando il mondo musicale in un distretto mercantile sempre più elitario ed aristocratico, omologato e senza contraddittori.
Una linea editoriale globale, un'unica voce del padrone che decide cosa portarci a casa digitalmente e ce la spaccia per opportunità culturale.
Questa globalizzazione nazista viene salutata dagli stolti, spesso anche a sinistra, come una manna dal cielo, in realtà funziona come una forma di colonialismo culturale...
Ci sorprendiamo poi che facciano fuori di tanto in tanto i protagonisti dello streaming, gli scopritori di nuove tecnologie on line, per sostituirli, come fecero con JOB "LAVORI FORZATI" della MAC e tanti altri attori del cerchio magico, YouTube compreso, che vive sul lavoro altrui e paga solo gli artisti delle major, con la scusa che farebbe pubblicità ai giovani emergenti.
Sarebbe come fare lavorare gratis all' EXPO lo stesso ragazzo che scarica tanto democraticamente i suoi file, con la scusa che farà esperienza di vita, curriculum e si mette sul mercato, ma sempre a gratis, mi raccomando.
Con la differenza che tutto ciò che è considerato "SOTTILE", artistico e metafisico per natura, non viene percepito come lavoro, ma solo un'evaporazione liquida da tenere in tasca ed ascoltare in cuffia in MP3.
Provate voi a scaricare un NOTAIO, un IDRAULICO, un SALUMIERE, un EDUCATORE...
Concettualmente è la stessa identica cosa, però vi hanno indottrinato a percepirla diversamente.
Oggi trionfa il CLOUD, la nuvoletta chimica dei Provider che detengono l'intero sapere umano, che potranno un giorno decidere di cancellare un intero secolo di storia, di musica, di Arte, basterà un semplice clic e via...

EVAPORAZIONE CULTURALE...
Abbiamo perso la memoria del 15° secolo...
cit. AREA

La rivoluzione digitale del SISTEMA NAZI-TRANSUMANISTA e non la "materia digitale" che è ALTRA COSA, potenzialmente meravigliosa e magica, ci porterà per mano nel baratro. 
Quando il feticcio materiale scomparirà completamente, cosa che sta avvenendo massivamente, ci rimarrà solo la virtualità e l'effimero dell'oggetto musica, svuotato di significato, di ogni poesia e bellezza, standardizzato, numerato e classificato, inodore ed insapore, pronto per essere scordato e rinnegato nel dimenticatoio di una nuvola bidimensionale.
L'Arte della modernità funge da avanguardia del SISTEMA in cui viviamo e viene strumentalizzata come canale di cooptazione generazionale.
Finiti i grandi movimenti musicali del passato, ultimo quello degli anni 90 dell'elettronica che oggi si replica all'infinito, il SISTEMA ha completamente distrutto il mondo musicale, lasciando ai sudditi solo la possibilità di riascoltarsi i brani sul TUBO, me compreso, veicolando finta conoscenza, perché se non hai un background musicale, ascolterai solo la play list padronale, lasciando ai Reality la possibilità di far esplodere fenomeni da baraccone di una stagione e segando ogni istanza di diversità culturali, relegandole sempre di più nella nicchia dei cultori. 
Ergo, avremo nicchie di romanticoni come me, che ascoltano le vecchie glorie o le poche cose interessanti in giro sempre più rare, ed una standardizzazione nazista orwelliana per il resto degli ascolti. Infatti coloro che ancora si ostinano a comprare dischi sono pochi, i giovani scaricano senza manco saper cosa fanno, accumulando dati senza saperli rielaborare, abituati alla quantità e non alla qualità. 
Trasformare la qualità in QUANTITA' NUMERICA, rappresenta il plagio emozionale che le generazioni di ascoltatori di musica hanno imparato a subire ed accettare, credendo fosse la libertà.


Abbiamo distrutto virtualmente i libri come in Fahrenheit 451 e ci sono rimasti solo dati e numeri impazziti. Ma la realtà ha superato la fantasia trasmutandosi in occasione per i giovani di poter ascoltare l'intero patrimonio artistico senza metabolizzarlo, ancora quantità e non qualità, velocità e non lenta e consapevole elaborazione del gusto. Bruciando i tempi e bruciando il sapere...
Quindi azzeramento critico, accettazione di ogni zuccherino sistemico, livellamento e regressione culturale generale. Non a caso il mercato virtuale si rivolge sempre più ai bambini, utilizzandoli anche come fenomeni circensi, e fa regredire intere generazioni di papà, stanchi di lottare, di comprendere e di avere una sana visione d'insieme degli elementi.
Oramai la musica odierna è mero sottofondo, una volta invece la si ascoltava, la si amava... 
Infine, ed è questo il goal MAGICO, quello di eliminare ogni desiderio di novità, ogni emozione spontanea primordiale, perché ci penserà il GRANDE FRATELLONE VIRTUALE ad educare e rieducare il popolo con le sue play list e Schindler List varie.
Il transumanesimo utilizza i media metafisici per spersonalizzare ed uccidere la nostra anima, paradossalmente, attraverso la destrutturazione del feticcio materiale, tanto criticato, oggi reso quasi antagonista rispetto ad un mondo evanescente ed intoccabile.
La direzione è quella solita neo aristocratica vestita da modernismo alla portata di tutti, in cambio, come placebo, come medicina, come calmante, il SISTEMA ed i gruppi editoriali realizzano canali tematici di solo REVIVAL, perché quando un Impero si sta trasmutando o è nella più totale decadenza dei costumi, si inizia con il valzer dei revival e con gli amarcord...
Nani e ballerine.
cit.

BENVENUTI IN MATRIX, CARI INGENUISTI...


PS: Determinate analisi, aggiungo purtroppo, sono talvolta in mano a siti clerico-fascisti, non a caso, a LORO è stata data la possibilità di cavalcare la questione e di relegarla ad un pensiero reazionario e conservatore, il SISTEMA si è già preparato all'obiezione di coscienza spostandola a destra, invece, io ho la presunzione di poterlo fare in maniera trasparente da sinistra, proprio per controbilanciare certi fenomeni culturali.
Un po' per negligenza del mio mondo di riferimento, un po' per sottovalutazione ed ignoranza del problema, non sono analisi comunemente trattate, anzi, a volte sono pure osteggiate.
Il bello o il brutto della questione è che lo stolto che leggerà superficialmente l'articolo, riterrà che sono io quello reazionario e conservatore, senza sapere che sarà l'utile idiota che ci porterà inconsapevolmente nel baratro culturale transumanista orwelliano. 
Il mio invece è un discorso profondamente libertario, anarchico ed anti-sistema, dal PROFONDO...

venerdì 17 luglio 2015

4° REICH, OVVERO COME TI SFASCIO SYRIZA CON IL CONTRAPPASSO DEL REFERENDUM...


"Crisi economica pilotata, usura tecnocratica, ricatto economico Neo-Conservatore, politici camerieri, camerieri politici, Kapo' e Kaput, Austerity, Referendum, Troika, divide et impera, spostamento dell'asse politico a destra, agenda neo-liberista, spaccatura di Syriza, destrutturazione degli ultimi partiti politici comunisti, socialisti e di sinistra, Ordine mondiale, Euro a doppia velocità, EURO MARCO sopra tutto, 4° Reich, trasmutazione del nazismo in tecnocrazia, Oracolo monetario, Totem digitale, feticcio cibernetico, Transumanesimo e disumanizzazione globale, sottrazione di tempo, complotto del TEMPO, complotto del TEMPIO..."
cit. Osservatore Lunare

Abbiamo tutti o quasi, salutato l'avventura di Syriza con gioia e speranza, uno degli ultimi baluardi ed esempi di "Partito Socialista Comunista" occidentale, l'abbiamo sostenuta anche quando non ci aveva convinto troppo l'alleanza con la destra di governo, l'abbiamo difesa quando tutti da destra e non, criticavano l'operato ambiguo del suo leader Tsipras, abbiamo chiuso un occhio, a volte anche due, quando le sue scelte ci apparivano troppo moderate e filo europeiste, abbiamo fatto finta di non vedere i sorrisini di cortesia ogni volta che veniva richiamato a Bruxelles dalla Merkel, abbiamo invano sognato un'alternativa reale contro lo strapotere del 4° Reich, abbiamo gridato W TSIPRAS durante il referendum, ma poi ci siamo svegliati, all'improvviso, bruscamente, era solo un sogno...
Il sonno della ragione partorisce mostri che il nostro inconscio rielabora a piacere, creando scenari ipotetici durante la notte, era solo l'ennesimo sogno ad occhi aperti, l'ennesima illusione...


Il goal del 4° Reich ha diversi obiettivi, non è affatto interessato ai debiti greci, se non su di un livello basico e più simbolico, quelli rappresentano il piano illusorio per potere esercitare ed imporre le leggi ed i dogmi del Cerchio Magico.
Gli obiettivi sono molteplici:
1- In primis, c'è il ricatto economico politico da imporre agli stati sudditi, ovvero, con la scusa dei prestiti usurai, costringere il governo a destrutturare e svuotare la democrazia dall'interno, ridurre il campo d'azione della sovranità nazionale, disintegrare i diritti dei lavoratori, eliminare passo dopo passo lo Stato Sociale, cancellare il sistema pensionistico, ed imporre aggiornamenti di sistema iper-liberisti; il mantra è "svoltare a destra", trasmutando le strutture democratiche e tutto ciò che profuma ancora vagamente di sinistra...

2- Far indire un Referendum popolare che ha una funzione occulta di CONTENITORE SOCIALE, per evitare potenziali rivoluzioni sostanziali, oggi ancora confinate dentro recinti fisiologici e gestibili, per dare lo zuccherino al popolo, per alimentare ancora una volta le vane speranze che viviamo in una democrazia, come un ostia che il Sacerdote di turno elargisce ai suoi Fedeli.
Un Referendum voluto e non ostacolato dalla Troika, proprio per fare capire a chi non l'avesse ancora chiaro in testa, che la volontà popolare, anche quando vince non conta nulla ed è schiacciata dai Poteri Forti, cosa puntualmente avvenuta, alla faccia di chi non comprende i meccanismi della piramide.
Dare un esempio, stabilire i RUOLI SOCIALI del Cerchio Magico, gli assolutismi in campo, NOI e voi, umilmente schiavi.

3- Ultimo obiettivo, quello di lasciare che il pollo ingrassi (Syriza), che raccolga a se' tante più galline e galli cedroni, e poi, una volta pasciuti e cresciuti nell'allevamento orwelliano della Fattoria degli animali, dividerli, metterli l'uno contro l'altro, destrutturali dall'interno dell'ovile, macellarli e finalmente mangiarli arrosto, in padella, a tocchetti e digerirli con una bella scoreggia LIBERISTA.
Creare le premesse per l'arrivo dell'uomo forte, che possa essere al tempo stesso il guardiano del Tempio e la scusa per distruggerlo successivamente, una volta che abbia svolto i suoi compiti padronali di zerbinaggio, vedi funzione dei fascismi. Creare quindi in futuro, le premesse per un caos sociale di maggiori proporzioni, oggi ancora controllate e contenute per i motivi di cui sopra, e la conseguente SOLUZIONE esercitata dall'Uomo Forte che, ad un certo punto, sia esso un militare o semplicemente una nuova Troika, saprà gestire il PROBLEMA e la REAZIONE scaturita da esso.

Lo strumento magico monetario, come avrete capito, è solo un medium per realizzare questi 3 obiettivi, in questo modo abbiamo rinnovato a colpi di iniezioni liberiste l'allevamento (GRECIA) e creato le premesse per un nuovo modello di Stato suddito avanzato, esempio che servirà ai prossimi allevamenti di polli, abbiamo contenuto qualsiasi esplosione significativa di piazza come e meglio del periodo dei Colonnelli Greci, finanziati dagli stessi padroni della Troika odierna, dando contentini sociali e zuccherini ai cavalli di Troia, ed infine abbiamo distrutto uno degli ultimi baluardi della sinistra greca, già profondamente annacquato e riformato, per cancellare e contrastare non solo una potenziale rivoluzione generale, che avrebbe dovuto esserci se il plagio emozionale non fosse stato esercitato, ma anche per annichilire ed umiliare la dignità di un popolo, contrastandone anche i legittimi sogni primordiali di pace e prosperità, alla faccia della storia e di quello che ha rappresentato la Grecia nei secoli.
Fare in modo che Alba Dorata sia l'ultima speranza, alimentare populismi, ulteriori divisioni della piazza, la richiesta dell'uomo forte e tutte le dinamiche che ne conseguono.

Il Referendum è stato un incantesimo voluto dalla Troika, o semplicemente è stato lasciato fare, una grande farsa, Tsipras può essere stato un bravo attore o semplicemente un ingenuo protagonista di un film che non ha scritto lui, di una sceneggiatura che forse sperava di correggere in progress o si illudeva di poterlo fare, nessun analista si sta chiedendo perché non viene rispettato il voto popolare, se ne prende atto e basta, come è possibile un voltafaccia così repentino ed un'ambiguità senza fine da parte del leader greco???
Gli amici del BRICS cosa fanno, stanno a guardare dalla finestra???
Cosa succederà alla sinistra greca ed europea???
E' stato un esempio di prova di forza e di annichilimento delle ultime speranze popolari???
Dopo questo incantesimo, perché di ciò si tratta, chi crederà più alla democrazia, sapendo che il proprio voto viene cancellato pubblicamente ed in faccia alla gente, poche ore dopo???
Chi avrà il coraggio di scendere in campo a sinistra per cercare di dare una risposta alternativa a questo modello nazi-liberista, ben sapendo che conta nulla, farà finta di crederci???
Siamo nel campo teologico, BISOGNA CREDERE di poter credere di governare!!!








lunedì 6 luglio 2015

GRECIA VINCE IL NO, D'ALEMA PRENDE UN OXI E CANTA "PITA GYROS ILLEGAL..."


La Grecia ha detto no all’austerità e al piano di ex troika e Unione europea. Oltre il 61 per cento degli elettori ha votato contro il programma proposto dai creditori per risolvere la crisi del Paese. Netta vittoria del “no” sul “sì” che si ferma intorno al 40 per cento. A esprimersi per la linea dura, sostenuta dal governo Tsipras, circa il 70 per cento dei giovani (sondaggi delle emittenti locali). L’affluenza ha raggiunto il 65 per cento (il quorum era del 40%). I sondaggi diffusi dalle tv alla chiusura dei seggi hanno messo subito in evidenza il vantaggio del “no” che era però dato inizialmente solo al 51,5 per cento.
Ha vinto il “no”, ma ha vinto soprattutto il governo Tsipras che ha deciso di lasciare il tavolo dei negoziati per chiedere il parere degli elettori sulle proposte delle potenze europee. Una scelta da molti considerata azzardata e che ha messo in discussione la tenuta dello stesso esecutivo. Il premier ha deciso di non commentare il risultato dalla piazza, ma di fare il suo discorso in tv per parlare a tutta la nazione e dare un messaggio d’unità al Paese: “Abbiamo dimostrato”, ha commentato il premier Alexis Tsipras, “che non si può ricattare la democrazia. Ma non è una rottura con l’Ue, domani ricominciamo a lavorare per uscire dalla crisi e per riportare alla normalità il sistema delle banche”. Il ministro delle Finanze si è rivolto direttamente all’Ue: “Ora l’Europa inizi a curare le sue e le nostre ferite”, ha detto apparso in diretta tv in t-shirt. “Il no è un sì alla democrazia e all’Ue del benessere”.

In migliaia di persone si sono radunate nelle piazze di Atene per festeggiare la vittoria. 
Il partito Syriza ha dato appuntamento davanti alla sede dell’Università ad Atene, là dove aveva festeggiato il risultato delle elezioni di gennaio scorso. Ma il pensiero ora va ai negoziati e alle mosse delle prossime ore per riaprire il tavolo delle trattative. 
Il presidente francese François Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel si vedranno lunedì 6 luglio per parlare del dopo voto: i due hanno chiesto un incontro dell’eurogruppo per martedì 7 luglio e in un colloquio al telefono hanno sottolineato la necessità di “rispettare l’esito del voto”. 
Intanto Tsipras, secondo alcune indiscrezioni, ha telefonato ad alcuni leader europei e a Mario Draghi. Il presidente dell’Eurogruppo Dijsselbloem avrà una conference call nelle prossime ore con Juncker, Draghi e Tusk. Ma già in nottata non ha risparmiato le critiche: “Risultato deplorevole per il futuro della Grecia”. Nessun commento ufficiale dall’Ue, mentre da Berlino sono arrivati i primi attacchi. “Ora addio al compromesso”, ha detto il vicecancelliere Gabriel. 
E la Cdu non è stata da meno: “La Bce blocchi i finanziamenti ai greci”. 
Fonte IL FATTO QUOTIDIANO


E' circolata ieri una curiosa intervista a Massimo D'Alema sulla situazione greca fatta al TG...
In questo video Baffetto, con la solita aria di quello che la sa lunga, ha "svelato" l'arcano, o meglio, ha scoperto l'acqua calda, facendo una rivelazione inaspettata ai fedeli Utenti televisivi.
In poche ed illuminanti parole ha ben spiegato che i miliardi che abbiamo prestato ai Greci non sono serviti per pagare stipendi e pensioni, Stato Sociale e Sanità, ma bensì sono serviti a pagare parte degli interessi che la Grecia doveva alle banche tedesche, francesi e via dicendo...
Ma come, non erano argomenti da truci e nichilisti complottisti, fino a pochi giorni fa???
Quindi lo sapeva, lo sapevano, LO SAPEVAMO TUTTI... 
Perché allora rivelarlo solo oggi alla vigilia del voto del referendum ellenico???
D'Alema lo spiega come se il mondo politico lo avesse sempre detto, come fosse un'ovvietà, ed infatti lo era, ma fino a quel giorno MAI i politici si erano sbilanciati tanto, invece, come se niente fosse, ecco che Baffetto ci dona lo zuccherino, sicuro della vittoria del NO, pronto a salire sul carro del vincitore, oppure, pronto a veicolare la seconda fase dell'operazione.

Le svela solo ora perché i poteri forti hanno come obiettivo lo smantellamento dell'Euro, per costruire un nuovo contenitore politico sociale ancora più reazionario ed elitario domani.
Perché una volta che hanno rastrellato tutti i soldi in giro, indebolendo e svuotando ogni sovranità nazionale, ci sarà il secondo STEP, e il vecchio Euro ne rappresentava solo la prima fase... 
Infatti nessuno ha ancora fatto fuori Tsipras, forse non era così pericoloso per il sistema, quindi il referendum è una possibilità da sfruttare per minare alla base l'unione europea e per procedere verso il NWO, o un tentativo di altro NWO...
Fascismo in punta di piedi...
E dato che D'ALEMA (detto Dell'Anima) è uomo vicino al mondo dell' INTELLIGENCE, ora si degna di svelare gli altarini, impunito, come se niente fosse, senza aver fatto mai nulla per correggere il tiro. Un comportamento molto ambiguo e poco chiaro, nonostante le sue dichiarazioni siano condivisibili in toto.
Paradossalmente ci troviamo ad essere d'accordo con lui, uno di LORO che ci da ragione riportando tutto alla quiete, prima e dopo la tempesta...

Sono contento che abbia vinto il NO, è un segnale importante, un passo in avanti verso una consapevolezza condivisa globale, ma al tempo stesso una bella opportunità per il potere costituito o costituendo per tornare a governarci, forse solo con altro nome e con altro marchio... EURO 2.0 
Forse è solo un gioco delle parti, Tsipras è sempre stato d'accordo con i suoi padroni ILLUMINATI, era l'unica cosa da fare per evitare una vera rivoluzione, ed allora ecco che è stato creato questo contenitore raffinato del dissenso, è stato metabolizzato e digerito il malcontento, almeno per prendere altro tempo, scaricando la responsabilità sui sudditi, chiamati ad esprimersi sul loro futuro, e tutto torna come prima.
Oppure, ma temo non sia così, è stata una vera rivoluzione democratica e sono stati fregati una volta tanto i poteri forti che ora rosicano la sconfitta...
Ai poster(i) l'ardua sentenza...


Il tutto coronato come da prassi dal cantautore NO-GLOBAL per eccellenza, sempre un po' paraculo... Ma solo un po'.
Pita gyros illegal...
cit.

venerdì 26 giugno 2015

CHARLIE FA SURF???


Charlie fa surf, quanta roba si fa'... 
cit. Baustelle

E' interessante come questo nome ritorni più volte sulla scena del crimine.
Le prime apparizioni del nome Charlie furono negli anni 60 in USA, Veniva utilizzato in Vietnam per descrivere i nemici con gli occhi a mandorla, usato in seguito come "codice militare" per veicolare omicidi rituali, stragi, nel linguaggio ALTO stava ad indicare un'operazione, un cerchio magico.
"Charlie è il Viet Cong, ma per estensione il nemico (anche i comunisti sono C, sono Charlie, anche Cong viene da Cong San: comunista). Una vignetta cattivissima, subito dopo il 7 gennaio, raffigurava un agente della CIA con un surf in mano (il surf aveva un marchio triangolare con l'occhio), che diceva, appunto: 'Charlie don't surf'." cit.

Charles Manson, uomo cooptato dai cerchi magici e strumentalizzato come capro espiatorio, era l'emblema di questa firma con il suo nome. Ma rientra anche negli omicidi seriali del caso ZODIAC, il Mostro di Firenze ante-litteram a stelle e strisce.
Un nome una garanzia, quasi fosse una firma di un nuovo gruppo editoriale, di moda.
Già le vedo le magliette con Carlo che fa surf pippando piste di coca...
Manson uomo del produttore Phil Spector che gli promise mari monti, l'artista più sfigato che vendette l'anima al demonio senza aver nulla in cambio, coinvolto nell'omicidio della moglie di Polanski, incarcerato al posto di altri.
Arriviamo ai giorni nostri ed ecco il rigurgito di certi mondi sovrastrutturali, certe UR-LODGE reazionarie all'opera, in joint venture con i soliti mondi magici, nell' ideazione e creazione di attentati poi attribuiti alla mano islamista, che poi è sempre da loro plasmata.


Mi riferisco agli omicidi di Charlie Hebdo a Parigi, nome diventato egregora globalizzata inconsapevolmente e veicolata dal mondo profano con gioia masochista e plagio emozionale su scala planetaria. Quella è stata un'operazione magica di tutto rispetto, la vera ragione degli attentati della HATHOR PENTHALFA è la celebrazione della "Dinastia del Boschetto", lo stesso mondo che decenni prima celebrava la fine del mondo Hippy, trasmutandolo e metabolizzandolo, dirigendo la società intera verso altre vibrazioni strutturali della matrice.
L'excursus verso un Charlie qualsiasi diviene anche moda interniana, catena di Sant'Antonio digitale, ed ecco che vediamo questi esperimenti di controllo emozionale molto blandi, ma da percepire solo come primi passi di altri movimenti più sostanziosi dell'apparato magico operativo su larga scala.
Il gioco in questione si chiama ovviamente Charlie e spiega come evocare fantasmi sulla scrivania di casa, tra una piacciata ed una ciattata, con l'ausilio della matita, obsoleto strumento riesumato per l'occasione.
"Gioco satanico", bufala ma bufala che fa trend, messo all'indice da un certo complottismo naif che ne coglie solo l'aspetto esteriore e non certo le cause che stanno dietro all'operazione dei Magus.


Finiamo il percorso e giungiamo alla recente strage di Charleston, ovvero, la città della Pietra di Carlo, fondata dallo stesso Re inglese Carlo II, città che diede i natali al famoso ballo Charleston, ballo che all'epoca fu messo all'indice dalla morale comune ed accomunato al proibizionismo, ai gangster ed alla criminalità dilagante.
Considerato un ballo troppo sensuale e selvaggio, degno di razze considerate inferiori, ballo che rivoluzionò il concetto di ritmo, influenzando i futuri generi musicali.
Esso fu una tappa fondamentale nella storia della musica, anche se solitamente lo consideriamo genere commerciale ed effimero, perché fu una musica rivolta alle masse, trasgressiva, basata su ritmiche sincopate e stereotipate, basata sul loop progressivo, decisamente innovativo rispetto ad un vecchio valzer, oramai relegato al mondo antico, una sorta di discoteca ante-litteram.
L'arte, la musica e la danza, spesso anticipano certe tendenze culturali che serviranno in seguito, come una semina per un campo di grano... Creano suggestioni, immagini, corporeità.
Giugno 1920, anno di nascita del CHARLESTON, tra proibizionismo, euforie, danze sfrenate e tempi sincopati. Il ballo e le sue follie, termineranno nel 29, poco prima dell'avvento della grande crisi e la 2° guerra mondiale. Fate il parallelismo tra gli attentati che portano la stessa firma, lo stesso nome e la situazione odierna, così simile a quella di un secolo fa, sempre immersa in una grande crisi ed in procinto di una 3° guerra mondiale.


Il Maestro Gianfranco Carpeoro ci viene in aiuto e ci spiega le origini esoteriche di tale ridente cittadina:
La storia di Charleston è legata a doppio filo alla massoneria, a Pike e al luciferismo. 
Di massoneria scozzese si comincia a parlare nel 1743 con le Ordonnances générales pubblicate dalla Gran loggia di Francia. Tappe successive dell'evoluzione storica del rito sono dapprima il capitolo di Clermont del 1754, e poi gli Imperatori d'Oriente ed Occidente del 1758, che posero in pratica il rito di perfezione, ponendo le basi per la unificazione dei vari riti scozzesi in un unico ordine.
Il 31 maggio 1801 fu fondato il primo supremo consiglio a Charleston, non a caso perchè situata al 33° parallelo), negli Stati Uniti. Pike, che affermava di essere luciferino e di possedere un braccialetto per evocare Lucifero, ne divenne protagonista dalla metà del secolo in poi. 
Fu Gran Maestro di un gruppo luciferiano noto come Ordine del Palladium (o Sovrano Consiglio della Sapienza), fondato a Parigi nel 1737. 
Il palladismo fu introdotto dallo Egitto in Grecia da Pitagora nel V secolo. Nel 1801 Isaac Long aveva eretto una statua di Bafometto (Lucifero?) presso Charleston, South Carolina, e aveva contribuito ad istituire l'Antico ed Accettato Rito Scozzese. Long optò per la città di Charleston poiché situata sul 33° parallelo di latitudine (come Baghdad). 
Per questa ragione la loggia di Charleston è nota come la madre suprema di tutte le moderne logge massoniche. Pike successe a Long, e modificò la denominazione della loggia in Riforma Palladiana. Il decreto conteneva due gradi:
- Adelpho (o fratello)
- Compagno di Ulisse (o compagno di Penelope).
Assistente di Pike fu Phileas Walder, elvetico, ex sacerdote luterano, massone, occultista e spiritualista. Pike lavorò anche a contatto con l'italiano Giuseppe Mazzini (1805-1872) massone di 33° grado, capo degli Illuminati dal 1834.
Insieme a Mazzini, Lord Henry Palmerston (1784-1865, 33°) e Otto Von Bismarck (1815-1898, 33°) formava una equipe di massoni di alto livello determinata ad utilizzare il rito palladiano come collante per creare una setta luciferina che collegasse tutti i gruppi massonici. 
Vi chiedete perchè proprio Charleston?


La strage di Charleston:
“Volevo scatenare una guerra razziale”. Sono le parole della confessione di Dylann Roof, l’uomo sospettato di avere assassinato 9 afroamericani in una chiesa di Charleston, nei confronti del quale il governatore dello Stato invoca la pena di morte. Ed è quello che rischia: per lui ci sono nove capi d’accusa, che vanno dall’omicidio aggravato al possesso di armi da fuoco.
La Carolina del Sud non è nuova a tensioni legate al colore della pelle, ad aprile, ad esempio, c’era stata la morte di Walter Scott, afroamericano disarmato con diversi colpi di pistola alle spalle da Michael Slager, poliziotto bianco.
Emerge anche che Roof è stato individuato durante la fuga da una fioraia. 
La donna, Debbie Dills, era in macchina a Shelby, North Carolina, circa 4 ore di distanza da Charleston, quando ha avvistato la Hyundai nera con la targa del South Carolina e la bandiera confederata. “Ho sentito dentro di me che qualcosa andava storto”, ha detto. Poi si è affiancata all’altra macchina, ha visto l’autista, i suoi capelli biondi a caschetto, e ha chiamato immediatamente il suo principale al lavoro, Todd Frady. “Credo che sia l’uomo di Charleston, quello che ha ucciso quelle persone. Sono proprio accanto a lui”, ha detto. 
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/19/usa-il-killer-della-strage-di-charleston-volevo-scatenare-una-guerra-razziale/1795635/

Ovviamente, non poteva mancare come consuetudine, il giochino floreale.
Chi avrebbe denunciato per primo il ragazzo??? Una FIORAIA che a 4 km di distanza avrebbe visto la sua macchina sospetta (non si capisce bene per cosa, dice per una bandiera nella macchina) ed un ragazzo biondino dall'aria strana... Ma che razza di denuncia è??? 
Mi sarei aspettato che i primi a scoprirlo fossero i migliaia di occhi elettronici, le migliaia di telecamere e di smartphone onnipresenti nel luogo della strage e nei dintorni, scomodati solo in seguito, e non certo la solita FIORAIA con rose annesse...
Noi cospirazionisti incalliti, abbiamo compreso da subito che si tratta dell'ennesima false flag, come per Charlie  Hebdo, creata dai servizi, dove un comune capro espiatorio viene utilizzato a sua insaputa o meno, per interpretare il ruolo del solito candidato manciuriano.
In Usa l'apparato dei servizi deviati è all'avanguardia sul progetto Monarch e il Mostro Carletto può essere servito come il nazista pericolo pubblico N°1, capelli biondi, faccia efebica cattiva, svuotata, amorale, classico schema da far rappresentare dai media ai fedeli.
Magari hanno realmente attinto all'interno di un mondo oscuro, razzista e sudista, di base già contenitore manovrato dagli stessi poteri di cui sopra, scegliendo il più adatto ad interpretare questo ruolo sacrificale, ma siamo certi che siamo dinanzi all'ennesimo caso mediatico costruito ad hoc, all'ennesima strage di Stato che ci accompagnerà fino alle prossime elezioni americane senza sosta.
Cui prodest??? 
Vediamo, dopo una notizia del genere, cosa pensa l'uomo medio...
Ci vuole più militarizzazione, più sicurezza, meno diritti, meno giovani per le strade che lottano tra loro, quindi, più fascismo, più repressione, STABILITA', SICUREZZA, ORDINE. 
La NRA, potente lobby delle armi negli Usa, ancora non commenta ufficialmente la strage di Charleston.
Ma uno dei suoi leader, Charles Cotton, ancora una volta un altro CARLO, critica il pastore ucciso: "Otto persone sarebbero ancora vive se avessero permesso di portare le pistole in chiesa. Bisogna utilizzare qualsiasi tecnologia in futuro per prevenire tali crimini, più controllo e magari microchip che ci consentano di poter fermare anche preventivamente chiunque."
La causa transumanista orwelliana arriverà al compimento a breve, PROBLEMA, REAZIONE , SOLUZIONE, quella rivoluzione tecnologica e di controllo totale che stanno preparando i VOLGITORI DELLA RUOTA, entità sopra le due o più UR-LODGE in lotta tra loro, quella centrista di OBAMA, che sfrutterà l'evento per affermare che esiste ancora il razzismo e che la destra al governo è ancora troppo pericolosa ed a favore delle lobby delle armi, e quella dei BUSH che fin da subito ha affermato il bisogno di militarizzazione maggiore sul territorio, promuovendo massivamente la logica delle lobby delle armi. 
Ogni livello soddisfa il suo livello, ma sopra i due livelli ci sono sempre LORO... 
Il sistema transumanista nazista, tecnocratico del nuovo tecnoevo... che magari potrebbe chiamarsi, sempre per caso, Charlie, Charles, Charly, Carletto...







martedì 23 giugno 2015

MACHETE PROJECT... OVVERO LA MILITARIZZAZIONE DEL TERRITORIO E L'ESTENSIONE DELL'EGREGORA.


Sono sempre più convinto che i due casi mediatici del MACHETE PROJECT, in realtà tre, se consideriamo l'aggressione di italiani perpetrata ai danni di un cittadino rumeno, siano casi creati ad hoc, non scelti tra tanti, ma precisamente creati all'uopo.
DIRETE, ma come, c'è tanta violenza in giro, basta scegliere...
SI e NO!!!
Esiste la violenza ed una criminalità dilagante, sia ad opera di italiani che di stranieri, ma come al solito certi specifici eventi rientrano nel calderone che io inizierò da oggi a chiamare il contenitore TODO MODO, nome mutuato dal film di Elio Petri,
OVVERO, quella terra di mezzo, dove la fantascienza diventa realtà, non complotto ma PRASSI di un linguaggio che, come tale, va plasmato con certi crismi e diretto, violenze eteropilotate per creare casi mediatici da strumentalizzare.
I reati fisiologici che in natura già esistono, non hanno la stessa eco mediatica, non sono strumentalizzabili alla stessa maniera di casi INVENTATI che ricalcano la realtà. Devono avere determinate e precise valenze simboliche, rappresentare una trasformazione, per eventi celebrativi del potere costituito, status che prende corpo creando le egregore della paura e del terrore.
L'antico adagio MEMENTO MORI alimentato nei secoli...
Il cinema spesso anticipa le mode e forse non è un caso certi produttori e distributori abbiano piacere veicolare certi film...
MACHETE PROJECT... cit. Machete Man

In tempi di oscurantismo 1.0 il sistema era più frontale, visibile e diretto...
In tempi di oscurantismo 2.0, il sistema è liquido, celato, alimenta una guerra tra poveri, schematizza i gruppi sociali, esorcizzando la paura di una rivoluzione e spostando il BERSAGLIO verso una divisione della popolazione, impedisce una potenziale rivoluzione e manco si sporca le mani...
Oggi il sistema chiede di essere evocato, diventa il tuo unico e malvagio alleato e si batte contro il tuo simile da lui stesso forgiato per confliggerti, come un gatto che si morde la coda.
Detto questo, siamo d'accordo tutti che l'ordine pubblico vada gestito, ma bisogna sottolineare che la notizia è funzionale ad un livello repressivo che è in atto, ad una militarizzazione del territorio che la sinistra governativa sta preparando come kapo' di certi ambienti oscuri ALTI...
Non mi stupirebbe se fosse stato creato ad hoc tutto quanto, è successo in periodo elettorale, ricordiamocelo... Ora come per incanto sono spariti i macheti, torneranno quando serviranno.
Ogni volta che ci sono elezioni, vengono fuori i casi più assurdi che colpiscono il nostro inconscio ancestralmente.
Il cerchio magico è all'opera e noi ci siamo dentro, volenti o nolenti...
L'egregora della paura è un sempreverde, dovremmo conoscerla bene e invece...


A prescindere che il transessuale abbia realmente o meno mozzato di netto la testa della ragazza e ci abbia giocato a calcio nel giardino condominiale, a prescindere che la gang di latinos abbia agito per caso o siano stati manovrati e pagati da qualcuno, a prescindere che l'aggressione di Roma ai danni di un cittadino rumeno da parte di sedicenti ma non meglio identificati fascisti, sempre a colpi d'ascia, sia vera o anch'essa pilotata, queste notizie sono eventi di propaganda uniti e veicolati  tra loro, con le stesse fallacie logiche, per ragioni celebrative di un "nuovo che avanza", di un passaggio rituale che il sistema impone, sono parte strutturale del potere.
L'ascia, il machete hanno una valenza brutale, ancestrale, direi primitiva, ci ripugnano istintivamente, ma allo stesso tempo ci affascina la loro valenza simbolica di morte, di guerra, di sangue.
Queste notizie associate con il clima politico del momento vanno ad innestarsi nell'inconscio collettivo, un po' come un virus destabilizza un sistema operativo e crea il crak.
Ad uno nuovo nato (eletto) corrisponde un nuovo morto, in maniera uguale/contraria al livello dell'evento o del personaggio che si deve glorificare in quel preciso momento.
Come avveniva un tempo ed avviene in termini infinitamente più complessi e scientifici oggi, il nuovo capo branco uccideva simbolicamente quello passato, o semplicemente celebrava il nuovo corso con il sacrificio di un capro espiatorio, oggi, in tempi fantascientifici, l'oracolo si muove più elegantemente e crea le storie della cronaca nera, veicolandone la fiaba al popolo bambino.
In fondo siamo immersi nel brodo primordiale di una favola, in un clima di pensiero magico dove le regole ed i ruoli sociali vengono continuamente confermati e rimembrati dal sacerdote di turno.


Il MACHETE PROJECT in tempi recenti iniziò a macro livelli mediatici con i tagliagola dell'ISIS, che sono anch'essi una costruzione delle URLLODGE neo aristocratiche per spostare l'egregora della psicologia di massa verso certi mondi, certe forme pensiero collettive.
Anche li c'era il discorso alveare del NOI e LORO, l'uomo nero atavico oggi cupo fondamentalista islamico contro l'evoluto bianco e cristiano del modernismo wasp...
Quello che funziona a livelli più ampi e generali, funziona anche per le singole cronache interne dei nostri distretti orwelliani. La metodologia è esattamente la stessa, i suoi simboli, i suoi linguaggi e la sua veste esoterica sono identici.
Quindi siamo in presenza di diversi livelli che operano complementari tra loro ed ognuno soddisfa il suo piano, quello di distrazione di massa, quello di strumentalizzazione di certa cronaca nera atta a far accettare ogni regressione culturale, ogni imbarbarimento civile e l'invocazione di una consistente MILITARIZZAZIONE del territorio o dell'uomo forte che ci salverà dal male.
Ed infine quello di celebrazione rituale occulta, quindi il livello più strettamente esoterico.
Questo Delta solitamente è la summa dei livelli che poi il potere mediatico dovrà cerimoniare in una messa condivisa, perché siamo in maniera differente ma identica per altri aspetti, sempre dentro una dimensione religiosa e magica.

TESTE CHE ROTOLANO, MACHETI CHE AMPUTANO E GOVERNI CHE TAGLIANO...
cit. MDD


Penso che ad uno stato padronale fascista facciano più comodo le gang che i sindacati. Da noi se uccidono uno col machete fanno una ordinanza per mettere il coprifuoco alle gelaterie. 
cit. Marco Pasquini