giovedì 17 marzo 2011

VIVERE E MORIRE NEL SOL LEVANTE ...


La civiltà nipponica è giunta ad un bivio, deve scegliere se autodistruggersi definitivamente o battere altre strade che non siano necessariamente quelle della tecnologia invasiva ed obsoleta di fine millennio ...
L'apocalisse non annunciata ma veicolata dai media del terremoto con relativo tsunami e relativa fuoriuscita di veleno dalle centrali nucleari,  ha mostrato la fragilità della nostra società, ben rappresentata dal Giappone, come esempio lampante di un mondo turbocapitalista con basi medioevali e monarchiche, ma in decadenza ...
Mi ha impressionato molto quel filmato che mostrava una commessa schiava nell'atto di non far cadere nessun prodotto dagli scaffali nel supermarket dove lavorava, non ha pensato di mettersi in salvo neanche per un attimo, la sua unica preoccupazione era quella di salvaguardare le scatolette di tonno ai raggi-gamma, anche a discapito della sua vita ...
Questo modello culturale è illuminante e ci fa capire quanto siano "schiavi dentro" i giapponesi, rispetto a loro noi siamo, fortunatamente, dei coscienziosi anarchici ...
Comunque il messaggio veicolato mondialista è quanto sia schiavo il POPOLO, che deve subire sempre questi passaggi epocali distruttivi ...
E' paradossale tutto ciò ???
No, è strutturale, fa parte delle regole del risiko mondiale, e già qualcuno sospetta uso di ordigni bellici che avrebbero contribuito a smuovere la crosta terrestre nipponica già oltremodo usurata, provocando il terribile e devastante tsunami che ha cancellato città e paeselli marittimi ...
Ma voglio pensare sia stato un terremoto "naturale", il discorso non cambia però, almeno nel suo aspetto più intimo e simbolico che poi è quello che va sempre a smuovere la nostra psiche ...
Curioso che tante sciagure planetarie avvengano sempre l'11, ma forse è solo un caso astrale o del basso astrale ???

Ma basterebbe dare un'occhiata ai cieli grigi post apocalittici per capire che loro, l'apocalisse, l'hanno sempre avuta in casa, un mondo di cemento e smog, tra radiazioni di uranio e sushi a colazione, un mondo immerso in un clima culturale maschilista, fatto di giovani sottomesse babydoll che vendono per una ricarica telefonica mutande alla cherry-cola per laidi omini dagli occhi a mandorla con la 24 ore ...
Tempure di alghe fritte tra riso e fichette bianche strette con il sorriso ebete di chi sa che andrà al patibolo, felici del patibolo culturale imposto dalla loro monarchia maschilista nazista ...
Tartarughe ninja templari da strapazzo !!!
Tutti con le mascherine in bocca, come robottini caricati a molla, rassegnati di vivere dentro un inferno TRANSFORMERS, tutti abituati a prendere delle gran legnate, regno di masochisti infelici ma felici di esserlo, abituati ad accettare di vivere dentro un letamaio, dentro alla discarica radioattiva per eccellenza !!!

Il terremoto ha solo tolto quel velo di ipocrisia che celava un paese che ha sempre sofferto, VITTIMA SACRIFICALE E CAPRO del risiko mondiale, passando dalle bombe H fino alla contaminazione strutturale senza se e senza ma ... !!!
Poveri samurai, diventati plastica riciclata nei negozi di pupazzi per turisti increduli, povere donne fragili, da sempre considerate corredo scenografico del piccolo ma pericoloso fallo giallo !!!
Povera Tokyo, oramai contaminata in toto, prossima città fantasma e cimitero post-moderno dove l'unica vita reale è oramai rappresentata dai video pubblicitari della Sony sui grattacieli stanchi e sconsolati da tanta negatività, che continuano il loro loop ad libitum verso un infausto destino ...
Il terremoto è la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma con acqua contaminata, ed ha mostrato al mondo quanto sia FRAGILE, STUPIDA ED AUTODISTRUTTIVA la società moderna TEKNOCRATICA mondialista che erge i suoi totem tecnologici fatti di cartapesta ...


Il SOL LEVANTE, fu ben rappresentato dal grande regista AKIRA KUROSAWA in "RAPSODIA IN AGOSTO", FILM ILLUMINANTE sulla condizione di subalternità culturale e valoriale delle giovani generazioni a quelle statunitensi e sulla pericolosità di un olocausto nucleare, generazioni oramai stuprate e private delle proprie radici locali, essendo stati umiliati con l'atomica ed avendo accettato il nemico americano come modello di vita da imitare, estremizzando inoltre i processi economici e sociali all'interno del calderone turbo-capitalista imposto da altre superpotenze ...

Il SOL LEVANTE, viene tirato fuori solo per annunciare disgrazie e come monito simbolico, COME ESEMPIO di chiara sciagura planetaria, sembra quasi tutto eterodiretto per creare un modello di società possibile nichilista ed autodistruttiva, dove i ruoli sono ben stabiliti e sembrano appartenere ad un medioevo digitale ...
Il nostro caro ministro non ha vietato le importazioni, ma ha annunciato solo controlli a tappeto sul pesce, come se fossero sufficienti a salvaguardare la nostra salute già duramente messa alla prova ...
Il nostro governo ha detto di non farsi prendere dall'emotività e di voler continuare a percorrere la strada del NUCLEARE MADE IN ITALY ...
BURATTINI CONSAPEVOLI !!!
Nonostante tutto, LORO vanno avanti imperterriti, pagati e prezzolati dalle lobby sataniche del NUCLEARE PULITO, hanno già trovato i siti per le nuove centrali, come quella merda vivente di CHICCO TESTA DI CAZZO, che è riuscito a trasmutarsi da ecologista leader di LEGAMBIENTE  a sostenitore pagato dai ROTHSCHILD, perchè ho scoperto essere alle loro dipendenze, per promuovere l'IMPRESENTABILE ...
Ma anche la cara strega wicca di MARGHERITA HACK, pagata da SKY di MURDOCH, per fare un bel programmino pro-nucleare prima del referendum abrogativo prossimo ...
Insomma, la vecchia intellighenzia sinistroide, al soldo dei rettiliani templari per convincerci che il NUCLEARE è roba buona, che la merda è buona e fa pure bene ...

Il SOL LEVANTE, terra di cavie per interessi mafiosi russi che ora stanno speculando sulle disgrazie altrui, arricchendosi sulla catastrofe del terremoto ...
Forse, paese sacrificale, per inaugurare un nuovo corso ecologista ora giustificato dalla legittima e sana paura della radioattività, alla stregua di un omicidio rituale come quello di Yara, reclamizzato e veicolato prima del festeggiamento del 150° anniversario dell'Unità d'Italia ...
Cambia stagione, la primavera YARA è arrivata ma non è Vivaldi, è una brutta sinfonia di morte !!!

FORSE IL PREZZO DA PAGARE PER IL NUOVO CHE AVANZA E' RAPPRESENTATO DAL RITO DELLA VITTIMA SACRIFICALE DI ATAVICA MEMORIA, CHE ANNUNCIA E SIGILLA MAGICAMENTE UN CAMBIAMENTO, UNA TRASMUTAZIONE ALCHEMICA, QUALUNQUE ESSA SIA, FORSE IL PASSAGGIO STRUTTURALE DEVE NECESSARIAMENTE PASSARE PER IL TUNNEL DELLA MORTE PER FONDARE UN NUOVO SISTEMA RIVEDUTO E CORRETTO ...
TEMPUS FUGIT ... ???

26 commenti:

  1. Illuminante come sempre Maestro

    RispondiElimina
  2. Ciao Simone,

    Condivido questo tuo post al 100%, ed ho i brividi perche' da tempo stavo pensando di andare a fare un'esperienza di vita e lavoro di almeno 1 anno in Giappone, come insegnante di Italiano e Inglese (che e' cio' che sono primariamente, anche se ho fatto molti altri mestieri per vivere), e ci credi che proprio in questi giorni stavo mettendo a punto un programma di viaggio e stavo per comprare il biglietto?!!
    Lasciamo stare, a volte penso di avere uno spirito guida che sta li' solo per salvarmi la pelle, e non sarebbe la prima volta, fa un lavoraccio poverino (so che e' un lui, stop, altro non si puo' dire)...

    Ora, io non so cosa pensare sul 2012, pero' questo disastro del Giappone era stato previsto da Edgar Cayce, il grande sensitivo americano che credo tutti conosciate o di cui avete sentito parlare, e a dare retta alle sue profezie, peraltro avveratesi tutte, il prossimo disastro andra' a colpire gli Stati Uniti, e poi l'Europa del nord, secondo lui da questi disastri le terre sommerse di Atlantide ed altre terre scomparse molti millenni fa risaliranno in superficie, ridisegnando lo scenario geografico e geologico del pianeta e uccidendo oltre un terzo dell'umanita'.

    Ora, non sono tipo da lasciarsi sedurre troppo da profezie di sciagura planetaria, a dar retta a tutte a quest'ora non staremmo neanche qui a parlarne, pero' io da tempo capto molte energie "diverse" nell'etere, le percepisco proprio, e la notte tra l'11 e il 12 a casa mia e' successa una cosa che non e' facile spiegare razionalmente ma che per ora non mi va di raccontare perche' vorrei prima dare un senso io a questa cosa, non so se ci riusciro'...Per non parlare del fatto che sento che il mio corpo sta cambiando frequenza vibrazionale, e questo mi procura scompensi a livello di battito cardiaco, dolore fisico e psicologico...che e' tipico anche di ogni crescita fisica e spirituale.

    Non so quindi se considerare questa cosa del Giappone una delle tante che non mi fa dormire la notte (nel senso che la notte del terremoto non ho chiuso occhio, stessa cosa quando accadde ad Haiti e all'Aquila), e pensare al disastro "naturale" inevitabile dato il livello di distruzione del pianeta in cui viviamo, o considerarlo uno dei tanti antipasti dolorosi ed indigesti che aprono eventi a venire ancora peggiori di questi...Voi che ne pensate?

    Scusate se non vi auguro buona festa ma me ne frego di questi finti eventi mediatici che reputo solo grandi cazzate, Garibaldi era un massone tra i peggiori e quindi cosa avrei da festeggiare? Per carita'.

    Un abbraccio a tutti.

    RispondiElimina
  3. Visto che chiedi "Voi che ne pensate?"

    Ti dico che ne penso come di ogni tuo post...

    Ma si può essere meno originali di così??
    (tanto mdd non lo dirà mai ma lo pensa anche lui).
    Cara Anna rientri in uno schema classicissimo di categoria...ed il bello è che ti senti originale!
    Fossi stata una credente cristiana saresti quella montagna di capelli antipaticissima che si atteggia tutta a suonare la chitarra la domenica in chiesa, che è seria nel suo compito e che sorride sempre perchè così regala dio nel cuore agli altri. 2 volte a sett fa catechismo ai pargoli.

    Che barba leggere delle tue percezioni a posteriori..ogni volta...ogni volta.
    Sei la versione femminile (e quindi passiva e masochista) dell'egocentrico maschile (normalmente narciso).
    Il corrispettivo femminile di sgarbi è la pivetti prima maniera e non le donne rompicogl...i (ecco perchè la criticava ogni volta che poteva...lo urtava perchè ci si riconosceva).

    Tutto questo perchè hai chiesto "che ne pensate?"
    Io ho colto l'invito.
    Per una volta scorreggia sonoramente e mandami a quel paese, caxxo.
    Che pizza che sei!
    Ora mi raccomando coccolatevela ipocritamente...tanto sono sicuro che tale impressione la faccia a tutti ma visto che qui si biscotteggia a culo di gallina non mi aspetto concordanti

    Unno

    RispondiElimina
  4. Mi sono già pentito di quanto scritto.
    Da anonimo non ho potuto cancellare.
    Accetta le mie scuse Anna, spesso agisco di impulso.
    Per quanto poco possa fregartene vivi serena e lascia stare quanto scrive un cafone come me.

    Unno(stronzo)

    RispondiElimina
  5. Invece io vorrei criticare la frase di Anna sull'unità d'Italia. Garibaldi era un massone, e allora? Romolo era un fratricida, Zeus un pederasta, Apollo uno stupratore, il Dio della Bibbia un genocida e un torturatore... E quindi? Nella città dove abito, in questo momento staremmo festeggiando lo Stato pontificio. Contenti voi...

    RispondiElimina
  6. Avevo scritto qualcosa sul nucleare nel post di paolo sulla giustizia, ma non è stato recepito. Penso però di avere ormai le idee chiare sulla questione dell'energia. Il mondo non può permettersi una società a livello globale come la nostra, quindi o si cambia rotta da soli oppure saremo ben presto costretti a un cambiamento radicale. Questa è l'unica verità di buon senso, che nessuno ha il coraggio di sostenere, ma che emerge dai fatti. Nel balletto delle ipocrisie abbiamo, come al solito, guelfi e ghibellini a dire cazzate e far finta di essere contrapposti, ma nei fatti tutti vogliono la stessa impossibile cosa: perpetuare la civiltà dell'Occidente con degli stratagemmi e delle scappatoie tanto impossibili quanto ridicole. Tutto ciò con la storia del Giappone non c'entra. Il Giappone è da sempre una terra soggetta a questo tipo di catastrofi, il problema è nel dispendio esagerato dell'energia richiesto dal nostro modo di vivere. La nostra civiltà è un colosso dai piedi d'argilla e i piedi sono dove si poggia il peso di tutto il corpo, ovvero l'energia. Ma analizziamo le fandonie dei Guelfi.
    Bianchi (destra): Abbiamo bisogno di un sacco di energia per illuminare i nostri supermercati, dobbiamo stare al passo degli altri paesi industrializzati e la risposta sta nel nucleare, che oggi è molto sicuro. (continua)

    RispondiElimina
  7. Poveri deficienti, non hanno capito che quando giochi con quel tipo di forze la sicurezza è un optional, senza contare che il problema delle scorie ridurrebbe i vantaggi economici di tutta l'operazione. In Francia dalle misurazioni fatte in zone dove sorgono delle centrali nucleari, si evince un aumento della radioattività piuttosto elevato. Per quanto sicure da un punto di vista catastrofista, un prezzo ambientale lo si deve pagare e alla lunga potrebbe essere troppo oneroso, più di quanto potremmo permetterci.
    Neri (centrosinistra): fermo restando i presupposti precedenti, le centrali atomiche sono pericolose, quindi continuiamo a bruciare petrolio e a comprare energia dall'estero.
    Se i primi sono deficienti i secondi sono degli idioti.
    Per quanto possa sembrare strano, il petrolio è un combustibile pulito. Ciononostante inquina e la condizione dell'Italia, da un punto di vista ambientale è disastrosa. Proprio la mancanza di sviluppo del nucleare a portato il nostro paese ad essere il paese più inquinato d'Europa. Inoltre, da un punto di vista economico, la scelta di comprare energia è disastrosa, infatti, se siamo il paese più indebitato d'Europa, in buona parte lo dobbiamo alla carenza di fonti energetiche proprie, alla mancanza di una qualsiasi politica energetica, senza contare che questo ci pone tra i paesi meno tecnologizzati dell'Occidente. (continua)

    RispondiElimina
  8. In contrapposizione ai Guelfi, bianchi e neri, ci sono i Ghibellini (verdi, grillini, rifondaioli, vendoliani).
    Il loro grido di battaglia è: Basta, è ora di sviluppare le fonti energetiche rinnovabili. Fermo restando i presupposti di cui sopra.
    E qui siamo veramente al massimo della stupidità e dell'ipocrisia. Abbiamo una pallida idea di cosa sia il fabbisogno energetico di una nazione come l'Italia? Questo è un paese ad alto sviluppo, sia industriale che nel terziario, abitato da 63 milioni di persone abituate a consumare energia come dei pazzi. Nessuno lava a mano le mutande, nessuno scopa il pavimento senza l'aspirapolvere, nessuno più gratta a mano il parmigiano, nessuno va a letto alle 8 di sera, nessuno si alza al cantar del gallo, anche perché i galli sono tutti rinchiusi negli allevamenti di polli. Istruttiva la singolare sentenza della procura dell'Aquila, che soltanto qualche anno fa aveva condannato a morte un gallo, reo di recare disturbo in quanto cantava al sorgere del sole, disturbando il sonno dei vicini di casa del fattore. Senza contare che molte delle fonti rinnovabili hanno comunque un impatto ambientale molto negativo. In particolare le centrali idroelettriche sono causa di sconvolgimenti climatici ed ambientali disastrosi, senza contare che in caso di terremoti o catastrofi naturali, la pericolosità delle dighe è davvero fuori discussione. In soldoni, sviluppando al massimo le energie rinnovabili si coprirebbe si e no il 7% del fabbisogno nazionale. Si potrebbe forse arrivare al 10%, ma solo a fronte di investimenti strutturali sicuramente troppo onerosi per le striminzite casse dello stato.
    I presupposti sono sbagliati, perciò tutto il ragionamento è fasullo e i problemi senza soluzione. Fra 100 anni tutto ciò sarà obsoleto, si ritornerà a lavarsi i calzini e a grattarsi il formaggio a mano e forse si farà pure un respiro di sollievo.

    RispondiElimina
  9. Mamma mia che schifo questo articolo.
    Scusate ma non ce l'ho fatta proprio a trattenermi, e se non capite le ragioni mi dispiace per voi.

    nemesis

    RispondiElimina
  10. Ciao Anna,
    concordo su tutto quello che hai scritto anche se effettivamente, prima era ancora peggio, comunque anch'io non ho festeggiato nulla !!!
    Però sono andato a cena dai miei che hanno fatto un coniglio arrosto con patate ottimo, mmm che bono ...
    CONIGLIO IL MARTEDI', ANZI IL GIOVEDI' IN QUESTO CASO ...
    :-)

    Benvenuto UNNO, secondo me Anna dice delle cose giuste, spesso siamo in sintonia sui commenti, non condivido la tua descrizione fantasiosa che le hai fatto precedentemente ...
    Mi sembra fuori luogo, poi lei è libera di dire ciò che vuole, se poi siamo d'accordo su tante cose, tanto meglio, non c'entra l'essere originali, non è che uno per esserlo debba per forza pensarla diversamente, ognuno dice le cose che pensa, non è una gara a chi quota di più o di meno ...
    Comunque esponi anche tu se vuoi la tua opinione !!!

    HASTA

    RispondiElimina
  11. X DEMOCRITO;

    TI ESPONGO IL MIO DELIRIO, RESISTI ...
    :-)
    Democrito, intanto come sei catastrofista
    :-)
    secondo la mia opinione, alla fine prevarrà il bene o il meno peggio, faranno dei potentissimi pannelli solari che basteranno a soddisfare il fabbisogno energetico mondiale, ci si arriverà prima o poi, questione di qualche decennio, forse entro il secolo il nucleare sarà obsoleto, sempre che prima non ci sia un ecatombe finale, ma non penso, anche LORO vivono in questa realtà e non gioverebbe neanche a LORO che il mondo finisca ...
    ALMENO CHE, NON SIA IL LORO SCOPO SPIRITUALE OCCULTO ...
    CI PENSAVO GIUSTO PRIMA ... !!!

    PER QUALE MOTIVO LA FAZIONE SINARCHICA "DEMOCRATICA" STA INVESTENDO IN FONTI RINNOVABILI ???
    SAREBBERO COMUNQUE SEMPRE MENO DANNOSE DI UNA CENTRALE NUCLEARE ...

    PENSO ESISTA LA TECNOLOGIA CHE NON INQUINI O CHE LO FACCIA MENO, PENSO CHE FINO A QUANDO NON SARA' TERMINATO L'ASSETTO DEL NWO, NON ENTRERANNO IN AZIONE, PRIMA SMALTIRANNO FINO ALL'ULTIMA GOCCIA DI PETROLIO, CERCHERANNO DI FARE LE ULTIME CENTRALI, POI PER FORZA DI COSE, FOSSE SOLO PER UN LORO TORNACONTO, PRODURRANNO ALTRE FONTI PIU' ECOSOSTENIBILI ...

    Questo lo auspicano coloro che sono schierati tra i GHIBELLINI, facendo l'esempio TUO, ovvero quella fazione sinarco-massonica che sta dietro ai Grillo, Casaleggio, i movimenti come Greenpeace. che in passato finanziava ed indirizzava la massa verso le rivoluzioni, i diritti civili, ecc ...

    Dall'altra parte, abbiamo la fazione REAZIONARIA, quella di derivazione ROSACROCE deviata, quella che dai templari passo per la Thule, il KKK, il nazismo, gli apparati militari degli stati e la chiesa ...
    Quella dei Gelli, dell' Opus dei, dei fascisti, infatti e non a caso FORZA NUOVA appartiene direttamente a quella fazione, è una sua diretta espressione, lo si vede anche dal fatto che sul nucleare sono d'accordo con il sistema ...

    Tale fazione clerico-fascista ha governato per 3/4 tutto il corso storico dell' umanità, ultimamente è predominante, ma l'altra fazione più modernista nel senso progressista del termine, sta lentamente avanzando per correggere il tiro, come spesso ha fatto nel corso della storia dell'umanità (vedi rivoluzioni) ...

    Penso che esistano sommariamente 2 visioni all'interno della piramide ...
    1-COLORO CHE VOGLIONO REGNARE MA NON IN TERMINI AUTODISTRUTTIVI, MA PIU' ILLUMINATI, PUR CONDIVIDENDO LO STESSO SISTEMA MARCIO E CIOE' LA FAZIONE SINISTRA ... COLORO CHE NUTRONO IL POLLO E POI SE LO MANGIANO...

    2-COLORO CHE VOGLIONO REGNARE IN TERMINI SPIRITUALI AUTODISTRUTTIVI, PIU' ACCENTRATI IN SENSO PIRAMIDALE, INSOMMA IMPLOSIVI, LA FAZIONE DESTRA ...
    COLORO CHE SE LO MANGIANO IL POLLO, ELIMINANDOLI TUTTI O QUASI DALLA FACCIA DELLA TERRA, MAGARI BRUCIANDO ANCHE LA FATTORIA ...
    NAZISMO, NICHILISMO, LA CHIESA COME POTERE TEMPORALE, IL NUCLEARE, LE LOBBY MILITARI, QUINDI IL MALE COME SCOPO DA PERSEGUIRE, COME SACRIFICIO ULTIMO A SATANA E NON COME MEZZO DA PERSEGUIRE PER IL BENE DI ALCUNI, MAGARI NON DI TUTTI, MA DI UNA PARTE DEL MONDO, FAZIONE SINISTRA ...

    RispondiElimina
  12. SECONDA PARTE ...

    Due fazioni che lottano da sempre tra loro ma che convergono sulla condivisione dello stesso sistema che li alimenta e che loro stessi alimentano, talvolta trasversali quando sono in ballo interessi comuni, talvolta sovrapponibili, quando le estreme di ogni fazione si avvicinano tremendamente ...
    Succede così anche nei partiti, che sono in scala ridotta lo stesso esempio, sono avatar di un macrosistema e questo meccanismo si replica in tutta la società nei suoi più differenti livelli ...

    Quindi non la fazione del bene e quella del male, entrambe sono oltre questi concetti, semplicemente quella che vuol evolversi a costo anche di guerre e disgrazie,cioè quella che vorrebbe internazionalizzare e globalizzare il pensiero comune ed i diritti civili, creando un regno democratico di tipo socialistoide contaminato e quella che vorrebbe regnare per raggiungere un fine ultimo di dissoluzione finale dell'uomo ...

    2 PADRONI,
    ENTRAMBI SE VOLETE MALIGNI, MA DIVISI DALLA CONSAPEVOLEZZA COSMICA DELLA CONVENIENZA DEL "BENE" RAGGIUNTO ANCHE ATTRAVERSO IL MALE, ED UNA DELLA CONSAPEVOLEZZA DEL MALE PERSEGUITO COME LOGICA IMPLOSIVA E AUTODISTRUTTIVA DEL MALE STESSO ...

    ENTRAMBI SI CONPENSANO E PERMETTONO NONOSTANTE TUTTO AL MONDO DI ESISTERE ...
    L'OCCHIO DELLA PIRAMIDE CHE STA SOPRA LE LORO TESTE, RAPPRESENTA IL SISTEMA EGGREGORA CHE LORO STESSI ALIMENTANO E DA CUI DIPENDONO ...
    E COME DICEVO, IN SCALA, ANCHE I PARTITI SI COMPORTANO ANALOGAMENTE, ENTRAMBI CONDIVIDONO LO STESSO SISTEMA, ENTRAMBI DIPENDONO DA FORZE OCCULTE, MA ALCUNI SONO A FAVORE DEL NUCLEARE ALTRI CONTRARI E CIO' NON E' IRRILEVANTE, NON E' UNA QUESTIONE DA POCO SE CI PENSATE UN ATTIMO ...

    2 PADRONI CON I RISPETTIVI AVATAR POLITICI CHE HANNO , MAGARI SU POCHE COSE, VISIONI DIFFERENTI PER IL MANTENIMENTO DEL POTERE ...

    LA DIFFERENZA CHE ALCUNI TROVERANNO DI FACCIATA, IN REALTA' MOSTRA 2 MODALITA' DI CONCEPIRE IL REGNO, IN CASO CONTRARIO SAREBBERO TUTTI D'ACCORDO SUL NUCLEARE, COME LO SONO DI FATTO SU TANTI ALTRI ASPETTI DELLA VITA ECONOMICA E POLITICA DEL PAESE ...
    DICEVO, CHE CIO' NON E' AFFATTO IRRILEVANTE, LA SCELTA CULTURALE CONTRO IL NUCLEARE, PERCHE' INFLUENZA IL CORSO STORICO E MUOVE LENTAMENTE L'UMANITA' VERSO IL PROGRESSO, L'ALTRA FAZIONE VERSO IL REGRESSO, CIOE' LA REAZIONE E LA CONSERVAZIONE APPUNTO L'IMPLOSIONE ...

    ORA, PER CARITA', HO FATTO UNA RICOSTRUZIONE SEMPLICISTICA E ESTREMAMENTE RIASSUNTIVA DI COME STANNO LE COSE, MA SONO CERTO ESISTANO DUE CORSI STORICI CHE SI ALTERNANO E SI COMPENSANO, CORSI CHE, VOLENTI O NOLENTI HANNO ANCHE SVILUPPATO IL MONDO ...
    ORA C'E' CHI VORREBBE DISTRUGGERLO, NON SI SPIEGHEREBBE A LIVELLO LOGICO LA SCELTA DEL NUCLEARE, SE TUTTI SIAMO RADIOATTIVI, FINE DEI GIOCHI, E QUESTO LO SANNO ANCHE LORO ...
    QUINDI SE UNA LORO FAZIONE SPINGE IN QUESTO SENSO E' PERCHE' E' DA SEMPRE IMPREGNATA DI MISTICISMO SUICIDA, ED INFATTI IL NAZISMO COME ESEMPIO STORICO, SI RIFA' A QUELLA RETE SINARCHICA, NE E' LA SUA PIU' EVIDENTE DIMOSTRAZIONE EMPIRICA, ED ORA LO VUOLE CONTINUARE A PERSEGUIRE ATTRAVERSO LA TECNOCRAZIA E LE CORPORATION MILITARI ...

    2 VISIONI
    2 PADRONI
    LUCIFERO E SATANA !!!

    RispondiElimina
  13. NEMESIS ...
    COSA TI HA IRRITATO nell'articolo ???
    E' volutamente diretto, forte e penso non ipocrita ...
    Forse hai percepito la descrizione del Giappone come esempio di civiltà in decadenza, ma lo è di fatto, una società così fragile lo è e la storia lo dimostra ...
    Sia ben chiaro, non giudico affatto quella società, anzi, HO AFFERMATO ESSERE UN CAPRO ESPIATORIO DA RITUALIZZARE, HO DETTO CHE E' LA VITTIMA CHE VOGLIONO DEFRAUDARE DELLA SUA CULTURA, UCCIDENDOLA NEI SECOLI ...
    Non capisco a cosa ti riferisci ...
    Il mio è un post PRO-GIAPPONE, PRO-POPOLAZIONE ...
    critico il sistema che ha portato a questo livello il sol levante dopo la bomba H ...
    SPIEGATI PER FAVORE ...

    HASTA

    RispondiElimina
  14. @SIMONE,
    rispetto ai tuoi primi POST in poco TEMPO hai fatto un salto QUANTICO di QUALITA'; questo perchè hai compreso in parte di quali potenti strumenti "magici"(alchemici) ed "energetici" si avvale il POTERE GLOBALE, in PRIMIS delle EGGREGORE mentre dal lato finanziario del SIGNORAGGIO BANCARIO e NOI sappiamo che in questo tipo di SOCIETA'il (DIO)DENARO=POTERE !!!

    Ti/vi consiglio di visionare il recentissimo film "IL RITO", racconta la vera STORIA di due esorcisti; a fronte di scene molto "forti" aiuterà ad alcuni, capire il "sottile" CONFINE che separa il BENE e il MALE !!!

    @ANNA,
    quello che hai percepito è un forte segnale dell' innalzamento della "griglia energetica" della MADRE TERRA; molti scettici come UNNO(chi/che è !?) reagiscono così perchè NON capiscono e temono l'IGNOTO, credono ad esempio che gli ASTRI siano SOLO un' agglomerato di materia inorganica/organica e NON invece ESSERI ENERGETICI "SENZIENTI" a livelli molto elevati !!!

    Ma vedrai capiranno o prima o dopo anche LORO, probabilmente NON tutti però in questa VITA PRIMARIA; l'evolversi "spirituale" è da individuo ad individuo differenziato, quindi i TEMPI sono molto diversi come in una scuola !!!

    NAMASTE'

    RispondiElimina
  15. @DEMOCRITO,
    come SEMPRE molto ben documentato e preciso; ti ritengo una vera ENCICLOPEDIA umana di STORIA "religiosa e spirituale",peccato come fa notare pure MDD questa vena di profondo "pessimismo" sul riscatto ed evoluzione dell' UMANITA'.

    Hai perfettamente ragione sull' eccessivo uso e dispendio di energia, un mio bravo prof. di ECONOMIA ci ha insegnato che il primo guadagno è il RISPARMIO; interessante poi quello che insegna Serge LATUOCHE sentito a TRIESTE, sulla "DECRESCITA FELICE" della quale condivido tutti i concetti ma NON il nome meglio credo sarebbe chiamarla "CRESCITA (ECO)COMPATIBILE" !!!

    HASTA SIEMPRE

    RispondiElimina
  16. MDD,
    il sens del mio post non è di natura “spirituale”, ma tecnica e risente di una certa deformazione professionale. Nel mio lavoro le questioni tecniche e ambientali sulla trasformazione dell’energia sono all’ordine del giorno e mi devo, di tanto in tanto, sorbire noiosissimi corsi di aggiornamento in cui l’inquinamento è sempre uno dei problemi centrali.
    La discussione sul nicleare dovrebbe essere fatta da tecnici, non da politici, che siano al di sopra delle parti, ma qui siamo alla pura utopia. Certo che la discussione portata avanti dalle parti politche o dai Beppe Grillo di turno, mi inquieta alquanto, perché chiunque abbia un minimo di cognizione di causa capisce immediatamente che non sanno un cazzo e sono solo scuse per tirare l’acqua al loro mulino politico e di carriera. Il super pannello solare di cui fantascavi tu, non è realizzabile non solo nell’immediato, ma nemmeno prevedibile in un futuro a termine medio-lungo. Il problema dell’energia è invece immediato ed irrisolvibile senza che se ne paghi un prezzo molto salato. Bruciare combustibili crea inquinamento, considera che il prodotto perfetto della combustione è l’anidride carbonica, principale causa dell’effetto serra e del surriscaldamento del pianeta. Questo è il migliore dei casi, praticamente irraggiungibile, mentre nel caso di una combustione imperfetta si creano, indipendentemente dal combustibile utilizzato, effetti disastrosi sull’ambiente assolutamente prevedibili e previsti. (continua)

    RispondiElimina
  17. Si creano componenti acidi di zolfo e nitrati, che legati all’acqua presente nell’umidità naturale, provocano piogge acide che distruggono la flora del pianeta. Il monossido di carbonio si lega all’emoglobina ed è uno dei veleni più letali, in quanto impedisce al ossigeno di circolare nell’organismo legandosi al sangue.
    Con le centrali nucleari questi problemi certi verrebbero ridotti considerevolmente, ma ci si imbarca in rischi di altra natura di difficile valutazione in un periodo di tempo sufficentemente lungo.
    D’altra parte il risparmio energetico (quello vero) produrrebbe una crisi economica irreversibile, perché la natura del capitalismo è di tipo espansivo e basta solo un rallentamento della crescita a decretare la recessione, con tutti i problemi annessi, figuriamoci una fase di decrescita. Sarebbe la fine della civiltà moderna ed un ritorno al medioevo. Questo scenario è più che probabile, perché il petrolio a raggiunto il picco della disponibilità e da ora in poi, vista anche la crescita esponenziale del consumo di energia, alla faccia del risparmio, d’ora in poi avrà prezzi sempre maggiori, in quanto la tendenza deve necessariamente essere in una sempre minore produzione e per una qualsiasi nazione, affidarsi al consumo di petrolio al ritmo odierno, significa il colasso economico in meno di 10 anni.
    Il mio non è quindi pessimismo in senso emotivo e nemmeno una posizione filosofica, ma semplici constatazioni da parte di una persona, suo malgrado informata dei fatti.

    RispondiElimina
  18. Certo l'idea di finire comunque al forno con le patate e il rosmarino non è invitante.

    Farò una seria dieta così quando sarò il mio turno avranno poca roba da spolpare ... tiè

    Ironizzo o per lo meno cerco perchè fin quando non capirò il tassello successivo,semmai esiste, mi associo a Democrito.
    Siamo messi davvero male.

    Io a guelfi e ghibellini li farei tutti fritti in padella.
    Immagino, perchè lungi da me essere illuminata, che codesta cosa non se puote fare.

    Siamo polli come la metti la metti.

    ma la rivoluzione dei polli no?

    grazie a sdei per il suggerimento alla lettura di serge latuoche. Interessante ...ma se poi penso che sicuramente è un ghibellino che insieme ai guelfi stanno mettendo a punto il menù....mi viene una gran tristezza

    @anna
    Ho ballato anche io in sogno (terremoto) mentre a tokyo (dove ho una cara amica) stava accadendo la tragedia.
    Vorrei chiudere questo post con un chicchirichì sperando che i polli diventeranno galli

    jane
    ps scusate il delirio

    RispondiElimina
  19. SDEI,
    è un po che non ci sentiamo. Tu poni 2 problemi a cui cercherò di rispondere. Iniziamo dall’ultimo. La crescita ecocompatibile è bella come idea, ma irrealizzabile nella società odierna. Al capitalismo non interessa come produci energia, ma solo di quanti milioni di KW ha a disposizione per le sue esigenze, fermo restando che la richesta e il consumo conseguente sono in crescita esponenziale. Quando i politici parlano di risparmio energetico, non intendono in termini assoluti, come dovrebbe essere, ma come risparmio sull’incremento della crescita, il che è demenziale. Non può esistere crescita economica senza incremento del consumo di energia e senza crescita economica si ha l’implosione del sistema. Quindi chi parla di risparmio energetico senza specificare cosa intende davvero, mente sapendo di mentire.
    La seconda questione riguarda il mio pessimismo sull’evoluzione dell’umanità. No, guarda che non sono pessimista rispetto all’aspetto individuale della crescita personale, lo sono rispetto a quello che chiamiamo civiltà o società globalizzata. Il mondo si avvia verso la sua distruzione, che può essere totale, ovvero la fine dell’umanità, o parziale, ovvero la fine degli equilibri della società odierna ed il passaggio ad un mondo diverso, non necessariamente migliore, che nascerà dalle rovine del mondo di oggi. Rispetto agli individui sono invece inguaribilmente ottimista e penso che se una persona abbia voglia di intrapprendere un percorso di conoscenza interiore, questo sia un periodo magico per poterlo fare. Per me la persona è l’unico ente reale, per cui vale la pena di lavorarci sopra, specialmente se la persona in questione sono io, mentre la società è un ente immaginario, per cui non vale la pena di perdere tempo a voler cambiare le cose. Meglio che vada in malora con le sue stesse forze.

    RispondiElimina
  20. Mi aggancio a quest'ultimo post di Democrito, che dice sempre cose giuste, non ce n'e', per dire che credendo molto anch'io nell'essere umano e nella sua capacita'- basta volerlo davvero- di introspezione e di investire nell'unica cosa che conta davvero, cioe' la sua consapevolezza interiore e conseguente armonia con l'intero Universo, dico che me ne frego di festeggiare finte unita' d'Italia (per rispondere a invisiblemonster), perche' io detesto tutto cio' che e' convenzione sociale e dettami della societa' in genere, per questo vivo male in questa realta' e devo crearmene una che mi aiuti a vivere.
    L'Italia per come la vedo io e' tuttora uno stato pontificio solo sotto mentite spoglie; non voto da oltre 15 anni e non votero' neanche in futuro, vivo in una dimensione mia, e gia' soffro abbastanza nel dover fare lavori che mi schiavizzano e minano la mia individualita' per vivere.

    L'unico lavoro che riconosco e' quello che mi porta ad avere un rapporto VERO con il cosmo che mi ha generato, e aiutare gli altri a prendere consapevolezza di chi sono e dello scopo di questa nostra esistenza, tutto il resto lo vivo come un prezzo da pagare per poter essere fatta di carne ed ossa e vivere in un mondo di cui non riconosco frontiere geografiche, passaporti e visti che sono costretta da qualcuno arbitrariamente a usare per poter passeggiare sul mio pianeta madre.

    Sono una folle ed un'idealista, io vivo con Amore e per Amore, e non me ne importa nulla se questo fa ridere, piangere o cagare qualcuno, sono cosi' e basta.

    Sono profondamente grata a questo blog, a Simone, e a tutti coloro con cui ho costruito un ponte fatto di affetto, stima per avermi aperto la coscienza in modo incredibile.

    Non so che fine fara' l'uomo, so solo che dovremmo seminare di piu' e meglio, visti i pessimi risultati ottenuti finora.

    RispondiElimina
  21. @Anna
    ..azz..ho letto diversi tuoi post ma in questo "sembri" leggermente inkazzata...o sbaglio?

    I lavori della fava per vivere siamo costretti a farli tutti...non sei sola in questo..per il resto comprendo le tue istanze ;)

    @Democrito

    sì...non c'è che dire..tesi assolutamente lucida. In effetti parlare di energie alternative senza nemmeno conoscere le basi è parlare di nulla.
    I nostri carissimi politici (assolutamente non tecnici) in questo sono probabilmente i migliori esponenti.

    In effetti con questo sistema economico (basato su debito e necessità di crescita infinita....anche se siamo in un mondo "finito"..) è impensabile il raggiungimento di un risparmio in termini assoluti ma, come hai fatto notare tu, semmai in senso relativo (alla crescita).
    Il che, di fatto, stride con gli auspicati obiettivi di chi professa un minor utilizzo di carburanti fossili (ad esempio)...sapendo di dire delle incredibili kazzate.

    Prendiamo l'eolico...tanto per citare un esempio che non hai già ben smontato tu..

    L'eolico, che al sud e nelle isole sembra tanto aver preso piede (per le organizzazioni para-statali o statli...come preferite chiamarle...), rappresenta, ad oggi, una delle più grosse coglionate propinate al popolino che mai andrà ad informarsi sull'argomento.

    Voi passate a fianco di queste "splendide" strutture e le vedete girare...

    Il primo pensiero è: FUNZIONAAAA!!! ENERGIA!!!!..

    Kazzata...

    O meglio...per funzionare funziona...del resto le pale girano...il problema è che nn sono collegate con la grande rete nazionale in quanto chi fa programmazione non può permettersi di avere picchi sulla rete incontrollati (e ovviamente non si può decidere di far soffiare il vento quando si vuole).

    In effetti...almeno dal punto di vista della programmazione (sempre comunque legata alla legge della domanda e dell'offerta) è sicuramente più "lineare" e gestibile utilizzare il carico delle centrali e, nei picchi, delle turbogas (pensate che vengono pagate per la loro disponibilità...cioè..non sono in funzione ma vengono retribuite per il "disturbo" di rimanere a disposizione: se arriva una chiamata dalla grande rete hanno circa 2 ore per cominciare a fornire il carico richiesto).

    E' chiaro Democrito che un sistema fondato su kazzate non può stare in piedi per sempre.
    Hai voglia ad inventare denaro (inesistente se non su dei videoterminali)...a bruciarlo (termine tecnico finanziario per dire che ciò di inesistente che era stato creato per coprire una porcata è sconparso nel giro di qualche secondo) e ad inienttarne nuovamente nei "mercati"..

    Già...questa allegoria dei mercati..

    Io non frequento i mercati...o i mercatini...

    Però nè mia madre...nè le mie amiche (che invece ne sono grandssime estimatrici) mi hanno mai parlato di banconote piovute dal cielo o portate da autotreni zeppi di scatoloni....

    Magari frequentavano i mercati sbagliati..

    Cmq, per un cambio deciso di rotta, servono solo guerre...con sistemi democratici non si va lontano.
    Nemmeno con le guerre...sia inteso...ma no ho da proporre una terza via..

    RispondiElimina
  22. io sono convinto che viviamo in un mondo già perfetto e possiamo tranquillamente vivere sfruttando le risorse disponibili nel nostro pianeta è chi detiene diciamo il controllo che preferisce utilizzare altri mezzi.....in passato avevo letto u po di cose riguardanti l energia alternativa e su come sfruttarla bene ma non ricordo più dove trovare quegli articoli che mi erano sembrati convincenti.....in ogni caso vi consiglio anche di fare delle ricerche su nikola tesla e i suoi studi progetti e invenzioni (ritenuto infatti uno dei più grandi inventori mai esistito a cui sono attribuite centinaia e centinaia di invenzioni)

    RispondiElimina
  23. Matrix has you.
    Deaeterna

    RispondiElimina
  24. @Anna: d'accordo, è più che legittimo non voler festeggiare l'unita (vera o presunta) d'Italia. Questo mi va benissimo. Mi va meno bene che la causa possa essere l'appartenenza di Garibaldi alla massoneria.
    Garibaldi è massone -> Licio Gelli è massone -> Garibaldi è Licio Gelli. Provo una certa repulsione per i paralogismi della peggior dietrologia clerico-fascista (a quanto pare non è il tuo caso). Ah, ops! Licio Gelli no: ha combattuto i rossi, oggi difende il crocifisso... Dietro gli intrighi della P2 doveva esserci solo quel senza Dio di Garibaldi

    RispondiElimina
  25. GELLI E' ANCORA VIVO E FA CONCORSI TRUCCATI DI POESIE ...
    LE SUE POESIE SONO MESSAGGI IN CODICE, AIUTATEMI A REPERIRE MATERIALE SULLE SUE POESIE CHE NON TROVO IN RETE NULLA ...
    :)

    RispondiElimina
  26. IL MIO DOMANI

    Passano gli anni e il tempo affresca le rughe,
    scalfisce i segreti remoti che durano nel cuore
    e traccia sulle pieghe del viso il mio domani
    che sarà perenne di giorni appena consumati.
    Gli occhi stazionano sulla biblioteca, sui libri
    a pile che non ho ancora letto e così penso
    al quadrante sbiadito d'un orologio statico
    e mi chiedo tra me quanto tempo mi rimane.
    Il tuo ricordo pare una magia fuori del tempo
    dove la memoria ondeggia su ciò ch'è perduto,
    scivoli sui silenzi il vento acre dell'esistenza
    e sembra prodigio il seme che diventa albero.
    Fischia sulle cime l'alito ghiacciato della sera
    ed una tenerezza antica si apre nel pensiero,
    spalanca un canto triste nel vuoto della mente
    ed un sussurro di tristezza girella nell'ignoto.
    Mi porto dentro ascendenze di nomadi e fuggo
    dal destino malevolo che ombreggia i ricordi,
    a novembre il vento cava dal giardino le foglie
    e con esse trascina via anche la gioia della vita.
    Il cuore defluisce nel fiume quieto dei ricordi
    e ritorna la tristezza e avanza il dolore cupo
    che tende l'anima con il tocco d'una carezza
    e delinea inimmaginabile il soffio della vita.
    Così mi abbandono al volo d'un sogno quieto
    che pure si dilata nel profilo delle ore buie,
    pure c'è ancora un fremito di vita nella mente
    mentre con gli occhi spalancati cerco il cielo.

    http://www.club.it/autori/licio.gelli/licio.gelli.poesie.html

    RispondiElimina