venerdì 2 settembre 2011

SIONISMO ROTHSCHILD: 1° PARTE di DAVID ICKE


Da: http://www.davidicke.com/articles/political-manipulation-mainmenu-72/42734-they-dare-not-speak-its-name-rothschild-zionism
(del 30 DICEMBRE 2010 )
"Ho estesamente parlato e scritto su quale sia l'agenda sottostante la crisi finanziaria globale e qui rivelerò la forza coordinatrice, o per lo meno la primaria, dietro quella agenda e molte altre, incluso l'11 Settembre. Molti dei ricercatori cospirazionisti o non si rendono conto del significato fondamentale di questo network oppure sono troppo spaventati per dirlo. E cosi sia... E' ampiamente noto il Sionismo o, come io lo chiamo con più precisione ... il Sionismo Rothschild. Aggiungo 'Rothschild' per sottolineare costantemente i veri creatori del Sionismo e i suoi controllori fino ad oggi (si veda IL RISVEGLIO DEL LEONE).
Più avanti spiegherò il c
ollegamento con la catastrofe economica, ma ora alcuni dati di sottofondo sono necessari per mettere il tutto nel contesto in cui deve essere visto..
Chiedete ai più in merito al Sionismo e vi risponderanno "sono gli "Ebrei", ma mentre questa è l'impressione che i networks Rothschild, nella politica e nei media, hanno venduto con gran successo come "conoscenza comune",
non è vera. Rappresenta solo una minoranza di loro e molti di loro NON sono Ebrei.
Il Sionismo Rothschild nella sua espressione pubblica è una ideologia politica che si basa su un concetto di patria per gli Ebrei in Palestina ed un credo che gli Ebrei siano "la razza prescelta da Dio" con un diritto conferito da Dio alla "terra promessa di Israele". Credono anche che i veri confini di Israele debbano comprendere cosa è ora Israele, incluso Gaza e la West Bank ancora ufficialmente di proprietà dei Palestinesi, più il Libano, l'Iraq, la Siria, l'Egitto e la Giordania, o come dice la Genesi: '... dal ruscello d'Egitto all'Eufrate'.
Questa è l'espressione pubblica del
Sionismo, ma nel suo nucleo è una società segreta creata e controllata dalla Casa dei Rothschild. Hanno cercato di vendere la menzogna del "Il Sionismo-significa-tutti-gli-Ebrei" cosi da poter condannare come "anti-semiti" e "razzisti" chiunque esponga la verità sul Sionismo Rothschild e i suoi agenti nei governi, nelle banche, nel business, nei media, nei militari.
Ecco perchè la più parte dei ricercatori non andrà sul tema. Per scoprire ed esporre cosa sta succedendo nel mondo abbiamo bisogno di tutti i... cervelli, spine dorsali, palle, più che mai ora. Oh si, e aggiungiamo anche coscienza se volete vedere quanto in profondità va la tana della lepre, oltre la realtà dei 5 sensi.

I
l razzismo è l'ignoranza estrema poichè fa riferimento al "sé" come corpo anzichè come consapevolezza - coscienza - animata e che fa esperienza attraverso il corpo. E' come giudicare una persona da come è vestita anzichè per la persona che è dentro. Quindi i razzisti son ridicoli, sciocchi e infantili, ma in nessun caso la minaccia di essere etichettato in questo modo (lo hanno già fatto senza successo) mi fermerà dall'esporre ciò che deve essere rivelato se il Sistema di Controllo deve crollare.
I razzisti più estremi del mondo sono, dopotutto, i Sionisti Rothschild. Israele è uno stato di apartheid in ogni angolo come lo era il Sud Africa e l' America. E con questo non intendo solo il male che è inflitto ai Palestinesi, minuto per minuto, giorno per giorno, ma anche le straordinarie divisioni razziste all'interno della società ebraica, con gli ebrei neri d'Etiopia per esempio,
trattati come poco più che vermi. Dunque attraversiamo la cortina di fumo calcolata, ovvero che mettere alle strette il Sionismo Rothschild e gli orrori di Israele significhi essere anti-ebreo e invece guardiamo ai semplici fatti, ovvero che non vogliono che voi sappiate e prendiate conoscenza.
Prima di tutto, non bisogna essere Ebrei per essere Sionisti Rothschild, come il vicepresidente USA Joe Biden, disse pubblicamente mentre leccava il ...dei suoi maestri in Tel Aviv (non ultimo i suoi maestri al castello Rothschild).
Alcuni dei più veementi Sionisti Rothschild sono Sionisti Cristiani in USA e altrove, diretti molto vocalmente dal loro 'capo spirituale', John C. Hagee.
Hagee è il fondatore e Presidente Nazionale della organizzazione Cristiano-sionista "Christians United for Israel" (Cristiani Uniti per Israele); è un visitatore regolare di Israele ed ha incontrato ogni primo ministro da Menachem Begin.



Hagee - la voce (ma non il cervello)
dei Sionisti Cristiani.

I Ministeri di John Hagee hanno dato più di 8.5 milioni di dollari per ricollocare gli Ebrei dalla ex Unione Sovietica in Israele ed egli è il fondatore e Direttore Esecutivo di un evento chiamato 'Una notte per rendere onore ad Israele', che si impegna a dare solidarietà tra Cristiani e Stato di Israele.Guardate la storia in questa esposizione, intitolata 'GOD-TV Erase Israeli Bedouin Village to Bring Jesus' Second Coming' (God TV cancella il villaggio beduino di Israele per portare la seconda venuta di Gesù) per apprezzare il modo estremo e senza cuore in cui i Sionisti Cristiani non Ebrei, sostengono i Sionisti ufficiali, i Sionisti Rothschild. Per contro, un gran numero di Ebrei NON sono Sionisti , alcuni anzi vi si oppongono con veemenza e sostengono i Palestinesi nella loro battaglia per la sopravvivenza contro il genocidio da

parte del governo di Israele e dei militari finanziati dagli USA.
Alcuni Ebrei (vedi foto) organizzano proteste e chiedono di boicottare Israele in risposta alla agenda del Sionismo Rothschild Zionist contro i Palestinesi.
Ma quanti sanno questo? Quanti di quelli che estrapolano le loro informazioni dai media ufficiali?



Quanti sanno, come rappresentato in questa immagine seguente, che molti Ebrei religiosi aborrono le richieste poste dai Sionisti Rothschild per un attacco USA all'Iran ed hanno avuto cordiali incontri con il Presidente Iraniano Ahmedinejad, per dargli il loro supporto?
Nessuno di coloro che si informano dai media ufficiali controllati dai Sionisti Rothschild saprebbero mai nulla di ciò perchè viene spinta solo una versione: Sionismo significa tutti gli Ebrei, fine della storia. Ma chiunque pensi sia vero dovrebbe leggere l'articolo del musicista ebreo e scrittore, Gilad Atzmon, (citato siuccessivamente) e dal titolo 'How Israeli leaders kill for their people's votes'.
I Rothschild hanno un network di organizzazioni, incluso i B'nai B'rith e loro emanazioni: l' Anti Defamation League (ADL), che lavorano con altri gruppi controllati dai Rothschild per colpire chiunque si avvicini a vedere "l'elefante in salotto" ed esporlo al dominio di tutti. Li attaccano e li minacciano in ogni modo possibile, per evitare che la semplice e devastante verità venga alla luce: che i Sionisti Rothschild controllano gli organi ufficiali di stampa, Hollywood e l'industria cinematografica, i governi, non di meno gli USA, e alla luce degli eventi attuali , controllano la finanza e i commerci globali.
Ora vi accompagnerò tra il personale della Amministrazione Obama, da questi nominato dopo la sua elezione nel 2008, per darvi un'idea di come i pochi dettino ai molti attraverso i network Rothschild .
Ricordate mentre procediamo attraverso i nomi che solo l' 1.7% della popolazione degli USA è Ebrea e tra loro numeri significativi NON sono Sionisti Rothschild.



Obama nominò Rahm Emanuel (Sionista Rothschild) a suo capo Staff della Casa Bianca. Emanuel, che ha servito nell'esercito israeliano, è il figlio di un ex operativo del gruppo terrorista Irgun che nel 1948 fece si che 800.000 Palestinesi fuggissero dalla loro terra nel terrore.
(Molti Israeliani collegati ai network Rothschild furono inviati negli USA dopo la costituzione dello Stato di Israele specificatamente per procreare figli che sarebbero stati cittadini americani di nascita per infiltrare cosi il sistema di governo delle successive generazioni)

Consigliere Senior di Obama alla Casa Bianca è David Axelrod (Sionista Rothschild), uno stretto socio di Emanuel e l'uomo che gestì il
"
cambiamento in cui potete credere" di Obama durante la campagna elettorale contro Hillary Clinton e John McCain. Axelrod ora ha la supervisione delle parole sui suggeritori elettronici a cui Obama è inchiodato anche per l'annuncio di minima importanza. Axelrod, come Emanuel, è il prodotto della mafia politica del Sionismo Rothschild che controlla Chicago dove Rahm Emanuel sta ora correndo per la elezione di sindaco.
Uno den maggiori finanziatori e controllori di Obama, è l'agente Sionista Rothschild
George Soros, lo speculatore finanziario multimiliardario e manipolatore di Paesi, non ultimo nella ex Unione Sovietica..


Obama nominò una serie di Sionisti Rothschild come "consiglieri" e "zar" in varie aree tematiche, incluso l' agente di pessima fama, Sionista Rotschild, Henry Kissinger ; Cass Sunstein, 'Aministratore dell'Ufficio Informazioni e Affari Regolatori della Casa Bianca", ha richiesto che le teorie cospirative vengano vietate o tassate.
Questo è un altro obbiettivo Rothschild: vietare ogni visione o ricerca che esponga l'agenda Rothschild. Sunstein (Sionista Rothschild) dice che l'opinione che il 'global warming' (riscaldamento globale) sia una bufala manipolata, potrebbe essere un esempio di ciò che dovrebbe essere vietato o tassato. E anche come è appropriato che Obama nominò Carol Browner (Sionista Rothschild) e Todd Stern (idem) come responsabili delle sue politiche sul 'global warming'/'cambiamento climatico.


E cosi anche l'economia ...
Il posto-chiave economico negli USA è il capo, o Presidente della Federal Reserve, un cartello di banche private controllate dai Rothschild che con ilarità si chiamano tra loro 'central bank of America' (la banca centrale d'America) .
Una banca centrale dovrebbe dare risposte alla gente, diversamente è solo un'altra banca privata che presta denaro al governo, denaro che la popolazione deve ripagare aggiungendovi gli interessi .



Possiamo spigolare la storia della Fed con la nomina di Paul Adolph Volcker a capo della Fed durante le presidenze di Jimmy Carter e Ronald Reagan (in realtà George Bush senior).Volcker era un ex vice presidente e direttore della pianificazione della Chase Manhattan Bank, controllata dai Rothschild e lasciò la Fed nel 1987 per diventare Presidente dell'azienda di investimento bancario di New York, la J. Rothschild, Wolfensohn & Co., diretta da James D. Wolfensohn (Sionista Rothschild), che successivamente divenne presidente della Banca Mondiale.
Il successivo in lizza nella Federal Reserve era 'Mr Big',
Alan Greenspan (Sionista Rothschild), una satanista praticante secondo alcuni che dicono di aver frequentato con lui dei rituali.



Greenspan fu nominato dal Presidente Reagan (i presidenti non nominano i capi della Fed: viene detto loro chi deve esserlo) e rimase capo della Fed e quindi della politica economica americana per tutti gli anni Clinton e molti del ragazzo Bush, prima del ritiro nel 2006.
In quel tempo fece la supervisione dello smantellamento sistematico della regolazione finanziaria e consentì che avidità e corruzione prendessero il sopravvento e nello stesso periodo il duo Tony Blair e il suo Cancelliere e poi successore Gordon Brown, stavano facendo lo stesso con la Gran Bretagna.
Greenspan, per la sua politica, ricevette indiscusso sostegno dai Segretari del Tesoro di Clinton: Robert E. Rubin (Sionista Rothschild) ex co-presidente della Goldman Sachs, controllata Rothschild, e Larry Summers (Sionista Rothschild), ex capo economista alla Banca Mondiale.
Peter Orszag (Sionista Rothschild) fu l'Assistente Speciale di Bill Clinton per la Presidenza della Politica Economica nello stesso periodo e Economista Senior e Consulente Senior al Consiglio dei Consulenti Economici durante la Amministrazione Clinton.
Un altro sostenitore della deregulation di Greenspan fu Timothy Geithner (Sionista Rothschild), il Presidente della Federal Reserve Bank di New York, la più potente nel cartello della Federal Reserve.
Senza la demolizione collettiva degli assegni finanziari e dei bilanci da parte di questa cabala di Sionisti Rothschild, non ci sarebbe stato il crollo del Settembre 2008 con le sue catastrofiche conseguenze per miliardi di persone sul pianeta.
Ma quando Barack Obama divenne Presidente USA, qualche mese dopo, chi c'era nel 'team economico' che lui nominò per fare luce nel casino? Lui... proprio quello che lo creò! E tutto fu fatto da una Casa Bianca controllata da Rahm Emanuel e David Axelrod.



Geithner dice: ' Non so dove è finito il denaro: ma che importa?'
Obama fece di Timothy Geithner (Sionsita Rothschild) Il suo Segretario al Tesoro: la madre di Obama lavorò per il padre di Geithner, Peter F. Geithner (Sionista Rothschild), il direttore del programma Asia alla Ford Foundation in New York.
Larry Summers fu nominato direttore del Consiglio Economico Nazionale della Casa Bianca (White House National Economic Council) e Paul Adolph Volcker, business partner dei Rothschild, venne fatto presidente dell'Economic Recovery Advisory Board.
La banda che aveva gettato nella spazzatura la città, ora era di ritorno in città, per buttarla al macero ancor di più , non si sa mai...decisero che l'unico modo per salvare un'economia messa in ginocchio dalle loro azioni collettive e dal sistema bancario che rappresentavano, era, ma certo ... passare trilioni di dollari, presi in prestito dai contribuenti, alle banche controllate dai Rothschild ed assicurare aziende come la
CitiGroup ( E. Rubin, vedi sopra, la portò nel disastro) J. P. Morgan, AIG e una lunga lista di altre.

Il già nominato Peter Orszag (Sionista Rothschild), era a fare la supervisione di tutto questo e di altre spese del governo americano. Orszag era il Direttore Budget, che lavorava a stretto contatto con Rahm Emanuel per imporre il Trattato del Libero Commercio del Nord America (the North American Free Trade Agreement (NAFTA) che ha devastato l'industria americana, in linea con la politica Rothschild


Summers, Orszag e GeithnerSummers diede le dimissioni nel tardo
2010 e al momento in cui scrivo, i favoriti per sostituirlo sono Roger Altman (Sionsita Rothschild ) e Gene Sperling (idem)
Peter Orszag fu il fondatore e presidente dell'azienda di consulenza economica che fece consulenza alla Banca Centrale d'Islanda prima che andasse in bancarotta; egli avvisò il Ministro delle Finanze Russo quando i beni-risorsa del Paese stavano per essere dati ad oligarchi Sionisti Rothschild come il proprietario della squadra di calcio del Chelsea, Roman Abramovich, che divenne miliardario all'istante.
Orszag diede le dimissioni in qualità di Direttore Budget nel luglio di questo anno, avendo fatto il suo lavoro, e Obama annunciò che
Jacob Lew (Sionista Rothschild), un sottosegretario di Stato di Hillary Clinton, avrebbe preso il suo posto e resuscitò lo stesso posto che ebbe sotto Bill Clinton.
Nel tempo in cui la "sostanza marrone" colpì la trama, nel Settembre 2008, Alan Greenspan si era tolto dalla Fed prima del crollo che sapeva sarebbe arrivato. Ma ancora una volta, questo non aveva nessuna importanza. Fu sostituito da Bernard Bernanke (Sionista Rothschild) che stampò ancora più denaro (con l'interesse a carico dei contribuenti) per passarlo ai suoi "compagni" Sionisti Rothschild a Wall Street .
Nel mentre, il Segretario del Tesoro Timothy Geithner (vedi sopra) che aveva avuto un coinvolgimento centrale nel maneggiare trilioni di dollari di denaro pubblico per i suoi soci bancari, senza restrizioni, chiese l'opinione di un'azienda legale internazionale, una azienda Sionista Rothschild, di nome Squire, Sanders & Dempsey, per vedere se gli stati americani potevano, come alcuni richiedevano, usare legalmente il denaro del bail-out (del "salvataggio") , altresi definito TARP: the Troubled Asset Relief Program (il Programma di soccorso per il bene economico nei problemi), per sostenere le bollette legali delle persone che stavano cercando di proteggere le loro case dal pignoramento fatto dal sistema bancario basato sul bail-out ("salvataggio")
La privata e Sionista Rothschild Squire, Sanders & Dempsey disse di no e cosi Timothy Geithner disse che il denaro non poteva essere usato per proteggere i cittadini che avevano salvato le banche dal pignoramento delle stesse banche.


David Millstone, un Sionista Rothschild molto attivo, partner di Squire, Sanders & Dempsey e presidente regionale del comitato internazionale della Anti-Defamation League. La sua azienda dice che il denaro pubblico può andare alle banche Sioniste Rothchild, ma non alle vittime innocenti delle banche.
E mentre si svolgeva tutto questo, questi sono stati i vertici delle maggiori instituzioni finanziarie internazionali con il potere di imporre politiche economiche globali:


Il Presidente della Banca Mondiale è Robert Zoellick (Sionista Rothschild), un insider dei grandi tempi dell'Amministrazione del ragazzo Bush, che era un fervente sostenitore dell'invasione dell'Iraq, molto prima dell'11 Settembre. Alla Banca Mondiale Zoellick prese il posto di Paul Wolfowitz (vedi sopra) caduto in disgrazia, un altro orchestratore dell'invasione in Iraq nel ruolo di Deputato alla Segreteria della Difesa.


Il Direttore Generale dell' International Monetary Fund (IMF= Fondo Monetario Internazionale FMI)) è (all'epoca dello scritto di Icke, ora sappiano che la storia è cambiata ndt) Dominique Strauss-Kahn (Sionista Rothschild, il politico francese che si immaginava (all' epoca dello scritto di Icke lo si dava per più certo, prima dello scandalo che lo ha coinvolto: vedi link al suo nome ndt) avrebbe sostituito Il Presidente Nicolas Sarkozy (Sionista Rothschild) nelle prossime elezioni.


Il capo della Banca Centrale Europea (ora sappiamo essere stato rimpiazzato da Mario Draghi ndt) (ECB in inglese) è Jean-Claude Trichet (Sionista Rothschild), un altro francese che arrivò al potere nel 2003 dopo l'assoluzione in un processo per "irregolarità finanziarie" al Crédit Lyonnais, una delle più grandi banche di Francia.
Qualcuno per caso ora pensa che, dati questi fatti, i Rothschild potessero controllare la finanza globale e forse potessero, giusto un pochino, aver orchestrato il crollo del 2008 e ciò che ne è seguito?
Al cuore del 'bail out' (salvataggio) dell'Irlanda (quello delle banche irlandesi e della elite degli investitori come i Rothschild, a carico del popolo di Irlanda) ci furono Jean-Claude Trichet, alla Banca Centrale Europea e Dominique Strauss-Kahn al Fondo Monetario Internazionale.
E le banche che causarono il crollo al quale stanno rispondendo gli Sionisti al potere, per i loro vantaggi, sono immutabilmente controllate e dirette dai Sionisti Rothschild. Queste includono la Goldman Sachs, guidata da Lloyd Blankfein (Sionista Rothschild) e creata dal Sionista Rothschild Marcus Goldman e Samuel Sachs che vennero, come molti di questi personaggi, da famiglie che si insediarono in America dal paese da cui originarono i Rothschild: la Germania. Per essere ancora più specifici, la regione tedesca della BAVIERA ritorna sempre - la patria del tristemente famoso "Illuminato Bavarese" Adam Weishaupt (che oggi chiamerei Sionista Rothschild). Il Papa ed Henry Kissinger sono due semplici esempi di "nati in Baviera".

Goldman Sachs fu essenzialmente responsabile del crollo del 2008, ma in quel tempo il suo ex Presidente e Direttore Generale, Henry 'Hank' Paulson, era stato installato in qualità di Segretario del Tesoro USA, per iniziare la politica del "salvataggio economico" , con enormi vantaggi per la Goldman Sachs, nelle settimane conclusive dell'amministrazione Bush.
Goldman Sachs fu anche strumentale nel collasso dell'economia in Grecia, che diede inizio al panico dell'euro, che successivamente ingolfò l'Irlanda. I networks della società segreta dei Sionisti Rothschild hanno i loro agenti nei governi, nel sistema bancario, incluse le istituzioni internazionali come l' IMF (Fondo Monetario Internazionale), e controllano il resoconto delle loro attività attraverso la proprietà dei mezzi di comunicazione di massa. Come risultato, se qualcosa sta accadendo economicamente e politicamente è perchè i Rothschild lo vogliono: sia che si tratti di banche, di borse, prodotti di mercato, valute, prezzo dell'oro...
Il mondo della finanza è dettato dalla "sicurezza dell'investitore" e chi controlla questo? Coloro che hanno il potere di controllare i media, il governo e le affermazioni finanziarie delle banche centrali ed hanno le risorse finanziarie per muovere ogni giorno trilioni, per i mercati finanziari. In altre parole, i Rothschild e i loro lacchè.
Il Sionismo Rothschild è una società segreta elitaria, nel suo nucleo marcio, e le persone che sto citando qui e molti altri, non sono agenti degli Ebrei in senso generale, ma agenti di una società segreta che ha manipolato senza pietà la popolazione ebrea per secoli per procedere nei suoi obbiettivi.



E' impossibile diventare Presidente degli Stati Uniti senza il supporto dell' American Israel Public Affairs Committee (AIPAC), (Comitato per gli affari pubblici israelo-americani) una enorme lobby Sionista Rothschild attualmente capeggiata dall'amico e sponsor di Obama: Lee Rosenberg.
E' anche impossibile avere alte cariche di ogni tipo se l' AIPAC non approva ed è una vera battaglia semplicemente diventare un membro del Congresso o Senato se l'AIPAC è contro di te.
Alan Wart, ex corrispondente BBC e della Independent Television News, scrisse in Zionism: The Real Enemy of the Jews (Il Sionismo: il vero nemico degli Ebrei) : 'Gli Ebrei costituiscono meno del 2% della popolazione americana, ma contano il 50 percento dei contributi per le campagne elettorali.'


Mentre scrivo (2010 ndt ) i proprietari Sionisti Rothschild del New York Times and Washington Post hanno caldamente invitato le persone a respingere i politici di destra e sinistra e sostenere i "centristi": i cosiddetti "centristi" e "moderati" sono spesso i più estremi tra loro e hanno bisogno della loro immagine di "centro" per nascondere che Barack Obama aveva affermato di essere un 'centrista' come lo fece Tony Blair.
L'editorialista del New York Times, Thomas L. Friedman (Sionista Rothschild) sostenne 2 tentativi che disse erano in corso per creare un "nuovo partito di centro" in USA e il Washington Post riportò che un nuovo gruppo, noto come "No Labels- I Senza etichette" ', si era formato per occupare 'il suolo centrale' della politica americana (fecero lo stesso in Gran Bretagna con la creazione dei Liberal Democrats -Democratici Liberali- che ora sono in una coalizione estremistica governativa con quelli "di destra", ovvero il partito Conservatore).
Emerse che il maggior finanziatore dei 'No Labels' - "I Senza Etichetta" fosse un miliardario Sionista Rothschild, James Tisch, il presidente fondatore del Jewish Leadership Forum (Il Forum della Leadership Ebraica), membro del comitato direttivo dell' American Jewish Joint Distribution Committee (Comitato di distribuzione congiunto America-Israele) e presidente del Jewish Communal Fund (fondo comune ebreo).
E' anche direttore della Federal Reserve Bank di New York, guidata fino al 2008 dal Segretario del Tesoro di Obama, Timothy Geithner (Sionista Rothschild). Si.. Mt Tisch quanto molto "moderato" e "centrista" può essere lei.


La famiglia Tisch, una delle più ricche d'America, prese il controllo dell'impero della CBS (network TV ndt) nel 1986 con l'intenzione, dissero, di promuovere gli interessi di Israele.
Due fondatori dei "No Labels- I Senza Etichetta" , così rivelò il Washington Post, furono David Frum (Sionsita Rothschild), lo scrittore dei discorsi del ragazzo George Bush- l' "Asse del Male" eWilliam Galston, un ex consulente di Bill Clinton, vicino alla famiglia
Zilkha, Sionista Rothschild, fondatori di Mothercare. Galston detiene la Presidenza di Ezra Zilkha nei
Governance Studies (Studi sulla governance, come governare) al 'think tank' Sionista Rothschild: la Brookings Institution.


I "No Labels" sono anche supportati da uno dei loro cittadini leader, Kenneth R. Weinstein, Amministratore Delegato del 'think-tank' Sionista Rothschild: the Hudson Institute, fondato da Herman Kahn (Sionista Rothschild), uno degli ispiratori del "Dottor Stranamore di Stanley Kubrick. L' Hudson Institute e la Brookings Institution sono i due maggiori aspetti nel network del 'think tank' Rothschild a livello mondiale.
Lo scopo dei "No Labels" è di colpire chiunque sia 'partigiano' nelle proprie idee politiche (dato che creano problemi nel manipolare il "consenso") e cosi li obbligano nel 'terreno centrale' : coloro che sostengono l'agenda Rothschild. Potete vedere da soli qui: http://nolabels.org/. Il "No Labels" è semplicemente un'altra organizzazione estremistica Sionista Rothschild mascherata come moderata, come centro 'sensibile': la tecnica del lupo travestito da pecora che i Rothschild impiegano con grande effetto.
In Gran Bretagna ed in molti altri paesi nel mondo abbiamo la stessa coda che scodinzola. La versione britannica dell' American Israel Public Affairs Committee (AIPAC) è " Friends of Israel network" (Amici del network di Israele) in ogni partito. Una indagine scoprì che l' 80-per-cento dei Membri del Parlamento nel partito Conservatore ora al governo (in UK ndt) , sono membri del Friends of Israel, che ha l'obbiettivo dichiarato di sostenere qualsiasi cosa che sia bene per Israele (ovvero i Rothschild che sono in Israele).


Il Primo Ministro Britannico, David Cameron, è un Sionista Rothschild e altrettento è il leader del partito di opposizione, quello dei Laburisti, Ed Milliband, che ottenne la carica dopo una campagna in cui suo fratello, David Miliband (Sionista Rothschild), era l'altro maggiore candidato. Questo è un Paese (la Gran Bretagna ndt) dove la popolazione ebrea (con molti NON Sionisti Rothschild) è intorno alle 280.000 persone, in una popolazione di 62 milioni di abitanti.
La forza-chiave per la manipolazione nei precedenti governi britannici di
Tony Blair e Gordon Brown fu Peter Mandelson (Sionista Rothschild), che ostenta i suoi stretti contatti con i Rothschild, facendo vacanze nella loro tenuta sull'isola greca di Corfu.


Mandelson, a destra, con il suo proprietario: Jacob Rothschild.
I Rothschild controllarono Blair come Bill Clinton e George W. Bush e questo fu il collegamento che condusse al fatto che Blair entrò in guerra in sostegno di entrambi i presidenti, messi sotto pressione da Israele (i Rothschild).
Fu il network Rothschild che orchestrò le invasioni in Afghanistan e Iraq, la Guerra del Terrore e la sua giustificazione: l'11 Settembre.


http://cafedehumanite.blogspot.com/2011/08/sionismo-rothshild-seconda-parte-e-
il.html
traduzione Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net

38 commenti:

  1. David Icke....molti anni fa trovai un libro sul comodino della stanza da letto della casa in cui ero ospite, in montagna, da un' amica ( ce n' erano solo due, il libro da cui "Il codice da Vinci aveva preso spunto ed "Io sono libero, io sono me stesso...." di Icke; scelsi il secondo e rimasi sveglia tutta la notte, incredula e indignata di ciò che riportava su Cathy O'Brian e il MK ultra. Non è che fino ad allora ero vissuta su una nuvola e conoscevo MOLTO bene la FEROCIA e INGIUSTIZIA, in tutte le sue manifestazioni, della società in cui vivevo....ma francamente non mi aspettavo tanto, ed è da quel momento che capii che c' era qualcosa che mi era sfuggito, ovvero una vera e propria PATOLOGIA...la FOLLIA COME CONDIZIONE UMANA, su cui mi riproposi d' indagare. Naturalmente m' innamorai di Icke...ma quest' amore durò poco, ossia fno ai "rettiliani", con cui arrivò la DELUSIONE. Comunque decisi di approfondire per capire come potesse far conciliare le giuste analisi con queste "lucertole" e credo d' aver capito, dando per scontato la sua buona fede, che si tratta di un gesto inconscio. Per meglio dire: poichè i suoi libri, per di più tradotti in molte lingue, si vendevano a centinaia di migliaia, e le sue informazioni si stavano propagando velocemente, il suo inconscio avvertito del pericolo si difese dietro questa trovata che...sminuiva le sue teorie ma gli salvava la vita. Se non do per scontata la buona fede posso pensare che si sia trattato di un' astuta mossa per salvaguardarsi dal pericolo o addirittura da minacce; ed infine ho anche valutato, intravedendo in Icke una certa dose di ambizione e superficialità, che sia stato abilmente abbindolato da chi conosceva bene i suoi punti deboli. Icke e Jordan Maxwel fecero molte conferenze insieme ma ad un certo punto si spararono, il secondo incominciò ad incolpare unicamente la chiesa cattolica e a difendere la massoneria; ed il primo fece il contrario. In poche parole sono stati manipolati da poteri contrari. Ebbene, incomincio a pensare che il vero BURATTINAIO, il più ASTUTO di TUTTI, colui che detiene la più GROSSA fetta di torta, insomma, l' INVISIBILE MOSTRO...sia la CHIESA CATTOLICA che si è associata ai falsi ebrei sionisti, o meglio agli eredi dei faraoni, più precisamente Akenathon. E non so se l' avete notato ma si stanno dando MOLTO DA FARE, addirittura criticando, con un linguaggio molto "moderno", i politici e le loro decisioni, insomma si sono posti il manto della pecora per mescolarsi tra le pecore e circuirle meglio, stanno usando tutte le loro subdole tecniche per recuperare il potere che sta loro sfuggendo di mano. Lilith

    RispondiElimina
  2. John C.Hagee,la"voce"della chiesa cattolica.Che facce da pazzi,da freddi crminali,fanno paura! TONY

    RispondiElimina
  3. Lilith dice:
    "si stanno dando MOLTO DA FARE, addirittura criticando, con un linguaggio molto "moderno", i politici e le loro decisioni"

    Verissimo, tanto le parole non costano nulla. Poi, pero', quando si tratta di rinunciare alle decine se non centinaia di miliardi di Euro in privilegi da parte dello Stato italiano (inclusa la sovvenzione alla scuola privata, un bell'esempio di "libero mercato"), allora la "Chiesa dei poveri" non molla di un millimetro, ehm, di un centesimo...

    Su Ike, anch'io penso che la storia dei rettiliani sia una scusa per non farsi prendere troppo sul serio e quindi pararsi il c., ma anche per evitare accuse di antisemitismo, non appena si affrontano certi temi. D'altronde, anche nell'articolo postato da MDD, Ike e' molto cauto con le parole. In sostanza, penso che i rettiliani siano un sinonimo per qualcos'altro.

    RispondiElimina
  4. se non ricordo male tutti noi abbiamo nel nostro cervello una parte definita "rettiliana" magari potrebbe riferirsi un po a quello

    ciao a tutti ;)

    RispondiElimina
  5. Su D.Icke non posso che concordare con Lilith. In effetti è un personaggio ambiguo che sa molte cose, e le dice, ma mischiandole con altre affermazioni in stile new-age, che risultano incomprensibili per la maggior parte delle persone.
    La teoria dei rettiliani è il fulcro di questa sua tendenza all’inverosimile. Probabilmente in se stessa non è nemmeno così strampalata come si è portati a pensare, ma il linguaggio che usa e le forzature che produce danno l’effetto di una minchiata colossale. Quando ero ragazzo (avevo solo 18 anni), avevo frequentato per 2 o 3 volte le riunioni di un gruppo che si chiamava Eckankar. Mi ci aveva portato un amico un po’ più grande di me, e si trattava di applicare delle tecniche di meditazione tibetana allo lo scopo di avere esperienze dei corpi sottili che compongono la nostra unità individuale.
    Loro dividevano l’individuo in 7 corpi, ognuno dei quali aveva delle prerogative di esperienza proprie della sua dimensione:
    1) Il corpo fisico, con il quale si fa esperienza della realtà ordinaria.
    2) Il corpo astrale, che è il corpo dell’immaginazione. Nei mondi astrali quello che pensi diventa realtà e quindi il controllo dell’imaginazione diventa essenziale. Ovviamente la regola del mondo astrale è la regola del bene e del male. Si possono immaginare cose buone ed allineare mondi paradisiaci, oppure cose cattive ed allinearsi con realtà demoniache. In se stesso il mondo astrale è un mondo estremamente pericoloso e credo che a questo faccia riferimento Icke. I rettili sono delle realtà astrali di natura demoniaca e i rettiliani esseri umani in contatto con queste entità da cui prendono il potere e l’energia per dominare il mondo. Niente di più facile che questo sia il succo del discorso di Icke, il quale però lo infarcisce di elementi inverosimili, stile new-age, quasi volesse suicidare la logica di ciò che racconta. Sembrerebbe un racconto di fantascienza, ma forse è una trovata editoriale in stile asimoviano. (cont)

    RispondiElimina
  6. 3) Il corpo mentale, a cui appartiene la logica, la matematica, la filosofia e tutte le costruzioni intellettuali ed artistiche.
    4) Il corpo causale, dominato dalla legge di causa ed effetto e dalla comprensione della consequenzialità del karma, che consente al viaggiatore la chiaroveggienza del presente e la preveggenza del futuro.
    5) Il corpo eterico, l’ultimo dei corpi materiali, che ci consente di comprendere il senso della natura e la dimensione del prana, ovvero dell’energia manifestata.
    6) e 7) sono l’inizio del cammino dello spirito e il raggiungimento dell’illuminazione. Se ne parlava poco in quel gruppo, mentre c’erano molte persone che raccontavano di aver compiuto, con le tecniche dell’eckankar, numerosi viaggi astrali e anche qualche viaggio nel mondo causale.
    A 18 anni, di solito, non si è ancora costruita la propria dimensione intellettuale, ma si è compensati dall’istinto (ed è per questo che bisogna stare molto attenti a dare consigli ai giovani, perché si rischia di confonderli nelle risposte istintuali che li caratterizzano) ed io istintivamente mi sono allontanato da quel gruppo e non ho mai più avuto contatti loro, anche se le loro teorie mi avevano colpito. Oggi penso di sapere perché, ma allora fu solo puro istinto.

    Paulo Giovanni Mauro@
    Ti ringazio dei complimenti. Se vuoi puoi continuare a darmi del Lei, anche se preferisco il tu, ma non ti offendere se io non faccio lo stesso. Si tratta di formazione culturale e io sono un discendente dei pastori abruzzesi, quindi sgrammaticato, un po’ analfabeta e do del tu a tutti.

    RispondiElimina
  7. Paolo Giovanni Mauro5 settembre 2011 11:46

    @ Democrito,

    Diamoci pure del tu. Preciso solo che il mio nome è Paolo. Se preferisci chiamami pure PGM.
    Per quanto riguarda Icke, lo conosco molto poco. Ho letto solo un suo libro. Le sue tesi sui rettiliani le ho sempre rispettate, ma con le doverose riserve che si devono sempre avere in questi casi. Mi sembravano interessanti i riferimenti a dei reperti archeologici sumeri, mi pare, i cui tratti somatici avevano, per l’appunto, apparenze rettiliane.
    Un altro ricordo di quelle letture è il segno delle corna che traspare nelle foto dei leader americani con relative interpretazioni luciferine. Questa spiegazione mi aveva colpito fino a quando, tempo fa, una mia amica che viaggiava spesso negli Stati Uniti mi disse che in Texas quello era un segno convenzionale di saluto. Le corna facevano riferimento alle vacche che erano nella tradizione di quello stato. Vero o falso?

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  8. Ma secondo voi, per quale motivo Icke manda tutto in vacca con la storia dei rettiliani? come spesso ho detto, per me è un espediente letterario o come dice giustamente Lilith una maniera per tutelarsi... Comunque, spesso dice cose illuminanti... Sui tratti sumerici rettiliani, chissà :)
    Indagheremo...

    RispondiElimina
  9. Le corna sono legate al culto solare, ma anche a quello lunare... Ariete sole, Toro luna, ocidente ed oriente...
    Sono un simbolo archetipo di forza e potenza divina, e sono legate ai culti ancestrali pagani di ognidove...
    Ma i camionisti non lo sanno !!!
    :-)

    RispondiElimina
  10. Interessante questo video sulla guerra in Libia...
    http://youtu.be/nFN14FeGVzk

    e questo di Massimo Fini...
    http://youtu.be/qjr8Kk8IXdo

    RispondiElimina
  11. *****Ma secondo voi, per quale motivo Icke manda tutto in vacca con la storia dei rettiliani?****
    beh, bisognerebbe prenderlo da parte, meglio in un vicolo buio, e spiegargli che o parla o gli spacchiamo la faccia.
    Comunque, parlare per analogia è alquanto comune, affrontando certi argomenti. Lo fa Eco, lo faceva Asimov, lo si faceva nelle Sacre Scritture. La differenza è che Icke non scrive romanzi, ma saggi dove si suppone uno debba parlar chiaro. Forse hai ragione tu, si tratta di trovate editoriali, forse ha ragione Lilith a dire che si sta tutelando, o forse conte che dice che tira fuori i rettili per non essere accusato di antisemitismo. A questo aggiungerei la possibilità che lo faccia perché ci crede, ovvero non ha il pieno controllo di quanto va dicendo e dove non sa colma con l’immaginazione. Mah, forse sono vere tutte quante le ipotesi e c’è una commistione di ragioni.
    Mi sembra più interessante invece la faccenda delle rappresentazioni dei rettili nelle antiche civiltà. Ecco, io penso che non vadano prese in senso letterale. È un po’ come nelle scritture, i racconti delle scritture sono simbolici e ci raccontano una storia che avviene altrove. Non possiamo dire che non sono reali, ma non sono fatti accaduti nel modo in cui noi li intendiamo. Sono storie simboliche, ci raccontano realtà sottili e allo stesso modo le rappresentazioni artistiche non ci parlano della realtà fisica, ma sono simboli di realtà diverse da quella ordinaria. Pensare, come in uso nella new age più volgare, che nell’antichità lo spazio terrestre fosse occupato da alieni e astronavi, oltre che sciocco è anche molto ingenuo. Gli antichi, se potessero leggere quante castronerie vengono scritte sui loro tempi, schiatterebbero dalle risate. Anche il nostro Icke purtroppo cade in questa ingenuità e penso ci caschi proprio perché ha alzato un po’ troppo il tiro di quello che dice di sapere. Come mi è spesso capitato di ripetere, la differenza tra ciò che si sa e ciò che si crede è molto sottile e difficile da individuare, eppure è netta e la differenza è sostanziale. (cont)

    RispondiElimina
  12. Pertanto in Icke vedo un miscuglio di cose che sa e cose che pensa di sapere, ma che in realtà crede. Le contraddizioni sono a volte evidenti. Certo che la posizione in cui si trova non è delle più facili e magari si trova costretto a recitare un ruolo che forse gli va stretto. Essere un personaggio pubblico non è facile ed è difficile essere se stessi in una condizione in cui tutti si aspettano qualcosa da te e ti cuciono addosso un ruolo che forse non vorresti, ma che sei costretto ad accettare.
    Icke spesso sostiene che la realtà fisica sia solo una proiezione del pensiero, un po’ come il nostro Idem per intenderci. Questo pensiero è assolutamente legittimo, ma un conto è una posizione intellettuale, cioè essere convinti che le cose stiano in questo modo, il che comporta che abbiamo creato in noi stessi una descrizione del mondo a cui dobbiamo dare energia, che dobbiamo in qualche modo sostenere, per cui il confronto e il dialogo con altri diventa necessario, altro conto se noi sappiamo che le cose sono effettivamente in questo modo. In questo caso non stiamo facendo una descrizione del mondo, ma constatiamo la realtà, perciò non abbiamo bisogno di confrontarci, ne di sostenere energeticamente alcuna descrizione o costruzione intellettuale. Se la mia sensazione fosse vera, allora significherebbe che io sono l’unico ente reale e se una cosa la so, allora la sanno tutti e non mi metterei a discuterne con qualcuno che non esiste se non nella mia immaginazione. Non cercherei certo a cercare l’approvazione e il sostegno da una mia proiezione. Anche il denaro non sarebbe un problema. Sarei ricco perché proietto di volerlo essere, o povero per la stessa ragione. (cont)

    RispondiElimina
  13. Quando Icke parla di consapevolezza infinita come nostra vera identità, i casi sono 2: o lui pensa di essere l’unica realtà esistente nell’universo, quindi non si capisce bene l’idea della denuncia dei crimini dei rettiliani nei confronti dell’umanità, oppure pensa di essere anch’egli illusione, ma in questo caso dovrebbe assumersi la responsabilità di dichiarare di parlare in nome e sotto dettato, della consapevolezza infinita, cioè di Dio, cosa che santi e profeti hanno fatto in tutte le epoche, compresa la nostra. Oppure è in una posizione ambigua, in cui non può parlare ma neppure tacere, ma in questo caso dovrebbe perlomeno astenersi alle sparate a cui ci ha abituato.
    Il termine Guru proviene dal Sanscrito e significa Gu (oscurità) e Ru (luce), cioè una persona che è in grado di guidare un altro essere umano dall’oscurità dell’ignoranza alla luce della conoscenza. Il termine è stato tradotto in Master, in inglese, che rende bene l’idea e quindi maestro in italiano. Ma Master non significa maestro, termine che si traduce comunemente con teacher, e da qui una seria confusione di termini, per noi italiani, che non abbiamo comunemente capito cosa si intende per Guru. Diciamo per chiarezza che Guru è quello non che insegna qualcosa, ma che indica la strada da percorrere. Master più che maestro significa comandante, ma anche la traduzione in inglese non è accurata, perché il comandante comanda, ma il Guru non comanda, indica. Anche dire guida, anche se senz’altro più vicino al significato di Guru, non rende bene l’idea, perché la strada non c’è, è soltanto una metafora. Non dobbiamo andare da nessuna parte, tutto succede qui ed ora e il Guru è quello che ti accende la consapevolezza.
    Quindi Icke non è un Guru. Non è nemmeno un seguace, quindi a che titolo parla? Non vuole, o non può, accendere la consapevolezza di qualcuno, quindi non è un Guru. Non vuole o non può indicare qualcuno che ha acceso la sua consapevolezza, quindi non è un seguace. Se pensa di esser arrivato da solo e senza aiuto ad una consapevolezza infinita, allora come ci è arrivato lui ci può arrivare chiunque altro, quindi inutile parlarne. A che titolo parla? Se non la mettesse sul mistico, mi piacerebbe. Sarebbe un vero “complottista”, come Barnard a cui va tutta la mia stima. Ma messa giù come la mette giù lui mi lascia davvero perplesso.

    RispondiElimina
  14. Paolo Giovanni Mauro6 settembre 2011 10:42

    E’ molto difficile giudicare le persone, a maggior ragione chi propone teorie che si possono definire quantomeno bizzarre, ma comunque degne di attenzione perché sono dell’idea che nella vita si debba discutere di tutto, salvo poi mantenere il senso delle proporzioni per tutelare la propria affidabilità e per rispetto verso i lettori e il mondo accademico.
    Ho una grande stima per quei studiosi che mantengono un basso profilo e hanno un rigore, un metodo e soprattutto pesano le parole. Per esempio, nella mia biblioteca, ho il libro di uno studioso tedesco, ASSMANN J. che ha scritto il libro: “Dio e gli dèi Egitto, Israele e la nascita del monoteismo”, molto interessante che analizza con obbiettività e portando riferimenti storici precisi, la nascita del monoteismo al tempo dei profeti in relazione alle altre civiltà semitiche del tempo e propone, con grande umiltà (sottolineo questo trattandosi di un accademico coi fiocchi e controfiocchi) le sue tesi che io giudico molto interessanti e attendibili.
    Nel caso di Icke, cosa si può pensare del suo rigore di divulgatore e di studioso quando riferisce che una sua amica gli avrebbe confidato che, in una foresta nei dintorni di Londra, si sarebbero riuniti tanti e tanti anni fa, Edward Heath, primo ministro inglese nei primi anni settanta con altri del suo rango e, sempre secondo questa sua amica, si sarebbero trasformati in rettili…
    E cosa pensare poi della sua sovraesposizione mediatica e del suo sito internet che pullula di pubblicità? Non è comunque il modello di studioso come io lo intendo. E’ interessante ascoltarlo, certo. E’ una base di discussione ma poi tutto si deve ridimensionare. Il problema, il vero problema è che la gente ha bisogno di credere assolutamente a qualcosa perché la realtà quotidiana è talmente triste che c’è il bisogno di sperare in qualcosa.

    In realtà la speranza esiste ed è come ha detto Democrito la libertà dello spirito e come sempre dico io l’etica, l’etica e ancora l’etica nei nostri comportamenti quotidiani e cercare, se si può, di fare qualcosa per la collettività.

    Buona giornata

    RispondiElimina
  15. L' AMBIZIONE è un grande VIZIO; chi la possiede ne rimane imbrigliato, regredisce UMANAMENTE e, malgrado le sue velleitarie prospettive, ne diviene solamente una triste VITTIMA !!! Lilith

    RispondiElimina
  16. "Sinonimo".....non elimina la questione ma la spinge altrove....SI, Conte, ma di cosa ?? Di ciò che lui non sa ma altri sanno, di ciò che sa ma non può dire ??? Ne dice di tutti i colori, fa nomi di persone potenti, mille denunce ma....quando vuole portare una spiegazione delle origini del "male" ricorre a fantasiose, spettacolari e inattendibili lucertole....avrebbe potuto non affrontare la questione, non gli era stato richiesto !! prima di mandare tutto "in vacca" come dici tu, MDD, per cui "l'idea editoriale"...non credo sia valida e se lo è, si sono dati la zappa sui piedi!!!. La gente ha bisogno di credere in qualcosa, a qualcuno, come PGM scrive; c'è sempre il pericolo che qualcuno si presenti con la verità ed apra loro gli occhi, per cui devono già essere stati plasmati dalle culle...generazione dopo generazione. Ma occorre tenerli sotto controllo, confonderli, intimorirli con pericoli, con MOSTRI invincibili. Si vuole semplicemente far credere al popolo delle grossissime fandonie affinchè non capisca né gli avvenimenti del passato né quelli del presente né quelli del futuro.....ma continui a belare e soprattutto a SERVIRE !!. Personalmente amo fantasticare e non do nessun limite all' immaginazione perchè la considero una prerogativa della libertà mentale, e anche a me, nella ricerca del perchè e percome, mi frulla di tutto; ho perfino valutato una possibile origine alquanto bizzarra....negli ermafroditi, non starò qui a dilungarmi, ma comunque, legata al monoteismo di Akenathon, al feroce disprezzo per la vita e per l' umanità, sia femminile che maschile, che i potenti manifestano, alla loro presunta superiorità e diritto a regnare, ecc. Ma, per quanto questa idea mi giri ogni tanto per la testa....e continui a cercare prove, mi guardo bene dall' affermare che sia esatta; e nel confronto con altre ipotesi che apportano più spiegazioni logiche e prove, cade per la sua stessa improbabilità. Ma passiamo ai corpi sottili descritti da Demo: "il secondo, il corpo astrale che è quello dell' immaginazione. Nei mondi astrali quello che pensi diventa realtà e quindi il controllo dell' immaginazione diventa essenziale". Molto interessante e, devo dire, ampiamente sperimentato da me stessa con migliaia di prove. Credo, Demo, che tu abbia ragione, forse questo potrebbe essere quello che HANNO FATTO CREDERE ad Icke....ma in maniera distorta. E' mia personale opinione che, per quanto l'esperienza che fai, ( nei mondi astrali ) il pensiero che elabori e l'immagine che visualizzi e CREI, diventino, come risultato, una proiezione osservabile sia da te che da tutti, ossia una REALTA'. Non altrettanto avviene con le forze ESTERNE che alcuni credono esistenti e che governerebbero i mondi astrali; poiche non c' è nessuna forza, né buona né cattiva in nessun luogo esterno a te stesso se non nel mondo reale fatto da persone che a loro volta hanno immaginato una realta e vi si sono identificate; ma poichè il discorso è molto più complesso, chi ha scelto il male ha anche scelto di togliere la possibilità di consapevolezza e di scelta ai molti, e così abbiamo il gregge. La battaglia nel mondo astrale e reale si svolge tra coloro che immaginano il bene e coloro che immaginano il male. Questi mondi che possono oscillare da paradisiaci ad infernali sono immaginazione, forma dei tuoi PENSIERI e della tua VOLONTA' che si trasformano in realtà. Lilith

    RispondiElimina
  17. @ Lilith: Condivido tutto ciò che hai esposto!

    Mr Blue

    RispondiElimina
  18. Ma su questo blog non si usa citare correttamente le fonti da cui si prendono i lavori già tradotti??
    www.cafedehumanite.blogspot.com

    queste "dimenticanze" sono... almeno, poco professionali

    RispondiElimina
  19. Ciao Macri, hai ragione, avevo omesso il vostro blog mettendo solo il link della fonte originale dell'articolo in inglese...
    Di solito sono più preciso ma non l'ho fatto intenzionalmente, sinceramente dopo aver scritto il link dell'articolo originale, mi sono semplicemente scordato di inserire anche il vostro per la traduzione.

    Ora lo inserisco...
    Perdonami ancora :-)

    HASTA LUEGO

    RispondiElimina
  20. Paolo Giovanni Mauro7 settembre 2011 14:46

    @ Lilith

    Vorrei dilungarmi ma oggi ho poco tempo giusto quello necessario per dire che condivido quasi tutto. Dico quasi con qualche distinguo che se avrò il tempo di scrivere le sottoporrò alla sua attenzione per avere un suo parere.

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  21. Un abbraccio a tutti i partecipanti del blog che mi deliziano con i loro gentili consensi. Lilith

    RispondiElimina
  22. Paolo Giovanni Mauro8 settembre 2011 12:54

    @ Lilith,

    Intanto la invito, quando avrà tempo e voglia a esporci le sue teorie sugli ermafroditi legata al culto di Akenathon. Le leggerò con molto interesse anche perché come lei sa già, nella mitologia ebraica si parla dell’ermafroditismo.

    “…personalmente amo fantasticare e non do nessun limite all'immaginazione perchè la considero una prerogativa della libertà mentale…”

    Ottimo, ottimo, ottimo Lilith. La fantasia e l’immaginazione sono UNA DELLE NOSTRE ANCORE DI SALVEZZA (chiedo scusa per le maiuscole). Ritagliamoci questi spazi di evasione coltivando per esempio le arti, la musica, la pittura o altro. La televisione e il computer, se da un lato ci hanno portato indubbi vantaggi (nel mio caso enormi, visto che lavoro molto su excel), dall’altro hanno prodotto danni e rovine inimmaginabili alle capacità di analisi, di comprensione e di ragionamento, specialmente nelle giovani generazioni. La loro capacità di astrazione (importantissima per accedere ai mondi astrali) è stata pressoché distrutta a favore di comportamenti robotizzati che li portano ad un nichilismo del pensiero e a un conformismo desolanti. Stante questa premessa è chiaro che, se arriva un Icke qualsiasi con fantasiose teorie sulle lucertole, trova dei grandi riscontri presso il pubblico, in specie quello giovanile, già educato in decenni di mostri vari dalle playstation, con grave colpa dei loro genitori. Ripeto con colpa dei genitori, prima ancora che della società.

    “…chi ha scelto il male ha anche scelto di togliere la possibilità di consapevolezza e di scelta ai molti, e così abbiamo il gregge…”

    Qui, secondo me, il discorso è molto più complesso è ingarbugliato. Bisognerebbe innanzi tutto dare una categoria al male e stabilire che cos’è il male? E, soprattutto, chi è che ha l’autorità per definire il male, chi è insomma che fissa la morale? La politica, la religione… perché è chiaro che siamo tutti d’accordo che è male uccidere il nostro prossimo essendo talmente banale e scontato il rifiuto dell’omicidio da parte di tutti, o quasi. Ma che dire dell’omicidio politico, la ragion di stato? E poi, e qui iniziano le prime difficoltà, siamo veramente tutti d’accordo che è male, molto male, direi omicida, non pagare le tasse? Credo che inizierebbero le discussioni perché ognuno avrebbe le sue idee senza minimamente immaginare che tali comportamenti hanno delle ricadute drammatiche sulla società.
    Dirò una cosa: nella catena umana dell’invisibile che tiene conto di tutte le interazioni sociali ogni comportamento individuale, ogni micro comportamento è un atto di responsabilità. Che cosa vuol dire? Vuol dire che se io non pago le tasse forse provocherò la morte di uno o più esseri umani che magari non avranno potuto essere curati a causa dei tagli di bilancio dovuti al mio gesto, ai comportamenti fraudolenti di altri, alla corruzione dei politici. Anche questo è dunque male, molto più subdolo e nascosto. E pericoloso.

    A conclusione di questo preciso che non lavoro all’agenzia delle entrate :-)

    Buona giornata

    RispondiElimina
  23. @ PGM. La lista dei "mali" possibili è LUNGA e TORTUOSA ma anzitutto occorre stabilire se questo "male" è un azione d' attacco o di difesa, il che, SPESSISSIMO, non è facile visto che il MALE è una lunga CATENA di causa-effetto. La mia posizioni nei confronti di chi compie AZIONI malvagie è ben altro che moralista o vendicativa; non li ucciderei o torturerei o "robe del genere" ma li manderei tutti, unicamente "TRA DI LORO", in un' isola in cui possano realizzare i principi PATOLOGICI in cui credono, fare ciò che vogliono ma lontani dal resto del mondo e senza poter uscire dai loro confini. Non nutro odio per i malevoli poichè mi rendo conto che sono vittime a loro volte, e anzi mi augurerei che rinsavissero. Ma poichè non sono ancora né rinsaviti né confinati nell' ISOLA ma al contrario, sono fino ad ora i SADICI CRIMINALI detentori e manipolatori di TUTTA la ricchezza e dell' umanità; la mia reazione IMMEDIATA, istintiva, SANA e naturale, cambia "lievemente" e, francamente, "NON CI PENSEREI DUE VOLTE A STACCARE LORO LA TESTA DAL COLLO". Quindi, "intenzione" e "scopo" forse hanno un ruolo importante nel GIUDIZIO del "MALE". Questa sera, giovedì, cade a puntino il film "Tutti pazzi" alle 23:50 sulla "4". Un bel film, DIVERSO, molto americano nell'accezione positiva e profondamente ETICO, (una bella e dolcissima signora gira con la testa del marito in una cappelliera...tutti i personaggi sono azzeccati....il giudice una figura splendida ) Non perdetevelo !!! Buona serata. Lilith

    RispondiElimina
  24. UN MIO AMICO MI HA CONSIGLIATO DI SCRIVERE UN ROMANZETTO A 4 MANI, IRONICO E METAFORICO, DAL NOME IL PRECARIATO DI SION... :-)

    SAREBBE BELLO IN STILE DARIO FO'... MAGARI :-)

    ps: grazie a todos ora faccio un nuovo post...

    RispondiElimina
  25. @ PGM. Volevo aggiungere che considero "le tasse" uno dei TANTI FALSI PROBLEMI. Ci tempestano di falsi problemi per distogliere l' attenzione dai VERI. Sugli "ermafroditi", continuo a fare ricerche ma dubito che sia una valida ragione...se lo fosse sarebbe ALLUCINANTE e ben occultata; mentre considero VALIDISSIMA l' origine del "male" nel PATRIARCATO, su cui ci sono infinite PROVE e con cui COINCIDONO: il monoteismo, la monogamia, la proprietà privata, le religioni e gli eserciti, lo sfruttamento dell' uomo sull' uomo, sula donna e sul bambino, la prostituzione, l' omosessualità, la pedofilia, ecc. Comunque lascio aperta una porta anche all' ASSURDO !!! A rileggerla. Lilith

    RispondiElimina
  26. @ MDD. "IL PRECARIATO DI SION"....mi piace !!! L' ironia non è gradita a "quegli egocentrici permalosi", perchè sminuisce e smitizza. Prendere per il sedere....una buona CURA per i FANATICI MEGALOMANI !!! Lilith

    RispondiElimina
  27. "male" è anche pensare di avere un libero arbitrio,credere di esercitarlo senza nemmeno aver provato a constatare fino a che punto si è consapevoli delle nostre miriadi di reazioni che noi scambiamo per azioni(soprattutto a livello mentale dove poi segue quello fisico).
    Questa inconsapevolezza di fondo,secondo me,è una delle cause del loro potere di manipolazione.
    @ Lilith: sulle tasse mi hai tolto le parole di bocca.

    Mr Blue

    RispondiElimina
  28. Paolo Giovanni Mauro10 settembre 2011 08:27

    @ Lilith,

    Accetto la sua critica sulle tasse però mi deve spiegare perchè lo ritiene un falso problema. Non dimentichi che una società va organizzata non solo su affermazioni di buoni principi e di buoni intenti ma anche molto più prosaicamente sul problema della pagnotta (lo so è un concetto terra terra).

    Attendo i suoi argomenti.

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  29. Cominciano di nuvo a scomparirmi i commenti senza una causa plausibile....la faccenda mi fa MOLTO girare le scatole !!! Ti avevo risposto, Mr Blue, e volevo fare la stessa cosa con lei, Paolo, ma me l' hanno BRUCIATO !!! Lilith

    RispondiElimina
  30. @ Mr Blue. Hai Perfettamente RAGIONE; e forse, "questa inconsapevolezza di fondo" , più che "una delle cause" del loro potere di manipolazione è......"LA CAUSA". Hanno costruito TUTTO sull' INGANNO, iniziando dalla DIVISIONE; hanno sostituito l' unione del gruppo con la triste e misera FAMIGLIA monogamica. Per coloro che ancora la giustificano a ragione di un' esperienza positiva: sappiano che ciò è avvenuto per merito dei singoli individui...e non dell' istituzione in sé; poichè la famiglia patriarcale monogamica, in sé, è gerarchica, individualistica, un vero e proprio covo di PATOLOGIE e piccolo specchio della società di cui riflette tutte le ingiustizie, falsità e nefandezze. Lilith. p.s. ti piace il flamenco ??

    RispondiElimina
  31. @ Paolo. E invece si tratterebbe proprio di far valere " i buoni principi ed i buoni intenti; cose, queste, che vengono FERMAMENTE PROIBITE e addirittura tacciate di sovversione. Come fa a pretendere di organizzare una società che alla BASE è INGIUSTA...come menzognere, innaturali e ingiuste sono TUTTE le regole che ne conseguono. Con FALSI problemi intendo tutto ciò che in REALTA' non può portare NESSUNA soluzione VALIDA....poichè quest' ultima risiede dove non ci sono interessi a che nemmeno si sfiori. Ci vogliono solo INTRATTENERE, far passare il tempo che gioca a loro favore, dare un palliativo al posto della VERA medicina. Quando un edificio è pericolante perchè costruito su un sostegno non resistente...è inutile occuparsi di ristrutturare le finestre. Se vuole possiamo darci del TU. Lilith

    RispondiElimina
  32. @Lilith:
    Il flamenco mi piace ma è uno stile che non ho mai approfondito,anche perchè non provengo da studi classici e non ho una gran tecnica sulla chitarra classica.Sono più orientato sul jazz,jazz manouche,rock,blues.

    Tornando al discorso di prima: è vero,tutto viene basato sulla divisione,sulla competizione e sul tenere l'ignoranza su come realmente funziona la mente e di conseguenza il corpo.
    Un io che sa padroneggiare la mente,difficilmente può essere manipolato.....secondo me ovviamente.

    Mr Blue

    RispondiElimina
  33. La "famiglia" poi,è più che altro basata su un modello circolare,dove al centro c'è il "capo"(è ridicolo ma è quasi sempre così)questo capo poi decide quasi tutto,nella quasi totale assenza di autocoscienza,accettando per buoni gli imput che vengono inniettati dall'"esterno" tipo religione,educazione scolastica (sempre più ridicola),religione di partito (politica....sempre di religione si tratta)senso del bouno/cattivo,brutto/bello....insomma senso della polarità,credenze e dogmi su come dovrebbe essere la sessualità......e l'elenco è lungo.
    Tutta sta roba di conseguenza viene poi proiettata esternamente da tutti i componenti che a loro volta,forse con qualche piccola variazione,ripropongono lo stesso modello "frattale" all'infinito.
    Chi non si uniforma,senza dover per forza odiare o provare risentimento per questi automi(perchè automi lo siamo stati e lo siamo un po tutti),partendo da un percorso ed uno siluppo di autocoscienza e dalla creazione di un centro autoprodotto al nostro interno,viene visto come una minaccia,un'alieno,un fuori di testa,proprio perchè può spiazzare e portare alla luce la totale inconsistenza e assurdità dei modelli accettati(anche in ambito artistico)fino a quel momento e può fare intuire che uno crede di pensare autonomamente ed invece spesso è pensato.
    Chi in profondità non riconosce di sentirsi uno schiavo(perchè gliel'hanno fatto credere)e quindi non ne prende coscenza e prova a cambiare atteggiamento interiore,automaticamente sarà continuamente in cerca di un padrone all'esterno che pensi per lui,ovvero lo pensi.......e lo creerà.(opinione personale)

    Mr Blue

    RispondiElimina
  34. Paolo Giovanni Mauro11 settembre 2011 12:00

    @ Lilith,

    Diamoci pure del tu. Adesso ho poco tempo però ho letto attentamente quello che hai scritto e lo condivido però c'è sempre il problema che il mondo che ci è stato dato di vivere è questo, purtroppo. Comunque, cara Lilith, ti scriverò di più in settimana.

    Buona domenica.

    RispondiElimina
  35. @SIMONE & Co.,
    ci tenevo molto ad informarvi che la nostra ELI ha postato sul sito di STAMPA LIBERA un bellissimo articolo; penso che le farebbe immenso piacere leggere i vostri SEMPRE apprezzati commenti, per quanto mi riguarda commosso IO lo ho già fatto appena finito di leggerlo !!!

    NAMASTE'
    & HASTA SIEMPRE
    SDEI

    RispondiElimina
  36. Paolo Giovanni Mauro12 settembre 2011 11:39

    @ SDEI,

    può darmi il link dell'articolo?

    Grazie

    RispondiElimina
  37. PDM ecco il link di Eli...
    www.stampalibera.com/?p=31028

    Ciao Sdei hasta anche a te !!!
    :-)

    RispondiElimina
  38. Paolo Giovanni Mauro12 settembre 2011 14:31

    @ Lilith,
    Ti ho risposto nel nuovo post di MDM.

    Ciao

    RispondiElimina